Jump to content
IGNORED

VENDITA MONETE ROMANE/PARTICHE/PUNICHE (eccetera)...come comportarsi ?


ciollissimo
 Share

Recommended Posts

prima di tutto scusate se ho sbagliato sezione ...

premetto che ho 60 anni e che ho circa 300 monete antiche come da titolo. Tutte con certificati, fatture, bonifici (tranne di una casa italiana che non rilascia i certificati come dichiarato direttamente a me tramite email...in questo caso ho stampato l'email e il lotto con foto per ogni moneta).

Probabilmente venderò tutto da qui a qualche anno per non lasciare potenziali impicci(che conosciamo tutti...) a mio figlio.

fatta questa anticipazione, cosa dovrei fare ? Se faccio una mostra mercato e vendo ad altri privati, devo girargli la documentazione in mio possesso relativa alla moneta ? Avendo acquistato sempre da venditori professionali, loro (credo) hanno registrato la vendita a me. dovrei quindi, in qualche maniera, registrare anche la mia vendita ? Altrimenti risulterà sempre in carico a me e non all'acquirente successivo...

Se dovessi invece vendere ad un professionista, immagino penserebbe a tutto lui.

Sbaglio qualcosa ? consigli ?

ringrazio anticipatamente

Link to comment
Share on other sites


Buongiorno, seguo con interesse ma sposto in Area Legale dove ci sono utenti più addentro alla tematica.

Saluti

Illyricum

Link to comment
Share on other sites


Supporter
7 ore fa, ciollissimo dice:

prima di tutto scusate se ho sbagliato sezione ...

premetto che ho 60 anni e che ho circa 300 monete antiche come da titolo. Tutte con certificati, fatture, bonifici (tranne di una casa italiana che non rilascia i certificati come dichiarato direttamente a me tramite email...in questo caso ho stampato l'email e il lotto con foto per ogni moneta).

Probabilmente venderò tutto da qui a qualche anno per non lasciare potenziali impicci(che conosciamo tutti...) a mio figlio.

fatta questa anticipazione, cosa dovrei fare ? Se faccio una mostra mercato e vendo ad altri privati, devo girargli la documentazione in mio possesso relativa alla moneta ? Avendo acquistato sempre da venditori professionali, loro (credo) hanno registrato la vendita a me. dovrei quindi, in qualche maniera, registrare anche la mia vendita ? Altrimenti risulterà sempre in carico a me e non all'acquirente successivo...

Se dovessi invece vendere ad un professionista, immagino penserebbe a tutto lui.

Sbaglio qualcosa ? consigli ?

ringrazio anticipatamente

In caso di vendita a professionista, va compilata la cessione ( se vendute direttamente) o il mandato a vendere( se conferite per la vendita ) .

In caso di vendita a privato, la cessione, compilata nei termini di legge.Non è previsto il mandato tra privati  

La documentazione relativa all’acquisto non è necessario o obbligatorio consegnarla, perché con la cessione, il cedente si assume le responsabilità legate alla legittimità del possesso dei beni ceduti, sollevandone il cessionario. Se però non ci sono problemi ad esibire i documenti pregressi, è cosa gradita e utile consegnarli anche in copia all’acquirente.

Questo per le monete che hanno i documenti di acquisto compilati in  maniera regolare…. E non molte ( per esperienza diretta), li hanno….Per quelle in cui la provenienza non è dichiarata da un documento, la responsabilità resta sempre in capo al cedente.

Strana la faccenda di una casa italiana( di aste suppongo) che NON rilascia la documentazione di acquisto, è obbligatorio rilasciarla  

 

Edited by Tinia Numismatica
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


molte grazie...lo sai che tu sarai il primo che interpellerò, vero ? sei stato il mio procacciatore principale...

Link to comment
Share on other sites


Supporter
34 minuti fa, ciollissimo dice:

molte grazie...lo sai che tu sarai il primo che interpellerò, vero ? sei stato il mio procacciatore principale...

Bene, chiamami che ne parliamo. 👍

Link to comment
Share on other sites


Supporter
20 minuti fa, ciollissimo dice:

un pò più in là...voglio divertirmi almeno altri 2/3 anni...

Ok….

Link to comment
Share on other sites


nel frattempo continuo ad acquistare. sono venuto a Bologna pensando di trovarti ed invece...viaggio a vuoto

Link to comment
Share on other sites


Supporter
1 minuto fa, ciollissimo dice:

nel frattempo continuo ad acquistare. sono venuto a Bologna pensando di trovarti ed invece...viaggio a vuoto

Non ci sono mai andato col tavolo. Praticamente ero solo a Verona. 

Link to comment
Share on other sites


Supporter
6 minuti fa, ciollissimo dice:

essendo saltata , speravo che andaste a Bologna...

Troppi problemi di sicurezza 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


24 minuti fa, Tinia Numismatica dice:

Troppi problemi di sicurezza 

Onestamente, dopo tante critiche anche da parte mia, questa volta devo dire che da questo punto di vista si è migliorati. Qualche accorgimento c'è stato e consideriamo che gli organizzatori erano nuovi, ma penso che si sia visto un miglioramento che speriamo continui in futuro. 

Link to comment
Share on other sites


Supporter
33 minuti fa, simonesrt dice:

Onestamente, dopo tante critiche anche da parte mia, questa volta devo dire che da questo punto di vista si è migliorati. Qualche accorgimento c'è stato e consideriamo che gli organizzatori erano nuovi, ma penso che si sia visto un miglioramento che speriamo continui in futuro. 

Speriamo, sarei felicissimo di veder cambiare la situazione e poter partecipare senza patemi….

Link to comment
Share on other sites


11 ore fa, ciollissimo dice:
4 ore fa, Tinia Numismatica dice:

Strana la faccenda di una casa italiana( di aste suppongo) che NON rilascia la documentazione di acquisto, è obbligatorio rilasciarla  

 

Tutte con certificati, fatture, bonifici (tranne di una casa italiana che non rilascia i certificati come dichiarato direttamente a me tramite email...in questo caso ho stampato l'email e il lotto con foto per ogni moneta).

 

Veramente molto strana........

Link to comment
Share on other sites


Un commerciante di monete antiche in regola, se non è un  N.I.P. o non è un Perito del Tribunale, non può rilasciare perizie o certificati di autenticità, e se lo facesse queste perizie non avrebbero valore.

Sta di fatto che un commerciante in regola, è tenuto a rilasciare ricevuta fiscale dove può inserire anche il numero di protocollo del registro di Pubblica Sicurezza dove ha l'obbligo di aver denunciato la moneta prima di venderla.

 

Link to comment
Share on other sites


Non solo, ma ai sensi dell'art. 64 del T.U. sui beni culturali, chiunque, perito o no, venda monete con più di 70 anni, è tenuto a rilasciare l'attestato di autenticità e provenienza.

Arka

Diligite iustitiam

Link to comment
Share on other sites


Supporter
2 minuti fa, dupondio dice:

Un commerciante di monete antiche in regola, se non è un  N.I.P. o non è un Perito del Tribunale, non può rilasciare perizie o certificati di autenticità, e se lo facesse queste perizie non avrebbero valore.

Sta di fatto che un commerciante in regola, è tenuto a rilasciare ricevuta fiscale dove può inserire anche il numero di protocollo del registro di Pubblica Sicurezza dove ha l'obbligo di aver denunciato la moneta prima di venderla.

 

E per quello che la faccenda di una casa daste ( se ho capito bene) che non rilasci la certificazione relativa al bene venduto, mi sembra strana…. È un obbligo di legge rilasciare un documento di vendita in cui ci siano elencate le caratteristiche del bene venduto, art 64 codice BBCC

Link to comment
Share on other sites


9 minuti fa, Arka dice:

Non solo, ma ai sensi dell'art. 64 del T.U. sui beni culturali, chiunque, perito o no, venda monete con più di 70 anni, è tenuto a rilasciare l'attestato di autenticità e provenienza.

Arka

Diligite iustitiam

Esatto, in linea di massima i venditori professionisti che non sono N.I.P. o Periti del Tribunale, per essere in regola, anche se non rilasciano una vera e propria Perizia di autenticità sulla moneta, rilasciano quantomeno una attestazione fotografica con la dicitura che la moneta è autentica e di lecita provenienza ai sensi dell' art. 64 codice BBCC inserendo anche il numero di registro di PS dove la moneta è stata denunciata così come previsto per legge.

Inutile ricordare che la Ricevuta Fiscale è d'obbligo a prescindere....

Link to comment
Share on other sites


14 minuti fa, Arka dice:

Non solo, ma ai sensi dell'art. 64 del T.U. sui beni culturali, chiunque, perito o no, venda monete con più di 70 anni, è tenuto a rilasciare l'attestato di autenticità e provenienza.

Arka

Diligite iustitiam

Mi permetto di correggere la suddetta affermazione, nel senso che l'obbligo non è in capo a qualsiasi cittadino, ma solo a quello che esercita l'attività di vendita al pubblico, di esposizione a fini di commercio o di intermediazione finalizzata alla vendita di opere di pittura, di scultura, di grafica ovvero di oggetti d'antichità o di interesse storico od archeologico, o comunque abitualmente vende le opere o gli oggetti medesimi.

 

Link to comment
Share on other sites


27 minuti fa, dupondio dice:

Un commerciante di monete antiche in regola, se non è un  N.I.P. o non è un Perito del Tribunale, non può rilasciare perizie o certificati di autenticità

 

Non mi risulta; dove sta scritto? Qual è il fondamento normativo di tale affermazione?

Link to comment
Share on other sites


Supporter
16 minuti fa, gioal dice:

Mi permetto di correggere la suddetta affermazione, nel senso che l'obbligo non è in capo a qualsiasi cittadino, ma solo a quello che esercita l'attività di vendita al pubblico, di esposizione a fini di commercio o di intermediazione finalizzata alla vendita di opere di pittura, di scultura, di grafica ovvero di oggetti d'antichità o di interesse storico od archeologico, o comunque abitualmente vende le opere o gli oggetti medesimi.

 

Per periziare  una moneta si deve essere periti, non comuni cittadini. 
E i periti in Italia o sono i CTU, o i periti CCIAA o i soci della NIP, che è l’unica associazione professionale riconosciuta dal MISE … nessun altro 

Edited by Tinia Numismatica
Link to comment
Share on other sites


7 minuti fa, Tinia Numismatica dice:

Per periziare  una moneta si deve essere periti, non comuni cittadini. 
E i periti in Italia o sono i CTU, o i periti CCIAA o i soci della NI, che è l’unica associazione professionale riconosciuta dal MISE … nessun altro 

Quest'affermazione è stata già fatta; io volevo sapere in base a cosa.

Link to comment
Share on other sites


Supporter
Adesso, gioal dice:

Quest'affermazione è stata già fatta; io volevo sapere in base a cosa.

In base alla legge?!

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.