Jump to content
IGNORED

Circa la chiave nello stemma del Regno d'Italia di Napoleone


mty1805

Recommended Posts

Salve a tutti, ho molte domande sullo stemma di Napoleone del Regno d'Italia, una di queste è:

Chiunque abbia familiarità con la storia della chiesa sa che il simbolo della chiesa è la croce della chiave d'oro e la chiave d'argento: la chiave d'oro simboleggia il potere in cielo e la chiave d'argento simboleggia il potere sulla terra. Allora perché la chiave incrociata sullo stemma del Regno d'Italia è dorata in tutte le illustrazioni a colori? Qual è il punto di fare questo?

 

186461476_EmanuelePigni.thumb.jpg.22857faf3c3d5486ef4e8f3c8719b771.jpg

 

Di seguito si estrae una lettera registrata da Emanuele Pigni in STEMMI GENTILIZI E CIVICI CONCESSI DANAPOLEONE I COME RE D'ITALIA, pubblicata nel 2021:

Nel «Giornale italiano» n.39 dell'1 aprile 1805 ne fu pubblicata la seguente blasonatura ufficiale:

Entro un gran manto imperiale seminato di api, coronato dal diadema imperiale, attraversato diagonalmente per di sotto da due alabarde, che sopravvanzano ai quattro angoli, sta un'aquila colle ali spiegate, che negli artigli stringe il fulmine di Giove. Essa comprende un grande Quello di mezzo scudo presenta il colubro Viscontèo tagliato dalla ferrea corona del Regno d'Italia, stemma del ducato di Milano: quello in alto alla destra, le chiavi pontificie: sotto esso, l'Aquila Estense. In alto alla sinistra, Leone di S. Marco sotto quello, la croce di Piemonte, armi tutte il doppiavisi che indicano i diversi stati i quali di nuova composizione, Regno, onore, dalla quale pende la Stella, nuovo essa uno scudetto con entro la lettera N. Tale blasonatura fu ripubblicata nello stesso anno34 con la sola variante del gran manto imperiale seminato di mazzetti di fiori d'argento invece ch e di api.

Il testo sopra dice solo che la chiave rappresenta la chiesa. L'autore ritiene che altri si sbaglino su Parma-Farnese = chiavi e ombrelli.

Infine, sono uno straniero e alcune parole possono essere molto strane, grazie per la tua pazienza nel leggere.

 

Edited by mty1805
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Buona serata

Quello inserito nello stemma non è il simbolo della Chiesa, ma semplicemente lo stemma che rappresenta due legazioni pontificie (territori pontifici di Emilia Romagna e Marche); infatti riporta la "basilica" (ombrello) invece della tiara, simbolo del potere temporale del papa.

Credo che le due chiavi del medesimo colore siano solo una semplificazione.

saluti

luciano

Link to comment
Share on other sites


6 ore fa, 417sonia dice:

Buona serata

Quello inserito nello stemma non è il simbolo della Chiesa, ma semplicemente lo stemma che rappresenta due legazioni pontificie (territori pontifici di Emilia Romagna e Marche); infatti riporta la "basilica" (ombrello) invece della tiara, simbolo del potere temporale del papa.

Credo che le due chiavi del medesimo colore siano solo una semplificazione.

saluti

luciano

 

Grazie per la risposta. C'è però un problema: le Marche sono entrate nel regno dopo l'istituzione del Regno d'Italia, cioè dopo la nascita dello stemma nazionale.

L'ombrello che compare con la chiave costituisce generalmente un simbolo di un tutto, rappresentando il diritto della chiesa, e spiegare separatamente l'ombrello e la chiave mi confonde. Due chiavi d'oro, inquietanti perché portano simboli politici. Senza la chiave d'argento, è come rinunciare al potere mondano.

Sopra è la mia domanda.

Edited by mty1805
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ciao!

Riporto alcuni esempi:

https://it.wikipedia.org/wiki/Stemma_del_Regno_d'Italia_(1805-1814)

Lo scudo dello stemma è interzato in palo (tre divisioni verticali di eguale spessore).[2]

Esempio di bandiera con chiavi d'oro

https://www.wikiwand.com/it/Stato_Pontificio

Provvedo a spostare la discussione nella sezione "Araldica" dove gli esperti della materia sapranno essere più precisi.

cari saluti

Luciano

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Buon giorno, ho letto che lo stemma con l'ombrello e le chiavi incrociate è l'emblema della Santa Sede in periodo di sede vacante. Qui leggo che è l'emblema delle ex legazioni di Romagna e Marche. Mi potete spiegare questa ambivalenza? Grazie, saluti.

Link to comment
Share on other sites


Buonasera, ho trovato il tema appassionante e mi son permesso di fare qualche ricerca.

Mi pare di capire che l'origine della basilica ornata dalle sacre chiavi figurante nello stemma napoleonico del Regno d'Italia (1805-1812) sia dibattuta: secondo alcuni deriverebbe dallo stemma dei Farnese-Parma, duchi regnanti di Parma e Piacenza (che in quanto gonfalonieri di S.R.C. avevano caricato nello scudo il palo della Chiesa: di rosso, caricato del gonfalone papale e delle chiavi pontificie); secondo altri originerebbe dagli stemmi dello Stato Pontificio (chiavi decussate sormontate del gonfalone papale, in campo rosso), a seguito dell'occupazione delle legazioni pontificie (in particolare della Legazione di Romagna).

Ora, per quanto riguarda il metallo delle chiavi (a rigore: l'una d'oro e l'altra d'argento, per la simbologia che ci è nota), è forse ragionevole supporre che si tratti solo di una semplificazione, anche se in periodi ben più antichi non era cosa insolita la monocromia delle chiavi (si veda per esempio il vessillo di S.R.C. secondo Bonifacio VIII). Va poi detto che Napoleone certo non ha mai dimostrato grande rispetto nei confronti della Chiesa Romana, del suo cerimoniale e delle sue tradizioni, e che, d'altra parte, ogni elemento di cui si compone lo stemma napoleonico del Regno d'Italia era stato inizialmente alterato negli smalti.

Quanto all'ombrellone papale assieme alle chiavi, esso rappresenta sin dal XV sec. il potere temporale della Chiesa Romana e, per estensione, la Chiesa Cattolica Romana stessa; anche se il Papa non se ne serve direttamente, resta uno degli emblemi pontifici più riconoscibili. Non solo lo si ritrova in tutti gli stemmi dello Stato Pontificio e negli stemmi delle Basiliche maggiori, ma è anche emblema della Sede Vacante (dal XVI sec.), timbra lo scudo del cardinale Camerlengo (cui provvisoriamente è demandato il potere di governo) durante il periodo di vacanza, è infine emblema utilizzato dal Sacro Collegio Cardinalizio, dalla Camera apostolica, e dagli istituti e seminari pontifici.

Link utili:

https://www.no-regime.com/ru-it/wiki/Coats_of_arms_of_the_Holy_See_and_Vatican_City

http://www.iagi.info/l-araldica-eclesiastica/

http://www.accademiadelcerimoniale.com/documentazione/IL VESSILLO PONTIFICIO.pdf

http://www.archivi.beniculturali.it/dga/uploads/documents/Sussidi/8_SussXI_t_745_1064.pdf

http://www.archivi.beniculturali.it/dga/uploads/documents/Sussidi/4_SussXI_p_315_481.pdf

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...

@The Judge

Scusa ho visto solo ora la tua risposta, grazie mille.

Uso Google Translate e posso capire cosa intendi

Nel primo testo ufficiale che ho citato, puoi vedere che la visione originale di Napoleone riguardava solo il simbolismo delle singole divisioni nel loro insieme, non il colore delle chiavi.

Quindi, è possibile che le attuali immagini a colori dello stemma siano tutte errate?

Inoltre, ho trovato un record in iagiforum.info:

http://www.iagiforum.info/viewtopic.php?f=1&t=9986&sid=ab0da740e3bcda81caf47fe795fbb00a&start=15

Decisione della Consulta del 4 aprile 1805:

 

L'écu est tiercé en pal ; le premier et le dernier parti de deux et un sur le tout, ce qui donne en total six écussons.


Le premier est parti, au premier des clefs en sautoir et du dais papal, à cause de Ferrare, Ravenne, Boulogne et la Romagne ; au second, de l'aigle de la maison d'Este, à cause duché de Modène.


Le second pal, qui est plein, est la célèbre bisse des Visconti à cause duché de Milan.


Le troisième pal est parti, au premier, du lion de Venise, réunie ; au second, de la croix du Piémont par les mêmes patterns.


Le sixième écusson, qui se trouve placé sur le tout, est la couronne de fer des anciens Rois lombards, à cause du royaume d'Italie.


L'écu est entouré du collier de Légion d'Honneur, supporté par l'aigle imperiale de France, surmonté d'une étoile rayonnante, au milieu de laquelle est la lettre N.


Le tout est recouvert par le manteau et la Couronne Royale ; sur le cercle de cette dernière, au lieu des perles su remarque une branche de laurier.


Deux hallebardes sont passées en sautoir derrière l'écu.

Questa descrizione "ufficiale" è confusa, cita "Ferrare, Ravenne, Boulogne et la Romagne", ma non riesco a trovare la fonte di questo testo.

L'altra mia domanda è: mentre Napoleone non aveva rispetto per la Chiesa, avrebbe scelto di ignorare lo stemma colorato se fosse davvero esistito? Gli amici che hanno familiarità con la storia della chiesa mi dicono che se Napoleone avesse sbagliato le chiavi, o avesse cercato di "semplificare", il suo potere sarebbe stato considerato illegittimo.

Edited by mty1805
Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

I territori del Ducato di Parma non facevano però parte del Regno Napoleonico d'Italia in quanto direttamente annessi alla Francia. E comunque i Farnese si erano estinti da svariati decenni. Insomma mi sembrerebbe singolare che derivasse dai Farnese.

Link to comment
Share on other sites


  • 3 weeks later...

@mty1805

Ciao, Tianyi~~ Da grande fan delle monete del Papa, insisto ancora sul mio punto di vista: il motivo composto da ombrelli, chiavi d'oro e chiavi d'argento rappresenta la Chiesa Romana e deve essere conforme agli insegnamenti. Allo stesso tempo, rendo omaggio alla vostra professionalità e spirito responsabile.

Link to comment
Share on other sites


Il 16/6/2022 alle 01:50, The Judge dice:

Buonasera, ho trovato il tema appassionante e mi son permesso di fare qualche ricerca.

Mi pare di capire che l'origine della basilica ornata dalle sacre chiavi figurante nello stemma napoleonico del Regno d'Italia (1805-1812) sia dibattuta: secondo alcuni deriverebbe dallo stemma dei Farnese-Parma, duchi regnanti di Parma e Piacenza (che in quanto gonfalonieri di S.R.C. avevano caricato nello scudo il palo della Chiesa: di rosso, caricato del gonfalone papale e delle chiavi pontificie); secondo altri originerebbe dagli stemmi dello Stato Pontificio (chiavi decussate sormontate del gonfalone papale, in campo rosso), a seguito dell'occupazione delle legazioni pontificie (in particolare della Legazione di Romagna).

Ora, per quanto riguarda il metallo delle chiavi (a rigore: l'una d'oro e l'altra d'argento, per la simbologia che ci è nota), è forse ragionevole supporre che si tratti solo di una semplificazione, anche se in periodi ben più antichi non era cosa insolita la monocromia delle chiavi (si veda per esempio il vessillo di S.R.C. secondo Bonifacio VIII). Va poi detto che Napoleone certo non ha mai dimostrato grande rispetto nei confronti della Chiesa Romana, del suo cerimoniale e delle sue tradizioni, e che, d'altra parte, ogni elemento di cui si compone lo stemma napoleonico del Regno d'Italia era stato inizialmente alterato negli smalti.

Quanto all'ombrellone papale assieme alle chiavi, esso rappresenta sin dal XV sec. il potere temporale della Chiesa Romana e, per estensione, la Chiesa Cattolica Romana stessa; anche se il Papa non se ne serve direttamente, resta uno degli emblemi pontifici più riconoscibili. Non solo lo si ritrova in tutti gli stemmi dello Stato Pontificio e negli stemmi delle Basiliche maggiori, ma è anche emblema della Sede Vacante (dal XVI sec.), timbra lo scudo del cardinale Camerlengo (cui provvisoriamente è demandato il potere di governo) durante il periodo di vacanza, è infine emblema utilizzato dal Sacro Collegio Cardinalizio, dalla Camera apostolica, e dagli istituti e seminari pontifici.

Link utili:

https://www.no-regime.com/ru-it/wiki/Coats_of_arms_of_the_Holy_See_and_Vatican_City

http://www.iagi.info/l-araldica-eclesiastica/

http://www.accademiadelcerimoniale.com/documentazione/IL VESSILLO PONTIFICIO.pdf

http://www.archivi.beniculturali.it/dga/uploads/documents/Sussidi/8_SussXI_t_745_1064.pdf

http://www.archivi.beniculturali.it/dga/uploads/documents/Sussidi/4_SussXI_p_315_481.pdf

 

@The Judge

Ciao, sono molto felice di vedere la tua risposta, molto professionale.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.