Jump to content
IGNORED

SAVOIA Marenghi Collo Lungo


Recommended Posts

Essendo ultimamente interessato dalla monetazione di Vittorio Emanuele II (Regno di Sardegna-Re Eletto-Regno D'Italia) , in questi giorni ho colto l' occasione di arricchire il vassoio dei marenghi collo lungo mettendo le mani su una piccola collezione , circa una decina di esemplari , ritirata da un mio amico commerciante

Tutte monete comuni in discreta conservazione

Per iniziare vi posto il 20 Lire 1855 zecca di Torino

Il primo esemplare e' quello con legenda variata EMMANVEL H

In questo caso leggendo il Gigante 2009 a parita' di conservazione la variante e' leggermente meno costosa

Parlando con alcuni venditori sembrerebbe il contrario , mistero del mercato :D

A voi cosa risulta ?

post-116-1236263178_thumb.jpg

post-116-1236263212_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 87
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • piergi00

    31

  • Maregno

    16

  • aureocollector

    10

  • grazia19.66

    9

Top Posters In This Topic

Posted Images

complimenti Pier!

in effetti (a quanto ricordo, dovrei controllare), la variante in alta conservazione spunta sempre qualcosa in più rispetto alla moneta 'ordinaria'; ma come appena scritto, dovrei controllare.

P.S. ti sei dimenticato una M è EMMANVEL :D

buona serata,

N.

Link to comment
Share on other sites


complimenti Pier!

in effetti (a quanto ricordo, dovrei controllare), la variante in alta conservazione spunta sempre qualcosa in più rispetto alla moneta 'ordinaria'; ma come appena scritto, dovrei controllare.

P.S. ti sei dimenticato una M è EMMANVEL :D

buona serata,

N.

corretto :D

Ok ti ringrazio se controlli le quotazioni , giusto per curiosita'

Link to comment
Share on other sites


Supporter

bravo pier...

una decina di pezzi in ottima conservazione come tuo solito, ormai una per volta non ti basta più :D

Link to comment
Share on other sites


Già che ci siamo:

quali dettagli guardate per giudicare questa tipologia? (per me un po' ostica)

2a domanda:

esiste (e se si vi pregherei se le aveste di postarne le foto) di un esemplare in FdC?

saluti,

N.

Link to comment
Share on other sites


piergi00 05 marzo 2009, 16:27

Essendo ultimamente interessato dalla monetazione di Vittorio Emanuele II (Regno di Sardegna-Re Eletto-Regno D'Italia) , in questi giorni ho colto l' occasione di arricchire il vassoio dei marenghi collo lungo mettendo le mani su una piccola collezione , circa una decina di esemplari , ritirata da un mio amico commerciante

Tutte monete comuni in discreta conservazione

Per iniziare vi posto il 20 Lire 1855 zecca di Torino

Il primo esemplare e' quello con legenda variata EMMANVEL H

In questo caso leggendo il Gigante 2009 a parita' di conservazione la variante e' leggermente meno costosa

Parlando con alcuni venditori sembrerebbe il contrario , mistero del mercato

A voi cosa risulta ?

ciao pier, a me consultando il catalogo ALFA 2007, risultano quotate esattamente uguali, in tutti gli stati di conservazione

Già che ci siamo:

quali dettagli guardate per giudicare questa tipologia? (per me un po' ostica)

2a domanda:

esiste (e se si vi pregherei se le aveste di postarne le foto) di un esemplare in FdC?

saluti,

N.

saluto anche a niko, e rispondo che io di tante che ne ho viste in giro, mai nessuna veramente FDC, a volte c'è chi le spaccia per tali, ma guardandole bene con la lente si vede che hanno circolato. quelle che ho comprato per me sono tutte MB.

Edited by aureocollector
Link to comment
Share on other sites


Già che ci siamo:

quali dettagli guardate per giudicare questa tipologia? (per me un po' ostica)

2a domanda:

esiste (e se si vi pregherei se le aveste di postarne le foto) di un esemplare in FdC?

saluti,

N.

Ciao,

io di solito guardo le stesse cose che si guardano per altre monete e materiali, baffi ,capelli ed orecchioper il dritto e corona per il rovescio.

Di esemplari veramente FDC se ne vedono pochi perchè quasi tutti presentano graffietti nei campi e baffo leggermente consumato.

Ho notato anche che la non definizione del baffo non è sempre segno di circolazione ma anche di mal pressione del conio o dirottura dello stesso nel punto piu' alto del baffo.

Io ne avevo un paio veramente FDC di piu' comuni ma che ora non ho piu'.

Ho imparato da questo forum che ci sono persone preparatissime su tutti gli argomenti , quindi spero in una risposta di DIMITRIOS così da ampliare anche la mia conoscenza.

ciao

Gianluca

Link to comment
Share on other sites


Vi ringrazio delle risposte.

Ciao,

io di solito guardo le stesse cose che si guardano per altre monete e materiali, baffi ,capelli ed orecchioper il dritto e corona per il rovescio.

Di esemplari veramente FDC se ne vedono pochi perchè quasi tutti presentano graffietti nei campi e baffo leggermente consumato.

Ho notato anche che la non definizione del baffo non è sempre segno di circolazione ma anche di mal pressione del conio o dirottura dello stesso nel punto piu' alto del baffo.

Io ne avevo un paio veramente FDC di piu' comuni ma che ora non ho piu'.

Ho imparato da questo forum che ci sono persone preparatissime su tutti gli argomenti , quindi spero in una risposta di DIMITRIOS così da ampliare anche la mia conoscenza.

ciao

Gianluca

Io la prima cosa che guardo è il ciuffo di capelli (spostato più verso il centro della testa) ed il baffo.

In genere nascono già con difetti, e non sempre si ha la percezione tra usura e conio: proprio da qui partiva la mia domanda.

vi ringrazio ancora.

Saluti,

N.

Link to comment
Share on other sites


ciao pier, a me consultando il catalogo ALFA 2007, risultano quotate esattamente uguali, in tutti gli stati di conservazione

Ti ringrazio per l' informazione , ho controllato anche l' edizione 2009 dell' Alfa e la quotazione rimane la stessa per entrambi i tipi

Al contrario nel Montenegro 2009 si osserva una differenza

La variante con H e' considerata moneta comune con valutazioni inferiori in tutte le conservazioni mentre per quella normale il grado di rarita' e' posto ad R

Riporto questa nota presente nel Montenegro :

Questa variante , sconosciuta fino a qualche anno addietro , e' stata resa nota dalla Ditta P. & P. Santamaria nella rivista "Numismatica" , n.3, 1961 , su segnalazione del sig. Mario Carosi

Link to comment
Share on other sites


Pier mi raccomando "lo spessore del bordo" :)

Dimenticavo complimenti per il lotto rilevato, le ho ammirate a lungo.

esiste (e se si vi pregherei se le aveste di postarne le foto) di un esemplare in FdC?

Ti posto la foto di quello più bello che ho :

huiq68.jpg

Questo il suo lato migliore.

Edited by xxxdenari
Link to comment
Share on other sites


esiste (e se si vi pregherei se le aveste di postarne le foto) di un esemplare in FdC?

Ti posto la foto di quello più bello che ho :

Grazie Gian.

come conservazione direi un qSpl. sbaglio? secondo voi?

saluti,

N.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.