Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
quattrino

Foto di monete romane d'argento di scavo

Sarei curioso di vedere che aspetto hanno le monete romane d'argento o argentate (denari, antoniniani, follis, silique) appena dopo lo scavo, e prima della pulizia. Mi interesserebbe molto vedere lo stato in cui si trovano a seconda del rinvenimento (terra, vaso, tomba...). Avete idea di dove è possibile trovare queste foto su internet o pubblicazioni? :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nn in questo sito!..

prova su tombaroli.it :lol: :lol: :lol: :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh.. Nn credo che la situazione di quel tesoretto fosse così!

Cmq la mia voleva solo essere una "spiritosa" risposta!.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cmq chissà che emozione a fare ritrovamenti del genere..ma sopratutto..ci avete mai pensato alla disperazione di una famiglia non informata della posizione dell'occultamento del ripostiglio?

quanta storia c'è dietro una moneta!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:) DE GREGE EPICURI

Mi pare si trovino foto del genere in molte pubblicazioni di tesoretti, sia sulle riviste del Ministero/Sovrintendenza (Bollettino di Numismatica, ecc.) sia anche sulla RIN (Rivista Ital. di Numismatica); sul numero appena uscito, però, i denari repubblicani (tesoretto di Albano) sembrano già ben puliti, mentre le monete medievali mi paiono un po' più vicine allo stato di ritrovamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No, i tesoretti hanno un'aspetto del tutto diverso.

Ho avuto la fortuna di vederne uno ancora " Vergine" ma purtroppo non posso rivelare dove e non ho foto in quanto è sotto studio ed in attasa di essere pubblicato da parte della sovraintendenza.

Comunque le monete rinvenute durante gli scavi in una cantina , si parla di 5000 follis, erano divenute un blocco compatto completamente concrezionato.

per restaurarle è stato necessario estrrre blocchi di ca 40 x 40 cm H 30 cm, imballarli e trasportarli nel laboratorio del museo dove un'esperto restauratore ne staccava uno ad uno con l'ausilio del bisturi e pinzette per poi restaurarli

lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Secondo me curiosità più che legittima!

Cerchiamo di non essere più realisti del re!

Una bella immagine si trova nel sito del Museo Bottacin di Padova, che credo sia al di sopra di ogni sospetto, a questo indirizzo:

http://padovacultura.padovanet.it/musei/ar...o/tesoretto.jpg

Ciao

Ciao Otk,

ho sbavato per mezz'ora davanti a quel tesoretto questa estate a Padova :P Mi ricordo un numero impressionante di denari di Cesare con l'elefante, a conferma che non si stratta certo di moneta rara...... B) Le monete, però, come ha poi precisato Daniele, erano ovviamente già pulite.....

No, i tesoretti hanno un'aspetto del tutto diverso.

Ho avuto la fortuna di vederne uno ancora " Vergine" ma purtroppo non posso rivelare dove e non ho foto in quanto è sotto studio ed in attasa di essere pubblicato da parte della sovraintendenza.

Comunque le monete rinvenute durante gli scavi in una cantina , si parla di 5000 follis, erano divenute un blocco compatto completamente concrezionato.

per restaurarle è stato necessario estrrre blocchi di ca 40 x 40 cm H 30 cm, imballarli e trasportarli nel laboratorio del museo dove un'esperto restauratore ne staccava uno ad uno con l'ausilio del bisturi e pinzette per poi restaurarli

lele

334402[/snapback]

Grazie Lele,

Mi viene da pensare che nelle pubblicazioni ufficiali, vengono usate solo le foto del tesoretto DOPO il restauro. E' così?

Qualcosa comunque ho trovato : ecco il tesoretto di Rimigliano (vicino piombino), di circa 3000 antonininiani trovato in mare (anche se forse già parzialmente restaurato):

Rimigliano_li2.jpg

Si trova esposto nel museo di Populonia immerso in un acquario! :) Molto suggestivo.

L'ho visitato la scorsa primavera:

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=18876&hl=

Modificato da quattrino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Comunque le monete rinvenute durante gli scavi in una cantina , si parla di 5000 follis,

334402[/snapback]

:blush: :blush: :blush: Caspita!!la mia immaginazione vola! :blush: :blush: :blush:

Modificato da dupondio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mhh... dovrò andarlo a vedere... dove ho messo il caricabatterie? e l'anodo e il catodo? ahhh eccoli... ma credo che li ci voglia una bomba a mano :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per gli amanti del tardo impero:

http://www.finds.org.uk/wordpress/index.php/172

giampy

335997[/snapback]

Avete notato la patina azzurrina delle monete? Cancro del bronzo??

Tornando al mio quesito, non è difficile trovare in rete monete di bronzo "uncleaned". Quello che non riesco a trovare e foto di monete d'argento "uncleaned"....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

secondo voi è normale la tesaurizzazione di 3600 monete di bronzo di basso valore? non sarebbe stato più conveniente utilizzare monete dal valore più alto in metalli che assicuravano il loro valore nonostante la burrascosa economia del tempo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Al museo di Aquileia che ho visitato un paio di settimane fa, mi sono finalmente tolto la curiosità di vedere un piccolo ripostiglio intatto :D

Era esposto un tesoretto di denari repubblicani trovato ad Aquileia lasciato praticamente come era stato trovato nel 1912. Ha mantenuto la forma del contenitore (probabilmente una borsa di cuoio se non ricordo male).

Ecco la foto tratta dalla pubblicazione che ho acquistato in loco "Monete ad Aquileia - L'Esposizione Numismatica" Ed. della Laguna

ripostiglioaquileia.jpg

Nel museo le foto erano vietate :(

Modificato da quattrino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

è pensare che il tesoretto di 3600 antoniniani è stato ritrovato da una bagnate.

Pensate che colpo di fortuna.

secondo me il tesoretto dovrebbe rimanere così per permetterne uno studio più dettagliato in futuro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?