Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
2006augustod

Sicilia
12 TARI' 1794 - INEDITO ?

Inviato (modificato)

Chiedo il vostro parere su questa moneta, che ritengo inedita per le particolarità rilevabili dal rovescio :

- mancanza del punto dopo la data.

- Lo Spahr e di conseguenza i cataloghi in uso comune es. MIR - Montenegro - Gigante, prevedono per il 1794 la tipologia sostanzialmente identica al 1795.

Un 12 t 1794 è postato sul catalogo di lamoneta (foto NAC): facendo un confronto fra le due, potete aiutarmi a rilevare altre differenze ?

Grazie a tutti

Modificato da 2006augustod

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ciao 2006augustod, la moneta era già stata inserita nel catalogo lamoneta come inedita,credo a Gennaio, W-F3BRS/32-12 dietro una tua segnalazione.

Antonio

Modificato da carlino

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ciao 2006augustod

Credo abbia alcune piccole differenze perché è una moneta di transazione o meglio un Tipo. Dal 3° al 4° .

La data è più grande ma l'aquila è più piccola,anche se di poco. Anche le sigle sembrano più grandi. In effetti il 94/95 vengono riportate a parte dal MIR e il Gig.aggiunge delle differenze.

Comunque non so quanta rilevanza possono avere,avesse avuto lettere o sigle differenti........Io ti consiglio di far mettere nero su bianco tutte le differenze,poi il tempo darà il suo verdetto. Al momento è da tenere in considerazione per studio.

Almeno io la vedo cosi.

:)

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bella ed interessante :rolleyes: complimenti senzaltro la tua moneta e da studiare ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che dire complimenti per il 12 Tari, conservazione molto interessante, ovviamente quella di NAC e insuperabile mai visti sembra fatta ieri..........

Ma devo dire che trovarla già in queste condizioni......

Abitualmente l'aquila e il suo piumaggio contraddistinguono la conservazione, in particolare per il piumaggio, riscontrabile anche sui grani in rame, sia di Ferdinando che di Carlo.

Anche il dritto è ottimamente conservato, con una patina che in alcuni casi concorre con le più alte conservazioni prive di essa.

Io avrei scovato un paio di particolari che potrebbero far presumere addirittura ad una tipologia......... :o

Sia per il dritto sia per il verso!!!!

Mi piacerebbe che anche gli altri amici potessero dire la loro....... ;)

L'ideale sarebbe riuscire ad inserire anche l'altro 12 Tarì del 94 di Nac per capire meglio il tutto.

Che slendida monetazione un fascino coinvolgente, anche se per alcuni versi leggermente monotona, stilisticamente rappresentativa!!!!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao 2006augustod

Credo abbia alcune piccole differenze perché è una moneta di transazione o meglio un Tipo. Dal 3° al 4° .

La data è più grande ma l'aquila è più piccola,anche se di poco. Anche le sigle sembrano più grandi. In effetti il 94/95 vengono riportate a parte dal MIR e il Gig.aggiunge delle differenze.

Comunque non so quanta rilevanza possono avere,avesse avuto lettere o sigle differenti........Io ti consiglio di far mettere nero su bianco tutte le differenze,poi il tempo darà il suo verdetto. Al momento è da tenere in considerazione per studio.

Almeno io la vedo cosi.

:)

Dici bene, ma le differenze sono sostanziali.............da quando è partita la discussione ne ho notate altre due o tre.

E' pazzesco, ma ogni volta che riguardo questa moneta trovo una differenza.....................qui da noi si dice "comu i diavoli da Zisa" (dall'affresco esistente nel Palazzo della Zisa di Palermo, rappresentante un buon numero di diavoli, ma impossibili da contare esattamente............ogni volta se ne conta un numero diverso).

Le differenze le metterò nero su bianco..........su queste pagine, alla fine della discussione.

Però mi sarebe piaciuto coinvolgervi nella ricerca.........capisco anche che questa monetazione non suscita interesse per i più, basta osservare il numero molto più consistente delle letture per discussioni su monete tipo 120 grani 1854, moneta sicuramente bella ma poco interessante.

Forse sarebbe determinante postare le foto delle due tipologie affiancandole...........come segnalato da Eracle...........speriamo che intervenga il curatore.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caro Augusto, in effetti anche io penso che si tratta di una sorta di tipologia di transizione, differenze sostanziali sono riscontrabili più al rovescio che al dritto, l'aquila sembra leggermente più piccola rispetto al tipo consueto 1794-1795. Il piumaggio più corto ne è la prova. Per quanto concerne la punteggiatura ti consiglierei di chiuderci un occhio sopra, ho visto nel passato alcune varianti inedite di punteggiatura e sicuramente ce ne saranno altre. Per la prossima edizione del Gigante farò del mio meglio per una distinzione tipologica più chiara.

La monetazione palermitana di questo periodo è molto più interessante di quella napoletana della fine del '700, considera che nello stesso periodo a Napoli si battevano Piastre con uno stemma uguale per quasi tutte le monete, le uniche varianti erano riscontrate nelle leggende (errori come ad esempio: SICILAR, D.C, eccetera). Quelle palermitane, invece, avendo un'aquila coronata al rovescio di pregevole fattura, ha un fascino particolare, è interessante riscontrare in molti esemplari varianti riguardanti dimensioni e predisposizioni del piumaggio o persino della corona.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Condivido pienamente quanto detto da Francesco e Favaldar, anche per me è una tipologia a se, che anticipò i nuovi conii adottati nel biennio 1794/1795.

Penso anche che sarebbe importante descrivere la tipologia sul catalogo Gigante, dal momento che dallo Spahr non viene menzionata alcuna variante per l'anno 1794.

A proposito della coniazione di questo 12/T 1794 mi sono fatto una mia idea personale, provo a spiegarmi.

Nel 1793, in seno alla zecca palermitana, vi fu una vera "deregulation", questo si intuisce dalla molteplicità dei conii utilizzati per il 12/tarì (furono coniate monete con testa piccola e aquila piccola, testa piccola e aquila grande, testa grande e aquila grande, ed un paio di varianti di queste).

L'onda di questa deregulation arrivò sino ai primi del 1794 e diede luogo alla coniazione di questa moneta, che infatti risulta ancora molto simile ai tipi del 1793.

Come promesso ecco le diversità rispetto alla moneta di riferimento (1794/1795):

- data più grande (favaldar),

- senza punto dopo la data (2006augustod)

- sigle più grandi (favaldar),

- sigle N e V diverse (come nel 12/t 1793) (2006augustod)

- sigla d' diversa (sembra una via di mezzo tra una lettera d e una delta) (2006augustod)

- aquila poco più piccola (favaldar);

- aquila con piumaggio più corto (francesco77);

- iscrizione al dritto diversa FERDINANDVS.D.G.SICIL.ET.HIER /.REX (oltre ad anomalo spazio tra hier/ .rex, manca il punto dopo rex) (2006augustod)

GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE

Modificato da 2006augustod

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Condivido pienamente quanto detto da Francesco e Favaldar, anche per me è una tipologia a se, che anticipò i nuovi conii adottati nel biennio 1794/1795.

Penso anche che sarebbe importante descrivere la tipologia sul catalogo Gigante, dal momento che dallo Spahr non viene menzionata alcuna variante per l'anno 1794.

A proposito della coniazione di questo 12/T 1794 mi sono fatto una mia idea personale, provo a spiegarmi.

Nel 1793, in seno alla zecca palermitana, vi fu una vera "deregulation", questo si intuisce dalla molteplicità dei conii utilizzati per il 12/tarì (furono coniate monete con testa piccola e aquila piccola, testa piccola e aquila grande, testa grande e aquila grande, ed un paio di varianti di queste).

L'onda di questa deregulation arrivò sino ai primi del 1794 e diede luogo alla coniazione di questa moneta, che infatti risulta ancora molto simile ai tipi del 1793.

Come promesso ecco le diversità rispetto alla moneta di riferimento (1794/1795):

- data più grande (favaldar),

- senza punto dopo la data (2006augustod)

- sigle più grandi (favaldar),

- sigle N e V diverse (come nel 12/t 1793) (2006augustod)

- sigla d' diversa (sembra una via di mezzo tra una lettera d e una delta) (2006augustod)

- aquila poco più piccola (favaldar);

- aquila con piumaggio più corto (francesco77);

- iscrizione al dritto diversa FERDINANDVS.D.G.SICIL.ET.HIER /.REX (oltre ad anomalo spazio tra hier/ .rex, manca il punto dopo rex) (2006augustod)

GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ho trovato le foto del 1795 - tanto è uguale al 1794 -.adesso è possibile confrontare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Come vedete le differenze sono tutte nel R/, Aquila,data,sigle e leggenda. L'aquila è totalmente differente.

Io ho molto interesse per queste monete.. uno dei miei più grandi Amori è il 30 Tarì o Oncia ma al momento mi è proibita!

Per un 30 T. 1791 in SPL potrei vendere l'anima al diavolo!:D

La monetazione dei Borbone dal '700 in poi (per me) è più interessante di quella dei Savoia.

Modificato da favaldar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?