Jump to content
IGNORED

Fiorino Bernocchi 986 (?)


ghezzi60

Recommended Posts

Buon Giorno,

I cataloghi delle aste sono, per coloro (come me) che hanno risorse non illimitate, una fonte importante di informazioni.

Le classificazioni proposte per le monete di mio interesse, non sempre mi trovano concorde e a volte mi costringono a rivedere alcune classificazioni. Nel caso specifico faccio riferimento alla asta Chaponnière & Hess-Divo del 18-19 maggio 2010, in particolare al lotto n° 592 del quale allego l'immagine

post-11718-1270995685,94_thumb.jpg

viene classificato come B984 Pettine (secondo semestre 1307)

Le mie perplessità riguardano la forma del presunto pettine, la forma e le caratteristiche del mantello, la forma e le caratteristiche di ciocche di pelo, di capelli e delle frange del mantello. (ricorda fiorini di qualche anno più recenti)

quello che mi serve è una conferma in merito alla corretta individuazione del segno del pettine, non tanto per questa moneta ma per quella della quale mi appresto ad allegare un'immagine.

Edited by ghezzi60
Link to comment
Share on other sites


mi scuso per i problemi con i post

post-11718-1270997433,16_thumb.jpg

Esempio di fiorino di tipo V Bernocchi 986 (secondo semestre 1307, pettine)

mi servirebbe la conferma della corretta individuazione del segno per questo fiorino

il fiorino in asta mi sembra stilisticamente più moderno, ma è una mia impressione, inoltre

non sono infrequenti fiorini poco ortodossi.

entrambi i fiorini che dovrebbero essere di tipo V presentano sia il bottone del mantello che

il globetto alla base della croce scavati come i tipi successivi al V tipo

cordialità

Link to comment
Share on other sites


Supporter

mi servirebbe la conferma della corretta individuazione del segno per questo fiorino

Il CNF cita tra i fiorini del II semestre del 1307, al n. 985, un fiorino attualmente al Museo del Bargello.

Riporto di seguito il rovescio di questo fiorino:

post-12460-1271006711,12_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Questa immagine rappresenta il rovescio del lotto 1266 del catalogo Inasta n. 20. Il fiorino è attribuito al II semestre del 1307.

post-12460-1271007339,28_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Buona Sera,

La ringrazio per la cortese e sollecita risposta, le immagini confermano il mio dubbio in merito alla classificazione proposta.

anche le due immagini da Lei postate sono, come quella allegata da me, piuttosto distanti (stilisticamente) da quella proposta in asta

non sono in grado di proporre una interpretazione alternativa per il segno, che potrebbe anche essere stato individuato correttamente,

(segno realizzato in modo approssimativo e insolito). Avevo pensato a un "nicchio" (1252-1303) oppure a un "sudario" (1350 sem I) ma sono decisamente più improponibili.

archivio l'immagine tra quelle da classificare (o da confermare) , prima o poi troverò un fiorino oppure una immagine che mi consentiranno di capire.

cordialità

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Buonasera,

anche secondo me il segno di zecca del fiorino al lotto n. 592 della prossima asta asta Chaponnière & Hess-Divo è difficilmente identificabile con il pettine.

Concordo sul fatto che nè il nicchio nè il sudario siano identificazioni probabili (le due immagini seguenti sono relative al lotto n. 200 dell'asta Lanz/Bernardi n. 148, e al lotto n. 224 del listino Primavera 2007 della Numismatica Crippa).

post-12460-1271109482,94_thumb.jpgpost-12460-1271109496,63_thumb.jpg

Forse un'alternativa potrebbe essere (il condizionale è d’obbligo) il segno riportato dal CNF come n. 23 nella tavola XVIII (“due ali”, Signore della zecca per l’oro Naddo di Manno, secondo semestre del 1357).

post-12460-1271109923,01_thumb.jpgpost-12460-1271110065,74_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Buon Giorno,

più osservo la moneta (immagine) più comprendo il motivo della creazione di una tipologia dove poter inserire (parcheggiare) i fiorini anomali, in alcuni casi, non questo, "improbabili"

penso che nella impossibilità, allo stato attuale, di riconoscere il segno, sia possibile proporre solo una collocazione temporale probabile.

per la tipologia, tipo VI secondo il Bernocchi, almeno tipo V per le osservazioni esposte nella discussione sulla classificazione dei fiorini, possiamo stabilire una data minima nella prima decade del 1300, per alcune caratteristiche della figura del Santo, del mantello e delle frange, della forma delle croci in legenda al diritto e sull'asta al rovescio possiamo arrivare fino alla metà del 1300.

alcuni caratteri sono contrastanti tra loro, non è infrequente, se fosse tutto chiaro sarebbe meno interessante.

nota di colore: se consideriamo l'età della moneta una incertezza di questo tipo è dell'ordine del 7-8%, la ritengo ragionevole in prima battuta, è più arduo e pericoloso attribuire l'età a una signora, inoltre i fiorini non si offendono...

cordialità

Edited by ghezzi60
Link to comment
Share on other sites


  • 11 years later...

 

Buon Giorno,

 

Riprendo questa vecchia discussione per avere pareri sulla correttezza della ipotesi che propongo

Allego le immagini di quattro fiorini, di questi il primo, il secondo e il quarto presentano lo stesso conio di diritto e rovescio

arrivano nell'ordine dall'asta Chaponniere Hess Divo del 18-05-2010, dall'asta CNG Triton XX del 10-01-2017,

dall'asta Thesaurus 15 del 08-11-2019 e dall'asta CNG 115 del 15-09-2020. (le ultime quattro cifre sono il numero di lotto)

 

Confrontando gli ultimi due fiorini, oltre a una discreta compatibilità nello stile, la composizione dell'oggetto "botte", fatta

salva l'approssimazione nell'incisione del segno e il conio poco nitido, penso possa esserci una identificazione come "botte"

del segno altrimenti non identificabile

2097546509_06-00510-05-18CHD000-0592sidaver.jpg.da5e664edbc283b6895964362346baa4.jpg

163353918_06-00517-01-10CNGTritXX-1253sidaverif.jpg.e90bb3b5e84c02e40bd930fc034e76c1.jpg1146694405_06-00519-11-08THE15AU-0970.jpg.4ff73c3445ce54dd795ea9d22618b62d.jpg1319668391_06-00520-09-15CNG115-0872sidaverif.thumb.jpg.e11cf2d6f440aa52add31e6cfd79ec9b.jpg

 

Chiedo cortesemente un parere a chi volesse esprimerlo

Ringrazio anticipatamente

 

Cordialità

 

 

 

 

 

Link to comment
Share on other sites


Concordo sulla ''botte''. Il primo esemplare ha una leggera doppia battitura nella parte alta della moneta (vedi anche la croce). E quello che rimane del simbolo, a mio avviso, è perfettamente compatibile con il simbolo della terza moneta, dove è molto ben visibile.

P.S. Il fiorino n. 2 e il 4 sono la stessa moneta.

Arka

Diligite iustitiam

Edited by Arka
Link to comment
Share on other sites


4 ore fa, ghezzi60 dice:

 

Buon Giorno,

 

Riprendo questa vecchia discussione per avere pareri sulla correttezza della ipotesi che propongo

Allego le immagini di quattro fiorini, di questi il primo, il secondo e il quarto presentano lo stesso conio di diritto e rovescio

arrivano nell'ordine dall'asta Chaponniere Hess Divo del 18-05-2010, dall'asta CNG Triton XX del 10-01-2017,

dall'asta Thesaurus 15 del 08-11-2019 e dall'asta CNG 115 del 15-09-2020. (le ultime quattro cifre sono il numero di lotto)

 

Confrontando gli ultimi due fiorini, oltre a una discreta compatibilità nello stile, la composizione dell'oggetto "botte", fatta

salva l'approssimazione nell'incisione del segno e il conio poco nitido, penso possa esserci una identificazione come "botte"

del segno altrimenti non identificabile

2097546509_06-00510-05-18CHD000-0592sidaver.jpg.da5e664edbc283b6895964362346baa4.jpg

163353918_06-00517-01-10CNGTritXX-1253sidaverif.jpg.e90bb3b5e84c02e40bd930fc034e76c1.jpg1146694405_06-00519-11-08THE15AU-0970.jpg.4ff73c3445ce54dd795ea9d22618b62d.jpg1319668391_06-00520-09-15CNG115-0872sidaverif.thumb.jpg.e11cf2d6f440aa52add31e6cfd79ec9b.jpg

 

Chiedo cortesemente un parere a chi volesse esprimerlo

Ringrazio anticipatamente

 

Cordialità

 

 

 

 

 

E la zecca?

Link to comment
Share on other sites


Supporter

@ghezzi60 direi che sembra corretta la tua interpretazione.

È un piacere rileggerti sul forum.

Saluti Marfir.

Link to comment
Share on other sites


Buona Sera,

Ringrazio per le risposte, la valutazione positiva della mia ipotesi mi conforta

riguardo al fatto che è stata allegata la stessa moneta due volte, come puntualizzato da Arka, mi scuso, errore mio

avrei dovuto allegare un diverso esemplare ma ho fatto confusione, non dovrebbe

aver pregiudicato il confronto.

la Zecca, per rispondere a mero mixtoque imperio, è quella di Firenze (Repubblica Fiorentina, Comune di Firenze)

lo stile di tutte le monete postate è un marchio di fabbrica che non si presta a dubbi.

Esistono invero Fiorini di questo periodo che non sono stati coniati nella Zecca di Firenze, non è questo il caso.

Ringrazio Marfir per il cortese apprezzamento.

Sto cercando di classificare i coni di diritti e rovesci dei Fiorini fino al periodo della Peste, dovrebbe essere possibile,

a parte gli anni a cavallo del 1300 e pochi casi particolari i coni di rovescio difficilmente superano la decina, i diritti tranne pochi casi

non sono impiegati con rovesci con segni di zecca diverso. Presumo che potrò solo imbastire il lavoro non ho un numero

adeguato di immagini a disposizione per un lavoro soddisfacente.

Ringrazio di nuovo.

 

Cordialità

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.