Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Sono iniziati i lavori di aggiornamento della piattaforma, potrebbero verificarsi problemi sia sul forum che nei cataloghi.

Accedi per seguire questo  
siculogreco

GC Animali nelle monete greche

Risposte migliori

apollonia
Supporter

Un ritratto di famiglia con una cavalletta… olimpica.

 

post-703-0-44083000-1433345766_thumb.jpg

 

PAPHLAGONIA, Kromna. 4th century BC. AR Drachm (16mm, 3.55 g, 11h). Head of Zeus left, wearing laurel wreath / Head of Hera left, wearing ornate stephanos, triple-pendant earring, and pearl necklace; grasshopper above, AP monogram below chin, KPΩMNA to right. RG –; HGC 7, 369; SNG von Aulock –; SNG BM Black Sea 1327; SNG Copenhagen –; SNG Lockett 2651. Near EF, toned. Rare issue with grasshopper.

 

 

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

Non male anche il ritratto sul diritto, probabilmente di Tanit con una conchiglia dietro al collo.

Tanit era una delle consorti di Baal ed era venerata come dea protettrice di Cartagine.

 

 

apollonia

 

Per Erice, sia pur cartaginese, si preferisce descrivere una ninfa piuttosto che Tanit. Hoover a pag 93 del vol.2 al n. 327 definisce questa moneta anepigrafa al rovescio con cavallo rampante senza simboli o monogrammi. Al diritto dice "testa di femmina". La indica come moneta del IV sec. a.C.

 

Il Montenegro parla di monete di Erice dopo il 241 a.C e definisce al rovescio cavallo a dx con due zampe sollevate e al diritto testa di donna (con capelli ricci sciolti (non mi pare questo il caso), ma in un altra con Ercole stante a SX che tiene una clava, mostra un diritto con la testa di Afrodite con capelli raccolti. Ambedue le monete vengono indicate con R.

 

La moneta postata è stata indicata come 400-340 a.C., Ae 4.53 g, 14.80 mm

Modificato da roth37

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Ho avuto anche io quella sensazione, ma non escluderei che si tratti piuttosto di un effetto dovuto ai riflessi dell'elettro, che è molto difficile da fotografare. I rilievi sembrano quasi "evidenziati", ma essendo una moneta in elevata conservazione e con rilevi molto alti, potrebbe appunto trattarsi di un effetto di luci-ombre...@@skubydu cosa ne pensi? Parliamo della moneta del post #185

 

ciao Matteo, grazie per la domanda.

Secondo me la moneta è stata lucidata e hanno definito i capelli. Relativamente alla muscolatura ritengo possa essere del "forzuto" Taras (probabilmente la lucidatura ne ha evidenziato i dettagli). Sono monete stilisticamente eccezionali.

Posto la scansione del Boston, citato nella descrizione  della moneta al 1486 (Agnes Baldwin Bret, Museum of Fine Arts - Boston 1955)

 

post-7579-0-61966100-1433349995_thumb.jp

 

Se guardate ad esempio il 1478, vedrete una bella muscolatura..

 

ciao

 

skuby

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Ciao Sergio

 

Ho visto che sul tuo sito hai riportato un quadro che illustra l’evoluzione stilistica dell’effigie di Tanit http://www.roth37.it/COINS/Tanit/monetazione.html

 

Ho trovato questo tetradramma siculo-punico (non di Erice) battuto alla Gorny & Mosch 175, marzo 2009, dove (fino a prova contraria) c’è proprio lei sul diritto.

 

post-703-0-72195400-1433351088_thumb.jpg

 

GRIECHEN – SIZILIEN, SIKELOPUNIER. Tetradrachme (16,80g). ca. 320 - 310 v.Chr. Vs.: Kopf der Tanit mit phrygischer Mütze, die mit einem palmettenverzierten Band befestigt ist, n. l. Rs.: n. l. schreitender Löwe vor einer Dattelpalme. Im Abschnitt punische Schrift "für die Leute des Heerlagers". Franke-Hirmer 207 (stgl.); Rizzo Taf.66.7 (stgl.). L.-M. Hans, Die Göttin mit der Tiara, SNR 66, 1987, Taf.7.5 (stgl.) Jenkins, Punic Sicily III Taf. 22 Nr. 271 (stgl.). RR! Feiner Stil, leichte Korrosionsspuren, sonst vz.

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91

ciao Matteo, grazie per la domanda.

 

Grazie a te per la risposta, Skuby :) Complimenti per il volume, davvero interessante. Fortunatamente per me, le immagini delle monete del Museo di Boston sono reperibili anche nel sito del museo stesso. La moneta di cui discutevamo è questa: http://www.mfa.org/collections/object/stater-of-kyzikos-with-youth-on-dolphin-and-tunny-fish-1939

 

Digitando nella barra per la ricerca le parole chiave (in questo caso ho usato "Electrum Mysia"), si possono trovare moltissime monete (non so se sia stata inserita l'intera collezione del museo).

 

SC253200.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Grazie a te per la risposta, Skuby :) Complimenti per il volume, davvero interessante. Fortunatamente per me, le immagini delle monete del Museo di Boston sono reperibili anche nel sito del museo stesso. La moneta di cui discutevamo è questa: http://www.mfa.org/collections/object/stater-of-kyzikos-with-youth-on-dolphin-and-tunny-fish-1939

 

Digitando nella barra per la ricerca le parole chiave (in questo caso ho usato "Electrum Mysia"), si possono trovare moltissime monete (non so se sia stata inserita l'intera collezione del museo).

 

SC253200.jpg

Ottimo Matteo, non sapevo che fossero on-line. Resto tradizionalista per la carta  :-)   

 

prova a vedere se trovi anche l'esemplare 1478.

 

ciao

 

skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91

Ottimo Matteo, non sapevo che fossero on-line. Resto tradizionalista per la carta  :-)   

 

Tendenzialmente lo sarei anche io, ma quando non si può spendere è una fortuna che ci sia del materiale valido anche online :)

 

prova a vedere se trovi anche l'esemplare 1478.

 

Potrebbe essere questo? http://www.mfa.org/collections/object/stater-of-kyzikos-with-youth-holding-tunny-fish-in-each-hand-2010

 

SC253071.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Tendenzialmente lo sarei anche io, ma quando non si può spendere è una fortuna che ci sia del materiale valido anche online :)

Potrebbe essere questo? http://www.mfa.org/collections/object/stater-of-kyzikos-with-youth-holding-tunny-fish-in-each-hand-2010

SC253071.jpg

Hai ragione, certi volumi costano una fortuna, e spesso mi chiedo il perché... Anche se.un idea me la sono fatta.

Bel muscoloso sto Taras..

Ciao

Skuby

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91

Hai ragione, certi volumi costano una fortuna, e spesso mi chiedo il perché... Anche se.un idea me la sono fatta.

 

Per fortuna esistono libri per tutte le tasche; ma quando si vuole fare un passettino avanti, con libri un po' più scientifici, i prezzi inevitabilmente aumentano. Penso sia giusto e normale: molti libri valgono effettivamente il prezzo a cui sono venduti, se si considera la mole di lavoro dell'autore. Un mio "desiderio bibliografico" sarebbero i due volumi di Mitchiner "Ancient trade and Early Coinage", ma si parla di 250-300€...

 

Chiudo la divagazione (anche se comunque si tratta di un'opera in qualche modo legata alle ultime monete trattate) :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

Per fortuna esistono libri per tutte le tasche; ma quando si vuole fare un passettino avanti, con libri un po' più scientifici, i prezzi inevitabilmente aumentano. Penso sia giusto e normale: molti libri valgono effettivamente il prezzo a cui sono venduti, se si considera la mole di lavoro dell'autore. Un mio "desiderio bibliografico" sarebbero i due volumi di Mitchiner "Ancient trade and Early Coinage", ma si parla di 250-300€...

 

Chiudo la divagazione (anche se comunque si tratta di un'opera in qualche modo legata alle ultime monete trattate) :)

 

Mi arrendo alla beltà di queste monete. Per pranzo mi farò un tonnetto in crosta di pistacchi ....

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Credo che roth37 preferisca il cavallo al tonno. Almeno sulle monete. Anche questo tetra siculo-punico dovrebbe raffigurare Tanit, stando alla didascalia.

 

post-703-0-25541600-1433413075_thumb.jpg

SICILY. Siculo-Punic. AR Tetradrachm (17.02 gms), ca. 330 B.C. cf.SNG Lloyd-1617. Head of Tanit left wearing wreath of reeds, shell below chin and four dolphins around; Reverse: Horse prancing right, palm tree behind. Flaw on reverse. Toned. EXTREMELY FINE.

 

A differenza del tetra al post # 204 dove il copricapo frigio le copre l’orecchio, qui si vede l’orecchino a tre pendenti della dea che sotto al mento ha una conchiglia e quattro delfini attorno.

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

coinzh

prossimamente all'asta elettronica di roma numismatic

 

 

Lot 269: Aeolis, Kyme AR Tetradrachm.

Description:

Aeolis, Kyme AR Tetradrachm. Circa 165-140 BC. Metrophanes, magistrate. Head of the Amazon Kyme right, wearing taenia / Horse prancing right; one-handled cup below raised foreleg, MHTPOΦANHΣ below; all within wreath. Oakley obv. die 1; SNG Copenhagen 104 (same obv. die); Jameson 1460 (same obv. die). 16.69g, 30mm, 12h. 

Very Fine. 

From the Mark Christenson Collection;
Ex iNumis MBS 17, 23 March 2012, lot 38.

post-46399-0-69643900-1433433509_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

Non è il massimo, ma almeno non devo più spendere ...

 

post-1738-0-72638700-1433438333_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Ecco una bella terna: cinghiale, tonno e leone.

 

post-703-0-33621600-1433505831_thumb.jpg

 

The Prospero Collection of Ancient Greek Coins. MYSIA. Kyzikos (c.525-475 B.C.), Silver Diobol, 1.29g,. Forepart of boar to left, a tunny on right. Rev. Head of a roaring lion facing to left, within an incuse square (SNG Lockett 2696 (this coin); SNG France 361ff.; Von Fritze, Nomisma IX, 9; SNG von Aulock 7330). A few surface deposits on the obverse, cabinet tone, good very fine. This coin published in SNG Lockett, 2696, illustrated on pl. XLVII. Ex R.C. Lockett Collection, Part IV, Glendining & Co., London, 21-23 February 1961, lot 2177.

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Sul diritto di questo statere di Abdera c’è un singolare accostamento del grifone con la cicala.

Insolita anche la raffigurazione di Eracle sul rovescio, seduto su una roccia coperta con la pelle di leone che normalmente indossa e ritratto frontalmente.

 

post-703-0-27331500-1433521410_thumb.jpg

The Prospero Collection of Ancient Greek Coins. THRACE. Abdera (c.411/10-386/5 B.C.), Silver Stater, 12.83g. ABΔH , griffin seated to left, its wings slightly spread, a cicada on left. Rev. EΠIΦIΛA / ΔOΣ , Herakles seated facing three-quarters to left on a rock draped with a lion’s skin, his torso and head turned facing, he holds a club in his right hand that rests on his right knee, and he rests his left elbow on his thigh, all within a shallow incuse square (May 396 (A277/P322); AMNG II, 105, pl. II, 40; SNG Lockett 1132 (this obverse die); Gulbenkian 447 (this reverse die)).

 

 

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

joannes carolus

aggiungerei anche la pantera di Capua...ma non ho trovato significati simbolici nè per i corvi di Laus nè per la pa tera kdi Capua

 

CAMPANIA. Capua (?). Ae (After 268 BC).
Obv: Head of Dionysos right, wearing ivy wreath.
Rev: Panther standing right, holding thyrsos.
SNG Copenhagen 344.
Condition: Near very fine.
Weight: 5.17 g.
Diameter: 17 mm.

post-8178-0-97776300-1433785779.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Tornando ai volatili, la ‘sea eagle’ sul delfino al rovescio di questa dramma di Sinope è la nostra aquila di mare testabianca, detta anche ‘aquila calva’, che vive nelle foreste e sulle montagne, sempre nelle vicinanze di laghi o mari.

 

post-703-0-29604900-1433860524_thumb.jpg

 

The Prospero Collection of Ancient Greek Coins. PAPHLAGONIA. Sinope, in the name of Satrap Sysinas (c.365-322 B.C.), Silver Drachm, 4.85g. Head of the nymph Sinope facing to left, her hair in a sphendone, an aplustre in front. Rev. Aramaic legend ([ A b]dss[n]), sea-eagle on a dolphin to left (SNG Lockett 2665 (this coin); Waddington, Recueil Général, pl. XXIV, 27; cf. SNG von Aulock 219). Cabinet tone, about extremely fine. This coin published in SNG Lockett, 2665, illustrated on pl. XLVII. Ex R.C. Lockett Collection, Greek Part IV, Glendining & Co., London 21-23 February 1961, lot 2146. 

 

E’ dotata di poderosi artigli con i quali cattura e trafigge le prede dopo averle avvistate dall’alto. La sua dieta è principalmente a base di pesci, soprattutto salmoni, ma gradisce anche piccoli mammiferi come conigli, uccelli marini e persino carogne.

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Andature del cavallo su monete di Filippo II di Macedonia.

 

Cavallo al passo.

 

post-703-0-67479500-1433862112_thumb.jpg

 

ANCIENT COINS. GREEK. Kingdom of Macedon, Philip II (359-336 B.C.), Silver Tetradrachm, 14.47g, 12h. Mint of Pella, struck c.342/1-337/6 B.C. Head of Zeus facing to right, wearing a laurel-wreath. Rev. Φ I Λ I Π - Π OY , young male rider, naked and holding a palm-branch, on a horse pacing to right, a thunderbolt below, N in exergue (Le Rider pl. 12, 277 (D153/R220); SNG ANS 392 (these dies)). Well-centred, beautiful old iridescent cabinet tone, about extremely fine. Ex Sotheby’s, London, 22 April 1970, lot 90.

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Cavalli al galoppo.

 

post-703-0-04071900-1433862230_thumb.jpg

 

ANCIENT COINS. GREEK. Kingdom of Macedon, Philip II (359-336 B.C.), Gold Stater, 8.60g, 11h. Mint of Pella, struck c.340-328 B.C. Head of Apollo facing to right, wearing a laurel-wreath. Rev. Φ I Λ I ΠΠ OY (in the exergue), charioteer, wearing a himation and holding a kentron in his right hand and the reins in his left, driving a galloping biga to right, a trident-head below horses (Le Rider pl. 63, 335 (D150/R255); SNG ANS 154 (these dies)). Residual lustre, extremely fine.

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Cavallo rampante.

 

post-703-0-70645800-1433862343_thumb.jpg

 

ANCIENT COINS. GREEK. Kingdom of Macedon, Philip II (359-336 B.C.), Silver Tetradrachm, 14.51g, 12h. Mint of Pella, struck c.323-315 B.C. Bearded head of Zeus facing left, wearing a laurel-wreath. Rev. Φ I Λ I Π - Π OY , young male rider, naked and holding palm-branch, on a horse prancing right, Θ below the horse’s raised foreleg (Le Rider pl. 18, 436-9; SNG ANS 430; cf Prospero, lot 298). Lightly toned, well-struck and extremely fine. Rare left facing variety.

 

 

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Tra le monete in elettro di Cizico con la raffigurazione di animali merita di essere citato questo sesto di statere dove due aquile e un tonno fanno da contorno a un omphalos (CNG 96).

918110603_CizicosestodistatereCNG96000387.jpg.8ac9c1d12c4125ce82b3952db498de9b.jpg

The Delphic Omphalos

MYSIA, Kyzikos. 5th-4th centuries BC. EL Hekte – Sixth Stater (9mm, 2.68 g). Two eagles standing facing each other on ornamented omphalos; below, tunny right / Quadripartite incuse square. Hurter & Liewald II 220 = Münzen und Medaillen AG 54, lot 266; Von Fritze I 220 (only staters noted); cf. Boston MFA 1535 (stater); cf. SNG France 348 (stater). EF, toned, a little off center. Extremely rare as a hekte, none in CoinArchives.

 

Il diritto raffigura la leggenda dell’omphalos, la pietra considerata l’ombelico del mondo che segnava il recinto sacro del santuario di Apollo a Delfi come centro fisico della terra. Secondo la tradizione, due aquile, liberate da Zeus, una in volo da est e l'altra da ovest, si incontrarono esattamente nel punto segnato dall’omphalos che tutti potevano vedere. Il tonno sottostante è l’emblema della città di Cizico.

Questa scena è stata spesso rappresentata nei dipinti di vasi ma è estremamente rara nella monetazione.

 

826052487_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.4e43ed524c0cb7735e3ac16555bf8606.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×