Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Paleologo

II Repubblica Romana - 8 Baiocchi

Risposte migliori

Paleologo

Salve a tutti, mi sono capitati sottomano due esemplari della moneta da 8 Baiocchi della Repubblica Romana del 1849 che presentano una variante di cui non ho trovato traccia sui libri.

La moneta di per sé è piuttosto nota: mistura 200/.., 23mm, 3,9gr., contorno liscio, battuta dalla zecca di Roma. La descrizione è analoga a quella di tutti gli altri nominali divisionali della II Repubblica:

D/ Aquila entro corona di quercia, posata su fascio littorio orizzontale. Legenda (da sx. in alto): [rosetta] DIO E -- POPOLO. In esergo R[punto]. A sx. in basso: N.C. (Nicolò Cerbara, incisore)

R/ 8 // BAIOCCHI // fregio, il tutto entro cerchio di perline. Legenda (da sx. in alto): [stella a sei punte] REPUBBLICA ROMANA [stella]. In basso: 1849.

Muntoni 3, Gigante 3, Montenegro 61(Pio IX). Anche CNI 4, Pagani 341.

Questo è il dritto dei due esemplari, identico a parte la conservazione:

post-838-1176743976_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

E questo è il rovescio con le sue particolarità:

post-838-1176744035_thumb.jpg

Come potete osservare, nel primo esemplare la rosetta ha quattro petali e la firma dell'incisore è più piccola e più vicina al fascio; nel secondo esemplare la rosetta ha cinque petali e la firma è più grande e più staccata. Ecco un dettaglio:

post-838-1176744146_thumb.jpg

Tutti i riferimenti indicati nel post precedente mostrano la rosetta con quattro petali. Solo sul Krause-Mischler (KM#25 XIX sec. - Vatican Papal City States - Roman Republic) potrebbe essere mostrata la variante a cinque petali ma la qualità della foto non è sufficiente per averne la certezza. Inoltre, tutti i riferimenti mostrano (o descrivono) la rosetta a quattro petali per il 4 e l'8 baiocchi e quella a cinque petali per gli altri valori con conio simile (40, 16, 3, 1 e 1/2 baiocco).

Mi piacerebbe avere conferma se devo cambiare occhiali o se questa variante è reale ed è stata citata nei testi, in particolare quelli per cui ho solo riferimenti indiretti, cioè CNI e Pagani, o magari nell'opera del Perini sulla Repubblica del '49, se qualcuno la possiede. O meglio ancora avere la conferma che si tratta di un inedito (so' soddisfazzioni, signora mia ;) ). Cosa mi dite?

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

arsmonetaria

Sei sicurissomo della originalità della prima? Io ho qualche dubbio... :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
Sei sicurissomo della originalità della prima? Io ho qualche dubbio... :huh:

219539[/snapback]

Questa è una possibilità che sinceramente non avevo preso in considerazione: hai fatto bene a segnalarla. Però non mi sembra una moneta così appetibile da giustificare un falso moderno; in queste condizioni poi... Comunque peso e diametro sono ok e il conio mi pare buono una volta fatta la tara sulla bassa conservazione, quindi anche il falso d'epoca mi pare improbabile. C'è qualcosa in particolare che ti ha fatto pensare a un falso?

Attendiamo comunque altri pareri.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Beh anche se quello a 4 petali fosse falso non toglierebbe niente al discorso sulla variante a 5.

8baiocchi1849D.jpg

BO8baiocchi1849R.jpg

8_Baiocchi_1849_5323.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo
Beh anche se quello a 4 petali fosse falso non toglierebbe niente  al discorso sulla variante a 5.

219565[/snapback]

Esattamente :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michele2198

complimenti, interessante variante!!!

Cercando nei cataloghi d'asta, purtroppo ho trovato solo il n 1087 dell'asta Negrini novembre 1995, collezione Mantegazza. E' del tipo a 4 petali.

Modificato da Michele2198

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Nessun'altra notizia?

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

La moneta non mi sembra falsa, a meno che non sia una fusione in Piombo forse d'epoca, cosa di cui Paleologo si sarebbe accorto.

Ho questa moneta, cui non avevo mai notato le rosette ma classificato come variante con N.C. grande e piccolo, cioè le sigle dell'incisore.

La monetazione della Repubblica Romana ha adoperato, nel suo breve periodo numerosi conii, riadattandoli di volta in volta, e ciò fa si che vi siano svariate differenze ad oggi poco studiate, ciò forse per il modesto valore commerciale di queste monete. Di frequente ho notato che variano le dimensioni della lettera che contraddistingue la zecca sia per R sia per B e la seguente punteggiatura. I testi non tiportano queste varianti minori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Grazie Picchio, confidavo in un suo interesse. Le monete comunque le giudico entrambe autentiche e in ogni caso quella su cui sono stati espressi dubbi è quella con la rosetta "standard" a quattro petali che ho inserito solo per riferimento. Prendo atto che questa monetazione non sembra avere suscitato un grande interesse accademico, secondo me è un peccato visto anche il tenore assai "romantico" della breve storia della repubblica mazziniana. A proposito, la segnalazione di un buon testo storico sull'argomento è benvenuta.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil
Ho letto il tutto, anche se con questo nuovo sistema non mi raccapezzo dovendo aprire di volta in volta il topic, alla mia età si fatica che le innovazioni !

222901[/snapback]

Ciao Picchio, probabile che la visualizzazzione dei topic sia settata su "outline", se clicchi su STANDARD, in alto a destra sulla pagina, tutto dovrebbe tornare normale ;)

Ciao, RCAMIL B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Ci deve essere un testo specifico proprio su questa monetazione ed uno studio del Perini. So di averlo da qualche parte, è un fascicolo sottile con copertina azzurra, però è un po che non mi ripassa per le mani.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO
. . . visto anche il tenore assai "romantico" della breve storia della repubblica mazziniana. A proposito, la segnalazione di un buon testo storico sull'argomento è benvenuta.

223011[/snapback]

Per uno studio approfondito dei documenti originali, niente di meglio che una paziente rilettura del volume 43 dell'Edizione Nazionale degli Scritti Editi ed Inediti di Giuseppe Mazzini, che da pochi mesi la "Domus Mazziniana" è riuscita a mettere online:

http://www.domusmazziniana.it/sen/data/Maz...es/Vol43_3.html

E' impressionante quanto alta sia la percentuale dei documenti, manifesti, scritti, atti del Triumvirato, che riguardano questioni economiche o direttamente monetali (emissione di nuove monete, conversione di valuta, reperimento di metalli per la zecca).

Per gli aspetti storici generali, quelli più emozionali e "romantici" è invece assai consigliabile una visita al sito del "Comitato Gianicolo", che riporta anche ampia bibliografia: http://www.comitatogianicolo.it/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Grazie a Picchio e Lucio :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RobertoRomano

Cari Amici ,vorrei aggiungere la foto dell'esemplare in mio possesso,con la variante della rosetta a cinque petali.Grazie ancora a Paleologo per la segnalazione.

post-8064-1217074179_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Salve Roberto, ti sei fatto un'idea dell'effettiva rarità di questa variante?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

RobertoRomano

Caro Paleologo,la mia opinione sulla rarita' di questa variante puo' basarsi solamente da considerazioni di tipo aneddotico,sulla mia esperienza di collezionista.Avro' maneggiato una decina di 8 baiocchi negli anni,ma questo e' l'unico con queste caratteristiche.A me e' sembrato subito un po'diverso,soprattutto per la perlinatura esterna del rovescio,dove questa,nell'esemplare "normale"appare piu'staccata da bordo.Non nascondo di aver avuto,per un po',l'impressione del falso.Poi ho lasciato cadere la cosa,fino alla tua precisa segnalazione sulla variante della rosetta e sulle iniziali N.C.

Ciao,Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Mi sembra comunque una informazione rilevante. Una decina di esemplari sono già una base statistica non trascurabile. Ti ringrazio per il contributo :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

E questa come la giudicate?

8Baiocchi_1849_16593.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

E' ancora la variante in questione, e mi pare anche in ottima conservazione :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

wuby2007

Riprendo questa discussione poichè, poco fa, è passata in asta su Ebay la seguente moneta con rosetta a 5 petali:

24loi81.jpg

così come altri esemplari sono apparsi in questo forum, sono presenti su CoinsArchives etc. etc.

Qualcuno ha trovato maggiori informazioni nel frattempo? direi che a livello di rarità potremmo essere al max su un NC per entrambe le tipologie, ma nulla di più considerata la frequenza con la quale appaiono! :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Non avevo notato questa su eBay (riconosco comunque lo sfondo lilla ;)) ma ce n'era una nella collezione Vitalini e ne è passata almeno un'altra recentemente in asta battuta estera (non ricordo dove). Continuo comunque a pensare che questa variante sia meno comune dell'altra, darei C per quella "standard" e NC o al massimo R per questa. Segnalazioni in letteratura comunque zero, anche il D'Incerti non la cita. Rinnovo quindi l'invito a verificare cul CNI :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Segnalo un passaggio, peraltro invenduto, di questa variante su globalaste:

SC22R.jpg

SC22D.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

L'avevo notata e anche in questo caso la variante non era segnalata. Idem per un recente passaggio di un altro esemplare (in eccellente conservazione) da Muenzen und Medaillen.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×