Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
danielebaihe

Monete con cane pomerano

Risposte migliori

danielebaihe

Salve, o letto da più parti dell'esistenza di monete raffiguranti un cane pomerano (cane con muso a punta, orecchie erette, coda possibilmente portata sul dorso).

Monete attribuite agli etruschi, ad altri popoli dell'Italia centrale o ai greci. Qualcuno di voi le ha mai visionate?

Una di queste monete dovrebbe essere di Volsinii, anche se, se non sbaglio, alcuni studiosi la attribuivano a Velia. Dovrebbe rappresentare una testa femminile, forse di Artemide, e al rovescio il cane, con un 5 che indica il valore.

Un'altra dovrebbe essere di Compsa, raffigurante una testa di Eracle e al rovescio il cane. Se volessi vederle come potrei fare?

Grazie in anticipo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

Questa anche potrebbe rappresentare un cane pomerano:

post-3952-1281962288,71_thumb.jpg

THRACE, Maroneia. Circa 386/5-348/7 BC. AR Tetradrachm (22mm, 11.38 gm, 12h). Kallikrates, magistrate. Horse rearing left, trailing rein; small long-haired dog (Pomeranian?) below / EΠI K-AΛΛ-IKΡA-TEOΣ, grape arbor in linear square; all within shallow incuse square. Schönert-Geiss 488 (V33/R58); West 84 (same dies); BMC Thrace -; SNG Copenhagen 603 (same dies); Jameson 1061 (same dies); Traité pl. CCCXLII, 5 (same dies); Winterthur 1219 (same dies). EF, lustrous.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

Questa, invece, potrebbe essere la seconda che dicevi?

post-3952-1281962873,44_thumb.jpg

ETRURIA, Uncertain. 3rd century BC. Æ 15mm (2.53 g, 6h). Youthful head of Herakles right, wearing lion skin / Dog running left; pellet and retrograde C below. Baglione type 2 var.; Sambon 146b var.; HN Italy 70 var. (all references do not note a pellet on rev.).

Modificato da vince960

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danielebaihe

Questa, invece, potrebbe essere la seconda che dicevi?

post-3952-1281962873,44_thumb.jpg

ETRURIA, Uncertain. 3rd century BC. Æ 15mm (2.53 g, 6h). Youthful head of Herakles right, wearing lion skin / Dog running left; pellet and retrograde C below. Baglione type 2 var.; Sambon 146b var.; HN Italy 70 var. (all references do not note a pellet on rev.).

Grazie infinite!!! Avevo letto di questa moneta negli annali di numismatica del 1846 pubblicati da Giuseppe Fiorelli

http://books.google.it/books?id=ghZLAAAAYAAJ&pg=RA1-PA206&dq=pomerano&hl=it&ei=ZqZVTJPVBcqNjAett5TDBA&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=1&ved=0CCgQ6AEwAA#v=onepage&q=pomerano&f=false

In realtà il mio interesse è più cinofilo che numismatico, sto cercando tracce della diffusione di questo tipo di cane in Italia, quindi sono interessato a tutte le monete che lo rappresentano, e secondo le testimonianze dovrebbero essere diverse.

Grazie ancora, questo è un elemento importantissimo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

In realtà il mio interesse è più cinofilo che numismatico

Benissimo, quando la numismatica è utile anche per altre discipline è come se fosse una soddisfazione un po' per tutti noi :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

In realtà il mio interesse è più cinofilo che numismatico, sto cercando tracce della diffusione di questo tipo di cane in Italia, quindi sono interessato a tutte le monete che lo rappresentano, e secondo le testimonianze dovrebbero essere diverse.

Grazie ancora, questo è un elemento importantissimo!

Puoi parlarci un po' di questo cane e della sua diffusione nell'antichità?

Se ho ben capito si tratta del Volpino di Pomerania e di volpini simili, discendenti dell'antico Canis palustris?

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

agrippa

Non conosco la monetazione Etrusca.

Un cane (da caccia?) con la "testa a punta" esiste nella monetazione Romana Repubblicana del 241-222 AC..

Guarda questo "quarto di litra" - Sydenham 22 - del diametro di mm 12 ; al dritto è rappresentata la testa di Diana ed al rovescio un cane simile a quello da te descritto.

post-42-1282238583,33_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mirkoct

sarebbe? una specie di volpino?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danielebaihe

In realtà il mio interesse è più cinofilo che numismatico, sto cercando tracce della diffusione di questo tipo di cane in Italia, quindi sono interessato a tutte le monete che lo rappresentano, e secondo le testimonianze dovrebbero essere diverse.

Grazie ancora, questo è un elemento importantissimo!

Puoi parlarci un po' di questo cane e della sua diffusione nell'antichità?

Se ho ben capito si tratta del Volpino di Pomerania e di volpini simili, discendenti dell'antico Canis palustris?

Ciao.

Devo premettere di non avere una vera preparazione, ho fatto solo qualche ricerca.

Ho chiamato questi cani "pomerani" perchè così li chiamavano gli autori che hanno analizzato queste monete, ma in realtà il termine non è corretto.

In Grecia sono molte le rappresentazioni di questi cani, e il modello iconografico è quasi sempre lo stesso, ecco alcuni esempi:

winejug.jpg

(vaso ateniese del 400 a. C)

2008041201035.jpg

(stele funeraria del 360 a.C)

SteleDog003.jpg

SteleDog001.jpg

(stele attiche)

Questo modello sembra suggerire che si trattasse di cani apprezzati per la compagnia, ed è questo un elemento in comune con i cani melitensi (piccoli cagnolini prevalentemente bianchi tipici delle citta portuali del mediterraneo, di gran moda sia presso i Greci che presso i Romani, da loro vengono fatti derivare il maltese e gli altri bichon. Di questi cani parlano molti autori classici).

La raffigurazione di un cane melitense realizzata su un vaso greco del 500 a.C ritrovato nella città etrusca di Vulci dimostra invece l'esistenza di una notevole affinità morfologica, quindi in mancanza di prove contrarie penso si possano considerare melitensi anche i cani delle altre raffigurazioni. Questo è il disegno:

gr0276.jpg

Questa teoria non è nuova, ho letto che è stata espressa da A. Houtart, ma non so in quale testo. L'ho trovata invece espressa da Neville Lytton nel testo “toy dogs and their ancestors” del 1911. Secondo questi autori da questi cani derivano cani come il volpino Italiano e quello di Pomerania, anche se io mi concentrei sul volpino Italiano, da cui comunque in parte derivano i volpini tedeschi di piccole dimensioni: i volpini italiani hanno sempre avuto le piccole dimensioni delle raffigurazioni greche e romane, mentre in quelli tedeschi le piccole dimensioni si sono otenute nell'800 a causa della moda anche immettendo sangue italiano, infatti oggigiorno solo gli spitz tedeschi di grosse dimensioni hanno mantenuto i colori tradizionali, quelli più piccoli presentano anche il rosso e l'arancione che secondo molti autori erano colori peculiari del volpino italiano. A causa della morfologia del volpino tedesco, delle sue dimensioni prima del recente intervento dell'uomo e del suo paese di diffusione mi sembra più facile avvicinare gli spitz tedeschi a cani nordici di tipo lapphund.

wolfspitz.jpg

(spitz tedesco)

Lapinkoira_Osky_des_Chevaloupsgreg_20_05_02.jpg

(lapphund)

Questi invece sono due volpini italiani portati da Firenze all'Inghilterra come se fossero "pomeranian"

marco1.jpg

victoriasGina.jpg

Per quanto riguarda i cani melitensi i documenti che attestano la loro diffusione sono molti, per esempio sono celebri i versi che Marziale dedicò ad Issa, la cagnolina melitense di Publio.

“Issa è più delicata del passero di Catullo

Issa è più pura di occhio di colomba

Issa è più graziosa di qualsiasi fanciulla

Issa è più cara delle gemme del dito

Issa è la cagnetta delizia di Publio”

Adesso devo andare, appena posso metto qualche altro documento e rispondo agli altri messaggi,

Grazie a tutti!

Modificato da danielebaihe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dott. Gordon Freeman

ho visto queste monete di pochi grammi in qualche museo etrusco ,rappresentano un cane volpino , dalla val di chiana penso del 280 bc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vince960

III secolo a.C.

Difficile essere più precisi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danielebaihe

Non conosco la monetazione Etrusca.

Un cane (da caccia?) con la "testa a punta" esiste nella monetazione Romana Repubblicana del 241-222 AC..

Guarda questo "quarto di litra" - Sydenham 22 - del diametro di mm 12 ; al dritto è rappresentata la testa di Diana ed al rovescio un cane simile a quello da te descritto.

Grazie mille, è interessante, anche se questo sembra un levriero o un cane di tipo primitivo (come il cirneco http://www.cirnecoetna.com/crn.JPG ) ma la mia descrizione era ambigua.

Questi cani insieme a quelli di tipo spitz (di cui fa parte anche il volpino) sono i più antichi, e assomigliano agli spitz nella struttura generale, solo che essendosi specializzati nella caccia in ambienti caldi hanno sviluppato un corpo più esile e adatto alla corsa, e pelo corto e orecchie grandi per disperdere meglio il calore. Da questi cani derivano sia i levrieri che i segugi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

danielebaihe

Grazie!!!

Ma secondo voi queste monete possono provare la presenza del volpino in Etruria o il disegno potrebbe essere stato copiato dalle monete greche? Ho letto che questi cani si trovano sulle monete focesi, ma non ne ho vista nessuna e non so dove cercare.

Modificato da danielebaihe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dott. Gordon Freeman

III secolo a.C.

Difficile essere più precisi.

non e' possibile ! non ci credo nessuno sa dare una datazione precisa di queste monete?avranno una rarita anche penso , sono rare o meno ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×