Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
fullons

Moneta romana da interpretare

Rieccomi chiedendo l'ennesima moneta romana di cui non so niente o quasi :P

La moneta in questione ha un diametro tra i 24 e i 27 mm, e pesa almeno 15 g se non di più.

La cosa che mi ha fatto più stupire sono le iniziali: S F al rovescio di cui non so propio niente.

Forse sbaglio ma penso si tratti di una moneta di massimino il trace,la cui efige e purtroppo sfregiata.

Il dritto

post-6934-1207701757_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il rovescio

Un grazie in anticipo

post-6934-1207701844_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Penso si tratti di un Folles di Massimino II

Al dritto effige laureata e corazzata col la legenda:

GAL VAL MAXIMINVS NOB C

Al rovescio il Genio stante a sinistra con patera e cornucopia

legenda: GENIO POPV-LI ROMANI

In esergo PTR (Treviri officina Prima)

nel campo sinistro S

nel campo destro F

Trier RIC VI Trier 667b anno 305-307

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie teodato per il tuo aiuto.

(mi ero completamente scordato di Massimino Daia)

Adesso mi chiedo cosa significhi quel "S F" sul rovescio, e perchè non vi sia il solito SC(senato consulto)

Qualcuno sa dirmi da quando il SC non viene più usato? :huh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

E' stata fatta di recente una discussione in merito potresti leggere qui.

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=14325&hl=

le lettere e numeri romani ed i simboli (stella, dot, luna crescente , corona d'alloro ed altri) che compaiono nei campi del rovecio e del dritto sono segni sequenziali di zecca.

Non è chiaro il loro utilizzo ma alcuni pensano che fossero legati all'anno in cui si utlizzava quel tipo di moneta, altri pensano possano essere iniziali degli zecchieri.

Modificato da teodato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Adesso mi chiedo cosa significhi quel "S F" sul rovescio

333434[/snapback]

Non abbiamo certezze sul loro preciso significato: l'ipotesi maggiormente accreditata è che siano da intendere come una sigla per Saeculi Felicitas.

Modificato da chersoblepte

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?