Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
coins

Monete investimento austria

Buon giorno sarei curioso di avere più notizie sulle "monete investimento" austriache, qualcuno può aiutarmi? Grazie infinite a tutti :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

La zecca austriaca è una delle più attive e, secondo me, produce tra le monete più belle. Ovviamente le sue monete d'investimento non hanno la popolarità della sterlina o del rand. Ovvio, per scegliere quale tipo di moneta, devi anche decidere che somma vuoi investire.

Per avere notizie, rivolgiti a questo sito.

http://www.austrian-mint.com/

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La zecca austriaca è una delle più attive e, secondo me, produce tra le monete più belle. Ovviamente le sue monete d'investimento non hanno la popolarità della sterlina o del rand. Ovvio, per scegliere quale tipo di moneta, devi anche decidere che somma vuoi investire.

Per avere notizie, rivolgiti a questo sito.

http://www.austrian-mint.com/

Le "Filarmoniche" auree sono la prima vera moneta in €uro coniata con fine di investimento, in quattro diverse misure; una gradita novità nell'ambito delle monete di investimento, a mio parere un ottima scelta, al pari della sterlina, del krugerrand e della gold eagle americana; coniate sin dal 2002, la qualità del conio è indiscussa, come lo è quella di ogni altra moneta austriaca, e le tirature sono relativamente contenute (soprattutto quelle del 1/4 d'oncia - 25 €).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le "Filarmoniche" auree sono la prima vera moneta in €uro coniata con fine di investimento, in quattro diverse misure; una gradita novità nell'ambito delle monete di investimento, a mio parere un ottima scelta, al pari della sterlina, del krugerrand e della gold eagle americana; coniate sin dal 2002, la qualità del conio è indiscussa, come lo è quella di ogni altra moneta austriaca, e le tirature sono relativamente contenute (soprattutto quelle del 1/4 d'oncia - 25 €).

Infatti, a mio modesto avviso, le tirature sono l'unico "neo"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per onore del vero, vorrei segnalare che tali monete vengono emesse a partire dal 1989.

Dal 1989 al 2001 in Scellini, in tagli da 200 SCH, 500 SCH, 1000 SCH e 2000 SCH

(rispettivamente 1/10 1/4 1/2 e 1 oncia).

Dal 2002, con l'entrata in vigore dell'euro, i rispettivi tagli sono diventati

10 - 25 - 50 - 100 euro.

Nel 2004, una tantum è stata emessa una 100.000 euro (pari a 1000 once) e tiratura limitata a 15 esemolari.

Negli anni 2008 e 2009 è stata emessa una bullion in argento con taglio da 1,5 euro (pari a 1 oncia di argento).

Per tutte le emissioni, la percentuale di fino è pari a 999,9

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per tutte le emissioni, la percentuale di fino e pari a 999,9

A parte l'indubbio vantaggio di possedere monete con tale millesimo di oro, presumo che con tali caratteristiche la moneta si possa piegare quasi con le dita...

Deduco che durante il processo di coniazione anche la pressione del conio dovrebb'essere proporzionata alla duttilità del metallo...

Secondo voi queste peculiarità della materia prima giocano a favore o a sfavore del risultato finale, in termini di qualità del conio, estetica e prezzo... ??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per tutte le emissioni, la percentuale di fino e pari a 999,9

A parte l'indubbio vantaggio di possedere monete con tale millesimo di oro, presumo che con tali caratteristiche la moneta si possa piegare quasi con le dita...

Deduco che durante il processo di coniazione anche la pressione del conio dovrebb'essere proporzionata alla duttilità del metallo...

Secondo voi queste peculiarità della materia prima giocano a favore o a sfavore del risultato finale, in termini di qualità del conio, estetica e prezzo... ??

Beh, il prezzo che io sappia è parametrato al valore bruto del metallo, proprio come ogni moneta di investimento, per cui non credo che ci siano ripercussioni della lavorazione sul prezzo; quanto agli altri due aspetti, non sono un esperto di materiali...

Per onore del vero, vorrei segnalare che tali monete vengono emesse a partire dal 1989.

Dal 1989 al 2001 in Scellini, in tagli da 200 SCH, 500 SCH, 1000 SCH e 2000 SCH

(rispettivamente 1/10 1/4 1/2 e 1 oncia).

Dal 2002, con l'entrata in vigore dell'euro, i rispettivi tagli sono diventati

10 - 25 - 50 - 100 euro.

Nel 2004, una tantum è stata emessa una 100.000 euro (pari a 1000 once) e tiratura limitata a 15 esemolari.

Negli anni 2008 e 2009 è stata emessa una bullion in argento con taglio da 1,5 euro (pari a 1 oncia di argento).

Per tutte le emissioni, la percentuale di fino e pari a 999,9

Vero, è stata fatta la conversione in euro, ma la moneta prima esisteva già.

Si sa qual è il destino degli esemplari da 1000 oncie?

Gli argenti da 1 oz sono una recentissima novità, stesso disegno dell'oro, una emissione in più per chi colleziona le oncie d'argento del mondo (ci voleva un'oncia in Euro!).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per tutte le emissioni, la percentuale di fino e pari a 999,9

A parte l'indubbio vantaggio di possedere monete con tale millesimo di oro, presumo che con tali caratteristiche la moneta si possa piegare quasi con le dita...

Deduco che durante il processo di coniazione anche la pressione del conio dovrebb'essere proporzionata alla duttilità del metallo...

Secondo voi queste peculiarità della materia prima giocano a favore o a sfavore del risultato finale, in termini di qualità del conio, estetica e prezzo... ??

Posseggo la serie di 4 monete del 2002 e vi posso garantire che non si piegano! :P

Dal punto del disegno e del conio, averle tra le mani è una cosa sublime.

Sono monete davvero belle, eleganti e dal conio impeccabile, rispecchiando in pieno (pur non essendo fondo specchio :D :D ) l'innegabile gusto estetico e pittorico nonchè la tecnica monetale della zecca viennese.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per tutte le emissioni, la percentuale di fino e pari a 999,9

A parte l'indubbio vantaggio di possedere monete con tale millesimo di oro, presumo che con tali caratteristiche la moneta si possa piegare quasi con le dita...

Deduco che durante il processo di coniazione anche la pressione del conio dovrebb'essere proporzionata alla duttilità del metallo...

Secondo voi queste peculiarità della materia prima giocano a favore o a sfavore del risultato finale, in termini di qualità del conio, estetica e prezzo... ??

Posseggo la serie di 4 monete del 2002 e vi posso garantire che non si piegano! :P

Dal punto del disegno e del conio, averle tra le mani è una cosa sublime.

Sono monete davvero belle, eleganti e dal conio impeccabile, rispecchiando in pieno (pur non essendo fondo specchio :D :D ) l'innegabile gusto estetico e pittorico nonchè la tecnica monetale della zecca viennese.

Sto sbavando...

Do un'occhiata ai cataloghi :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per tutte le emissioni, la percentuale di fino e pari a 999,9

A parte l'indubbio vantaggio di possedere monete con tale millesimo di oro, presumo che con tali caratteristiche la moneta si possa piegare quasi con le dita...

Assolutamente impossibile devi sapere che il peso specifico dell'oro è di quasi il doppio dell'argento, argento 10.49 oro 19.25 Kg/dm3, superato solo dal platino 21,4 Kg/dm3.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per tutte le emissioni, la percentuale di fino e pari a 999,9

A parte l'indubbio vantaggio di possedere monete con tale millesimo di oro, presumo che con tali caratteristiche la moneta si possa piegare quasi con le dita...

Assolutamente impossibile devi sapere che il peso specifico dell'oro è di quasi il doppio dell'argento, argento 10.49 oro 19.25 Kg/dm3, superato solo dal platino 21,4 Kg/dm3.

Ho volutamente enfatizzato...

Non sapevo però che il peso specifico dell'oro fosse il doppio dell'argento !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Quando sono andato a visitare Vienna ho deciso di portarmi a casa un regalino dalla zecca. Ho scelto qualcosa che non potesse essere spedito e quindi ho puntato su queste monete.

Causa ristrettezze economiche ho preso la moneta d'oro da 10€ (1/10 d'oncia d'oro puro) e due monete da 1,50€ (1 oncia d'argento). Non ho potuto censurare i miei istinti da collezionista quindi ho anche preso i cofanetti in legno con velluto rosso all'interno.

Che dire... le trovo stupende. L'oncia d'argento è poderosa, importante. 1/10 d'oncia invece è piccolo ma elegantissima. Mi sento in dovere di quotare al 100% Miroita!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?