Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
petronius arbiter

Operazione Bernhard

Risposte migliori

petronius arbiter

Interessante testimonianza di chi ha partecipato personalmente alla produzione delle false sterline stampate dai tedeschi durante la WWII:

http://www.repubblica.it/2007/08/sezioni/s...ario-lager.html

C'è però una cosa che non mi torna:

agli incaricati di "invecchiare" le banconote...stropicciandole e forandole con l´ago, chiedemmo di bucare il disegno della regina.

Nessun inglese si sarebbe permesso di bucare la regina!

Quale regina? :unsure: forse intende l'allegoria della Britannia, in alto a sinistra.

petronius :)

post-206-1187514152_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

tra l'altro, la regina sarebbe diventata tale solo nel 1952 :wacko:

Mi sembra un po' strano, ma la storia è fantastica.

Aspetterò con ansia l'uscita del film :P

....

a questo proposito, posso aggiungere che gli inglesi cambiarono il colore delle banconote da 10 scellini (da rosso a viola... ) proprio per vanificare il lavoro di falsificazione dei tedeschi. E proprio per il timore di falsificazioni, per + di trent'anni, fino al 1960, nel Regno Unito non furono stampate banconote di valore superiore alle 5 sterline.

Alla stessa maniera gli USA usarono un sigillo di colore diverso (marroncino) e sovrastamparono i dollari in circolazione nelle Hawaii così, se i giapponesi se ne fossero impossessati, li avrebbero dichiarati fuori corso e i nipponici si sarebbero ritrovati con un mucchio di cartaccia :lol:

Modificato da apulian

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
...gli USA usarono un sigillo di colore diverso (marroncino) e sovrastamparono i dollari in circolazione nelle Hawaii così, se i giapponesi se ne fossero impossessati, li avrebbero dichiarati fuori corso e i nipponici si sarebbero ritrovati con un mucchio di cartaccia :lol:

253958[/snapback]

Stessa cosa in Italia, i dollari usati durante l'occupazione avevano il sigillo giallo:

I dollari con sigillo giallo

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl

Petronius, l'immagine della banconota che hai allegato è la tua?

Ti allego quella mia, messa molto male :(

post-121-1187617981_thumb.jpg

Ciao. Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Petronius, l'immagine della banconota che hai allegato è la tua?

254083[/snapback]

Sì, è nella mia collezione.

La tua è in effetti piuttosto malridotta, ma questo significa che ha circolato a lungo, ingannando molti....una bella testimonianza storica :)

ciao.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl

Altra domanda, ma la tua è bucata?

La mia no.

Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aka6969

:) La voglio.............nella ma collezione .

Quanto si deve pagare secondo voi ??? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter

@ PGL: neanche la mia è forata, ma immagino non le forassero tutte.

@ AKA6969: la mia, come da foto, l'ho pagata sulle 120-130.000 lire, ma è passato qualche annetto, non ho quotazioni aggiornate e non vorrei che, come troppo spesso succede, siano diventati 130 euro <_<

ciao.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO
. . . neanche la mia è forata, ma immagino non le forassero tutte.

. . .

254266[/snapback]

Ma allora da cosa si capisce che è un falso nazista? :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Ma allora da cosa si capisce che è un falso nazista?  :blink:

254275[/snapback]

Tra le banconote falsificate e quelle autentiche c'è una piccolissima differenza nella filigrana, non facile da individuare, provo a spiegarla: dalla base della prima N di England parte una linea verso il basso, che nei falsi ha origine dal centro del piedistallo, mentre nelle banconote vere è spostata a sinistra.

Un pò poco per avere la certezza e questo per anni ha seminato molti dubbi tra i collezionisti; poi, nei primi anni '90 uno studio di Lance K. Campbell ha rivelato i numeri di serie usati per le banconote contraffatte; sia la mia (serie B233) che quella di Pgl (A398) rientrano in queste serie, ma neanche questo dà la certezza; una banconota che non rientra nelle serie segnalate da Campbell è sicuramente autentica, ma se vi rientra può essere tanto un falso "Bernhard" che una banconota vera.

Dunque, controllo combinato della serie e della filigrana, e affidarsi a commercianti qualificati per l'acquisto ;)

petronius B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian
...gli USA usarono un sigillo di colore diverso (marroncino) e sovrastamparono i dollari in circolazione nelle Hawaii così, se i giapponesi se ne fossero impossessati, li avrebbero dichiarati fuori corso e i nipponici si sarebbero ritrovati con un mucchio di cartaccia :lol:

253958[/snapback]

Stessa cosa in Italia, i dollari usati durante l'occupazione avevano il sigillo giallo:

I dollari con sigillo giallo

petronius :)

è vero :wacko:

penso alle Hawaii senza ricordarmi dei dollari emessi praticamente dietro l'angolo :cry: :cry:

tornando alle sterline dell'operazione Bernhard, ma i nazisti falsificarono solo il taglio da 5?

mi sembra anche abbastanza facile, da falsificare.... bianco/nero e filigrana <_<

era stampata su di un solo lato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl
ra le banconote falsificate e quelle autentiche c'è una piccolissima differenza nella filigrana, non facile da individuare, provo a spiegarla: dalla base della prima N di England parte una linea verso il basso, che nei falsi ha origine dal centro del piedistallo, mentre nelle banconote vere è spostata a sinistra.

Infatti non riesco ad individuare questa linea.

Parla di ENGLAND nella filigrana o di ENGLAND scritto in gotico, mi sembra, o di quello sopra la firma?

Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Parla di ENGLAND  nella filigrana o di ENGLAND scritto in gotico, mi sembra, o di quello sopra la firma?

254352[/snapback]

Hai ragione, scusa, dovevo essere più preciso...la scritta England è quella in filigrana, alla base della prima N c'è un triangolo, da lì parte la linea, al centro del triangolo nei falsi (nella mia è ben visibile ma non credo di riuscire a mettere una foto del particolare) mentre nelle banconote autentiche l'origine della linea è alla sinistra della base del triangolo.

ma i nazisti falsificarono solo il taglio da 5?

254346[/snapback]

Certo che no, anche se, stando alla quantità dei numeri di serie interessati, il biglietto da 5 fu il più falsificato (trattandosi del taglio più basso era anche quello più facilmente smerciabile).

Ma furono falsificati anche i biglietti da 10, 20 e 50 sterline; la grafica di queste banconote è identica (in pratica cambia solo il valore), tutte sono stampate con inchiostro nero su carta bianca filigranata, su un solo lato.

Negli ultimi mesi (l'Operazione Bernhard fu chiusa nel marzo 1945) si cercò anche di stampare dollari falsi ma, come dice il signor Burger nell'intervista, la qualità non era accettabile; mi sembra strano, perchè all'epoca i dollari non avevano particolari accorgimenti antifalsificazioni, e a mio parere era molto più difficile falsificare sterline, che avevano una filigrana piuttosto complicata.

Chissà, forse invece ne stamparono ed entrarono in circolazione...ed erano così ben fatti che nessuno li ha mai scoperti :D

petronius B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian

beh, però i dollari erano stampati in tre colori (nero, azzurro, verde) e su entrambi i lati, a differenza delle sterline.

inoltre, la parte più difficile da realizzare è proprio il ritratto: basta una linea sbagliata per cambiare l'espressione... non è proprio facile :rolleyes:

in allegato ho inserito due dollari d'epoca...

il biglietto da 1 dollaro serie 1935A risale all'inizio degli anni '40 e fu emesso in piena guerra; quello da 5$ è della serie 1934C, emesso tra il 1945 e il 1946, ma è identico alle serie precedenti, emesse a cavallo della II Guerra Mondiale

Il retro è praticamente identico (manca la scritta "in God we trust") ai dollari emessi fino al 1996

post-3417-1187771388_thumb.jpg

Modificato da apulian

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
nei primi anni '90 uno studio di Lance K. Campbell ha rivelato i numeri di serie usati per le banconote contraffatte

254342[/snapback]

Ed eccoli qua, per coloro che volessero cimentarsi nella ricerca di queste banconote :)

Ribadisco che l'appartenenza ad una delle serie segnalate è condizione necessaria, ma non sufficiente, per stabilire "l'autenticità del falso"; una volta appurato che la banconota rientra in queste serie è comunque necessario l'esame diretto della filigrana, come sopra descritto.

5 pounds:

A128-A275, A281-A314, A317-A398, B105-B131, B134-B182, B186-B237, B256-B279, J373-J377.

10 pounds:

K102-K184, K187-K199, L100-L107, V105-V153, V163-V170.

20 pounds:

M43-M55

50 pounds:

N42-N61

ciao.

petronius B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl
Hai ragione, scusa, dovevo essere più preciso...la scritta England è quella in filigrana, alla base della prima N c'è un triangolo, da lì parte la linea, al centro del triangolo nei falsi (nella mia è ben visibile ma non credo di riuscire a mettere una foto del particolare) mentre nelle banconote autentiche l'origine della linea è alla sinistra della base del triangolo.

Nella mia banconota, purtroppo molto rovinata, ho due "Bank of England" in filigrana, esattamente leggermente sotto la scritta "bank of England" leggibile sulla banconota e l'altra all'altezza della firma.

In filigrana ho anche un rettangolo centrale che riporta "R1337",altro numero di serie?

Il tringolo che dici te lo vedo solo in basso, al centro della banconota, al centro di questo trinangolo vi è la E di England della filigrana. Non riesco a vedere la linea che parte dal centro o sinistra del tringolo, ma questo potrebbe essere dovuto dalla anconota molto rovinata.

Ciao. Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Nella mia banconota, purtroppo molto rovinata, ho due "Bank of England" in filigrana, esattamente leggermente sotto la scritta "bank of England" leggibile sulla banconota e l'altra all'altezza della firma.

In filigrana ho anche un rettangolo centrale che riporta "R1337",altro numero di serie?

255068[/snapback]

La "Bank of England" da contollare è quella all'altezza della firma; qui, alla base della prima N di England c'è il triangolo con la linea che nel falso parte dal centro della base del triangolo stesso, ma è in effetti possibile che nel tuo biglietto non sia distinguibile.

Quanto all'altro numero che leggi in filigrana (nel mio biglietto è R1638) potrebbe, ma non ne sono sicuro, indicare la città (6 diverse negli anni '30) in cui è stata stampata la banconota.

ciao.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Quanto all'altro numero che leggi in filigrana (nel mio biglietto è R1638) potrebbe, ma non ne sono sicuro, indicare la città (6 diverse negli anni '30) in cui è stata stampata la banconota.

255104[/snapback]

La lettera e le prime due cifre potrebbero indicare la città (R13 e R16) le altre due cifre l'anno di emissione, 37 nella tua banconota, 38 nella mia.

Ma è, ancora una volta, solo un'ipotesi.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl
La "Bank of England" da contollare è quella all'altezza della firma; qui, alla base della prima N di England c'è il triangolo con la linea che nel falso parte dal centro della base del triangolo stesso, ma è in effetti possibile che nel tuo biglietto non sia distinguibile.

post-121-1187984214_thumb.jpg

Ciao Petronius, spero riesci a capirci qualcosa. Questo è il particolare della filigrana della mia banconota.

E' alla rovescio, ho fotografato la filigrana dal retro della banconota.

Questo è l'unico triangolo che riesco a vedere in filigrana.

L'apece del triangolo inizia tra la R e il numero 1, di quello che dovrebbe indicare la città.

Al centro del triangolo vi è la "E" di England.

La "N" (la prima di England) la vedi a sinistra dell'immagine ed è tagliata da uno dei lati del triangolo.

Un tuo parere :( ?

Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aka6969

:lol: L'ho comprata stamattina al primo mercatino della stagione ma..........porxxaccia miseria l'ho presa "BUONA" (secondo quanto detto da Petr.).

Ha la linea che parte da sinistra dalla gambina della prima N in filigrana.... la serie è : A 259 e il numero che si vede in filigrana è il P2433 emessa a Londra il 4 Jan. 1936.

p.s. : ha dei buchi sull'immagine della donna seduta (è la Regina ?)

:blink: Adriano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl
porxxaccia miseria l'ho presa "BUONA" (secondo quanto detto da Petr.).

Se non ho letto male i post precedenti, se hai dei buchi è FALSA.

Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apulian
porxxaccia miseria l'ho presa "BUONA" (secondo quanto detto da Petr.).

Se non ho letto male i post precedenti, se hai dei buchi è FALSA.

Pgl

255441[/snapback]

non dimenticate che prima dell'invenzione e della diffusione delle cucitrici (spillatrici), c'era l'abitudine di unire le banconote ai fogli di carta tramite gli spilli.... pratica molto diffusa nell'area francese e, ancora oggi, in quella indiana (fateci caso a come sono conciate le rupie circolate :wacko:).

non penso che la faccenda dei buchi sull'effigie della Britannia sia così conclusiva... quei buchi possono essere stati fatti in decine di altri modi.

parere personale... dettato da semplice buonsenso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Questo è il particolare della filigrana della mia banconota.

255176[/snapback]


E questa è l'indicazione di dove dovrebbe essere il triangolo, alla base della N (freccia rossa) con la linea che si diparte più o meno al centro (freccia gialla)

5poundsqa1.jpg

ma la banconota è davvero malridotta, difficile una identificazione certa.

ha dei buchi sull'immagine della donna seduta (è la Regina ?)

255256[/snapback]


Sui fori concordo con apulian, possono essersi prodotti chissà quando in mille modi diversi, questo fatto poi di forarle per invecchiarle artificialmente l'ho letto per la prima volta nell'intervista a Burger, i testi consultati (Campbell, Schwan-Boling) non ne fanno cenno il che mi fa pensare che venisse fatto su una percentuale non significativa di banconote.

La figura seduta non è la regina (forse Burger si confonde dopo tutti questi anni, o forse non lo sapeva proprio, magari pensava alla regina Vittoria) ma un'allegoria della Britannia (come la nostra Italia turrita) che regge una lancia e un ramo di trifoglio (credo, non sono ferrato in botanica tongue.gif) e si appoggia ad uno scudo su cui è raffigurato l'Union Jack; a volte è accompagnata da un leone, animale-simbolo della monarchia inglese.

petronius cool.gif

post-206-1188144010_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pgl
Sui fori concordo con apulian, possono essersi prodotti chissà quando in mille modi diversi, questo fatto poi di forarle per invecchiarle artificialmente l'ho letto per la prima volta nell'intervista a Burger, i testi consultati (Campbell, Schwan-Boling) non ne fanno cenno il che mi fa pensare che venisse fatto su una percentuale non significativa di banconote.

Il Krause ne fa cenno, dicendo che i buchi venivano praticati negli occhi della figura Britannia.

Poi aggiunge anche altro, che però, visto il mio modestissimo inglese, non sono riuscito a capire bene:

LESS CLARITY ON THE CROSS AT TOP OF HER CROWN.

Dovrebbero mancare dei particolari sulla croce della corona della Britannia?

Ultima cosa, lo so sono pesante, ma i tringoli sono due, almeno così mi sembra di vedere nella mia filigrana.

Pgl

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
Pgl dice:
Poi aggiunge anche altro, che però, visto il mio modestissimo inglese, non sono riuscito a capire bene:

LESS CLARITY ON THE CROSS AT TOP OF HER CROWN.

Dovrebbero mancare dei particolari sulla croce della corona della Britannia?

Sì, la croce sulla corona dovrebbe essere meno chiaramente identificabile, per questo non saprei cosa dire, bisognerebbe avere un falso e un autentico per fare il confronto.

Il triangolo da prendere in considerazione è quello nella posizione che ho indicato, non riesco a capire dove sia l'altro, ma mi rendo conto che non è facile spiegarsi, ho provato a scannerizzare il particolare del mio biglietto, ma purtroppo non si vede niente :(

Infine, per i fori sugli occhi della Britannia, il Krause non l'ho neanche sfogliato, sono andato dritto sui testi più specialistici, pensando che....e invece &lt;_&lt;

ciao.

petronius :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×