Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
darman1983

20 lire 1957 ramo largo

Risposte migliori

darman1983

qualcuno può darmi le quotazioni e rarità da catalogo (atardi o altro catalogo) del 20 lire ramo largo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giulio158

Nel catalogo di Incuso viene riportata questa nota

2 Esiste una variante con il gambo del 7 nel millesimo piú largo alla base. La mia stima è che la tiratura di questa variante possa essere indicativamente tra i 9 e i 13 milioni di pezzi. Quindi è da considerarsi di rarità C.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

Il gigante la dà NC. Comunque l' ho sostituita il settembre scorso, in conservazione FDC, ad un convegno da un commerciante perito mio amico, e gli ho dato 15,00 euro. Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

deus68

L'Attardi classifica questa variante come NC

Le sue quotazioni rispettivamente in BB, SPL, FDC sono: 2,5 euro, 10 euro e 30 euro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darman1983

non sto parlando della variante con il gambo del 7 più largo, ma bensì della variante con il ramo di quercia più largo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giulio158

Ma non è la stessa moneta.

Dal Pedrotti

Dopo questa necessaria premessa ricordo ai lettori collezionisti che con il millesimo « 1957 » circolano due tipi di monete da lire 20, il cui diametro e peso corrispondono perfettamente con quelle degli altri anni (1958 e 1959). Il primo tipo, chiamiamolo così, ha caratteristiche identiche agli altri anni (1958 e 1959), mentre il secondo tipo si differenzia SOSTANZIALMENTE soprattutto per il « carattere » delle cifre del « millesimo » e del « L. 20 » oltre ad avere altri particolari come, la godronatura leggermente più larga, ed il ramo di quercia un po' più grosso.

Modificato da Giulio158

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

moneta comune 0,50 BB , 5 SPL , 20 FDC (Catalogo Attardi)

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sandro1234

sapete dove posso trovare una foto delle 20 lire RAMO più LARGO? (RIPETO non 7 più largo bensì RAMO più LARGO). Grazie per la disponibilità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giulio158

Approfitto di questa discussione per porvi una domanda:

-Il Pedrotti che ho citato testualmente parla per questo millesimo di una sola variante che presenta il sette e il ramo di quercia più grande.

-Il Montenegro e il Pagani sono in accordo con il Pedrotti e citano una sola variante.

-L'Alfa, invece, è l'unica voce discorde e cita due varianti: gambo del 7 largo e ramo di quercia largo.

Per questo millesimo quante varianti esistono rispetto alla moneta normale, una o due?

Modificato da Giulio158

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

wuby2007
Approfitto di questa discussione per porvi una domanda:

-Il Pedrotti che ho citato testualmente parla per questo millesimo di una sola variante che presenta il sette e il ramo di quercia più grande.

-Il Montenegro e il Pagani sono in accordo con il Pedrotti e citano una sola variante.

-L'Alfa, invece, è l'unica voce discorde e cita due varianti: gambo del 7 largo e ramo di quercia largo.

Per questo millesimo quante varianti esistono rispetto alla moneta normale, una o due?

Non ho capito....il ramo di quercia è più grande nella variante con il gambo del 7 largo o le due cose sono svincolate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sandro1234

...sono svincolate....del 1957 esistono 2 varianti. Una con la base del 7 più larga ed una con ramo più largo....ma non ricordo le differenze. E' per questo motivo che chiedevo se c'è qualcuno che le ricorda. Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giulio158

Quindi sia il Pedrotti, il Montenegro e il Pagani non citano una variante?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sandro1234

.....esattamente.....strano però che nessuno se ne ricordi....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Forse perché non esiste?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sandro1234

...mi ricordo benissimo di averlo visto....e all'epoca (30 anni fa) di aver capito le differenze.....ma è strano che lo riporti solo alfa edizioni e che in pochissimi ne ricordino l'esistenza

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giulio158

Facendo delle ricerche su internet si parla sempre di una sola variante chiamata gambo largo.

Occorrerebbe controllare anche su altri libri, come l'Attardi, che però non possiedo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

Provo a postarvi la pagina dell' Attardi, non sò cosa riuscirete a vedere, non ho una gran macchina e il fotografo fà ancora più schifo:

praticamente dice che il 20 lire 1957 normale ha il gambo della quercia più largo rispetto al 1957 con il 7 largo.

52fiv9.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giulio158

Mi sembra che il problema sia stato risolto: per questo millesimo esistono solo 2 varianti e non 3 (normale, gambo stretto del 7 e ramo stretto della quercia).

Il testo completo del Pedrotti

IL PEZZO DA L. 20 «VARIATO»

II meccanismo burocratico che regola l'emissione delle monete nazionali è basato su disposizioni molto minuziose e rigorose, ma tuttavia chiarissime. Esse si concludono con un Decreto del Presidente della Repubblica nel quale si leggono queste parole: « E' approvato il tipo delle suddette monete conforme alle rispettive descrizioni tecniche ed artistiche di cui gli articoli . . . del presente decreto, ed alle allegate riproduzioni fotografiche, firmate dal Ministro per il Tesoro. Le impronte eseguite in conformità delle anzidette descrizioni, saranno riprodotte in piombo e depositate presso l'archivio di Stato ».

Da quanto sopra è evidente e chiaro che le monete emesse debbono essere uguali in ogni particolare (salvo la variazione del millesimo, che viene anch'essa autorizzata con altro Decreto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica).

Dopo questa necessaria premessa ricordo ai lettori collezionisti che con il millesimo « 1957 » circolano due tipi di monete da lire 20, il cui diametro e peso corrispondono perfettamente con quelle degli altri anni (1958 e 1959). Il primo tipo, chiamiamolo così, ha caratteristiche identiche agli altri anni (1958 e 1959), mentre il secondo tipo si differenzia SOSTANZIALMENTE soprattutto per il « carattere » delle cifre del « millesimo » e del « L. 20 » oltre ad avere altri particolari come, la godronatura leggermente più larga, ed il ramo di quercia un po' più grosso.

Queste differenze, minime per i non collezionisti, sono importanti per i collezionisti, tanto da far classificare la moneta come VARIANTE e, quindi catalogarla nella collezione. Ora, per il compito prefissoci, si è cercato di trovare qualche notizia al riguardo, soprattutto al fine di chiarire quanti di questi pezzi « VARIATI » fossero stati coniati. Purtroppo, malgrado ogni ricerca, non ci è stato possibile reperire alcun decreto che stabilisse le modifiche sopra accennate. Nessuna «Gazzetta Ufficiale» dal 1956 al 1958 parla di «modifiche artistiche » per i pezzi da lire 20.

Neanche al museo della Zecca di Roma questo strano « pezzo » è esposto. Si sono chieste direttamente alla Zecca di Stato, notizie a proposito, ma neanche in questa sede si è potuto ricevere una informazione al riguardo.

Conclusione:

1 ) La moneta effettivamente esiste, ed in grande quantità, anche se da una serie di documenti esaminati non risulta alcun cenno in merito, e anche se presso il Museo della Zecca, il quale allinea nelle sue eleganti vetrine tutti i « progetti », le « prove » e le normali monete nazionali (fino al 4 maggio 1966), non è dato riscontrare l'esemplare in questione. Quindi, o trattasi di un puro e semplice « errore », e ciò sembra per lo meno strano, data la minuziosità e la precisione con cui si svolgono notoriamente le operazioni che precedono la coniazione delle monete, oppure c'è da pensare che la moneta in oggetto sia stata coniata con conii tratti da « matrice diversa » da quella usata per coniare le « altre » monetine da Lire 20. Se così fosse, chi avrebbe autorizzato o approvato il conio stesso?

Modificato da Giulio158

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

xmax

Salve, intanto complimenti per il sito!

Io sono nuovo e quindi perdonate tutte le ...ate che scriverò!

Leggendo questo topic sono andato a controllare il 57 che posseggo e mi sono accorto che ha il 7 con il carattere normale (quello più magro...) e il gambo del ramo e il 20 più grossi rispetto a quelli degli altri millesimi. Se riesco posto delle foto appena posso così mi dite se è solo una mia impressione. Considerando che sarà un BB come conservazione (poi con le foto mi direte voi com'è) quanto potrebbe valere (nn voglio venderla, è solo per curiosità)?

Grazie

Stefano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

Non farti illusioni ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

xmax

201957gambolargoon7.th.jpgthpix.gif

Questa è il mio 20 lire... secondo mè è a gambo largo.... dite la vostra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acitamsimun
201957gambolargoon7.th.jpgthpix.gif

Questa è il mio 20 lire... secondo mè è a gambo largo.... dite la vostra.

Secondo me non è a gambo largo..... :o mi spiace......non vale proprio nulla !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

xmax
201957gambolargoon7.th.jpgthpix.gif

Questa è il mio 20 lire... secondo mè è a gambo largo.... dite la vostra.

Secondo me non è a gambo largo..... :o mi spiace......non vale proprio nulla !

ma, farò una foto con 2 20 lire vicine e vi mostrerò che a mio avviso c'è una differenza... sul gambo, sul valore, sul bordo a me sembra più grosso!

ma qui l'esperto non sono sicuramente io!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darman1983
201957gambolargoon7.th.jpgthpix.gif

Questa è il mio 20 lire... secondo mè è a gambo largo.... dite la vostra.

anche secondo me è a gambo stretto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×