Jump to content
IGNORED

Medaglione Diocleziano in prossima CNG Triton XXVI del 10-11 gennaio 2023


carvacco
 Share

Recommended Posts

 Buongiorno,

segnalo questo strepitoso medaglione da 10 aurei coniato ad Aquileia,

spero venga acquisito da un museo italiano magari proprio quello archeologico aquileiese.... 

sognare non costa niente😀

Stima 500.000 dollari

Diocletian. AD 284-305. AV Medallion of Ten Aurei (38mm, 53.65 g, 12h). Aquileia mint. Struck AD 294. IMP C G VAL DIOCLETIANVS P F AVG, bare head right / IOVI CONSER VATORI, Jupiter, naked to the waist, with himation over knees, seated left on ornate throne, holding thunderbolt in right hand and vertical scepter in left; to left, eagle standing left, head right, holding wreath in beak; AQ in exergue. Cf. Gnecchi I 5, pl. 4, 12 (Alexandria mint); cf. RIC VI 1 (Alexandria mint); cf. Lukanc p. 125, 2 (Alexandria mint); cf. Cohen 264 (Alexandria mint). Lustrous with just a hint of minor staining, slight die shift on reverse. In NGC encapsulation 5872664-001, graded Ch AU★, Strike: 5/5, Surface: 5/5, Fine Style. Of the highest rarity, the only denio offered at public auction since 1922.

image00830.jpg

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Premetto che non ho competenza specifica.
Certo che una moneta del genere che spunta dal nulla con una bibliografia riferita ad altra zecca Alessandria, e dunque (come asserito da Arka) verosimilmente inedita, in alta conservazione, con qualche mosso di conio ed un prezzo relativamente basso per un unicum del genere fa pensare a 2 cose (non mutualmente escludentesi): a) potrebbe essere notificata (come per il deka di Agrigento in passato); b) potrebbe non essere originale (come il deka Agrigento).
Sarebbe interessante se potesse intervenire qualche esperto della monetazione romana, medaglioni e tardo impero.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


@Giov60 Bè, avendo scritto un libro sulla zecca di Aquileia romana, qualche moneta di Aquileia l'ho vista... 

A guardare la foto non vedo incongruità. Tuttavia un pezzo da 53 g è una moneta assolutamente straordinaria. Mi piacerebbe poterlo vedere in mano.

Arka

Diligite iustitiam

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Ciao, una domanda da neofita🙂. Ma è corretto definirla moneta? Non penso, se autentico, fosse destinata alla circolazione. Un grazie anticipato a quanti vorranno rispondere. 

ANTONIO 

Link to comment
Share on other sites


58 minuti fa, Pxacaesar dice:

Ciao, una domanda da neofita🙂. Ma è corretto definirla moneta? Non penso, se autentico, fosse destinata alla circolazione. Un grazie anticipato a quanti vorranno rispondere. 

ANTONIO 

 

per fartela semplice.... normalmente i cosiddetti medaglioni, soprattutto se in argento e oro, erano prodotti utilizzando misure di peso standard e multiple di quelle usate per le monete .... quindi , banalizzo... se un Aureo del tempo era una sorta di moneta/lingotto da 5,4 g d'oro, un medaglione da 54 grammi d'oro è altrettanto una moneta/lingotto 10 volte più grande

il senso è che vale comunque tanto oro quanto pesa.... e pesa 10 volte più di un aureo...

spero di essere stato chiaro.... altrimenti ci riprovo :)

Link to comment
Share on other sites


Ciao @Poemenius, grazie per la risposta🙂. Quindi potevano essere utilizzati, il condizionale a me sembra d'obbligo, anche in transazioni e pagamenti (ovviamente non nel piccolo commercio) nei grandi scambi commerciali. Perché allora non farlo direttamente in lingotti, vista la pragmaticita' dei romani. Avrebbero risparmiato tempo e fatica. Ovviamente è solamente una mia considerazione, per quello che può valere.... 

ANTONIO 

 

 

Link to comment
Share on other sites


22 minuti fa, Pxacaesar dice:

Ciao @Poemenius, grazie per la risposta🙂. Quindi potevano essere utilizzati, il condizionale a me sembra d'obbligo, anche in transazioni e pagamenti (ovviamente non nel piccolo commercio) nei grandi scambi commerciali. Perché allora non farlo direttamente in lingotti, vista la pragmaticita' dei romani. Avrebbero risparmiato tempo e fatica. Ovviamente è solamente una mia considerazione, per quello che può valere.... 

ANTONIO 

 

 

 

tre motivi molto ovvi...per stare sempre sul semplice e banale:

1 - lo strumento di propaganda

2 - lo strumento di ostentazione (anche e soprattutto per il possessore)

3 - l'apposizione di un conio a garanzia di peso e qualità dell'oro

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Alcune considerazioni su questo medaglione.

La zecca di Aquileia venne attivata nel 294. E' quindi possibile che questa emissione rappresentasse una commemorazione dell'apertura. Logica la scelta di Giove per il rovescio, perchè Diocleziano aveva come divinità protettrice proprio Giove e il suo appellativo era Iovio. In occidente invece era imperatore Massimiano Erculeo, perchè era legato a Ercole.

Lo stile è coerente con i primi aurei di Aquileia. Tra l'altro il rovescio del primo aureo emesso ha la Concordia seduta a sinistra, esattamente come il Giove del medaglione. Il piede destro ripiegato verso il trono e il braccio destro steso in avanti completano la similitudine.

Infine da notare ai piedi di Giove l'aquila, che era l'animale sacro al dio, ma anche una rappresentazione della città di Aquileia, come nella seconda emissione dell'aureo di questa zecca.

Arka

Diligite iustitiam

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Spettacolo! Cmq per rispondere a @Pxacaesar, i medaglioni romani erano altamente celebrativi,  probabilmente elargiti ad alte cariche dello stato, ma allo stesso tempo spendibili come moneta , lo sappiamo perché ne sono stati ritrovati molti con evidenti segni di circolazione  ..

Link to comment
Share on other sites


Ciao, tutte ipotesi più che plausibili che farebbero propendere per la tesi che questo medaglione /gadget/moneta.... con un peso notevole sia effettivamente coevo di Diocleziano. Sarebbe interessante sentire anche opinioni (ammesso che qualcuno ne abbia) che mettano in discussione l'autenticità di questo pezzo. Personalmente, per il nulla che vale questo mio pensiero, mi risulta molto difficile ritenerlo autentico 🙂

ANTONIO 

6 minuti fa, modulo_largo dice:

Spettacolo! Cmq per rispondere a @Pxacaesar, i medaglioni romani erano altamente celebrativi,  probabilmente elargiti ad alte cariche dello stato, ma allo stesso tempo spendibili come moneta , lo sappiamo perché ne sono stati ritrovati molti con evidenti segni di circolazione  ..

 

Ciao. Molti anche del peso di 54 g come questo del post? Non credo, di peso inferiore si. Lasciamo perdere i segni di circolazione e spero che su questo tu sia d'accordo. Sono riproducibili anche da falsari, e se li tiriamo in ballo solo quando ci fa comodo capirai, non ne veniamo più fuori. Piuttosto mi piacerebbe sentire, qualora ci fosse, qualche opinione che mettesse in dubbio la genuinità di questo medaglione ovviamente, e non di tutti i medaglioni conosciuti, e bene specificarlo 🙂

ANTONIO 

Link to comment
Share on other sites


4 minuti fa, Pxacaesar dice:

Ciao, tutte ipotesi più che plausibili che farebbero propendere per la tesi che questo medaglione /gadget/moneta.... con un peso notevole sia effettivamente coevo di Diocleziano. Sarebbe interessante sentire anche opinioni (ammesso che qualcuno ne abbia) che mettano in discussione l'autenticità di questo pezzo. Personalmente, per il nulla che vale questo mio pensiero, mi risulta molto difficile ritenerlo autentico 🙂

ANTONIO 

Ciao. Molti anche del peso di 54 g come questo del post? Non credo, di peso inferiore si. Lasciamo perdere i segni di circolazione e spero che su questo tu sia d'accordo. Sono riproducibili anche da falsari, e se li tiriamo in ballo solo quando ci fa comodo capirai, non ne veniamo più fuori. Piuttosto mi piacerebbe sentire, qualora ci fosse, qualche opinione che mettesse in dubbio la genuinità di questo medaglione ovviamente, e non di tutti i medaglioni conosciuti, e bene specificarlo 🙂

ANTONIO 

 

I segni di circolazione non li ho tirati fuori in relazione all'autenticità o meno di questo pezzo ( sul quale non mi esprimo ), ma in relazione alla possibilità o meno che i medaglioni ( tutti ) fossero utilizzati anche come moneta.. cmq tieni conto, se ti sembra esagerato un pezzo da 10 aurei,  che molti medaglioni sono scomparsi in seguito alla demonetazione successiva, in particolare cito il caso emblematico di Elagabalo che ha fatto coniare medaglioni fino a 100 aurei! Ma che la demonetazione di Alessandro Severo ha fatto scomparire, ne rimangono solo citazioni scritte..

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, Pxacaesar dice:

Ciao, tutte ipotesi più che plausibili che farebbero propendere per la tesi che questo medaglione /gadget/moneta.... con un peso notevole sia effettivamente coevo di Diocleziano. Sarebbe interessante sentire anche opinioni (ammesso che qualcuno ne abbia) che mettano in discussione l'autenticità di questo pezzo. Personalmente, per il nulla che vale questo mio pensiero, mi risulta molto difficile ritenerlo autentico 🙂

ANTONIO 

Ciao. Molti anche del peso di 54 g come questo del post? Non credo, di peso inferiore si. Lasciamo perdere i segni di circolazione e spero che su questo tu sia d'accordo. Sono riproducibili anche da falsari, e se li tiriamo in ballo solo quando ci fa comodo capirai, non ne veniamo più fuori. Piuttosto mi piacerebbe sentire, qualora ci fosse, qualche opinione che mettesse in dubbio la genuinità di questo medaglione ovviamente, e non di tutti i medaglioni conosciuti, e bene specificarlo 🙂

ANTONIO 

 

Tu perché propendi per la non autenticità? Solo perché non ne hai mai visti o visti pochissimi, o sulla base di quali evidenze? 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Ciao @Tinia Numismatica, grazie per la risposta /domanda. Il mio parere sulla eventuale non autenticità è più frutto di una provocazione, da neofita che ha voglia di capire. Per questo ho chiesto pareri autorevoli. Pronto a recepire tutto quanto mi verrà detto in proposito. Ovviamente li ho visti solo in foto, come penso tanti altri che seguono la discussione. Chissà forse in futuro avrò la possibilità di vederne qualcuno dal vivo 🙂

ANTONIO 

Link to comment
Share on other sites


3 ore fa, VALTERI dice:

Per questo aureo, è da considerare l' accenno in post 4 a " potrebbe essere notificata "  ?

 

Dovrebbero dimostrare che non viene da Alessandria 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Il 5/12/2022 alle 21:23, Tinia Numismatica dice:

Dovrebbero dimostrare che non viene da Alessandria 

 

Dovrebbero dimostrare che non viene direttamente da Aquileia...

Link to comment
Share on other sites


Supporter

E' un vero piacere per gli occhi. Di stile davvero estremamente bello. ha dei particolari meravigliosi come i calzari e gli intarsi dello scranno

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, carvacco dice:

Dovrebbero dimostrare che non viene direttamente da Aquileia...

Quando studiavo la produzione della zecca di Aquileia e la sua circolazione, ho visto che le monete di questa zecca si espandevano verso il Noricum e la Pannonia. 

E poi immagino che il 10 aurei sia stato donato a una persona importante e dubito che fosse il capo della guarnigione di Aquileia.

Arka

Diligite iustitiam

Edited by Arka
  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Coi tempi che corrono dubito che il museo di Aquileia si possa accollare una spesa simile, ed è un peccato. Anche perché non conserva nessun multiplo di aureo AQ, che io sappia.

Link to comment
Share on other sites


  • 1 month later...

Buonasera, 

direi ottimo risultato per questo strepitoso medaglione, spero che l'aggiudicatario sia tra gli iscritti al forum lamoneta.it o ancor meglio un museo italiano😀

 

Triton XXVI
Lot: 830.
 Estimated: $ 500 000
Closing Date: Jan 11 2023 11:00 ET

Roman Imperial, Gold

Sold For $ 1 900 000. This amount does not include the buyer’s fee

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...

In merito alla provenienza, un’ipotesi, solo un’ipotesi:

Uno strano post sul forum FAC, aprile 2022, da un’utente finora sconosciuto, che riporta di aver scoperto a Gaza un ripostiglio di aurei della tetrarchia. Ayad S chiede aiuto, (per l’identificazione, per la vendita, non si sa esattamente). Aggiunge soltanto che per le monete antiche, a Gaza, non ci sono leggi…

https://www.forumancientcoins.com/board/index.php?topic=127951.msg769426#msg769426

Tutti questi aurei di Antiochia, Alessandria, Nicomedia, Carthago e Roma vengono ritrovati in due vendite della CNG, quella del 06 ottobre 2022, e poi all’asta Triton XXVI del 10/11 gennaio scorso. Ovviamente senza provenienza.

https://www.cngcoins.com/Lots.aspx?AUCTION_ID=102&CATEGORY_ID=17&PAGE_NUM=20&PAGE=8

88B15B23-83DA-4969-A705-F7CAA498E62A.thumb.jpeg.77168195ad11accf5d3c130afe9e7993.jpeg9176E461-CD20-4678-A6E8-BEE60BF91BCB.jpeg.be8ef0ae5e56ad04d76709e982492a76.jpeg66DF8590-8D0D-41F1-988C-B2BB8DA4AD98.jpeg.f34f27d4f870ef674e69f2e06de8ed5b.jpegC6ABB9C8-763F-4876-B02A-9843C2F96586.thumb.jpeg.70999246ab83551f80906ccb962b09f3.jpeg

Ne metto altri due, ma i dieci aurei vengono ritrovati sulle due vendite CNG.

 

4D7455AF-8268-4BF5-92B3-33DD5ADAA4ED.jpeg

 

A640497B-33A0-49BA-9B05-20B3A973F4E8.jpeg

Allora si può chiedere se questo straordinario unicum, capolavoro della zecca di Aquileia, il clou dell’asta Triton e uscito dal nulla, non fa parte anche lui dello stesso tesoro di Gaza. 

Edited by Vietmimin
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.