Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gordon

Convenzione Colori Negli Stemmi Araldici

Risposte migliori

gordon

in che epoca storica si è convenuto di sostituire ,ma sarebbe forse meglio dire indicare con tratteggio il colore,ma sempre solo

nella stampa,poichè non conosco simili espedienti indicati nella scultura di stemmi.

stemmi anche realizzati in tempi recenti. (ottocento).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Si chiama metodo Pietrasanta inventato o comunque codificato dal gesuita Silvestro da Pietrasanta morto a metà `600. Quindi almeno 4 secoli di utilizzo perlomeno B)

Edit: ecco un link in merito http://en.wikipedia.org/wiki/Hatching_system

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gordon

Si chiama metodo Pietrasanta inventato o comunque codificato dal gesuita Silvestro da Pietrasanta morto a metà `600. Quindi almeno 4 secoli di utilizzo perlomeno B)

Edit: ecco un link in merito http://en.wikipedia.org/wiki/Hatching_system

grazie per la cortese e veloce e competente risposta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

Ciao Gordon,

tieni presente che quando fu ideato il metodo, molti libri recavano illustrazioni ottenute incidendo lastre di pietra, metallo, ecc. .

Nelle copertine e nei frontespizi dei testi dell'epoca capita spesso di vedere effigiati degli stemmi : di persone a cui l'opera era dedicata, o altro.

Credo sia stato questo uno dei motivi principali che portarono alla scelta di un metodo che "rendesse" l'idea dei colori originali.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gordon

la convenzione (pietrasanta)-indicare con il tratteggio i colori corrispondenti- usata nella stampa,e che non mi risulta sia

stata usata negli stemmi lapidei,è stata usata nei sigilli metallici ?

come facevano ad indicare i relativi colori nei sigilli in metallo?

grazie saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

la convenzione (pietrasanta)-indicare con il tratteggio i colori corrispondenti- usata nella stampa,e che non mi risulta sia

stata usata negli stemmi lapidei,è stata usata nei sigilli metallici ?

come facevano ad indicare i relativi colori nei sigilli in metallo?

grazie saluti

Ho visto un anello con uno stemma nobiliare che recava il tratteggio indicante i colori del blasone ma non era usabile come sigillo: altro non saprei dirti....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gordon

antico? grazie comunque per la risposta

saluti a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandokan
Supporter

antico? grazie comunque per la risposta

saluti a tutti

No, l'anello in questione non era antico.

Ripensandoci, non credo siano comuni i sigilli con i tratteggi indicante i colori : risulterebbero poco marcati e quindi scarsamente leggibili dovendo venire graffiti leggermente, al contrario dei contorni delle figure e del blasone che devono - in un piccolo spazio - risultare chiari ed evidenti e pertanto incisi più a fondo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×