Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Sono iniziati i lavori di aggiornamento della piattaforma, potrebbero verificarsi problemi sia sul forum che nei cataloghi.

Sign in to follow this  
Arion

Moneta greca o romana?

Recommended Posts

Arion

Vi posto le immagini di questa moneta in bronzo dal diametro dal peso 19 grammi. diametro 2,09 cm. Volto barbuto con quella che sembra una corona di alloro, riporta in alto a sinistra la scritta ODUSAN (?), simbolo fallico o nodo di una fascia sul lato posteriore della testa, al retro si intuisce una persona con braccia tese verso sinistra con a lato una specie di ara (?).

Sembra greca ma non so dirvi. Ritrovata sui monti della Daunia.

Ho iniziato da poco il restauro, avete consigli da fornirmi? Bastano i bagni in acqua distillata e spazzolate a volontà?

post-21460-1277653159,35_thumb.jpg

Edited by Arion

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arion

Retro della moneta, purtroppo di più difficile lettura.

post-21460-1277653435,04_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Mi pare si legga bene (COM)MODUS ANT(ONINUS), quindi Commodo, direi un sesterzio che ha perso peso per la corrosione. Mi sembra molto difficile individuare la personificazione del R.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arion

Ti ringrazio per la tua preziosa risposta. Effettivamente si tratta di un sesterzio ritraente Commodo.Ho fatto delle ricerche e ne ho trovati similari. Ora non mi resta che il restauro. Se hai dei consigli per un novello, gli accetto ben volentieri.Grazie ancora!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Exergus

La patina da conservare è quella più nerastra, le concrezioni da togliere (eventualmente e con molta cautela) sono quelle di color marroncino, dove si vede il verde, la patina è saltata via scoprendo il metallo ormai corroso, che appare morbido e fragile, e oramai impoverito di dettagli. In definitiva, la mia impressione è che, purtroppo, ci sia poco da pulire... "spazzolare a volontà" potrebbe danneggiare ancora di più la moneta, portando via ancora più dettagli dalle parti verdi, che sembrano cancro del bronzo. Forse avrebbe più bisogno di un bagno in benzotriazolo.

Dal tripode che si vede a sx, e da quello che intravedo in esergo, la figura al verso potrebbe essere Commodo. Prova a confrontarla con gli esempi del RIC 454a: Commodo

Ciao, Exergus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arion

Ti ringrazio per l'esauriente risposta, dunque più che di un bagno in acqua demineralizzatta, ne avrebbe bisogno di uno in acqua santa? Scherzi a parte, i bagni in acqua distillata non servono in questo caso? Possono quantomeno fermare l'evento degenerativo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Exergus

...dunque più che di un bagno in acqua demineralizzata, ne avrebbe bisogno di uno in acqua santa? ...

:lol: :lol: :lol:

Sì, ma deve essere originale Lourdes© :D Comunque... il malefico processo nummicida, si può tenere relativamente sotto controllo con bagni in acqua demineralizzata, cambiandola quotidianamente, se non è troppo avanzato potrebbe anche fermarlo.

Nel caso l'acqua non bastasse (purtroppo nella maggior parte dei casi) ci vuole il benzotriazolo, viene ( o veniva ) usato dai restauratori del British Museum in soluzione al 5-6% in alcool etilico. Avevo letto tempo fa di un nuovo prodotto, non così tossico come il bta, ma non ne ho saputo più nulla, forse qualcuno ci può aggiornare...

Ciao, Exergus

Edited by Exergus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arion

Dunque al massimo si può arrestare la patina verde, ma eliminarla è possibile?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Exergus

Non confondere patina e cancro del bronzo. La patina ha una certa consistenza, ed è quella che rende pregiata una moneta, a volte è di un verde stupendo, molto apprezzato dai collezionisti e bisogna conservarla a tutti i costi. Il cancro ha una consistenza polverosa, o comunque morbida, il colore tende all'azzurrino, basta provare delicatamente con uno stuzzicadente e vedi subito, se si sfalda con facilità allora è cancro. Nel caso, si può solo fermarlo con il bta, ed eventualmente usare dei consolidanti cianoacrilici per salvare il salvabile, esistono anche spray e possono contenere bta, però io non li ho mai usati, (e credo non li userò mai) penso non sia semplice, ed ho paura del risultato... temo che lascino un orribile velo, tipo lacca, sulla moneta. Dovrebbero esistere anche dei composti silossanici (a base di silicone), ma anche questi...

Comunque, da una foto non posso dirti con sicurezza di cosa si tratta, come ti ho detto la patina sulla tua moneta è quella più nerastra, però mi sembra sottile e fragile, quel verde chiaro, che si vede sotto in diversi punti, e su tutto il ritratto di Commodo sembra quello che era sotto la patina... che non c'è più...

Purtroppo non tutte le monete possono essere pulite.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.