Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
chersoblepte

Arcadio

Risposte migliori

chersoblepte

Ciao a tutti :),

vi chiedo aiuto per la classificazione di questo CONCORDIA AVGG[G] di Arcadio: il nummo, che al rovescio presenta la personificazione di Roma o Costantinopoli seduta in trono, dovrebbe essere stato battuto dalla zecca di Antiochia, dal momento che in esergo leggo con buona certezza una T. Non mi sembra d'osservare, inoltre, lettere nel campo del rovescio.

Ora, vista la mia poca esperienza con queste emissioni, vi chiedo quale, secondo voi, dovrebbe essere la classificazione della moneta: la legenda del rovescio si spezza in ARCAD-IVS oppure quella che anticipa la V è semplicemente parte della decorazione dell'elmo?

Ecco le immagini...

post-1130-1182538006_thumb.jpg

post-1130-1182538086_thumb.jpg

Modificato da chersoblepte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte

... ed un'altra del rovescio maggiormente "schiarita" ;).

post-1130-1182538168_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apostata72

....allora cherso l'attribuzione è semplice, "T" all'inizio di legenda, "sius" in alto indicano inequivocabilmente che è a nome del piccolo Teodosio II

I mozziconi di esergo mi fanno pensare alla zecca di Cyzicus, non sono sicuro ma pare di vedere un mozzione di "K", inoltre la figura allegorica è statica rispetto allo stile standard di Antiochia.

Bel ritratto comunque ;-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte

Grazie apo per l'intervento ;).

Volevo però precisare che la T che intravedo è posta in esergo: il problema è che non avevo considerato che tale tipologia potesse essere stata battuta anche dal giovane Teodosio II (o comunque dal padre Arcadio in nome del figlio). Riguardando meglio ora il diritto, in effetti, la legenda sembra proprio combaciare perfettamente con l'ipotesi DN THEODOSIVS PF AVG.

Tornando all'identificazione della zecca, la T mi pare abbastanza evidente (specie il segmento orizzontale della lettera), ma il segno che la precede assomiglia più ad una M che ad una N: due impressioni in contrasto fra loro :unsure:... magari riprendendo la moneta in mano riesco a farmi un'idea più precisa ;).

Modificato da chersoblepte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla
... ed un'altra del rovescio maggiormente "schiarita" ;).

240856[/snapback]

Bhe non è molto meglio, ma non puoi pulirla di più?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte

In allegato ho sottolineato quello che intravedo osservando l'immagine :rolleyes:...

post-1130-1182543074_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apostata72

...esatto sembra proprio che la "M" sia presente. Questo elemento farebbe escludere antiochia. la linea orizzontale della presunta "T " potrebbe essere invece un elemento costitutivo della prora...come vedi non è allineato col resto del "mintmark".

L'emissione di questo centenionalis sembra coincidere proprio con l'elevazione di Teodosio II.

Un altro elemento che ti fa riconoscere tranquillamente Teodosio II è la legenda intera (tipica in questo periodo degli augusti subordinati), onorio e arcadio spezzano...

Modificato da apostata72

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte
... ed un'altra del rovescio maggiormente "schiarita" ;).

240856[/snapback]

Bhe non è molto meglio, ma non puoi pulirla di più?

240877[/snapback]

In effetti non mi sono impegnato particolarmente nella "pulizia" del rovescio, ma non penso che un ulteriore intervento faciliterebbe la lettura dei segni in esergo ;): il marchio di zecca si presenta parzialmente fuori tondello, ed in generale il rovescio risulta più consunto rispetto al diritto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla
... ed un'altra del rovescio maggiormente "schiarita" ;).

240856[/snapback]

Bhe non è molto meglio, ma non puoi pulirla di più?

240877[/snapback]

In effetti non mi sono impegnato particolarmente nella "pulizia" del rovescio, ma non penso che un ulteriore intervento faciliterebbe la lettura dei segni in esergo ;): il marchio di zecca si presenta parzialmente fuori tondello, ed in generale il rovescio risulta più consunto rispetto al diritto.

240880[/snapback]

Il dritto è molto bello, forse anche dietro è ben conservata, prova ma non forzare troppo la mano. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apostata72

Io non tenterei di pulirla, va bene così, chiaramente il rovescio è più usurato del dritto

per quanto riguarda il mintmark, credo al 99% che non è una T quella che si vede, ma un pezzetto orizzontale costituente la base della prora.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte

Guarda, anche tenendo la moneta in mano l'impressione è che si tratti di una M ed una T: probabilmente ormai è autoconvinzione :P, anche se le lettere mi paiono ben delineate... ora, con ogni probabilità la moneta è da attribuire alla zecca di Cizico (o, al massimo, a quella di Nicomedia), ma, senza pensare a qualche mancanza del RIC e portando la dicussione all'interno d'un ambito più generale, ho una curiosità: sai perché durante il regno di Arcadio (e di Teodosio II) la zecca di Tessalonica vanta così poche emissioni, dopo la grande importanza avuta, mi pare, quando Teodosio I era imperatore? Ho notato (soprattuto per quanto riguarda le crocette, ambito in cui sono un poco più esperto) che gran parte della produzione monetale, in questo periodo, è appannaggio di altre zecche orientali, specie proprio di quella di Cizico, oltre che quella della capitale.

Visto che ci sono, poi, "abuso" :D ulteriormente delle tue conoscenze per sapere qual'è, secondo te, il motivo per cui le legende intere compaiono sulle monete degli Augusti subordinati e quelle interrotte su quelle del senior Augustus (nozione che, fra l'altro, non conoscevo ed ho appreso leggendo il tuo scritto sulla monetazione teodosiana): forse perché la legenda spezzata permetteva di realizzare ritratti più grandi (teniamo conto che nell'arte tardo-antica, permeata d'un profondo senso gerarchizzante, a maggiore dimensione equivale maggior importanza)? O forse perché la legenda intera rendeva più immediato il riconoscimento ed il ricordo dei nomi dei nuovi Augusti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apostata72

Per quanto riguarda i tuoi dubbi siamo nel campo delle ipotesi.

Per la legenda intera probabilmente si punta sulla fruibilità immediata; la scritta intera propaganda più efficacemente l'avvento del nuovo imperatore.

Per Il discorso di tessalonica, la mia ipotesi, confortata da quanto scritto anche dagli autori di ricIX, è che tessalonica venne chiusa per più di un decennio per effetto di un provvedimento punitivo preso da Teodosio.

Il riscontro storico risiede nel massacro inflitto agli abitanti che costò la scomunica a Teodosio...

c'è da tener presente che negli anni '80-'90 la città e fortemente esposta alle azioni di disturbo dei goti....l'amministrazione non può permettersi il rischio di perdere il controllo di una Moneta Publica. Forse viene temporaneamente chiusa per ragioni di strategia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte

Grazie ancora apo per le tue sempre pertinenti considerazioni :).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×