Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

Celtiche-Gallia.

Risposte migliori

gpittini

DE GREGE EPICURI

E' un po' che non vi tedio con le celtiche, ma oggi voglio mostrarvi questo esempio estremo di stilizzazione. Si tratta di una moneta di rame di 2,0 g. e soli 13 mm. di diametro. Al D. c'è uno dei soliti cavalli, tipicamente celtico ma ben riconoscibile. Al R. : in alto una riga affiancata da due serie di segmenti paralleli, tipo foglioline di abete; ma l'ipotesi più verosimile è che si tratti del vello irsuto di un cinghiale, o forse di due cinghiali, come spesso usava. Il cinghiale si trasforma infatti da una rappresentazione quasi realistica ad elementi sempre più stilizzati e, alla fine, puramente simbolici.

Al di sotto poi due globetti (forse segni di valore) seguiti da un ovale con un globetto interno, che potrebbe far pensare ad un occhio, ma non credo che lo sia.

post-4948-1235034784_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

Dimenticavo: è classificato da Derek Allen (BMC) come 36, e dalla Brenot (Museo di Lione) al n. 58.

post-4948-1235034881_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

arrigome

Quale tedio!!!! ...personalmente l'inserimento delle sue discussioni per me diventano un piacere personale nella ricerca tra cataloghi cartacei e virtuali ... che partono dal "ma dove ho visto questa moneta" al "ma è proprio classificata così?) etc..."

Quindi ecco il mio personale ringraziamento.

Arrigo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek

Quoto Arrigo: io, nella mia ignoranza, non perdo occasione di leggere gli interventi di Gianfranco, che a mio parere rappresentano uno dei momenti di più alta cultura e competenza, senza per questo niente togliere ai molti altri utenti esperti che frequentano il forum e vi contribuiscono attivamente e con tanta passione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Ahia...vedete di non esagerare, che mi fate arrossire (per fortuna in rete non si vede!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

spitz

Per me le monete celtiche hanno un fascino incredibile e cercare di comprendere le loro rappresentazioni astratte è molto interessante.

Direi che l'immagine del rovescio potrebbe essere una spiga.

spiga

spiga 2

Modificato da spitz

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

spitz

Curiosa la lontana similitudine con gli attributi di questo apollo:corona di alloro, occhio , due orecchie , bocca.

Ma il livello di astrazione sarebbe davvero estremo (un Picasso di altri tempi)

apollo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Chissà, in teoria potrebbe. Però quelle che hai postato sono celtiche-britannia, più precisamente Catuvellauni, che a quanto pare utilizzavano la spiga come soggetto frequente, almeno negli aurei.

Nelle celtiche-gallia non ricordo che compaiano spighe, io almeno non ne ho mai viste (sono frequenti invece nelle monete celtiberiche).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

spitz

Si, sono convinto che il tuo diritto è un Apollo superessenziale, anche questo non scherza

apollo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Io direi questo: i Celti-Britannia sono andati molto avanti nella stilizzazione, giungendo a scomporre le immagini, "sparpagliando" ad es. le parti della testa umana, come in un Picasso post-cubista. Se la mia moneta fosse della Britannia (cosa possibile ma improbabile) potresti aver ragione.

Invece i Celti-Gallia ed i Celti-Danubio (quelli delle tue monete intermedie) sono decisamente più tradizionalisti, almeno nel trattamento del corpo umano e degli animali: ci sono deformazioni, stilizzazioni, manierismi (a volte fanno pensare a Walt Disney: ricordi Eta Beta?), ma non scomposizioni e parcellizzazioni. Ti mostro il D. di questa mia dei Celti-Danubio, abbastanza divertente; la parte inferiore è tagliata per una rottura del conio. Si tratta ovviamente di una imitazione delle dracme di Filippo II e Alessandro di Macedonia.

post-4948-1235849012_thumb.jpg

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

spitz

Molto interessante anche questa moneta.

Chi sa se Picasso abbia potuto ispirarsi a monete celtiche così come ha fatto con le sculture africane tribali. Di certo l'arte astratta ha origini molto lontane e nelle monete celtiche c'e' a volte qualche cosa di geniale .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×