Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
villa66

La serie etiopica, 25-santeem EE1936/AD1944

Risposte migliori

villa66

Pardon prego me se la mia lingua suona silly, o più difettoso. Poiché posso parlare soltanto inglese, devo contare sulla traduzione del software per comunicare in Italiano. A volte la traduzione meccanica è… di meno che spereremmo. Così ancora, vogliate gradire le mie scuse per la violenza conosco che devo fare al ambience della vostra forum. :rolleyes:

I miei amici italiani mi hanno insegnato alcune cose interessanti circa l'moneta etiopica. È stato facile da ascoltare loro perché una parte etiopica 25-cent datata EE1936/AD1944 era mai la prima moneta “smerlata„ io sega, in modo da naturalmente ha bruciato la curiosità iniziale molto. Era inoltre, ho imparato più successivamente, una moneta con un collegamento americano forte, essere minted a Filadelfia ed essendo progettando dallo stesso uomo (Gilroy Roberts) che ha progettato il obverse del dollaro mezzo del Kennedy di 1964.

Poiché il mio santeem smerlato 25 è stato così speciale, la notazione nel catalogo del Krause ha interferito la mia attenzione: “Bordi grezzi e raffinati„.

Una coppia dei giorni fa ho avuto varie “delle 1944„ 25 parti del santeem in mie mani e potevo vedere la differenza. Ho pensato che forse potrei ripartire un'immagine con i membri della tribuna. Forse hanno avuti la stessa domanda circa grezzo ed i bordi raffinati, senza avere la probabilità vedere la risposta.

Confrontando le due monete parallelamente, la differenza è drammatica. Le parti grezze del bordo osservano come se i loro pettini siano stati costituiti da una certa specie di punzone rettangolare, mentre le parti raffinate del bordo sono molto più regolari. Qui è un'immagine:

post-12167-1233949138_thumb.jpg

Come potete vedere (speranza di I :) ), la moneta a sinistra è un bordo grezzo KM36 (e KM35 di una volta).

Quello è più del divertimento, come la maggior parte di voi già sa. “I 1944„ santeem smerlato 25, catalogati da Krause come KM36, sono una moneta molto comune. Ma quando lo scellino africano orientale dell'occupazione britannica è stato sostituito dal birr etiopico fatto rivivere di 1945, la parte dei 25 santeem nella nuova moneta era una parte rotonda cataloghi di quel Krause come KM35. È una moneta molto più dura da trovare, nella relativa forma rotonda originale, in ogni modo.

Come accade a volte intorno al mondo (l'americano una parte dai 5 cents di 1883 a volte oro-è stato placcato per passare come moneta dei 5 dollari; o l'italiano 1 centesimo del regno iniziale, forse, che era silver-plated passare comunque come 20 parti di centesimi)…, come a volte accade, occasioni per la frode presenta all'interno di un sistema di moneta. La serie etiopica “di 1944„ ha fornito uno: il santeem rotondo del rame 25, una volta silver-plated, osservato quasi identico al santeem dell'argento 50.

Le autorità hanno reagito al problema ritirando il 25-santeem rotondo, di cui 421.500 si erano pubblicati (anche se i 10m erano stati minted). Lo hanno sostituito con il santeem smerlato 25 durante 1952 e il 1953.

Il grezzo ed i bordi raffinati? È giusto poichè il buonsenso suggerisce: la differenza fra i due è perché le parti rotonde (KM35) del tipo introverso sono state riprese dopo la coniatura ed hanno bordi grezzi, mentre le monete raffinate del bordo originalmente sono state prodotte come monete smerlate (KM36).

Desideri un KM35 rotondo ma non può trovare uno? Ritrovamento giusto un KM36 smerlato con i bordi grezzi! B)

-------------------------------------------

Please pardon me if my language sounds silly, or worse. Since I can speak only English, I have to rely on translating software to communicate in Italiano. Sometimes the mechanical translation is...less than we would hope. So again, please accept my apologies for the violence I know I must be doing to the ambience of your forum. :rolleyes:

My Italian friends have taught me some interesting things about Ethiopian coinage. It has been easy to listen to them because an Ethiopian 25-cent piece dated EE1936/AD1944 was the first “scalloped” coin I ever saw, so of course it ignited a lot of early curiosity. It was also, as I learned later, a coin with a strong American connection, having been minted at Philadelphia and having been designed by the same man (Gilroy Roberts) who designed the obverse of the Kennedy half dollar of 1964.

Because my scalloped 25-santeem has been so special, the notation in the Krause catalog caught my attention: “Crude and refined edges”.

A couple of days ago I had several of the “1944” 25-santeem pieces in my hands and was able to see the difference. I thought maybe I could share a picture with the members of the forum. Maybe some of you have had the same question about crude and refined edges, without having had the chance to see the answer.

Comparing the two coins side-by-side, the difference is dramatic. The crude edge pieces look as if their scallops had been formed by some sort of rectangular punch, whereas the refined edge pieces are much smoother. Here is a picture:

post-12167-1233949138_thumb.jpg

As you can see (I hope :) ), the coin on the left is a crude edge KM36 (and one-time KM35).

That’s more of the fun, as most of you already know. The scalloped “1944” 25-santeem, cataloged by Krause as KM36, is a very common coin. But when the East African shilling of the British Occupation was replaced by the revived Ethiopian birr of 1945, the 25-santeem piece in the new coinage was a round piece that Krause catalogs as KM35. It’s a much tougher coin to find, in its original round form, anyway.

As happens sometimes around the world (the American 5-cent piece of 1883 was sometimes gold-plated to pass as a 5-dollar coin; or the Italian 1-centesimo of the early Kingdom, perhaps, that was silver-plated to pass as a 20-centesimi piece)...anyway, as sometimes happens, opportunities for fraud arise within a coinage system. The Ethiopian series of “1944” provided one: the round copper 25-santeem, when silver-plated, looked almost identical to the silver 50-santeem.

The authorities reacted to the problem by withdrawing the round 25-santeem, of which 421,500 had been issued (although 10M had been minted). They replaced it with the scalloped 25-santeem during 1952 and 1953.

The crude and refined edges? It is just as common sense suggests: the difference between the two is because the round pieces (KM35) of the withdrawn type were reworked after coining and have crude edges, whereas the refined edge coins were originally produced as scalloped coins (KM36).

Want a round KM35 but can’t find one? Just find a scalloped KM36 with crude edges! B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Un pensiero difettoso è venuto ieri a me: Mai realmente ho controllato il mio santeem dell'argento 50 abbastanza molto attentamente per assicurarmi che non fosse giusto un santeem del bronzo 25 che era stato silver-plated (come sopra, passare come santeem 50).

Mine era giusto, fortunatamente. Lo ha conservato dalla sensibilità stupida. :rolleyes: Ma lo sguardo più vicino mi ha ricordato di una domanda che ho avuto a tale proposito “1944„ 50-santeem.

È ci un senso differenziare le .800 versioni fini (KM37) dalle .700 versioni fini (KM37a) tranne una prova di peso specifico, che non conosco come a? Un certo indizio visivo, forse? Una certa differenza nel dado, o l'altra varietà?

----------------------------------

A bad thought came to me yesterday: I never actually checked my silver 50-santeem closely enough to make sure it wasn’t just a bronze 25-santeem that had been silver-plated (as above, to pass as a 50-santeem).

Mine was okay, luckily. It saved me from feeling stupid. :rolleyes: But the closer look reminded me of a question I had about that “1944” 50-santeem.

Is there a way to differentiate the .800 fine version (KM37) from the .700 fine version (KM37a) other than a specific gravity test, which I don’t know how to do? Some visual clue, perhaps? Some difference in the die, or other variety?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×