Jump to content
IGNORED

Una sceatta al giorno... (magari vedendole cominciamo a conoscerle)


Vel Saties

Recommended Posts

Supporter

Una fantastica sceatta serie K "Dragon's head" sottogruppo 1 ca 715 d.C. 

Al D) Busto a sx con grande mano che tiene croce
R) Testa di drago a sx. con una lunga lingua che termina in una curva; Il corpo ed il collo del drago hanno un posizionamento spiraliforme, come se la testa fosse circondata da una spira del suo corpo. Sembra un disegno araldico o come quello sugli scudi

336739187_935426094369895_13281051197049336759266_1675162949585664_6472716412210

Si trovano i riferimenti nel catalogo della collezione De Wit al nr S 202 (visibile qui: https://issuu.com/kuenkercoins/docs/a137_de-wit-collection_web/1)

image.png.f8368de751074d0c23c3320d6d8b3085.png

 

 

Edited by Vel Saties
Link to comment
Share on other sites


Supporter
16 minuti fa, numa numa dice:

Bella . Ti stai appassionando eh, Saties? 😉

Fulminato sulla via di Damasco. In generale dalle monetazioni altomedievali.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Un'altra bella sceatta; Series G sottogruppo 3a 11mm, 1.08g
D) Testa umana diademata (?) e paludata a dx di fronte croce latina
R) Stendardo con quattro X ai vertici e cerchio interno

image.thumb.png.dd5c52f0b273b2d4700e0b8b24599650.png

 

 

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Un'altra bella sceatta. Apparentemente simile alla precedente dovrebbe appartenere ad una fase tarda della serie A. rinvenuta in North Yorkshire
Tony Abramson dice di questa moneta: "Anche se la legenda al dritto è sconcertata, penso che legga TIC piuttosto che l'iscrizione runica. Tuttavia, lo stendardo inverso ha una T nell'angolo in alto a sinistra che suggerisce che questa potrebbe essere la serie C piuttosto che la A. Nell'angolo in basso a sinistra c'è un corno rivolto verso l'alto. A conti fatti, sembra essere una tarda serie A."
D) testa/busto umana coronata e paludata
R) Stendardo. All'interno due TT e due II ai vertici

337274392_172996965554092_81734127662459337131971_1243340116576667_7957626031754

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Un'altra Sceatta rinvenuta a Shipton-on-Cherwell (ricordo che in GB la legislazione è differente dall'Italia relativamente all'uso del metal detector).

Esemplare della serie secondaria (710-760), serie K, tipo 32a, busto diademato con rovescio a "leone" attorcigliato con testa di serpente. (Abramson 39-50)

image.png.767887069c07455647342f1d9e1f9ee1.png

 

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Andata recentemente in asta: Sceatta Series E fase secondaria variante K. ca. 715/20-740.
341312460_2037908973213347_5186327974044
Non si tratta di una sottovarietà nel senso dell'accoppiamento regolare del disegno del dritto e del rovescio. Comprende il residuo ampio e tutt'altro che omogeneo di oltre 450 sceatta di porcospino di scarsa fattura. Si è tentati di supporre che queste siano prevalentemente imitazioni, forse frutto di conio privato.
Lo studio dei conii mostra che questo gruppo presenta una scarsità di esemplari con matrici identiche, e anche un basso tasso di utilizzo di conii quasi simili, rispetto alle sottovarietà più coerenti. Poiché il tasso di perdita accidentale dei reperti vaganti era presumibilmente simile a quello delle varietà regolari, la relativa scarsità di monete legate a conio o duplicate sembra implicare che la produzione media di un dado fosse inferiore".
Il rovescio è simile alla filiera 2647-8 (vedi questo tomo), ma anche 2340-1. Non sono riuscito a trovare una corrispondenza di conii.

Edited by Vel Saties
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Anche questa andata nella stessa asta Sceatta Series E fase primaria variante G2. ca. 695-740.

341211861_236820792231048_79466324223670

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Una SCEATTA Secondary Series (710-760), 'Celtic Cross',
d) serpente piumato con profilo a pallini disposto in senso orario, testa globulare a destra becco verso l'interno a proteggere una crocetta pommée centrale.
r) Croce celtica con pallino centrale rosetta in ogni angolo, 1,14 g (SL 31-10 plate coin; Abramson, 2012b, Fig 19d, e Tavola; SCBI 69, 521 questa moneta; T&S pp. 426-32, 345 -6; Gannon 53, n. 206, 57; n. 227, 87, 101, n. 159, 162-3, 169, 189, n. 62, Fig. 5.7c; Nord –; Spink 822 dritto plate coin ), provenienza ~ Trovato vicino a Shoreham (West Sussex), c. 2000 ~ [CEM 2006.0252]

image.png.fa9a6ec7087b3b3c618cc724960e11f7.png

 

 

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Le monete di Pada e Vanimondo segnano il passaggio dall'oro all'argento. Sono stati tutte trovati nel Kent orientale tranne una che è stata trovata a Londra (Rigold). e appartengono al periodo 655-675. Il nome Pada in passato si pensava che si riferisse a un re. Ci sono due re con quel nome (o simile): Pend di Mercia (626?-655) e suo figlio Peada di Middle Angles (morto nel 656). Queste rispettive date di inizio del governo sono troppo alte per essere applicate alle monete. Pada si riferisce quindi al monetiere in modo simile al nome Witmen.

image.thumb.png.88a16168dae62f77499005b1901c47dc.png

EDIT: mi son dimenticato di scrivere che il tutto è tratto dal catalogo della collezione De Wit

Edited by Vel Saties
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Due Sceatta della serie A. Dal catalogo della collezione De Wit
image.thumb.png.3e74f6300a520772a3fb894b441c4ea8.png

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Restiamo sempre nelle Serie A.
Sceatta d'argento della fase primaria (680-710)

Busto radiato a dx / Stendardo TOTII S775, 12mm, 1.19g

La moneta èp disponibile per l'acquisto qui: https://www.silburycoins.co.uk/product/anglo-saxon-primary-phase-680-710ad-silver-sceatta-series-a-3/

R384.jpgR384-001.jpg

Edited by Vel Saties
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Sceat Series A; Type 2a

Obverse

Radiate bust right; TIC to right, two annulets and A-like ornament behind.

Script: Latin

Lettering: TIC

Reverse

‘Standard’ with TOT II; triangle with pellets above, pseudo-legend around.

Script: Latin

Lettering: TOTII

Comments

Early Anglo-Saxon period (c.600-c.775), Sceatta coinage (c.675-c.760), Primary phase issues (c.680-c.710), Series A, Type 2a. Abr. 3

Various styles minted in various regions of south-eastern and eastern England.
For further detail on these and other early Anglo-Saxon English coins, please see:
Thrymsas and Sceattas in the Ashmolean Museum, Oxford, Vols I-III by D.M. Metcalf.

Screenshot 2023-04-30 at 11-40-49 Sceat Early Anglo-Saxon.png

Link to comment
Share on other sites


Supporter

@SAURON05
comincia a guardare qui:

Ci sono poi i libri... gli unici abbordabili da quanto ricordo erano quelli di Abramson

 

c'è il volume 8 del MEC a prezzo abbastanza alto

Medieval European Coinage: Volume 8, Britain and Ireland c.400–1066: Britain and Ireland C.400-1066 (English Edition) di [Rory Naismith, Elina Screen]

Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...
Supporter

Oggi cambio, rimanendo tra le monete anglosassoni.
Un meraviglioso e perfettamente centrato tremisse del monetario Dutta (DVTAMONET al rovescio) di Quentovic (VVICCOFIT), Belfort 4955-60, coniato sul continente e circolato su suolo inglese
Potrebbe essere un'immagine raffigurante testo

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Altra moneta Sassone:
SAXON, Kings of Mercia. Offa. 757-796 AD. AR Penny (1.12 gm), light coinage. O/F, F/FA/RE/X, diademed portrait bust of Offa / Floriate cross, I B B A in angles. Blunt 65; North 301; Seaby 905. Superb EF, toned. Extremely Rare. Venduto da CNG per$16,500.

Image 0

Trovato nel North Yorkshire, 2000 (EMC 2000.0639). Uno degli unici tre conosciuti con questo disegno sul dritto.

Il regno di Offa è numismaticamente notevole per una serie di motivi. Il più importante di questi è l'imitazione di Offa del 'denier' franco. Questo ha creato un modello che alla fine è stato adottato in tutta l'Inghilterra. La varietà e la bellezza della sua moneta supera di gran lunga qualsiasi cosa prodotta nell'Europa continentale contemporanea. La ritrattistica del regno di Offa è altamente riuscita, essendo abbastanza realistica per l'epoca. Forse nessun re inglese fino a quando Enrico VIII ha superato o eguagliato la sua ritrattistica in termini di realismo.
Offa ha coniato anche in oro, come dimostra il famoso 'dinar' OFFA REX.

 

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Dal sito di CNG
In seguito all'abbandono della provincia da parte dei romani, la Britannia subì un periodo di trasformazione quando nuovi popoli, principalmente gli anglosassoni, migrarono attraverso la Manica e si mescolarono con la popolazione locale. I precedenti abitanti romani-britannici rimasero come servi della gleba o migrarono verso le coste della Bretagna e della Gallaecia in Spagna.
L'arrivo del missionario di Sant'Agostino nel 597 ristabilì i contatti tra l'isola ed il continente e nei due secoli successivi il paese ebbe stretti legami economici con i Merovingi e i Carolingi. Durante questo periodo furono coniati tagli locali in oro e argento. Conosciute come thrymsas e sceattas, queste monete erano per lo più basate su prototipi merovingi. Nel nord, i re locali della Northumbria ei vescovi di York stavano coniando la propria moneta di thrymsas d'oro e sceattas d'argento (che in seguito divennero stycas d'argento di base), che continuarono a circolare a livello regionale fino all'arrivo dei danesi.

in un momento durante gli anni 80 dell'VIII secolo Offa, re di Mercia, introdusse il penny, una moneta d'argento basata sul denaro carolingio. Fino al tempo di Edoardo I, il penny era praticamente l'unica denominazione inglese circolante. Nel 793, i vichinghi fecero le loro incursioni sul suolo inglese. Nei due secoli e mezzo successivi condussero incursioni in Inghilterra, Scozia, Irlanda e nelle isole circostanti. Successivamente, le incursioni divennero invasioni, con i vichinghi che guadagnarono punti d'appoggio nell'East Anglia e nell'Inghilterra centro-settentrionale e, per trattato con Alfredo il Grande, ricevettero un tributo annuale dai re del Wessex. Per i successivi trent'anni, questo pagamento di Danegeld prosciugò le casse del Wessex e rimosse molti penny d'argento anglosassoni nelle riserve danesi. Il ritratto reale sul dritto con la croce sul rovescio, sebbene apparisse occasionalmente su penny durante questo periodo, non divenne una caratteristica regolare della monetazione fino al regno di Eadgar di Wessex (959-975). Mentre alcune modifiche si sono verificate nei secoli successivi (il cambiamento più radicale è stato quello del Commonwealth), questo è rimasto il design standard per il penny fino alle emissioni di bronzo o rame della fine del XVII secolo.

Edited by Vel Saties
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Una sceatta trovata oggi. Disclaimer: Ovviamente il ritrovamento è avvenuto in Inghilterra dove queste ricerche sono permesse al contrario dell'Italia.

Si tratta di una series G, Sceatta List Group 21, probabilmente 21-20

346939891_273157971726310_69882182501723Nessuna descrizione della foto disponibile.

Link to comment
Share on other sites


48 minuti fa, Vel Saties dice:

Una sceatta trovata oggi. Disclaimer: Ovviamente il ritrovamento è avvenuto in Inghilterra dove queste ricerche sono permesse al contrario dell'Italia.

Si tratta di una series G, Sceatta List Group 21, probabilmente 21-20

346939891_273157971726310_69882182501723Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

Trovata in Serbia direi 🤣🤣🤣

Questa è falsa, moderna, fatta malissimo, e da un venditore arcinoto di ebay

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter
37 minuti fa, Poemenius dice:

Questa è falsa, moderna, fatta malissimo, e da un venditore arcinoto di ebay

Ma pensa? Ha tratto in inganno pure Abramson

 

Link to comment
Share on other sites


14 ore fa, Vel Saties dice:

Ma pensa? Ha tratto in inganno pure Abramson

 

 

Ma... Posso sbagliarmi... Ma questa nella foto mi pare falsa .. poi non dico la categoria dico questa singola moneta... Poi non l'ho vista dal vivo ...ma così mi pare proprio falsa. Ma ovviamente non sono infallibile 

Link to comment
Share on other sites


Supporter
6 ore fa, Poemenius dice:

Ma... Posso sbagliarmi... Ma questa nella foto mi pare falsa .. poi non dico la categoria dico questa singola moneta... Poi non l'ho vista dal vivo ...ma così mi pare proprio falsa. Ma ovviamente non sono infallibile 

Io so di non sapere. 
quello che so è che la moneta è stata presentata nel gruppo Facebook di Abramson. Poi ovviamente uno può anche contare una balla….

Link to comment
Share on other sites


Il 12/5/2023 alle 16:40, Vel Saties dice:

La varietà e la bellezza della sua moneta supera di gran lunga qualsiasi cosa prodotta nell'Europa continentale contemporanea.

bhe'.. bhe'... vogliamo parlare degli 'antiquiores' romani - praticamente coevi ad Offa e successori - che reggono magnificamente il paragone per vigore e finezza d'incisione il cui stile viene paragonato da alcuni studiosi a creazioni d'arte contemporanea per la loro forza e modernità..

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.