Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
rickkk

approfondimento
20 lire 1928 ORO PROVA

178 risposte in questa discussione

20 lire 1928 ORO PROVA , Collezionabile?

image00215.jpg

La moneta è in vendita nella prossima asta della Tedesca Lanz, che si svolgerà a New York a Gennaio... base 72000 $

Ecco la descrizione


ITALY
KINGDOM

20 lire 1928 ORO PROVA, Rome. VITTtEMtIIItREt. Helmeted head left. Rv: MEGLIO·VIVERE· / VN·GIORNO·DA· / LEONE· CHE· / CENTO·ANNI· / DA·PECO- / RA MCM XVIII MCMXXVIII on fasces. ITALIA above lion's head, L. / 20 / R at left, ORO PROVA near rim. Pagani prove e progetti 202.?? 32,26g. Exceedingly rare. Very fine hair­lines on obverse otherwise virtually uncirculated.
A piece of 20 lire struck in gold in the size and weight of the large 100 lire to go along with the 1925 issue. A presentation piece ordered by the King and offered personally by Vittorio Emanuele III to the "Marescialli d'Italia" to celebrate the 10th anniversary of the victory in WWI. Mintage below 15. One of the true rarities in the Kingdom of Italy series.

http://www.sixbid.com/nav.php?p=viewlot&am...=98&lot=215

La chiedo a Babbo Natale nella letterina smile.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In queste prove in oro , il motto e' disposto su sei righe invece di sette come nella versione in argento ; inoltre al D/ non sono presenti i nomi dello scultore e dell' incisore della moneta

La scritta ora prova secondo il Montenegro e' presente non perche' era una prova piuttosto per indicare che non era a corso legale

Indubbiamente non poteva esserlo poiche' all' epoca il suo valore intrinseco superava abbondantemento le quattrocento lire pesando 32,25 gr.

Pertanto la coniazione in oro non avrebbe avuto alcun senso per la circolazione e quindi le finalita' sono esclusivamente di ostentazione e celebrative del decennale della Vittoria della Prima Guerra Mondiale

Pagani P.P. 2002 ,Simonetti 61/1 , Montenegro 115

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco il mio sogno, non pensavo fosse commerciabile/vendibile..ma a quanto pare..

Tale moneta rappresenta una delle più alte rarità della monetazione del Regno...per il resto è stato tuto ben spiegato da Piergi.

Quasi quasi a gennaio faccio una capatina a NY...almeno per vederla :-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non è una prova vera e propria ma una sorta di medaglia donata ai marescialli, ho avuto la fortuna di averla in mano anni fa, molto suggestiva, venne venduta a 45.000.000 di lire, oggi presumo varrà almeno 50/60K

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chi mi presta 100.000 $? :lol:

già... medaglia o no... è sempre bella :wub: la preferirei ad esempio ad un 5 lire 1901.

stessa asta anche la doppia di Napoleone per Milano non è male... ;)

saluti,

N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi dispiace ma con quei soldi mi farei parecchie monete di altissima soddisfazione.avere una sola moneta mi sentirei attratto soprattutto dal suo valore commerciale.marcantonio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Molto bella, ma preferisco il mio esemplare in argento con la sua patina ...

in ORO mi trasmette meno emozioni...resta comunque stupenda e molto molto molto molto rara !

ciao

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Una bella "medaglia", anche se riporta il valore nominale di lire 20. Sarebbe interessante sapere a chi apparteneva l'esemplare che sta andando in asta. Di certo possiamo dire, e accetto eventuali smentite, che venne donata (si pensa massimo 12-14 esemplari), ai soliti tromboni che, nella maggior parte dei casi, la Grande Guerra l'avevano vissuta al riparo, salvo poi uscire allo scoperto a cose fatte. Ai soldati superstiti, nel 1968, venne concessa una medaglietta in oro (altro che le lire 20 oro!) e tante grazie.

La moneta è stata sempre collezionabile.

Il pezzo che faceva parte della Collezione Reale è stato invece trafugato (al suo posto un falso di pessima fattura).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono perfettamente d'accordo con quanto detto da elledi a proposito dei tromboni. Queste bellissime monete, quotate con prezzi altissimi(come pure il 5 lire 1901),anche se rarissime, perdono a mio giudizio tantissimo il loro fascino, quando analizzando bene la storia, si scopre che venivano praticamente coniate e regalate dal "re numismatico" per se e per i suoi leccapiedi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

solo una piccola precisazione:

"non è una moneta".

sarà in oro, sarà storica, potrà piacere o meno, ma non è una moneta.

Avrei difficoltà anche a definirla medaglia, dato il finto valore nominale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che la definizione "leccapiedi"sia offensiva in ogni caso.Si trattava dei marescialli d'Italia,alcuni ottimi comandanti(Diaz,Thaon De Revel,il Duca d'Aosta,fra gli altri),altri meno(Cadorna,Badoglio).Grazie(o,per alcuni malgrado) loro abbiamo vinto una sanguinosissima Guerra Mondiale,scusate se e' poco.E' chiaro che chi vince venga omaggiato,succede anche adesso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
Credo che la definizione "leccapiedi"sia offensiva in ogni caso.Si trattava dei marescialli d'Italia,alcuni ottimi comandanti(Diaz,Thaon De Revel,il Duca d'Aosta,fra gli altri),altri meno(Cadorna,Badoglio).Grazie(o,per alcuni malgrado) loro abbiamo vinto una sanguinosissima Guerra Mondiale,scusate se e' poco.E' chiaro che chi vince venga omaggiato,succede anche adesso.

Senza entrare più di tanto in discorsi più ampi, relativamente alle persone e/o ai fatti cui attribuire la vittoria in una guerra, combattuta contro un nostro ex-alleato (voltafaccia a dir poco discutibile) più che omaggiare, in questo, caso direi "imbarcare" sul carro della nuova cricca di governo. Concordo... succede anche adesso :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che la definizione "leccapiedi"sia offensiva in ogni caso.Si trattava dei marescialli d'Italia,alcuni ottimi comandanti(Diaz,Thaon De Revel,il Duca d'Aosta,fra gli altri),altri meno(Cadorna,Badoglio).Grazie(o,per alcuni malgrado) loro abbiamo vinto una sanguinosissima Guerra Mondiale,scusate se e' poco.E' chiaro che chi vince venga omaggiato,succede anche adesso.

Esco un momento fuori tema: guarda, si salva solo il Duca d'Aosta, gli altri erano buoni solo per i calli, e la guerra l'hanno vinta i nostri soldati, giovani e meno giovani. I generali, tranne ovvie eccezioni, erano veramente da vendere a peso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
solo una piccola precisazione:

"non è una moneta".

sarà in oro, sarà storica, potrà piacere o meno, ma non è una moneta.

Avrei difficoltà anche a definirla medaglia, dato il finto valore nominale.

Pienamente d'accordo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Supporter
solo una piccola precisazione:

"non è una moneta".

sarà in oro, sarà storica, potrà piacere o meno, ma non è una moneta.

Avrei difficoltà anche a definirla medaglia, dato il finto valore nominale.

Pienamente d'accordo...

Si potrebbe definire "Oggetto propagandistico, di forma circolare, ad imitazione di moneta, con evidente valore monetario, determinato dal metallo nobile, utilizzato per la produzione". :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il pezzo che faceva parte della Collezione Reale è stato invece trafugato (al suo posto un falso di pessima fattura).

Ma la cosa più squallida fu che scoperto il fatto, volevano farla passare come un UNICUM dato al Re, quella schifezza sequestrata. E ancora, nessuno voleva periziarla, nessuno voleva andare contro la nomenclatura....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Supporter
Esco un momento fuori tema: .....

......... la guerra l'hanno vinta i nostri soldati, giovani e meno giovani.

Fuori tema, ma totalmente d'accordo.

Aggiungerei anche il determinante sforzo bellico dell'Intesa ed il collasso economico-sociale-politico dell'Austria-Ungheria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter
Il pezzo che faceva parte della Collezione Reale è stato invece trafugato (al suo posto un falso di pessima fattura).

Ma la cosa più squallida fu che scoperto il fatto, volevano farla passare come un UNICUM dato al Re, quella schifezza sequestrata. E ancora, nessuno voleva periziarla, nessuno voleva andare contro la nomenclatura....

Questa non la sapevo, ma mi sembra una storia piuttosto interessante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Esco un momento fuori tema: guarda, si salva solo il Duca d'Aosta, gli altri erano buoni solo per i calli, e la guerra l'hanno vinta i nostri soldati, giovani e meno giovani. I generali, tranne ovvie eccezioni, erano veramente da vendere a peso...

Concordo con l' amico elledi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esco un momento fuori tema: guarda, si salva solo il Duca d'Aosta, gli altri erano buoni solo per i calli, e la guerra l'hanno vinta i nostri soldati, giovani e meno giovani. I generali, tranne ovvie eccezioni, erano veramente da vendere a peso...

Concordo con l' amico elledi.

Grazie :D Ma la cosa tragica è che se ci fosse un altro 8 settembre 1943, tranne le solite eccezioni, accadrebbero le stesse cose che accaddero 65 anni fa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Supporter

Speriamo solamente che non ci sia un altro 8 settembre 1943, ne è bastato uno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?