Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Sono iniziati i lavori di aggiornamento della piattaforma, potrebbero verificarsi problemi sia sul forum che nei cataloghi.

Sign in to follow this  
justapeek

ancora Costanzo II

Recommended Posts

justapeek

Ciao a tutti.

Per favore, mi dareste una mano con la classificazione? Chi me l'ha venduta m'ha detto solo "Cohen 94"... magari a voi dice tutto, ma a me che il Cohen non ce l'ho, non dice gran che. Mi farebbe comodo, come sempre, se me la trovaste anche sul RIC, o anche solo se mi poteste dare una dritta per la zecca, ammesso che si riesca a decifrare dalle foto.

Grazie ;)

follis%20-%20Costanzo%20II%20-%20Cohen%2094%20-%20A.jpg

iscrizione: CONSTANTIUS MAX AUG

Share this post


Link to post
Share on other sites

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Non ho cercato per ora sul RIC. A me pare di leggere MALgamma, quindi Alessandria 3a officina, però...aspettiamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

justapeek
DE GREGE EPICURI

Non ho cercato per ora sul RIC. A me pare di leggere MALgamma, quindi Alessandria 3a officina, però...aspettiamo.

Beh, intanto grazie per la consueta rapidità! Ok... aspettiamo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

teodato

Constanzo II

Legenda del dritto = CONSTANTI-VS MAX AVG

Busto Laureato drappeggiato e corazzato

Legenda del rovescio= GLOR-IA EXERC-ITVS

Esergo =SMAL gamma

A sinistra dell'insegna nel campo al centro = S a destra =R

Zecca =Alexandria

RIC VIII Alexandria 6 Comune 2

Mi resta un dubbio sul busto: il diadema è solo laureato o ha anche rosette?

il vestito drappeggiato ha sotto una corazza?

Chiedo cortesemente a justapeek di darmi un suo parere

Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

justapeek

Uuh... che domande difficili mi fai stavolta!

Propenderei per il diadema con rosette, almeno sotto la lente d'ingrandimento. L'ingrandimento fotografico invece mi confonde soltanto. Riguardo alla corazza, non so cosa risponderti: potrebbe pure darsi che ci sia, nel senso che mi pare di distinguere particolari non propri di un semplice drappeggio. Comunque, nel foglietto di accompagnamento, c'è scritto "Cohen 94 Rara", e non C2. Ma naturalmente il venditore può avermi tirato un bidone :aug:

E soprattutto: grazie a te, naturalmente!

Edited by justapeek

Share this post


Link to post
Share on other sites

teodato

Ti allego il Cohen 94 che descrive la moneta con capo laureato come quella da me individuata.

La tua mi sembra buona anche se forse ripatinata.

Non farei molto caso alla rarità perchè da quando il Cohen ha fatto le sue catalogazioni sono state riperite una notevole quantità di monete.

Lo stesso dicasi per il RIC perché ad esempio l'apporto di monete provenienti dall'est Europa dopo la caduta del muro di Berlino ha fatto si che monete considerate rarissime sono diventate rare o poco frequenti.

Sono d'accordo con te per quanto riguarda il diadema a rosette e quindi si tratta di un not in RIC.

Vediamo se qualche altro utente riesce a classificarla con altri studosi di monete Romane.

post-1966-1225347472_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

justapeek
Non farei molto caso alla rarità perchè da quando il Cohen ha fatto le sue catalogazioni sono state riperite una notevole quantità di monete.

Lo stesso dicasi per il RIC perché ad esempio l'apporto di monete provenienti dall'est Europa dopo la caduta del muro di Berlino ha fatto si che monete considerate rarissime sono diventate rare o poco frequenti.

Ti dirò che mi era sovvenuto qualche dubbio a riguardo: io non posseggo nessuna di queste opere anche per una questione di costo, per quanto mi pare d'aver visto su questo forum indicazioni circa l'esistenza di "ristampe" o "riproduzioni" a prezzo contenuto. Ma soprattutto perché nutrirei la speranza che, in tempi non biblici, si possa arrivare ad un aggiornamento generale del RIC, almeno per attualizzare la valutazione del grado di rarità in funzione del fenomeno da te descritto. Tuttavia non so se la cosa sarebbe già possibile, ovvero se esistano già dati necessari e sufficienti a procedere almeno in parte ad una rivisitazione in tal senso, oppure se sia necessario attendere (molti) altri anni perchè l'offerta di monete antiche si assesti un po'.

Questo - parlo a titolo personale - ha solo l'effetto di scoraggiare i modesti collezionisti quali il sottoscritto, che certo non si spinge a spendere centinaia di euro per acquistare una moneta il cui grado di rarità rischia solo di rivelarsi sopravvalutato. Scusate per il "fuori tema" (rispetto al topic)...

Share this post


Link to post
Share on other sites

teodato

justapeek mi piacerebbe che tu vedessi la numismatica non solo come investimento ma come passione per le vicende storiche che i personaggi raffigurati hanno vissuto nei secoli.

Come può essere emozionante avere in mano una moneta che l'antico Romano del periodo di Augusto o Nerone o Costantino utilizzava per fare la spesa al mercato o per bere alla taverna!

Se poi la moneta é usurata dal maneggio (scarso valore numismatico) ma alta circolazione! come non può trasmetterti una sensazione di rivivere quei momenti (anche solo con la fantasia supportata dalla conoscenza della storia e degli usi e costumi dell'epoca).

Buon viaggio nella storia!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nikko

Concordo con l'identificazione di Teodato ma non credo che si tratti di un NOTINRIC. Per me il capo è semplicemnte laureato; ciò che mi fa escludere il diadema di rosette è l'apparente mancanza della "patata" sulla fronte di Costanzo II.

A proposito dei gradi di rarità del RIC, avendo ormai un minimo di esperienza mi sento di dirti che avrebbero una utilità relativa anche nel caso in cui fossero rivisti perchè sarebbero comunque validi (come lo erono quando fu pubblicata l opera) per un periodo di tempo limitato. Per come la vedo io, un collezionista che si interessa con costanza e serietà a queste monete, non ha bisogno di un libro per capire la rarità di una moneta; batsa un minimo di esperienza per identificare le zecche e i rovesci più rari....se poi si vuole sapere anche quanto è rara l officina A rispetto alla B le cose cambiano...ma mi domando quanto sia effettivamente utile avere un dato del genere anche collezionando speccificamente per officine e qui mi rivolgo al buon Apostata ;)

Saluti

PS allego una immagine della numero 7 sempre della zecca di alessandria e quindi presumibilmente stilisticamente associabile alla tua...ebbene la corona di alloro che cinge il capo di costante molto simile alla tua ;)...poi se mi sbgalio non ne sarò affatto dispiaciuto...anzi ;)

http://www.wildwinds.com/coins/ric/constan...IC_viii_007.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

justapeek
justapeek mi piacerebbe che tu vedessi la numismatica non solo come investimento ma come passione per le vicende storiche che i personaggi raffigurati hanno vissuto nei secoli.

Come può essere emozionante avere in mano una moneta che l'antico Romano del periodo di Augusto o Nerone o Costantino utilizzava per fare la spesa al mercato o per bere alla taverna!

Se poi la moneta é usurata dal maneggio (scarso valore numismatico) ma alta circolazione! come non può trasmetterti una sensazione di rivivere quei momenti (anche solo con la fantasia supportata dalla conoscenza della storia e degli usi e costumi dell'epoca).

Buon viaggio nella storia!

Ti quoto in pieno, te lo assicuro, ed è questo il modo in cui cerco di ragionare. Ma, purtroppo, almeno per me la filosofia talvolta cozza con la realtà delle cose.

Non è un caso se apprezzo particolarmente monete vissute, e vissute parecchio, ma sono e resto in ogni caso attratto dalle buone conservazioni: che c'è di male nel cercare di coniugare duemila anni di storia con conservazioni elevate (discorso generale, non è il caso della moneta in questione, e di molte altre che pure ho in collezione)?? E' naturale che, a differenza di altri, dovendo fare i conti col portafogli, questo mio intento vada ad accentuare la volontà di non prendere troppe "ciurlate" nei casi in cui la richiesta in euro del venditore risulti altrettanto elevata. E da qui, al tempo stesso, la voglia di conoscere la storia e la necessità di cercare mio malgrado di capire se, ad esempio, quanto mi è stato venduto per "R" è invece "C2", visto che sto valutando la possibilità di vendere qualche moneta per ampliare la mia collezione, e giocoforza devo interessarmi ANCHE di come valutare la rarità, il possibile valore, e quisquilie del genere...

E poi scusa, per te è indifferente se una moneta della tua collezione oltre a suscitarti emozione storica, risulta anche... rara? Per me è un plus non indifferente, perché oltre che emozionante è pure difficile da incontrare, e dunque a maggior ragione va custodita e "protetta".

Comunque, per i tempi a venire avevo già in programma di chiedervi una mano pure con le "croste" (massimo rispetto anche per loro :D) che popolano la mia collezione accanto agli esemplari rari e in elevata conservazione........... e spero sinceramente di poter contare su di te pure per quelle, anche se in certi casi temo sarà un'impresa (e non per la rarità dei pezzi, ma solo perchè non ci si legge quasi niente :blush:)

Edited by justapeek

Share this post


Link to post
Share on other sites

justapeek
Concordo con l'identificazione di Teodato ma non credo che si tratti di un NOTINRIC. Per me il capo è semplicemnte laureato; ciò che mi fa escludere il diadema di rosette è l'apparente mancanza della "patata" sulla fronte di Costanzo II.

Grazie Nikko, per la tua considerazione circa la "patata". L'unica cosa che mi dispiace, è che temo non sarò mai in grado di stabilire se tu ti stia sbagliando, o meno :D

Grazie anche per la tua osservazione circa il discorso della valutazione della rarità. Probabilmente hai ragione tu, "un collezionista che si interessa con costanza e serietà" avrebbe l'informazione nella sua testa. E, aggiungerei io, un "collezionista con parecchio tempo a disposizione". Io di tempo purtroppo o per fortuna ne ho sempre avuto poco, e quindi mi sono sempre affidato a negozianti e commercianti conosciuti e per i quali non mi risultano episodi particolarmente negativi... e questo implica pure che io sono cresciuto poco, da questo punto di vista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.