Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
heineken79

Assegni a taglio fisso

Risposte migliori

heineken79

Ciao ragazzi,

è un po' che non scrivo per problemi di lavoro...

Vedrò come si può rimediare :P

Avrei bisogno di una cortesia: l'articolo su Cronaca Numismatica di ottobre che ho perso riguardante gli assegni a tasso fisso della Cassa di Risparmio di Pisa.

Grazie mille

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

star

Ho lo scanner fuori uso, appena sara' funzionante inviero' l'articolo di CN, si tratta di nr. 7 pagine. :rolleyes:

Star

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus

Ciao ragazzi,

è un po' che non scrivo per problemi di lavoro...

Vedrò come si può rimediare tongue.gif

Avrei bisogno di una cortesia: l'articolo su Cronaca Numismatica di ottobre che ho perso riguardante gli assegni a tasso fisso della Cassa di Risparmio di Pisa.

Grazie mille

Avrei bisogno anch'io di maggiori informazioni su questi assegni, hai più trovato quell'articolo?

Grazie a chi vorrà postare qualcosa a proposito, non necessariamente quell'articolo..

Scusate ma nel titolo c'è scitto a "tasso" ma dovrebbe essere "a taglio" se qualcuno vuol correggere!

Modificato da Acqvavitus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

Non ho l'articolo relativo a questi assegni, ma se si tratta degli stessi che posto sotto, posso dire solamente che sono estremamente comuni.

Questi 5 li ho presi in blocco l'anno scorso per 2 euro, successivamente me li sono tolti perché non mi dicevano nulla.

post-27461-0-09907000-1361054117_thumb.j

Modificato da nikita_

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heineken79

Sì sono questi, in particolare io avevo quelli con al scritta in corsivo.

Ne presi un bel pacchetto per pochi spiccioli e vedere se c'erano delle differenze, non ce n'erano...

Ne ho tenuti un paio e il resto ceduto ad un americano che li studiava, chissà se poi ha pubblicato qualcosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

Forse l'articolo ti può essere più d'aiuto.

Considera che tutti quelli che ho visto sin'ora sono annullati, pagati, timbrati, molto usati.

Possibilmente quelli non perforati ed in ottime condizioni sono rari, ma è solo una supposizione... :unknw:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heineken79

Ne parlai con Gavello 3-4 Verona fa.

L'ipotesi che facemmo - e che mi sembra la più logica - è che in un momento in cui c'è stata carenza di circolante in Toscana, furono utilizzati questi assegni per i pagamenti di tutti i giorni. Dei miniassegni ante litteram.

Passavano di mano in mano - vedi le girate sul retro - finchè non venivano riconsegnati in banca e quindi annullati (o ammortati, come si dice tecnicamente).

Poi, furono dimenticati per decenni, mai distrutti, e probabilmente in occasione di un repulisti sono venuti fuori e qualcuno ha cominciato a farli girare per i mercatini.

I miei li comprai al Cordusio qualche anno fa da un tipo piuttosto noto che li aveva lì - mi disse - da parecchio tempo.

Qualcosa sulla banca, oggi unita con altre due popolari e confluite nel Gruppo Banco Popolare:

http://www.bancopopolare.it/BP/PresenzaGruppo.jsp?Page=PRG_Banca_Dettaglio.jsp&id_Dettaglio=14&Categoria&shortlink=12-16-19-21&bannertop=11&Lingua=Italiano&Sez&Spalla=true&MenuSelected=24

http://www.fondazionepisa.it/index.php?id=24〈=it

http://www.fondazionepisa.it/index.php?id=23〈=it

http://www.fondazionepisa.it/uploads/FANFANI%20CORRETTO.pdf

Modificato da heineken79

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus

Ne parlai con Gavello 3-4 Verona fa.

L'ipotesi che facemmo - e che mi sembra la più logica - è che in un momento in cui c'è stata carenza di circolante in Toscana, furono utilizzati questi assegni per i pagamenti di tutti i giorni. Dei miniassegni ante litteram.

Passavano di mano in mano - vedi le girate sul retro - finchè non venivano riconsegnati in banca e quindi annullati (o ammortati, come si dice tecnicamente).

Poi, furono dimenticati per decenni, mai distrutti, e probabilmente in occasione di un repulisti sono venuti fuori e qualcuno ha cominciato a farli girare per i mercatini.

I miei li comprai al Cordusio qualche anno fa da un tipo piuttosto noto che li aveva lì - mi disse - da parecchio tempo.

Qualcosa sulla banca, oggi unita con altre due popolari e confluite nel Gruppo Banco Popolare:

http://www.bancopopolare.it/BP/PresenzaGruppo.jsp?Page=PRG_Banca_Dettaglio.jsp&id_Dettaglio=14&Categoria&shortlink=12-16-19-21&bannertop=11&Lingua=Italiano&Sez&Spalla=true&MenuSelected=24

http://www.fondazionepisa.it/index.php?id=24〈=it

http://www.fondazionepisa.it/index.php?id=23〈=it

http://www.fondazionepisa.it/uploads/FANFANI%20CORRETTO.pdf

Sommariamente quello che si sa è quello che tu dici, però in passato seppi che quelli con la data con numeri romani furono emessi durante la RSI e furono usati anche per autofinanziare la nuova repubblica, poi usati come normale circolante attreaverso varie girate fino al ritorno in banca.

Secondo questa inserzione: http://www.ebay.it/itm/Banconota-assegno-n-2-assegni-a-taglio-fisso-Lire-100-Repubblica-Sociale-raro-3-/321074028327?pt=Banconote_Italiane&hash=item4ac180df27 sono classificati addirittura R3 secondo il Gavello.

Ora, io non ho il Gavello e non posso dire nulla a riguardo però io personalmente gli ultimi due della foto sopra (che è anche quello che è in vendita) li acquistai tempo fa, se non ricordo male, a circa 20 euro il 100 e 500 lire...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heineken79

Anche questi feci vedere a Gavello :)

Ne avevo un mazzetto che pagai 50 cent l'uno per l'altro <_<

Ho anche quelli dell'ammasso granario ma non a taglio fisso, gli importi sono variabili e sono parecchi grandi.

Avevo conservato qualche foto di alcuni esemplari.

post-118-0-55440700-1361125450_thumb.jpg

post-118-0-94262500-1361125461_thumb.jpg

post-118-0-64922100-1361125472_thumb.jpg

post-118-0-91138200-1361125483_thumb.jpg

post-118-0-15944100-1361125495_thumb.jpg

post-118-0-47034300-1361125508_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus

Questi sono assegni bancari che in effetti non valgono nulla.

Solo gli ultimi due e tutti quelli all'ordine del direttore della banca o di un suo funzionario hanno valore, non eccessivo ma qualcosa valgono.

Modificato da Acqvavitus

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heineken79

Questi sono assegni circolari che in effetti non valgono nulla.

Solo gli ultimi due e tutti quelli all'ordine del direttore della banca o di un suo funzionario hanno valore, non eccessivo ma qualcosa valgono.

Sono tutti assegni bancari ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus

Sono tutti assegni bancari ;)

Si certo, scusami, messaggio modificato.

Visto che hai parlato con Gavello, sicuramente avrai il suo catalogo: cosa dice in riferimento a questi ultimi due assegni a pag. 558 e N° 1200, è vero che c'è scritto R3, e come mai?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heineken79

:pardon: Non saprei... mi sa tanto di rarità "sparata".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus

:pardon: Non saprei... mi sa tanto di rarità "sparata".

Be si, questo si sa, era solo per sapere se era scritto veramente così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aka6969

Salve, ragazzi

Prima del 2000 questi assegni erano effettivamente R3 ,come affermato sul catalogo del Gavello ( fra poco sara' pronto il nuovo lavoro di Franco) ma , nel fatidico anno 2000 due collezionisti entrarono , invitati, in un garage e ne trovarono 9 scatoloni pieni .

Uno ero io

Fu cosi' che da R3 diventarono comunissimi.

Erano scampati alla distruzione ,in una cartiera, perche' furono sottratti da qualche furbone e poi dimenticati nel famoso garage per 60 anni circa.

Questa e' la vera storia degli assegni di Pisa a taglio fisso

Saluti a tutti

Adriano

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Acqvavitus

Salve, ragazzi

Prima del 2000 questi assegni erano effettivamente R3 ,come affermato sul catalogo del Gavello ( fra poco sara' pronto il nuovo lavoro di Franco) ma , nel fatidico anno 2000 due collezionisti entrarono , invitati, in un garage e ne trovarono 9 scatoloni pieni .

Uno ero io

Fu cosi' che da R3 diventarono comunissimi.

Erano scampati alla distruzione ,in una cartiera, perche' furono sottratti da qualche furbone e poi dimenticati nel famoso garage per 60 anni circa.

Questa e' la vera storia degli assegni di Pisa a taglio fisso

Saluti a tutti

Adriano

Allora tutti quelli in circolazione provengono da quegli scatoloni; avevo già sentito di un ritrovamento ma non sapevo più di tanto...be grazie per l'informazione. Chissà quanti altri scatoloni di altra roba storica sono disseminati quà e la in attesa di essere ritrovati....però peccato per quelli che avendo un giorno una rarità si ritrovano il giorno dopo con niente!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×