Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
JunoMoneta

Aes Grave Janus / Prora Navis

Salve a tutti i venerabili esperti di numismatica repubblicana.

Vorrei un parere su questo esemplare di Aes Grave di fusione con Giano bifronte / Prora di trireme rivolta a dx. con doppia indicazione di valore al D e al R. Il modulo è di 69 mm mentre il peso di 305 grammi.

Perdonate la modesta qualità della riproduzione fotografica:

aes_janus.jpg

aes_prora.jpg

Da quel poco che so la coniazione della serie Giano / Prua dovrebbe principiare attorno al 225 a. C. con il peso di 240 scrupoli (che dovrebbero essere ca. 300 grammi) per subire poi drastiche decurtazioni. Altre osservazioni?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non riesci a fare delle foto messe a fuoco? altrimenti risulta dura dare dei giudizi.

Riguardo alla datazione di queste monete, diffida molto di quello che leggi sui libri, le datazioni delle prime monete repubblicane sono tutte fortemente ribassate. Questa moneta probabilmente celebra la vittoria navale di Anzio, avvenuta nel 335 aC, quindi un secolo prima, almeno così si è sempre ritenuto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Mille grazie per la tua interessante risposta Plinius!

Per la foto, purtroppo non dispongo di attrezzature idonee, e nella maggioranza dei casi faccio uso di uno scanner. Fuori discussione per questa moneta che pesa troppo ed è praticamente in altorilievo.

L'avevo sentita anch'io la storia dei rostri souvenir della battaglia di Anzio, ma non mi dirai mica che questo asse è coevo??? Se non ti chiedo troppo, mi piacerebbe avere qualche buon riscontro bibliografico sulla prima monetazione fusa di Roma.

Grazie ancora.

Modificato da JunoMoneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da quel poco che so la coniazione della serie Giano / Prua dovrebbe principiare attorno al 225 a. C. con il peso di 240 scrupoli (che dovrebbero essere ca. 300 grammi) per subire poi drastiche decurtazioni. Altre osservazioni?

Questo secondo il Crawford.

Ti riporto qui un breve sunto circa le ipotesi sostenute dai vari studiosi:

Eckhel (1792) - tempi di Servio Tullio

Marchi e Tessieri (1839) - tempi di Numa

Lenormant (1844) - dopo il 390

Mommsen (1860) - dopo l'età dei decemviri (metà del V secolo)

Forzoni (1995) - prima del 338 a.C.

Corradi (2003) - 423 circa

Samwer e Bahrfeldt (1883) - poco prima del 350 a.C.

A sostegno della tesi che vede il tipo emesso all'indomani della battaglia di Anzio (338 a.C.) - Millingen (dal 334), Babelon, Soutzo, Grueber (dal 338 al 269), Haeberlin (dal 335 al 286), Willers (343-340), Hill, Cesano, Breglia, Alteri, Panvini Rosati.

Giesecke (1922) - dal 312

Sydenham (1926) - dal 311

Mattingly (1928) - intorno al 300

Giesecke (1928) - 290 (cambiò ancora opinione nel 1934, abbassando la datazione alla guerra con Pirro)

Milne (1942) - dopo il 289 (nel 1946 ritrattò alzando la datazione alla seconda metà del IV secolo)

Mattingly (1929) - dopo il 260 (battaglia di Milazzo) di simile avviso anche Thomsen e Zehnacker)

Pedroni (1996) - 258

Thurlow e Vecchi (1979) - dal 240

Mattingly (1945) - 235

Crawford (1974 e 1985) - dal 225

Sydenham (1952) - tra il 222 ed il 205

Questo sunto è tratto da PRORÆ, di Antonio Morello (Editrice Diana), ove potrai trovare maggiori dettagli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Gentilissimo Rapax! ;)

Ma lo sai che il saggio di Morello dovrei averlo anch'io da qualche parte, sepolto sotto pile di libri? Si tratta per caso di uno dei Quaderni di studio del Circolo Mario Rasile di Formia? Mi pare che la casa editrice fosse pure Diana...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che tu ti riferisca ad un'altra sua pubblicazione dal nome simile, ovvero "Prora Navis"

post-1800-1264960381,65_thumb.jpg

Lo stralcio che ho postato invece è tratto da questa:

post-1800-1264960464,08_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

E infatti è proprio quello. Beh - che dire? - vedrò di procurarmi anche "Prorae", sperando che sia reperibile ed economicamente accessibile. Uno degli scogli che mi hanno sempre frenato nell'approfondire la splendida numismatica romana è proprio quello che i "classici" sono normalmente inaccessibili su entrambi i fronti. Ho tanti piccoli libri dal prezzo e dall'ingombro moderato...

Modificato da JunoMoneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?