Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
camerlengo

Medaglia Pio X - Mayer

Questa volta metto a dura prova gli esperti del forum, anche perchè il materiale in giro è scarsissimo...

La medaglia è quella raffigurata da Modesti, nel suo libro "Pio X e Benedetto XV nella medaglia", alla pag.19, n.1, quella, per capirci, con i profili dei sessantadue cardinali elettori al Conclave del 1903.

Qualcuno è in possesso dell'articolo di Bartolotti sulla rivista La Numismatica del settembre 1972 in cui la medaglia viene definita rara? Oppure di qualsiasi altra notizia che riguardi detta medaglia? Esistono coniazioni diverse da quelle che indica il Modesti (che ricordo, parla solo di argento e bronzo, quest'ultimo anche argentato e dorato)?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Patrignani pubblicò nel 1949 sul Bollettino di studi napoletani una sintesi dele medaglie emesse da Leone XIII a Pio XI.

Nella parte Pio X - Anno I , con riferimento alle coniazioni straniere, cita 6 medaglie tedesche e fra esse due (di G. Mayer e G. Frantz) "risultate introvabili".

Per tanti anni il Patrignani è stato ritenuto autorevolissimo; con le pubblicazioni più recenti, frutto di studi approfonditi, molte valutazioni sono state messe in discussione.

Penso che il Bartolotti nel suo articolo su questa medaglia molto bella e suggestiva (non ho la rivista con il suo articolo) sia stato inflenzato da colui che era ritenuto il maestro, parlando di medaglia rara, e anche Modesti rioproducendo la notizia la avalla.

Invero questa medaglia, almeno in bronzo o bronzo argentato, è piuttosto comune soprattutto nelle aste straniere e nei listini.

Come si spiega? Io considero che in passato le relazioni internazionali erano contenute e quindi in Italia le medaglie papali straniere si reperivano con difficoltà. Questa è una spiegazione plausibile; altrimenti sui dovrebbe pensare a riconiazioni, delle quali non ho mai sentito parlare. Sarebbe interessante sapere della proprietà dei coni.

E ora riferisco una curiosità. Io possiedo questa medaglia in bronzo con lo stesso diritto e al rovescio una dedica incisa a Annie Leary papal countess, nota filantropa. Sembra trattarsi di un unicum donato per benemerenza. La curiosità sta nel fatto che una medaglia di produzione privata assurge ad ufficialità con il conferimento per benemerenza in luogo delle decorazioni tradizionali. Perché? Forse il fatto che il diritto riproduca oltre al ritratto del Papa anche quello dei cardinali e dia una visione complessiva della chiesa potrebbe essere la spiegazione, ma sono alla ricerca di un ragionamento più solido. Spero che qualcuno degli amici del forum mi possa aiutare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Renzo, sapevo di potere contare su di te.

La tua risposta, come sempre, va ben oltre ciò che speravo.

Possiedo quella medaglia, ma non tutto collima con la descrizione del Modesti: il mio esemplare ha diametro regolare di 60 mm, ma non è in bronzo (sembra alluminio o comunque una sorta di "argentone") ed un peso di 53,2 grammi.

Il disegno è assolutamente identico a quanto pubblicato dal Modesti, anche nei particolari; i nomi dei Cardinali sono leggibili (con lente, ovviamente), così come sono leggibili i loro profili; altrettanto leggibili sono le lettere ad ore 5/6 del rovescio (M. & W. ST.). L'unica cosa che noto è una certa porosità nei campi (quasi fosse fusa). Per quanto io possa essere attendibile, inoltre, non la giudico una medaglia dei giorni nostri.

Dunque? Un riconio successivo, come ho sempre pensato? Ma chi può avere interesse a riconiare, seppure in metallo povero, una medaglia dal mercato così ristretto? I costi supererebbero i ricavi. Tranne che a riconiare sia stato chi sia in possesso dei coni originali. Anche perchè si tratta di una medaglia dal disegno tanto particolare che riesce difficile pensare ad un falso ottenuto in altro modo.

Credo pertanto che il tuo ragionamento sulla rarità o meno della medaglia, sia da avallare in toto. E credo anche che finchè non si saprà dove sono finiti i coni, si possa fondatamente pensare a successive riconiazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se può essere utile

Vi segnalo che in collezione posseggo 3 esemplari della medaglia in oggetto

una d'argento - ma l'argento è raro !!! Negli ultimi 10 anni (vado a memoria) in asta nè ho vista una soltanto - per me è R2/R3

una in bronzo - mi sembra di poterla classificare R

una unifacce in bronzo del solo dritto - per me R4 non nè ho mai viste altre, nè pubblicate, nè in asta ed evidentemente non nè esistono in collezioni pubbliche (ad esclusione di quella segnalata da Renzo)

Saluti da Fabio22

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ritengo questa medaglia assolutamente affascinante...

Sarebbe interessante conoscere il peso delle vostre medaglie in bronzo e, perchè no, anche di quella in argento, per capire se i dati riportati dal Modesti sono effettivamente solo e soltanto quelli oppure se esistono altre coniazioni più leggere, come la mia. Chiedo troppo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ne ho viste e ne possiedo di diversi spessori: Ho sotto gli occhi l'asta 2008 di Tkalech - argento (?)- g. 70,79 - mm. 60,10 (ben diversa dal Modesti)

Se la tua ha diametro 58-59 mm. può essere fusa, altrimenti è prodotta con il conio originale, ma c'è abbondanza di provenienza tedesca e varietà di pesi.

La medaglia è bellissima; sapendo della rarità sono arrivato ad averne 4 in bronzo o argentate. Poi ho capito che si tratta di un pezzo ambito, ma abbastanza comune,

Recentemente ne avevo acquistata una dichiarata in argento, di alto spessore, che ho restituito perchè presumibilmente argentata ( argentatura bellissima, perfetta, che non poteva essere saggiata). Essendo medaglia a fondo opaco la distinzione dell'argento è un rompicapo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

questa è l'unifacce di Mayerpost-14845-1254417718,91_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Fabio e grazie per l'ottima foto che conferma il mio ragionamento.

Come potrai constatare pure tu dalle (purtroppo non ottime) immagini del mio esemplare, le differenze sono notevoli e non solo nel materiale impiegato.

Il conio sul dritto appare un pò stanco, mentre al rovescio si presenta molto ma molto più nitido.

Comunque sia, al di là della sua vera o solo affermata rarità (ma già solo tra noi ne sono usciti fuori diversi esemplari...), rimane una gran bella medaglia.

Che è poi l'unica cosa importante.

post-12282-1255262112,6_thumb.jpg

post-12282-1255262121,98_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il Tuo esemplare è veramente molto bello e in ottima conservazione, se riesci a fare foto migliori (frontali), è inseribile nell'apposita scheda (già pronta) del catalogo di Pio X Anno I

saluti da Fabio22

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie per i complimenti.

Proverò nel fine settimana ad inserire qualche immagine nel catalogo.

Mi raccomando, però: se sbaglio, mi corrigerete...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?