Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

  • Annunci

    • Reficul

      Segnalazioni sul CALENDARIO NUMISMATICO   14/10/2016

      Per dare maggiore risalto all'evento segnalato in questa sezione vi chiediamo di creare contestualmente un evento sul nostro  CALENDARIO NUMISMATICO. In questo modo la vostra segnalazione sarà più visibile ed efficace. Grazie per la collaborazione.
Accedi per seguire questo  
Follower 0
piergi00

Scritti numismatici in ricordo di D.Rossi

Inviato (modificato)

Segnalo l' uscita nel mese di marzo di questo testo dedicato a Domenico Rossi noto studioso piemontese della monetazione sabauda e gran bibliofilo

BIAGIO INGRAO (a cura di), Scritti numismatici in ricordo di Domenico Rossi.supplemento al quaderno di studi III 2008 Associazione Culturale Italia Numismatica Marzo 2008 (101 pagine)

Ecco alcuni articoli presenti nell' opera :

10 scudi d' oro di Carlo Emanuele II una leggenda diversa di S. Cudazzo

Le medaglie della battaglia di Torino 1706 di M.Ambroso

Dedicato ad un amico di B.Ingrao

Variante inedita di un due denari di Carlo Emanuele III di S.Anglesio

I cinque beati di Casa Savoia di F.Bertoglio

Errori sulle monete sabaude di B.Ingrao

Monete di Casa Savoia donate al gabinetto numismatico di Dresda di M.Peltramo

Storiografia dei principali Ordini Cavallereschi Sabaudi di G.Caufin

La metallurgia nel mondo antico di G.Audino

La monetazione incusa della Magna Grecia di J.Corsi

Alcune monete inedite dei Savoia Vaud di S.Campana

Considerazioni sui pesi monetari di G.Ornato

Un inedito grosso di Filippo Tornielli per Desana di A.Bonci

Alcuni errori sui grossi di Savoia del III tipo coniati nella zecca di Aosta per Carlo II di V.Bogliano

La lira della riforma monetaria di Emanuele Filiberto per la zecca "p" di G.Lingenie

Due inediti quarti di grosso di F.Astolfi

Una medaglia poco conosciuta di Casa Savoia di G.Bianchetti

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Domenico Rossi: persona squisita, piemontese cortese e sincero, Numismatico di grande livello, un grande Amico. Piango ancora la sua dipartita

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grandissimo bibliofilo appassionato di cataloghi d'asta.

La sua raccolta, di oltre 4.000 esemplari, credo sia stata la piu' estesa formata in Italia (Tergestum correggimi perche' tu ne sai sicuramente piu' di me), e una delle maggiori al mondo. La raccolta e' stata venduta pochi anni fa all'asta presso la ditta Varesi.

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si carissimo, ma oltre alla vendita in Asta Varesi dovremmo ricordare l'altra sua Biblioteca di Cataloghi d'Asta venduta nel 1999 da Astarte e la sua Biblioteca di Libri venduta dalla Kunst und Munzen nel 1989. Più che il collezionista finissimo a me piace ricordare l'Uomo Domenico Rossi, un amico che mi ha onorato della Sua Amicizia e che non scorderò mai. Grazie Domenico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Domenico Rossi ,prima di dedicarsi al mondo bibliofilo ,e' stato anche un grande conoscitore e collezionista della monetazione sabauda.

La sua collezione creata fra gli anni 1950 e 1964 e' stata successivamente alienata grazie alla ditta milanese Ratto nell' asta 1-3 marzo 1965

Ricordo inoltre un suo articolo : Monete inedite,uniche o poco note di Casa Savoia del 1964 pubblicato nella Rivista Italiana di Numismatica

Altro scritto nel 72 in collaborazione con F.Ferrero dal titolo Numismatica e storia di Casa Savoia inserito nel volumetto Chiaccherate Numismatiche del Circolo Numismatico Torinese

Infine come ricordato da tergestum le due vendite di antichi cataloghi d' asta e listini : Astarte Lugano catalogo n. 4 del 6 marzo 1999 , Varesi Pavia catalogo n.45 del 20 aprile 2005 (ben 1576 lotti)

Sicuramente Alberto Varesi potrebbe raccontarci il suo incontro con Domenico .

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grazie pier per la segnalazione

trovo molto interessanti soprattutto questi 2 articoli:

Le medaglie della battaglia di Torino 1706 di M.Ambroso

Variante inedita di un due denari di Carlo Emanuele III di S.Anglesio

il primo per l'argomento che mi coinvolge moltissimo,

il secondo ......... un grande !! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

grazie pier per la segnalazione

trovo molto interessanti soprattutto questi 2 articoli:

Le medaglie della battaglia di Torino 1706 di M.Ambroso

Variante inedita di un due denari di Carlo Emanuele III di S.Anglesio

il primo per l'argomento che mi coinvolge moltissimo,

il secondo ......... un grande !! :D

335881[/snapback]

Direi proprio di si :D :D :D

Modificato da piergi00

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Inviato (modificato)

grazie pier per la segnalazione

trovo molto interessanti soprattutto questi 2 articoli:

Le medaglie della battaglia di Torino 1706 di M.Ambroso

Variante inedita di un due denari di Carlo Emanuele III di S.Anglesio

il primo per l'argomento che mi coinvolge moltissimo,

il secondo ......... un grande !! :D

335881[/snapback]

non bisogna mai esagerare con le definizioni di grandezza... io che lo conosco posso dire che è una persona normale.....

io tengo a segnalare un articolo che mi ha aperto una visione nuova sulle zecche savoia di un certo periodo....

quello di G.Lingenie riguardante il segno di zecca "P" sulle monete di Emanuele Filiberto.....

mooooolto interessante........

una postilla.... anche da parte mia un ricordo al buon Domenico, che, oltre a tutto ciò che riguarda la monetazione sabauda, era un'ottima persona, io ho avuto modo di conoscerlo quando ero alle prime armi, e devo dire che i suoi consigli sono stati per me un bene prezioso.... conservo gelosamente una moneta rara che mi consigliò di prendere poco tempo prima della sua scomparsa e che mi aiuta a ricordarlo, mi riempie di rammarico il fatto che non sia più tra noi con il suo carattere gentile e gioviale...

Modificato da savoiardo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

personalmente non conosco e non ho avuto modo di conoscere Domenico Rossi, ma una perdita in numismatica (e non solo) è sempre un dispiacere ;)

torno per un attimo agli scritti:

BIAGIO INGRAO (a cura di), Scritti numismatici in ricordo di Domenico Rossi.supplemento al quaderno di studi III 2008 Associazione Culturale Italia Numismatica Marzo 2008 (101 pagine)

dove reperirlo?

grazie,

saluti,

N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

dove reperirlo?

Associazione Culturale Italia Numismatica (ex Il Circolo Numismatico “Mario Rasile”; nome cambiato nel marzo 2006).

Editore: Libreria Classica Editrice Diana

A. Morello

Viale Segni 2/A

03043 Cassino (FR)

fax: 0776 22815

classicadiana@hotmail.com

Modificato da legionario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dove reperirlo?

Associazione Culturale Italia Numismatica (ex Il Circolo Numismatico “Mario Rasile”; nome cambiato nel marzo 2006).

Editore: Libreria Classica Editrice Diana

A. Morello

Viale Segni 2/A

03043 Cassino (FR)

fax: 0776 22815

classicadiana@hotmail.com

336688[/snapback]

thanks :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Accolgo volentieri l'invito di Piergi a parlare di Domenico Rossi, anche se la cosa mi commuove sinceramente.

Il buon Domenico era persona davvero cordiale con tutti e credo di non sbagliare quando dico che MAI l'ho visto arrabbiarsi: anche quando parlava di qualcuno che, a suo dire, lo aveva "fregato" non lo faceva con rabbia, ma col sorriso sulla bocca.

Non era uno stupido, un fessacchiotto, ma una persona estremamente gentile che conosceva i valori della vita e li apprezzava.

Ho un vago ricordo dei primi tempi in cui l'ho conosciuto; all'epoca certamente portavo i pantaloni corti, come si usa dire, ed una figura "normale" come quella di Domenico non resta subito impressa, non tanto quanto quella, più imponente e "prepotente", di un Bobba, ad esempio.

Domenico invece apparteneva a quella categoria di persone dal "profilo basso" ma che stimi da subito per la cordialità e la competenza; persone che migliorano col tempo, come il buon vino (passatemi il paragone perchè sono certo che Domenico lo apprezzerebbe).

Lavorò per tanti anni alla Martini e Rossi, nota ditta di bevande, ma coltivò sempre la passione per la numismatica.

Dapprima furono le romane; settore che poi abbandonò per dedicarsi alla monetazione sabauda, della quale riuscì a costituire una collezione ragguardevole per completezza e qualità.

Successivamente si dedicò a quella che si può definire la sua creatura: la raccolta di cataloghi d'asta di tutte le ditte numismatiche a livello mondiale pubblicati fino al 1950 circa.

Stipò all'inverosimile il suo appartamento. Quando mi invitò a visionare la raccolta rimasi davvero stupito dell'enorme quantità di pubblicazioni che era riuscito a collezionare: cataloghi di Ditte che neanche conoscevo, vendite del '700, del '600 e persino del '500 (!!!!), rilegature in piena pelle con impressioni in oro....una libidine per gli occhi.

Sorrido ancora quando ripenso a quella una volta in cui, di ritorno dal Marocco, portò a casa una gran quantità di pellame conciato, così da rifornire il suo rilegatore. A distanza di alcuni giorni mi disse, mettendosi le mani tra i capelli, che non ne poteva più per la gran puzza che gli aveva letteralmente saturato l'abitazione.....

Nonostante alcuni problemi di salute non rinunciava a qualche viaggio in Francia, sua seconda patria, dalla quale spesso tornava con qualche "chicca", ovvero una rara monetina sabauda del periodo medievale. Quel grammo di argento, a volte anche malconservato, gli riempiva il cuore e gli faceva brillare gli occhi come neanche monete ben più blasonate sarebbero riuscite a fare: era un vero Numismatico.

Molti lo ricorderanno dietro un tavolo a qualche convegno, io ho avuto il piacere e la fortuna di condividere con lui anche momenti più leggeri e gioviali, come il pranzo post-convegno di Torino, divenuto con gli anni un immancabile appuntamento, nella "pioletta" di Poirino, un albergo-ristorante modesto nell'aspetto ma ricco nei contenuti (a buon intenditor..)

Quando ci andiamo è d'obbligo un brindisi all'amico Domenico.

Un saluto a tutti

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alberto non dovevi scrivere mi hai fatto commuovere :( Domenico era un grande e come ho precedentemente scritto sarà una di quelle Persone il cui ricordo rimarrà indelebile nel mio cuore. Grazie Domenico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?