Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Guest utente3487

approfondimento
I GRANDI FALSI 2

29 risposte in questa discussione

Nell'Olimpo dei falsi un posto d'onore lo merita anche questa moneta, che ha visto i falsi spaziare da pezzi insidiosi apparsi sul mercato a quelli di fantasia con l'effige di Mussolini.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

m è capitato tempo fa di trovare un falso di qst moneta in un mercatino. Ben riprodotta in FDC prezzata euro 60 ed esplicitamente dichiarata falsa. Secondo voi vale la pena acquistare monete del genere a questi prezzi??? :unsure: :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

forse il discorso cambia per un falso d'epoca ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

forse il discorso cambia per un falso d'epoca ?

I falsi di oggi saranno i falsi d'epoca di domani....

Secondo me l'acquisto di un falso può essere motivato solo per fini di studio, specie quando è molto insidioso...senza spendere troppo però...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Supporter

forse il discorso cambia per un falso d'epoca ?

I falsi di oggi saranno i falsi d'epoca di domani....

Secondo me l'acquisto di un falso può essere motivato solo per fini di studio, specie quando è molto insidioso...senza spendere troppo però...

Perfetto come sempre, concordo in pieno. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se ne vedono a vagonate ormai. . . e anche di bellini. . .

Saluti

Marco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se ne vedono a vagonate ormai. . . e anche di bellini. . .

Saluti

Marco

Se uno vuole studiarli dovrebbe acquistare i vari falsi provenienti da diversi coni, per capire l'abilità dei falsari.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

...

I falsi di oggi saranno i falsi d'epoca di domani....

...

Ciao Elledi,

personalmente (non per il piacere di imporre o di impormi, ma unicamente per intenderci meglio) mi piacerebbe ci si attenesse tutti alla seguente definizione di "falso d'epoca" (qui di seguito da discussione )

Il concetto è molto semplice: il falso d'epoca è contemporaneo alla moneta che vuole imitare ed ha lo scopo di circolare insieme o al posto di quella.

I falsi d'epoca (o forse sarebbe meglio dire più in generale le contraffazioni d'epoca) hanno uno status ben differente dalle patacche odierne, e sono oggetto di collezionismo e anche di dotte dissertazioni: basta pensare ai cosiddetti "radiati barbarici", alle imitazioni balcaniche della moneta bizantina e veneziana o alla serie dei luigini. Detto questo la vedo come un area piuttosto specialistica che non consiglierei a un neofita: prima di studiare i falsi è meglio conoscere bene le monete originali ;)

Si possono usare anche termini diversi, ma secondo me sarebbe meglio distinguere le due finalità:

a ) imbrogliare il collezionista

b ) mettere in circolazione moneta falsa per acquistare beni o servizi.

Un salutone,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si, hai ragione. Mi sono espresso male.

Intendevo dire che tra cento anni anche i falsi pacchiani dei nostri tempi magari verranno apprezzati :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Detto questo la vedo come un area piuttosto specialistica che non consiglierei a un neofita: prima di studiare i falsi è meglio conoscere bene le monete originali

Come non essere d'accordo? Del resto, gli stessi falsari studiano sempre molto bene gli originali....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

i falsi d'epoca, a mio modestissimo parere, sono i falsi nati per truffare durante la circolazione del periodo della moneta...e per questo interessanti...fanno parte della storia della circolazione monetaria del periodo...spesso il difficile e' stabilre se il falso e' attuale o d'epoca....

ad esempio...sulla cartamoneta...ci sono dei falsi che sicuramente valgono, commercialmente, piu' dell'originale..esempio le 1.000 lire Giuseppe Verdi...sia 1^ che 2^ tipo....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ci sono dei falsi che sicuramente valgono, commercialmente, piu' dell'originale..esempio le 1.000 lire Giuseppe Verdi...sia 1^ che 2^ tipo....

Come mai Riccardo? Spiegaci che è interessante... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In un catalogo, accanto a pezzi importanti ho trovato lire 100 elmetto in oro definita medaglia.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Però...i falsi del Padovanino come li consideri? :P :P :P

Capolavori, non puoi negarlo.....

e quelli che avevano appioppato a VEIII?

Ti ho messo in difficoltà eh? :D :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dunque....i falsi d'epoca (cioe' quelli nati per truffare la circolazione) interessanti , cioe' difficili da reperire...sono quelli che rarissimamente, come appunto i Verdi 1^ e 2^ tipo...si vedono ...--e si sono visti...in giro...(circolazione e collezionismo).come pure i 5000 e 10.000 Repubbliche Marinare....mentre piu' spesso e' capitato di vedere pezzi del regno.....dai grossi 1.000 lire.....fino alle lirette in carta...anche dei primi tipi del 900...

i Padovanini...e qualsiasi altro falso "Numismatico"...sono, sempre a mio parere, altro siscorso:

se pur validi , attraenti e magari quotati (perche' appunto falsi d'autore)...sono sempre dei falsi fatti per truffare il colleziomnista...e quindi fanno parte non tanto della storia della circolazione monetaria del periodo (es.Padovanini periodo romano)...ma della storia..trufaldina ....del periodo storico di chi le ha prodotti....

come se un noto pittore contemporaneo facesse dei falsi di biglietti da 100.000 Manzoni....magari firmandoli....sarebbero dei falsi....magari riconosciuti dei capolavori...magari pure quotati...ma non falsi per la circolazione;

circa 20/25 anni fa , invece, se la memoria non mi inganna, ci fu un personaggio...che poi divenne un affermato artista, che fece a mano dei francobolli....delle vere e proprie opere d'arte...alcuni addirittura di fantasia!! e sempre se non ricordo male. o non venne condannato....oppure la pena fu lievissima...in quanto...firmando ogni sua "opera"...lui asseriva che l'unica sua colpa era di spedire senza affrancare...poichew quello non era un francobollo falso...ma un'opera d'artye unica....e firmata.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dunque....i falsi d'epoca (cioe' quelli nati per truffare la circolazione) interessanti , cioe' difficili da reperire...sono quelli che rarissimamente, come appunto i Verdi 1^ e 2^ tipo...si vedono ...--e si sono visti...in giro...(circolazione e collezionismo).come pure i 5000 e 10.000 Repubbliche Marinare....mentre piu' spesso e' capitato di vedere pezzi del regno.....dai grossi 1.000 lire.....fino alle lirette in carta...anche dei primi tipi del 900...

i Padovanini...e qualsiasi altro falso "Numismatico"...sono, sempre a mio parere, altro siscorso:

se pur validi , attraenti e magari quotati (perche' appunto falsi d'autore)...sono sempre dei falsi fatti per truffare il colleziomnista...e quindi fanno parte non tanto della storia della circolazione monetaria del periodo (es.Padovanini periodo romano)...ma della storia..trufaldina ....del periodo storico di chi le ha prodotti....

come se un noto pittore contemporaneo facesse dei falsi di biglietti da 100.000 Manzoni....magari firmandoli....sarebbero dei falsi....magari riconosciuti dei capolavori...magari pure quotati...ma non falsi per la circolazione;

circa 20/25 anni fa , invece, se la memoria non mi inganna, ci fu un personaggio...che poi divenne un affermato artista, che fece a mano dei francobolli....delle vere e proprie opere d'arte...alcuni addirittura di fantasia!! e sempre se non ricordo male. o non venne condannato....oppure la pena fu lievissima...in quanto...firmando ogni sua "opera"...lui asseriva che l'unica sua colpa era di spedire senza affrancare...poichew quello non era un francobollo falso...ma un'opera d'artye unica....e firmata.....

Sono d'accordo con te, ma lo si che alcuni falsi del Padovanino valgono più delle monete originali?...misteri del collezionismo...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di 20 lire elmetto del 1928 per esempio sono stati prodotti molte monete in svariati materiali con l'effinge del Duce e non, come di convenzione, quella di Vittorio Emanuele III. Io ne possiedo uno in oro con al retro la faccia di mussolini

Se volete vi posto qualche foto

Lorenzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di 20 lire elmetto del 1928 per esempio sono stati prodotti molte monete in svariati materiali con l'effinge del Duce e non, come di convenzione, quella di Vittorio Emanuele III. Io ne possiedo uno in oro con al retro la faccia di mussolini

Se volete vi posto qualche foto

Lorenzo

Postale pure, grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho 10.000 lire di Volta false...... valgono qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io ho 10.000 lire di Volta false...... valgono qualcosa?

Solo una responsabilità penale per la consapevolezza di detenere una banconota falsa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon giorno a tutti.

"Io ho 10.000 lire di Volta false...... valgono qualcosa?"

"Solo una responsabilità penale per la consapevolezza di detenere una banconota falsa".

Anche se può sembrare strano, la risposta di Domenico è riferibile a tutte le banconote e monete in lire che, sebbene già fuori corso, non siano ancora prescritte.

Il concetto espresso da elledi riecheggia un principio stabilito dalla Corte di Cassazione penale con una sentenza del giugno 2003, che di seguito riporto in massima:

"FALSITA' IN MONETE

Anche dopo il 1 marzo 2002, data in cui è stato definitivamente introdotto l'euro nel nostro sistema monetario, integra il reato di cui all'art. 455 c.p. la detenzione di banconote in lire italiane contraffatte al fine della messa in circolazione, in quanto per «moneta avente corso legale nello Stato o fuori», secondo la formula dell'art. 453, n. 1, stesso codice, deve intendersi quella cui sia stata attribuita dallo Stato che la conia, attraverso gli organi e secondo le modalità del proprio ordinamento giuridico, la nozione di mezzo di pagamento con efficacia liberatoria e tale carattere la lira indirettamente conserva, in ragione della legale possibilità, per un periodo decennale, della sua conversione nella nuova valuta riconosciuta dall'ordinamento.

Cass. pen. Sez. I, 06/06/2003, n. 34695"

Saluti.

Michele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buon giorno a tutti.

"Io ho 10.000 lire di Volta false...... valgono qualcosa?"

"Solo una responsabilità penale per la consapevolezza di detenere una banconota falsa".

Anche se può sembrare strano, la risposta di Domenico è riferibile a tutte le banconote e monete in lire che, sebbene già fuori corso, non siano ancora prescritte.

Il concetto espresso da elledi riecheggia un principio stabilito dalla Corte di Cassazione penale con una sentenza del giugno 2003, che di seguito riporto in massima:

"FALSITA' IN MONETE

Anche dopo il 1 marzo 2002, data in cui è stato definitivamente introdotto l'euro nel nostro sistema monetario, integra il reato di cui all'art. 455 c.p. la detenzione di banconote in lire italiane contraffatte al fine della messa in circolazione, in quanto per «moneta avente corso legale nello Stato o fuori», secondo la formula dell'art. 453, n. 1, stesso codice, deve intendersi quella cui sia stata attribuita dallo Stato che la conia, attraverso gli organi e secondo le modalità del proprio ordinamento giuridico, la nozione di mezzo di pagamento con efficacia liberatoria e tale carattere la lira indirettamente conserva, in ragione della legale possibilità, per un periodo decennale, della sua conversione nella nuova valuta riconosciuta dall'ordinamento.

Cass. pen. Sez. I, 06/06/2003, n. 34695"

Saluti.

Michele

Grazie Michele per il tuo puntuale intervento :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Da neofita aggiungo che rimango comunque più affascinato dal vero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riguardo questa pseudo moneta c'è un'articolo di Cronaca Filatelica:

"Chi ha battuto Mussolini" link

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riguardo questa pseudo moneta c'è un'articolo di Cronaca Filatelica:

"Chi ha battuto Mussolini" link

Penso che fantasie mussoliniane siano state battute fin dalla fine degli anni 40, in tutti i metalli ed in parecchi ipotetici valori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?