Jump to content
IGNORED

Piastra 1684 toscana


Lupastro
 Share

Recommended Posts

Avrei bisogno di una mano a trovare una foto di una moneta citata da Vittorio Emanuele III in una sua lettera al generale Osio, con la quale allegava una serie di monete.

Vi cito una parte di tale lettera in cui l'allora principe elencava le monete:

Troverà una piastra toscana del 1684: essa ha l'orlo scritto ed è la prima moneta battuta a molinetto in Italia.

Penso si parli del Granducato di Toscana, dinastia medicea, in particolare di Cosimo III. Qualcuno sa di più di questa moneta? Il catalogo che ho io è un po' ristretto e inizia a elencaro le monete del Granducato di Toscana solo da Ferdinando III di Lorena, quando ormai i Medici non c'erano più.

Scommetto che qualche appassionato del settore c'è e saprà aiutarmi.

In particolare mi servirebbe una conferma che la moneta in questione sia effettivamente una piastra di Cosimo III principalmente. Poi a seguire la foto in caso, ma su quella coinarchives dovrebbe aiutarmi.

Grazie in anticipito a tutti

Edited by Lupastro
Link to comment
Share on other sites


Credo che questa sia quella di tuo interesse:

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...ucID=247&Lot=61

323983[/snapback]

Penso proprio di si... C'è scritto "piastra al torchio". Puoi confermarmi che è stato Cosimo III il primo a battere monete a macchina nella penisola italiana?

Grazie mille anche per la velocità avgvstvs!

Edited by Lupastro
Link to comment
Share on other sites


ti riferisci alla piastra al torchio o a quella normale???

324323[/snapback]

Piastra al torchio, la piastra di cui si parla è battuta a molinetto, che dovrebbe essere un tipo di torchio.

Sicuramente il torchio in Italia era usato anche prima del 1684, senza andare lontano prova a dare un'occhiata a questa discussione:

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=17471&

Non so se ci sono esempi precedenti.

Ho dato per scontato che la monetazione meccanica iniziò a utilizzare sin da subito la virola, che è presente nel molinetto.

Devo dedurre quindi che la moneta di Cosimo III sia la prima ad essere battuta con la virola. Vista la tua competenza non è che magari sai anche dirmi quale fu la prima moneta in Italia ad essere battuta a macchina?

Edited by Lupastro
Link to comment
Share on other sites


Ipse dixit:

La prima moneta realizzata con questa tecnica fu un testone fiorentino di Cosimo II di ottima fattura (CNI pag. 346. n 57)

( http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...ucID=175&Lot=30 )

325294[/snapback]

Grazie mille, hai una cultura impressionante. Già che ci siamo... ho provato a cercare qualche testone di Cosimo II, ma ciò che ho trovato era tutto battuto a mano... non è che magari potresti aiutarmi a trovare anche una foto :rolleyes: ?

Grazie ancora, sei veramente molto gentile

Link to comment
Share on other sites


Grazie mille, hai una cultura impressionante.

325533[/snapback]

Per niente. :D

Quella era una semplice citazione che non sono in grado di verificare, trovata con una sempice ricerca su Internet.

O meglio, ho trovato qualcos'altro ma la fonte non e' proprio attualissima:

http://books.google.com/books/pdf/L_osserv...iyn82PFD68Kt6HQ

Se scarichi questo volume (Giuseppe del Rosso, L'osservatore fiorentino sugli edifizj della sua patria, Firenze 1821, 14,7MB) a pag 201 troeverai una nota nella quale si parla del testone in questione (e della piastra di prima), ma dicono soltanto che portavano un incisione sul bordo, non c'e'riferimento alla tecnica di coniazione. Leggilo se puoi.

Già che ci siamo... ho provato a cercare qualche testone di Cosimo II, ma ciò che ho trovato era tutto battuto a mano... non è che magari potresti aiutarmi a trovare anche una foto  :rolleyes: ?

325533[/snapback]

Purtroppo non ho trovato niente neanche io...

Spero comunque che qualcuno con un po' piu' di conoscenze in questo campo possa darti una mano. ;)

Link to comment
Share on other sites


post-8718-1205592063_thumb.jpgpost-8718-1205592094_thumb.jpgpost-8718-1205592094_thumb.jpgecco qua un bel testone cosimo 2 , se hai bisogno di aiuti sulla toscana medicea non hai che da chiedere...Ciao...

325746[/snapback]

E' un testone battuto a macchina :unsure: ? Mamma mia... ha un contorno un po' strano...

Grazie mille, hai una cultura impressionante.

325533[/snapback]

Per niente. :D

Quella era una semplice citazione che non sono in grado di verificare, trovata con una sempice ricerca su Internet.

O meglio, ho trovato qualcos'altro ma la fonte non e' proprio attualissima:

http://books.google.com/books/pdf/L_osserv...iyn82PFD68Kt6HQ

Se scarichi questo volume (Giuseppe del Rosso, L'osservatore fiorentino sugli edifizj della sua patria, Firenze 1821, 14,7MB) a pag 201 troeverai una nota nella quale si parla del testone in questione (e della piastra di prima), ma dicono soltanto che portavano un incisione sul bordo, non c'e'riferimento alla tecnica di coniazione. Leggilo se puoi.

325572[/snapback]

Ho letto la parte. Manca solo la conferma che quella sia l'immagine in questione per coronare il tutto (oppure trovarne una valida).

Grazie ancora a tutti

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.