Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
benenati

Probabile scudo d' argento

Risposte migliori

benenati

Sono ancora a chiedere informazioni dovute alla mia carenza tecnica.

Potreste dirmi secondo voi se la moneta in questione è uno scudo d' argento di pio VI e soprattutto se potete darmi informazioni dettagliate.

Vi allego le scansioni.

Grazie

post-14583-1250476812_thumb.jpg

post-14583-1250476832_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

Non e' uno scudo e non e' papale... prova a fare tu una ricerca sul Web, inserendo ad esempio la parte iniziale dell'iscrizione (non serve completa), se non trovi niente di interessante prova a sostituire la "V" con la "U".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Si tratta di un tallero di Salisburgo, coniato sotto il principe arcivescovo Geronimo di Colloredo. È un tallero comune, ma storicamente importante, come tutta la serie salisburghese.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fratelupo

Sulla legenda si legge "HIERONYMUS", non so proprio dove hai preso Pio VI...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter
Sulla legenda si legge "HIERONYMUS", non so proprio dove hai preso Pio VI...

Se pensava fosse papale.... nel 1777 il pontefice non poteve essere altro che Pio VI.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36

Poichè sono uno dei pochissimi italiani a collezionare monete di Salisburgo (ho cominciato 40 anni fa e continuo ancora oggi),posso dirti che si tratta di un tallero coniato dall'Arcivescovo Geronimo di Colloredo,che resse l'arcidiocesi e la città tra il 14 marzo 1772 e l'11 febbraio del 1803.

Fu anche l'ultimo vescovo-conte perchè dopo di lui la città fu affidata ad una nostra conoscenza,cioè a Ferdinando,arciduca di Toscana,Principe Elettore ,che coniò tra il 1803 ed il 1806 monete d'oro,argento e bronzo.Con il trattato di Pressburg Salisburgo venne incorporata all'Austria.

Successivamente la zecca di Salisburgo fu ancora attiva per tre anni .Le monete al tipo di Francesco I ( II) portano il segno di zecca D .

Il tallero che hai postato è il n.2430 del cat.Probszt. E una moneta comune. La stimo 100/120 bb, 200 spl e se fosse FDC potrebbe spuntare anche 300 euro.

E stata falsificata dai cinesi ,ma al tipo successivo con un'altro stemma al rovescio.Questa per ora non l'hanno ancora taroccata.

La moneta originale ha un diametro di 42 mm circa e pesa 28 grammi e qualche centesimo. ( le mie variano da 28 a 28,07)

Se ti serve altro chiedi e vedrò di accontentarti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Liutprand
Supporter

Aggiungiamo pure che l'Arcivescovo Colloredo fu il mecenate di Mozart, anche se i rapporti trai due furono sempre...poco idilliaci.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×