Jump to content
IGNORED

50 lire II tipo 1990: Attardi vs Del Pup


Pierg50

Recommended Posts

L'Attardi ci dice che queste monete, qualora presentino il lobo dell'orecchio a punta e in assenza del rombo, valgono 25 euro se FDC. Ho sempre pensato che queste monete siano sopravvalutate. Per esempio, io posseggo un centinaio di 50 lire 1990 e, su 107 totali, ben 57 presentano assenza di rombo e orecchio a punta. Immagino (ripeto: immagino - ma posso sbagliare ovviamente ) che anche altri collezionisti abbiano più o meno questa percentuale di orecchie a punta rispetto al lobo rotondo. Ora, Del Pup, nei suoi post (https:www.erroridiconiazione.com 50 lire) ci dice che la quarta variante della moneta da 50 lire 1990 presenta sì orecchio a punta e mancanza di asterisco, ma anche il Vulcano "piccolo" (caratterizzato dalla presenza di un solco poco marcato, tra incudine e basamento). Nella versione Del Pup, le mie 57 monete scendono drasticamente al numero di 8.

Ora, dall'una parte e dall'altra, mi sembra di intravedere degli "eccessi". Troppo permissivo l'Attardi e troppo restrittivo Del Pup. Secondo voi, come si dipana questa matassa?

Link to comment
Share on other sites


Buongiorno

Onestamente non comprendo bene il quesito o meglio pare scontata la risposta.

Adesso non posso consultar nulla,quindi mi baso su quello che scrivi,da appassionato quale sei,ricordo che ti cimenti parecchio con questi pezzi repubblicani.

Se Attardi, a suo tempo(parliamo di più di 20 anni) ,non ha individuato la quarta variante del dio Vulcano, mi sembra ovvio che i" tuoi numeri" siamo maggiori. Chiaro che ora @andrea78ts Del Pup, al momento in cui aggiunge un ' altra variante, faccia scendere il numero. Ma il" tuo numero" scende causa  la quarta variante aggiunta.

Se per permissivo e/o no si intende questo,la risposta la vedrei scontata. 

Saluti

Edited by caravelle82
Link to comment
Share on other sites


Ciao, come ben sai la Numismatica è studio e scoperta, lascia perdere le valutazioni monetarie dei cataloghi che sono sempre al di sopra del mercato, tornando a noi, la variante di Andrea fa chiaramente una ulteriore selezione su una variante che è una NC, il che significa che è non comune  si  ma sempre in un numero considerevole di pezzi, rimane pertanto scontato che il tuo numero si riduca considerevolmente per la quarta variante, dovresti essere contento di averne solo 8, la matassa che chiedi di dipanare non ha motivo di esserlo poiché nè Attardi è di manica larga nè Del Pup restrittivo nella valutazione, semplice calcolo statistico dato dallo studio e dalla ricerca, infine non si possono paragonare 2 varianti diverse, quella di Andrea è una aggiunta a quel che c'è non un termine di paragone da associare a quella dell'Attardi, c'è l'una e l'altra.

Spero di non averti generato confusione

saluti.

Link to comment
Share on other sites


ringrazio Massimiliano e Caravelle per gli interventi.

In realtà io non volevo entrare nel merito del discorso tecnico, in quanto ulteriori varianti se ne scoprono in continuazione e io stesso potrei aggiungere qualcosa a riguardo (ma me ne guardo bene, almeno per il momento) quanto dal punto di vista pratico. Ha senso continuare a cercare una moneta, classificata NC che invece é comunissima? Dato che l'Attardi non viene aggiornato, é logico che possa ingenerare falsi ottimismi in persone entusiaste ma alle prime armi. Voi mi insegnate che é il mercato che fa il prezzo, non certo Attardi o Del Pup ( con tutto il rispetto che debbo loro) ma perché i collezionisti dovrebbero continuare ad intasare i loro album di raccolta con monete NC che non valgono nulla?

Dato che non esiste un'autorità in merito che dica chiaramente come stano le cose, dobbiamo continuare a perseverare nell'errore, ma con quale coraggio andremmo a richiedere 25 euro ad un eventuale acquirente (non delle mie monete - in quanto io non vendo) che non conosca con esattezza la realtà?

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, Pierg50 dice:

ringrazio Massimiliano e Caravelle per gli interventi.

In realtà io non volevo entrare nel merito del discorso tecnico, in quanto ulteriori varianti se ne scoprono in continuazione e io stesso potrei aggiungere qualcosa a riguardo (ma me ne guardo bene, almeno per il momento) quanto dal punto di vista pratico. Ha senso continuare a cercare una moneta, classificata NC che invece é comunissima? Dato che l'Attardi non viene aggiornato, é logico che possa ingenerare falsi ottimismi in persone entusiaste ma alle prime armi. Voi mi insegnate che é il mercato che fa il prezzo, non certo Attardi o Del Pup ( con tutto il rispetto che debbo loro) ma perché i collezionisti dovrebbero continuare ad intasare i loro album di raccolta con monete NC che non valgono nulla?

Dato che non esiste un'autorità in merito che dica chiaramente come stano le cose, dobbiamo continuare a perseverare nell'errore, ma con quale coraggio andremmo a richiedere 25 euro ad un eventuale acquirente (non delle mie monete - in quanto io non vendo) che non conosca con esattezza la realtà?

 

Ciao

Io credo che oramai,un collezionista o raccoglitore appassionato senza pretese come me, possa con un poco di esperienza,capire ,guardando il mercato,come i prezzi dettati da QUALSIASI catalogo siano sempre un pò al rialzo. È come fare conti tra teoria e pratica. Altrimenti perchè diciamo sempre ai neofiti di non comprare mai a prezzi da catalogo? Il fatto che una moneta "x" sia NC, non significa neanche che  sia facilissimo reperirla come una CC o C. Certo è vero che la sua reperibilità sarà minore di una R.

Anche io mi sono fatto una domanda in passato, ovvero come mai avessi ben 5 esemplari di "buono da 2 lire"(poco più di 5 milioni) del regno d' Italia,facilmente reperibili nelle ciotole di monete 3/5€..... (Moneta rara).Poi ho acquistato un catalogo recente, per l' esattezza Montenegro 22, ed ho capito il motivo, ovvero che di raro mi sa che c' è la buona conservazione (le mie superiori di poco all'mb non valgono na ceppa, le bb da catalogo 40). 

In tutti i casi,nel tuo specifico, potrai aver il privilegio di interagire direttamente con Del Pup Andrea @andrea78ts,che molto meglio di me saprà dar delucidazioni😀

Link to comment
Share on other sites


Ti ringrazio per la risposta. Il problema é che Andrea può dare risposte sul suo operato e lì si deve fermare. Mi piacerebbe tanto, invece, interloquire con l'Attardi e chiedergli, per esempio, cosa intendesse quando, parlando della 50 lire 1993, si limita a menzionare il gambo inferiore lungo. Possibile non si sia accorto che anche il gambo superiore può presentarsi lungo? E che ci si presenta con una tale frequenza da potersi configurare come variante? Oppure, per lui, ciò era ininfluente, talmente ininfluente da non menzionarla neppure?

Sono queste e altre le domande che mi faccio e sulle quali vorrei una risposta che Andrea, credo, non possa dare.

 

Link to comment
Share on other sites


13 ore fa, Pierg50 dice:

Ti ringrazio per la risposta. Il problema é che Andrea può dare risposte sul suo operato e lì si deve fermare. Mi piacerebbe tanto, invece, interloquire con l'Attardi e chiedergli, per esempio, cosa intendesse quando, parlando della 50 lire 1993, si limita a menzionare il gambo inferiore lungo. Possibile non si sia accorto che anche il gambo superiore può presentarsi lungo? E che ci si presenta con una tale frequenza da potersi configurare come variante? Oppure, per lui, ciò era ininfluente, talmente ininfluente da non menzionarla neppure?

Sono queste e altre le domande che mi faccio e sulle quali vorrei una risposta che Andrea, credo, non possa dare.

 

 

stai cadendo in errore, Andrea si basa su quello che è venuto prima di lui e sugli studi relativi, anche Attardi tra gli altri, considera che stai leggendo un catalogo vecchiotto, se non ricordo male, detto questo negli anni si sono accorti, tra cui Andrea, che per esempio il gambo lungo è più comune di quello corto, la variante nel caso è gambo corto non lungo come erroneamente si credeva, questo è stato possibile grazie allo studio e alle comparazioni delle monete e credo che anche Attardi convenga al riguardo, ma non ho il suo catalogo , né nuovo né vecchio per poterlo dire con certezza, i cataloghi sono aggiornati ogni anno appositamente proprio perchè le cose possono avere svolte inaspettate da un anno all'altro, poi ci vuole tempo prima che la comunità numismatica digerisca le cose, ma questo è altro discorso, il mercato delle varianti e degli errori di conio con  i relativi studi al riguardo, da noi in Italia, è agli albori ed incontra molte resistenze.

Rimane il fatto che proprio perché la Numismatica è studio e comparazione su ciò che è stato studiato precedentemente che si possono avallare nuove scoperte e presentarle alla comunità.

Spero di essere stato più esplicativo.

Saluti.

Link to comment
Share on other sites


Spiacente di contraddirti ma non é come tu affermi. Su Del Pup siamo d'accordo ma anche l'Attardi individuava come variante il 3 corto.

Il punto, ma probabilmente non hai letto con attenzione quanto da me detto, é che neppure Fabrizio (come del resto, prima di lui, l'Attardi) menziona il 3 lungo concernente il gambo superiore, variante sotto gli occhi di chiunque voglia vedere. Ora mi dispiace di non poter postare una foto con questa anomalia (ci risiamo, ma nulla é cambiato dalla precedente polemica: non dispongo di un cellulare decente e pertanto non posso postare foto) ma, d'altra parte, é talmente evidente (io stesso ne posseggo svariati esemplari, alcuni dei quali FDC o QFDC) che non credo sia il caso di doverla pubblicare per forza.

Ciao. Ti porgo i miei saluti.

Link to comment
Share on other sites


12 ore fa, Pierg50 dice:

Spiacente di contraddirti ma non é come tu affermi. Su Del Pup siamo d'accordo ma anche l'Attardi individuava come variante il 3 corto.

Il punto, ma probabilmente non hai letto con attenzione quanto da me detto, é che neppure Fabrizio (come del resto, prima di lui, l'Attardi) menziona il 3 lungo concernente il gambo superiore, variante sotto gli occhi di chiunque voglia vedere. Ora mi dispiace di non poter postare una foto con questa anomalia (ci risiamo, ma nulla é cambiato dalla precedente polemica: non dispongo di un cellulare decente e pertanto non posso postare foto) ma, d'altra parte, é talmente evidente (io stesso ne posseggo svariati esemplari, alcuni dei quali FDC o QFDC) che non credo sia il caso di doverla pubblicare per forza.

Ciao. Ti porgo i miei saluti.

 

perdonami, ma credo tu sia di nuovo in errore, quella che tu chiami variante concernente il gambo superiore in realtà è quella gambo corto del 3 sotto che è l'unica variante del 1993 per le 50 lire modulo ridotto, il gambo lungo è la normalità, pure io pensavo che fosse una anomalia poi ho capito che così non era.

Saluti.

Link to comment
Share on other sites


E' destino che io e te non si debba quasi mai andare d'accordo.

Se il gambo lungo é la normalità (e lo é) mi spieghi perché Attardi e Del Pup parlano esclusivamente del gambo lungo inferiore e mai accennano a quello superiore?

Ciao e statti bene.

Link to comment
Share on other sites


20 ore fa, Pierg50 dice:

E' destino che io e te non si debba quasi mai andare d'accordo.

Se il gambo lungo é la normalità (e lo é) mi spieghi perché Attardi e Del Pup parlano esclusivamente del gambo lungo inferiore e mai accennano a quello superiore?

Ciao e statti bene.

 

Non si va d'accordo perchè  ascolti poco quello che ti si dice, anche io ero come te agli inizi....hahahahahahahahah

Se vai sul catalogo di Andrea, quello cartaceo , noterai che come variante si parla solo di gambo corto, che come particolarità ha il gambo inferiore diverso da quello col gambo lungo , ma non esiste altro, al momento, che ci faccia pensare ad una variante col gambo lungo superiore.

Non parlano mai del gambo lungo superiore perchè non c'è nulla da dire a riguardo, il gambo lungo superiore, come da mio post messo e come credevo erroneamente, potrebbe essere una deformazione del 3 dato da mille fattori, tra i quali una esposizione della moneta che falsa la prospettiva, una luce ingannevole, una piccola rottura di conio, le monete possono trovare tra di esse piccole differenze che però IN NESSUN MODO aggiungono particolarità alla stessa o determinano una variante se non riscontrato in almeno qualche migliaio di pezzi, almeno, non è che trovando una piccola differenza tra una moneta e l'altra si ha una variante, mio stesso errore agli inizi di questo percorso numismatico.

un caro saluto.

Edited by Massimiliano Tiburzi
Link to comment
Share on other sites


13 ore fa, Pierg50 dice:

E' destino che io e te non si debba quasi mai andare d'accordo.

Se il gambo lungo é la normalità (e lo é) mi spieghi perché Attardi e Del Pup parlano esclusivamente del gambo lungo inferiore e mai accennano a quello superiore?

Ciao e statti bene.

 

concludo entrando nel merito del post da te citato, " mie 50 lire 1993 trovate nel cassetto", che è sempre un mio post , ma con altro nickname.

di quella moneta, cui si è aggiunto alla discussione @caravelle82 ,alla luce di quello che so posso dirti, oggi,  con sicurezza che:

la moneta ha un piccolo sdoppiamento nella data, sia nei 9 che nel 3, cosa che fa avvicinare i numeri e sembrare il gambo superiore più lungo e se guardi bene la foto, che è mia, vedrai tale piccolo difetto che all'epoca mi fece scrivere quelle cose che oggi non scriverei più dato quello che ho imparato.

spero di averti chiarito in merito.

 

Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...

Ciao Massimiliano.

Rispondo solo ora in quanto ho avuto a che fare col Covid per cui non ero molto lucido. Non che adesso lo sia, solo va leggermente meglio.

Io non ho citato l'articolo "mie 50 lire..." a suffragio delle mie tesi, ma soltanto per ovviare al mio atavico problema, ovvero quello di non riuscire a postare mie foto delucidative. Dopo di cui ti faccio presente che della presunta variante in questione, io non ho un esemplare, ma diversi. Se lo desideri ti quantificherò anche il numero; per adesso di dico che sono una decina, ma dovrebbero essere molti di più. Ora li andrò a controllare ma mi sembra altamente improbabile che presentino tutti lo sdoppiamento della data cui accenni tu.

Comunque te lo farò sapere. 

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, Pierg50 dice:

Ciao Massimiliano.

Rispondo solo ora in quanto ho avuto a che fare col Covid per cui non ero molto lucido. Non che adesso lo sia, solo va leggermente meglio.

Io non ho citato l'articolo "mie 50 lire..." a suffragio delle mie tesi, ma soltanto per ovviare al mio atavico problema, ovvero quello di non riuscire a postare mie foto delucidative. Dopo di cui ti faccio presente che della presunta variante in questione, io non ho un esemplare, ma diversi. Se lo desideri ti quantificherò anche il numero; per adesso di dico che sono una decina, ma dovrebbero essere molti di più. Ora li andrò a controllare ma mi sembra altamente improbabile che presentino tutti lo sdoppiamento della data cui accenni tu.

Comunque te lo farò sapere. 

 

invece è altamente probabile che lo abbiano, accade che una moneta non esca da sola con un determinato errore o difetto , io ho una fila di 20 lire tutte con lo stesso sdoppiamento della data, tanto per dirne una, che sicuramente vengono dallo stesso rotolino.

infine, mi dispiace dover ancora tornare sull'argomento, ma vedi che senza foto spesso si parla del sesso degli angeli?

Un caro saluto, spero tu sia guarito.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.