Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
rico 03

[Identificata] Aureliano - antoniniano

Risposte migliori

rico 03
[attachment=4372:attachment]Ciao a tutti :) !
Potreste aiutarmi a classificare questa moneta, nel diritto compare il busto corazzato con testa incoronata il viso presenta la barba intorno le poche parole che si riescono ancora a capire ..ZIAN... (penso a Diocleziano anche se non ne sono molto sicuro!!), nel rovescio compare un guerriero alla sua sinistra una croce alla sua destra una lettera P ha in mano qualcosa ma lascio a chi è più esperto di me la parola.
Dalla foto non so se si riescano ad apprezzare questi particolari :( !
Peso intorno ai due grammi scusate se nn riesco ad essere più preciso sicuramente avrei bisogno di una bilancia elettronica :lol: !
Diametro 2,2 cm!

Ciao Rico 03!! :) :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

agrippa
Ciao
La moneta è sicuramente romana.
Mi sembra un antoniniano di Gallieno...
La P nel campo mi porta alle zecche di Milano o Ticino.
Forse è una emissione estemporanea per i militari che venivano a svernare nella pianura padana.
Altri vedranno meglio..
agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rico 03
Agrippa ti ringrazio per le tue utilissime informazioni :lol: nel rovescio sei riuscito a capire cosa porta in mano il guerriero?

Ciao rico 03!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rico 03
Qualcuno potrebbe spiegarmi a quanti antoniani corrispondeva un sesterzio??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
Il rovescio è molto probabilmente la Pace andante a sinistra con dei rami ed uno scettro. La legenda potrebbe essere PAX AVGVSTI (la croce è forse la X).
Vedi foto allegata (per le vesti al vento, non è stante).

Quanto all'imperatore potrebbe essere Aureliano (LIAN invece di ZIAN) o Numeriano (RIAN) ma è solo una ipotesi perchè dalla tua foto non è facile.

Luigi

[img]http://tomross.ancients.info/images/Aurelian/Aurelian%20Siscia%20RIC%20232%20star%20left%20Q%20right-RI1249.jpg[/img]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla
Un antoniniano dovrebbe avere lo stesso valore di un quinario d'argento, cioè 2 sesterzi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rico 03
Luigi sei un vero esperto ti ringrazio per aver postato questa foto posso dirti che la moneta è stata rovinata parecchio dallo scanner, questa moneta sono riuscito a pulirla ulteriormente con acqua e la foto non rende i particolari, ora che ce l'ho davanti posso dirti che la croce in effetti è una X inoltre come nella foto da te postata molti altri particolari sono in risalto come quell'asterisco vicino alla pace (e io che pensavo era un guerriero :lol: :lol: !) inoltre le ultime due lettere US sono presenti nel rovescio!
Direi che si tratta della stessa moneta da te postata l'unica cosa che si differenza un pò è nel busto che presenta una diversa corazza!
Potresti farmi sapere ulteriori notizie della moneta da te postata di cosa si tratta?
é una moneta comune??
Grazie di tutto ciao Rico 03!! :) :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rico 03
Ti ringrazio Giovenaledavetralla per questa informazione!Ma in questo periodo i sesterzi erano in oricalco??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
[quote name='rico 03' date='26 maggio 2005, 22:44']Potresti farmi sapere ulteriori notizie della moneta da te postata di cosa si tratta?
é una moneta comune??[/quote]

Rico,

la moneta che ho allegato è un antoniniano della zecca di Siscia di Aureliano RIC V parte 1, n° 232; è una moneta comune ed è stata emessa dalle 4 officine operanti a quell'epoca (P, S, T, Q). Quindi la tua dovrebbe essere stata emessa dalla prima officina (* | P).

Ribadisco che non posso darti la certezza che si tratti effettivamente di Aureliano, ma se così fosse dovresti leggere IMP AVRELIANVS AVG al dritto.

I busti possibili sono due (da qui forse le differenze che noti):
- radiato e drappeggiato a destra
- radiato e corazzato a destra (come sull'esemplare che ho allegato)

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rico 03
Ti ringrazio Luigi, per busto drappeggiato cosa intendi??
Cmq si tratta per forza di questa moneta nel dritto sono riuscito a leggere anche le ultime lettere AVG inoltre è facile che come dici tu sia LIAN nel dritto, si capiscono poco invece le prime lettere.
Mi dispiace che la foto non riesca ad evidenziarle!
Complimenti per essere riuscito ad identificarmi questa moneta :lol: :lol: !!

Ciao Rico 03!! :) :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000
Un busto drappeggiato presenta l'aspetto tipico di un mantello.
In allegato il confronto tra un busto drappegiato (immagine di sinistra) ed uno corazzato (immagine di destra)

Luigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rico 03
Si adesso ne sono sicuro :lol: si tratta di un busto corazzato evidenti sono quella specie di puntini presenti sulla corazza!Grazie per avermi chiarito la differenza tra questi due tipi di busti!
Allora come detto da Giovenaledavetralla un antoniano corrisponde a due sesterzi ma in che lega venivano fatti gli uni e gli altri in questo periodo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovenaledavetralla
Si mi sembra che erano in Oricalco, anche se il vecchio Roman coins mette il generico AE per tutto, ma su nuovo è divero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

centurioneamico
[quote name='Giovenaledavetralla' date='27 maggio 2005, 08:06']Si mi sembra che erano in Oricalco, anche se il vecchio Roman coins mette il generico AE per tutto, ma su nuovo è divero.
[right][post="35728"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]
In teoria avrebbero dovuto essere in oricalco come per tutto l'alto impero però anche il sesterzio conobbe la svalutazione del denario e lo zinco contenuto nella lega viene gradualmente sostituito dal piombo (più facilmente reperibile) dunque il la lega in oricalco tende a diventare progressivamente una lega in bronzo per poi arrivare ad essere sotto Aureliano una lega in rame.
Aureliano con la sua riforma conierà dei nominali in rame da cui però sparisce la sigla SC, ed in questi potremo riconoscere degli assi e dupondi e forse dei sesterzi (dopo Aureliano non si parlerà più di assi o dupondi o sesterzi).
Per la stessa svalutazione si era gradualmente eliminato il quadrante ed il semisse, mentre assi e dupondi divennero sempre più rari da Commodo in poi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rico 03
Vi ringrazio per queste preziose informazioni :) !
Ciao Rico 03!! :) :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×