Jump to content
IGNORED

Baiocco 1843 Greg XVI


wuby2007
 Share

Recommended Posts

Ho di recente acquistato la seguente moneta (a mio avviso un bel SPL pieno...forse una delle più belle della mia collezione! :P ):

jrtr3o.jpg

Si tratta della variante Anno XIII con punto dopo anno di pontificato segnalata da D'Incerti e Serafini.

Ho notato che il punto dopo il segno di zecca è mancante; che il punto dopo l'anno di pontificato è spostato rispetto alla "linea" della legenda nonchè di dimensioni più piccole rispetto agli altri punto (tra A e XIII, tra MAX ed A etc. etc.)

A Vs. avviso si tratta del punto del segno di zecca che, per motivi a me non noti, si è spostato verso l'alto? :blink:

Già che ci siamo...come Vi sembra questa moneta? ok, non è una piasta, ma pian piano ci arriverò! :lol:

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


Ciao,

anche se non me ne intendo molto ma devo dirti che la tua moneta merita anche un + difianco alla parola SPL.

ciao

giangi_75it

Link to comment
Share on other sites


Ciao Wuby,

la variante segnalata dal D'Incerti con il punto dopo l'anno del pontificato per della zecca di Bologna e il Serafini si è proporio dimenticato di inserire il 1843 A.XIII per Bologna.

Quello che ti posso dire che il D'Incerti segnala come unica variante del 1843 A.XIII il punto dopo "XVI" di Gregorio, il Serafini invece riporta l'indicazione della tua moneta con il punto posto centralmente tra la R del segno di zecca e l'anno del pontificato XIII.

Quello che ti posso dire che sto verificando la presenza di varianti dei baiocchi in rame di Gregorio XVI e Pio XI visto che nessuno se ne è più dedicato e ti posso dire che posseggo un esemplare del 1843 A.XIII per Roma con il punto spostato in basso e quasi accostato alla R del segno di Zecca, con la titolatura al dritto più stretta rispetto al precedente e anche la data del pontificato(1843) più stretta.

Appena possibile posterò la foto.

Sono contento che anche qualcun'altro abbia la voglia e anche un pò di tempo per dedicarsi allo studio delle possibili varianti di queste monete meno nobili delle piastre ma sempre affascinanti, mi farebbe piacere confrontarmi con te(e naturalmente con tutti quelli che volessero farlo) con te su questo argomento anche per poter arricchire il catalogo di eventuali varianti non riportate.

A presto Riccardo

Comunque Complimenti per l'acquisto

N.B. a proposito ti segnalo che in un lotticino di baiocchi ho trovato un Baiocco di Gregorio XVI argentato fino adesso ne avevo visti solo di Pio IX

Link to comment
Share on other sites


complimenti per la moneta, rarità R, e anche per la foto molto dettagliata.

Sbaglio o il terzo "I" di XIII sembra ribattuto?

:rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Awards

Come vedi lettere della legenda variate e punto spostato, peccato che la foto non sia delle migliori

Ciao

Edited by uragano
Link to comment
Share on other sites


la variante segnalata dal D'Incerti con il punto dopo l'anno del pontificato per della zecca di Bologna e il Serafini si è proporio dimenticato di inserire il 1843 A.XIII per Bologna.

Quello che ti posso dire che il D'Incerti segnala come unica variante del 1843 A.XIII il punto dopo "XVI" di Gregorio, il Serafini invece riporta l'indicazione della tua moneta con il punto posto centralmente tra la R del segno di zecca e l'anno del pontificato XIII.

A mio avviso sul D'Incerti, per questa variante, c'è un errore di stampa (XVI anzichè XIII) e il punto dovrebbe essere dopo l'anno di pontificato (come la mia moneta) e non dopo il XVI di Gregorio....ammeno che non esistano entrambe! :blink:

Comunque ho notato che il D'Incerti segnala numerosissime varianti non riportate in altri cataloghi (Esempio, per un altro anno, GREGOR+punto --> R4) che, purtroppo, hanno rarità elevate ed è quasi impossibile trovarle nei passaggi d'asta! <_<

Quello che ti posso dire che sto verificando la presenza di varianti dei baiocchi in rame di Gregorio XVI e Pio XI visto che nessuno se ne è più dedicato e ti posso dire che posseggo un esemplare del 1843 A.XIII per Roma con il punto spostato in basso e quasi accostato alla R del segno di Zecca, con la titolatura al dritto più stretta rispetto al precedente e anche la data del pontificato(1843) più stretta.

Appena possibile posterò la foto.

Per questa annata, Roma, il punto dopo il segno di zecca è la normalità e il punto dopo anno pontificato (ma non dopo segno di zecca) è la normalità....quello che non capisco, da mio post iniziale, è se il punto è TRASLATO verso l'alto poichè mi sembra più piccolo e di forma diversa.

Sinceramente mi sono focalizzato sulle varianti ben visibili e non presto molto attenzione alle titolature variate piuttosto che allo sfasamento assi, larghezza etc. Appena ho tempo guarderò anche queste!

Sono contento che anche qualcun'altro abbia la voglia e anche un pò di tempo per dedicarsi allo studio delle possibili varianti di queste monete meno nobili delle piastre ma sempre affascinanti, mi farebbe piacere confrontarmi con te(e naturalmente con tutti quelli che volessero farlo) con te su questo argomento anche per poter arricchire il catalogo di eventuali varianti non riportate. Comunque Complimenti per l'acquisto

Uffa....un concorrente! :lol:

Anche io mi sono focalizzato unicamente su Greg XVI e Pio IX cercando di raccogliere tutte le varianti possibili e diciamo che sono a buon punto (spesso, purtroppo, scendendo a compromessi sulla qualità della moneta); perlopiù sto raccogliendo le monete in rame che sono le più ricche di varianti....ogni tanto anche qualche argento.

Il GROSSO problema è che, per queste "monetine", le varianti sono veramente tantissime e molte sono trascurate dai cataloghi. Il Serafini, in una nota a fine pagina (non ho catalogo sottomano), indica vagamente che "altre piccole differenze/varianti" sono possibili per queste monete e sorvola sull'indicarle.

Se hai voglia di leggere altre mie discussioni in materia vedrai che altri utenti hanno postato, a loro volta, alcune foto di monete con varianti non indicate dai cataloghi (vagamente mi ricordo un RCAMIL mezzo baiocco con 6 ribattuto su 5....di solito è indicato il 9 sull'8 o l'8 sul 7)....c'è da impazzire!!!!

N.B. a proposito ti segnalo che in un lotticino di baiocchi ho trovato un Baiocco di Gregorio XVI argentato fino adesso ne avevo visti solo di Pio IX

Postare CON URGENZA fotografia, grazie!....qui o nell'altro post circa monete in argento o argentate! :lol:

Cmq, nei prossimi giorni, se hai voglia, ti mando l'elenco delle monete dei due papi con le varianti che ho individuato ed annotato (un po' dai cataloghi, un po' vedendo foto passate etc) così puoi prendere nota di quelle eventualmente a te mancanti indicandomi, a tua volta, quelle di cui tu sei a conoscenza.

Link to comment
Share on other sites


complimenti per la moneta, rarità R, e anche per la foto molto dettagliata.

Sbaglio o il terzo "I" di XIII sembra ribattuto?

Grazie...faccio sempre scansioni dettagliate per vedere bene i particolari....che poi mi sfuggono :blink: ....effettivamente il terzo I sembra ribattuto, ma la moneta presenta numerose imperfezioni del tondello e potrebbe essere sovrametallo. Riguraderò meglio.

Link to comment
Share on other sites


Si tratta della variante Anno XIII con punto dopo anno di pontificato segnalata da D'Incerti e Serafini.

Ho notato che il punto dopo il segno di zecca è mancante; che il punto dopo l'anno di pontificato è spostato rispetto alla "linea" della legenda nonchè di dimensioni più piccole rispetto agli altri punto (tra A e XIII, tra MAX ed A etc. etc.)

A Vs. avviso si tratta del punto del segno di zecca che, per motivi a me non noti, si è spostato verso l'alto? :blink:

A mio parere è giusta la classificazione dei cataloghi, ossia con punto dopo l'anno di pontificato. Il fatto che sia di dimensioni differenti dagli altri punti può dipendere dal fatto che sia stato aggiunto in altro momento rispetto alla creazione del conio, e quindi con un punzone differente (vedi sotto).

Non credo avrebbe molto senso che il punto del segno di zecca sia finito in tale posizione, probabilmente mancava semplicemente dal conio.

Sbaglio o il terzo "I" di XIII sembra ribattuto?

:rolleyes:

Guardando la moneta nell'assieme, la legenda appare asimmetrica rispetto allo stemma e questo è molto spesso sintomo di un conio modificato per essere riutilizzato. In questo caso la "simmetria" si avrebbe con un anno XI, non è quindi da escludersi che siano stati aggiunti due "I" per riutilizzare un conio ancora valido, ed uno di questi sia stato punzonato fuori linea e quindi risistemato lasciando "l'ombra dell'errore" :P

Credo lo stesso discorso valga per il baiocco postato da uragano, in questo caso sembra un A.X a cui sono state aggiunti tre "I" per arrivare fino a XIII.

Come citato in precedenza il riutilizzo dei coni durante il pontificato di Gregorio XVI è la prassi, ad esempio accade spesso che i rovesci presentino le cifre della data punzonate sul conio sopra altre antecedenti.

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.