Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Michele2198

2 lire Napoleone

Risposte migliori

Michele2198
Dopo una giornata di duro e sottopagato lavoro, niente di meglio che contemplare e condividere con voi il mio ultimo acquisto, 2 lire Napoleone 1809 zecca Milano.
Se volete, datemi 1opinione su grado di conservazione e quotazione.
Inoltre ho alcune curiosità sulle varie parti che compongono lo scudo nel rovescio, riconosco il biscione di Milano e le chiavi dello Stato Pontificio (giusto??) nonchè la corona di ferro dei re d'Italia. Le altre componenti? qualcuno sa il significato dei lampi sotto lo scudo?? Grazie!!
Ecco il rovescio:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio
Lo scudo all'interno del padiglione si compone degli emblemi di Parma e Farmese in alto a sinistra, Veneto a in alto a destra, Modena ed Estense in basso a sinistra e delegazione di Bologna in basso a destra. Al centro Milano e Lomabrdia caricata dallo scudo del Regno Italico tutto compreso nel collare della Legion d'Onore. Questo secondo il Crippa. Io ho opinione diversa, in alto a sinistra gli ex stati Pontifici con Bologna ed in basso a destra il Novarese, ma Crippa ne sa certamente più di me.

I lampi o fulmini tra gli artigli dell'aquila sono l'accumunameto di Napoleone a Giove che manda strali sul mondo che governa, è un simbolo di potere.

Classificabile come BB il Suo 2 lire 1809 bordo incuso è a mio giudizio una moneta Rara coniata in 326.200 esemplari . Le cifre non mi sembrano ribattute, coppa e melagrana grandi, stella al R/ a 5 punte.

Crippa 30/B, Pagani 35, Gnecchi 44.

Quotazione Lei la conosce certamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michele2198
Mille grazie per le preziose notizie, Picchio!! pensavo ad una conservazione un po' migliore di BB, comunque giusto sempre essere severi. Esistono anche varianti sulla dimensione di coppa e melograno e sul numero di punte della stella?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio
Io non sono un perito, studio monetazione napoleonica da anni e credo di averne viste parecchie.

Guardi bene la sua moneta : Al R/ è abbastanza in ordine, ha una imperfezione del bordo sopra al padiglione, generalmente i due lire sono leggermente incavi al R/ e questo li preserva più del D/, attenzione non tutti sono così. I fiocchi sono schiacchiati che è il punto di massimo rilievo ed anche il perlaggio della corona. Potrebbe anche essere qualcosa meglio di BB, ma dalla fotografia meglio essere tirati così poi non si hanno sorprese.
D/ Qui il problema è nei capelli, il conio è di basso rilievo ed i capelli si consumano seduta stante, solo che a guardarli. Sopra alla testa vedo un forellino, è sporco o un tentativo di foro vero e proprio ? Sulla guancia si direbbe una mancanza di metallo più che sporco. Nel campo sopra la coppa è una sbavatura di conio o un graffio ?. Giudicare una moneta su una scansione è opera ardua.

Esistono numerose varianti del 2 lire, oltre al bordo in rilievo, per gli anni 1807 e 1808 ed i famosi puntali aguzzi e sagomati esistono a cifre ribattute, spaziate, ravvicinate, titolatura della leggenda spaziata e ravvicinata. Stella ribattuta, coppa grande, media, piccola e piccolissima; idem per la melograna. Si figuri che le varianti di conio presenti sul Pagani sono solo che una parte di quelle che ho trovato nelle mie consultazioni.
Per Venezia e Bologna poi è anche peggio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio
Le allego due 2 lire 1809 puntali aguzzi ( non ci si può sbagliare, nel 1809 hanno coniato solo questi), sembrano uguali ma non lo sono, si diverta a trovare le differenze se vuole. Giochino che allena l'occhio e fa vedere le cose in maniera differente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michele2198
la seconda ha coppa e melograna più piccole... e mi sembra anche le scritte sia su R e su D...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Michele2198
la perla più grossa della corona è più grande nella seconda...forse...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio
Vede la differenza di conio, la titolature è differente, la base delle lettere, solo l'impronta fissa della tesat di napoleone ma i punzoni mobili, in zecca ogni lavorante aveva i suoi per identificare le emissioni. Ci sarebeb da studiare ma non riesco mai a trovare il tempo per andare agli archivi di stato a Milano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×