Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
mistura

bolognino.. emissione papale ?

ringrazio in anticipo chiunque mi aiuti ad identificare questo bolognino di bologna, credo sia un emissione papale dato che non e' presente nel MIR emilia, ho cercato anche nel vecchio BIAGI ma anche li ve ne sono di simili ma non di uguali... diametro mm 19

post-18402-1275592463,29_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

altro lato ...

post-18402-1275592591,59_thumb.jpg

Modificato da mistura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anonima papale

se ne era parlato qui

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

anonima papale

se ne era parlato qui

grazie per la risposta,ma credo che si sbagli .nelle anonime pontificie la leggenda del dritto e' : (chiavi decussate) bo.no.ni. mentre nelle mia e': ( torre )( chiavi decussate) bo.no.ni.(leone rampante). tenga presente che come vedo nel vecchio BIAGI di questa tipologia con nel rovescio ORVM esistono anche altre emissioni : repubblica,martino V ,filippo maria visconti,eugenio IV. ma nessuna e' uguale alla mia.

comunque grazie mistura

Modificato da mistura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a voi,

si tratta di un bolognino anonimo emesso durante il pontificato di papa Martino V (nov. 1417-feb. 1431):

Il leoncino ad inizio della legenda di dritto è l'arma del cardinale Aleman, mentre la colonna posta alla fine è lo stemma del papa, al secolo Oddone Colonna. Cfr. Chimineti 131; Muntoni 43.

Cordiali saluti, Teofrasto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a voi,

si tratta di un bolognino anonimo emesso durante il pontificato di papa Martino V (nov. 1417-feb. 1431):

Il leoncino ad inizio della legenda di dritto è l'arma del cardinale Aleman, mentre la colonna posta alla fine è lo stemma del papa, al secolo Oddone Colonna. Cfr. Chimineti 131; Muntoni 43.

Cordiali saluti, Teofrasto

Condivido la tua classificazione,ma il R/assomiglia più al Muntoni,44,all'inizio della scitta c'è una rosetta,è non un gambero come al R/del Muntoni 43,inoltre se è attribuito a Papa Martino V,non è un bolognino anonimonon credi?Ciao Borgho

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mancando la legenda con il nome del Papa è un'emissione anonima, anche se identificabile come periodo grazie ai simboli presenti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Propenderei anch'io per Muntoni 44 considerato che nel R/ il segno di zecca sembra più un fiore a 5 petali che non un gambero.

Da segnalare inoltre che viene classificato dal Muntoni come possibile pezzo " Unico ? ".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno a voi,

si tratta di un bolognino anonimo emesso durante il pontificato di papa Martino V (nov. 1417-feb. 1431):

Il leoncino ad inizio della legenda di dritto è l'arma del cardinale Aleman, mentre la colonna posta alla fine è lo stemma del papa, al secolo Oddone Colonna. Cfr. Chimineti 131; Muntoni 43.

Cordiali saluti, Teofrasto

Condivido la tua classificazione,ma il R/assomiglia più al Muntoni,44,all'inizio della scitta c'è una rosetta,è non un gambero come al R/del Muntoni 43,inoltre se è attribuito a Papa Martino V,non è un bolognino anonimonon credi?Ciao Borgho

Buongiorno borgobaffo,

si hai ragione, nella fretta non mi sono accorto che il tipo Muntoni 43 ad inizio legenda porta il gambero; mi scuso della svista.

L'altro riferimento bibliografico (Chimienti 131) è invece corretto.

Per quanto riguarda il fatto della monetazione anonima o meno, concordo con quanto scritto da Arka PD, anche se effettivamente il bolognino si può attribuire con assoluta certezza a papa Martino V e come tale è dato in tutti i testi di riferimento .

Cordialità, Teofrasto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Peccato che non sia integra.. :( :(

In quanto il conio era davvero di una freschezza ammirabile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Propenderei anch'io per Muntoni 44 considerato che nel R/ il segno di zecca sembra più un fiore a 5 petali che non un gambero.

Da segnalare inoltre che viene classificato dal Muntoni come possibile pezzo " Unico ? ".

ringrazio chiunque e' intervenuto, anche se non credo che l'armetta del cardinale aleman sia il leone rampante"nel BIAGI e' uno stemma" ma e' veramente e' cosi' rara ?? :)

concordo con la bellezza del conio,peccato la strana rottura :(

grazie ancora mistura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Propenderei anch'io per Muntoni 44 considerato che nel R/ il segno di zecca sembra più un fiore a 5 petali che non un gambero.

Da segnalare inoltre che viene classificato dal Muntoni come possibile pezzo " Unico ? ".

ringrazio chiunque e' intervenuto, anche se non credo che l'armetta del cardinale aleman sia il leone rampante"nel BIAGI e' uno stemma" ma e' veramente e' cosi' rara ?? :)

concordo con la bellezza del conio,peccato la strana rottura :(

grazie ancora mistura

Buongiorno Mistura,

per quanto riguarda l'arma del cardinale Alemar ti confermo che è proprio il leone rampante coronato che trovi ad inizio della legenda di dritto.

Se può interessare, Chimienti attribuisce al bolognino in questione il grado di rarità R3 (estremamente raro), mentre al bolognino simile al tuo ma col gambero al posto della rosetta pentafilla ad inizio della scritta di rovescio attribuisce un R2.

Se mi consenti infine un commento al volume di E. Biaggi (non BIAGI), Monete e zecche medievali italiane, il mio consiglio è di utilizzarlo con estrema cautela, sia per quanto riguarda le attribuzioni sia, e soprattutto, per quanto concerne la rarità delle monete. Io credo che il libro vada molto bene per individuare velocemente (ma approssimativamente) una certa emissione: il passo successivo dovrebbe però essere quello di approfondire su altri testi, più recenti e possibilmente più specifici, quanto si è appena scoperto.

Cordiali saluti, Teofrasto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mancando la legenda con il nome del Papa è un'emissione anonima, anche se identificabile come periodo grazie ai simboli presenti.

Così sarebbe se il Muntoni lo riportasse nel Vol. 4 dove annovera le anonime pontificie coniate da ciascuna zecca. Ma il fatto che venga censito sotto Papa Martino V al nr. 44 (Vol.1), fa propendere sia il Muntoni che altri studiosi di monete papali (tra cui io) che la colonna coronata presente alla sinistra della crocetta al vertice del Dir, sia proprio la colonna dello stemma di Martino V. Non a caso l'armetta Colonna appare sul diritto della moneta ove abitualmente si collocava l'autorità emittente. Altra considerazione sulle monete anonime è che presentano si le chiavette decussate, ma non hanno mai nessun simbolo che faccia riferimento ad un Papa. Se poi vogliamo considerarle anonime solo perché non compare il nome bhè questo è un altro discorso ma non credo che riguardi questo caso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mancando la legenda con il nome del Papa è un'emissione anonima, anche se identificabile come periodo grazie ai simboli presenti.

Così sarebbe se il Muntoni lo riportasse nel Vol. 4 dove annovera le anonime pontificie coniate da ciascuna zecca. Ma il fatto che venga censito sotto Papa Martino V al nr. 44 (Vol.1), fa propendere sia il Muntoni che altri studiosi di monete papali (tra cui io) che la colonna coronata presente alla sinistra della crocetta al vertice del Dir, sia proprio la colonna dello stemma di Martino V. Non a caso l'armetta Colonna appare sul diritto della moneta ove abitualmente si collocava l'autorità emittente. Altra considerazione sulle monete anonime è che presentano si le chiavette decussate, ma non hanno mai nessun simbolo che faccia riferimento ad un Papa. Se poi vogliamo considerarle anonime solo perché non compare il nome bhè questo è un altro discorso ma non credo che riguardi questo caso.

Concordo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?