Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
f.dc

Collezionismo e successione generazionale

Risposte migliori

f.dc

Spero innanzitutto di non essere off-topic nella sezione.

Qualsiasi collezionista d’arte giunge prima o poi a porsi il quesito del futuro della propria raccolta.

Con figli ancora nell’infanzia nonostante i miei quarantotto anni (eh si, ….ho resistito parecchio alla lusinga matrimoniale), e sui quali non credo sia giusto proiettare il futuro di un qualsivoglia interesse genitoriale se non condiviso e liberamente partecipato, penso sovente a quale possa essere una condotta adeguata per preservare il mio personalissimo piacere collezionistico pur tutelando il prospettico interesse venale della discendenza, legittimamente indifferente alla mio interesse per la numismatica.

E’ uno stato emotivo che inizia ad intaccare una passione che mi accompagna da oltre trent’ anni, foriera di emozioni, tensioni, momenti di vera quiete e sereno studio, ottimi incontri e alcune fraterne amicizie.

Sarebbe interessante conoscere se e come altri appassionati vivono e pianificano il passaggio generazionale delle proprie raccolte.

f.dc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brischetto

Io sono più anziano di te; ho figli grandi, ai quali non interessa minimamente il mondo della numismatica. Se lasciassi nelle loro mani la mia modesta (ma molto amata) collezione, la svenderebbero senza pensarci due volte, o comunque se ne libererebbero. Rifletto da tempo su questo problema; credo che mi deciderò a donare le mie monetine a un museo; con tutte le perplessità che questa scelta potrebbe suscitare. Qualcuno degli amici ha qualche altro suggerimento?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brischetto

Scusate: messaggio partito due volte... :( :(

Modificato da brischetto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Non mi sono mai posto il problema... però è giusto pensarci.

Chi vuole farci un pensierino, deve valutare la propensione o meno di lasciare la collezione, ed il mero valore commerciale della stessa.

Personalmente l'unica mia figlia non ha alcun interesse per la numismatica, di conseguenza non ha senso il passaggio.

La donazione la escludo a priori, ( anche in considerazione di come sono conservate in Italia le collezioni numismatiche), poi essendo il valore abbastanza cospiquo, penso che prima o poi ( il più tardi possibile) venderò in asta il tutto.

saluti

TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

oldx

Anchio ci ho pensato ma avendo 2 figli piccoli non so ancora quale sara' il loro pensiero a riguardo quindi per adesso vivo sereno e speranzoso che almeno uno dei due continui la collezione con la stessa mia passione :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Ho già dato qualche consiglio tempo fa su questo argomento, lo ripropongo...

Gli eredi non interessati svendono...sacrosanta verità, ne so qualcosa, ne ho conosciuti alcuni, una sola tra i tanti con cui ho avuto contatti ha avuto l'oculatezza di informarsi sul valore effettivo delle monete ereditate che poi, col mio aiuto, sono state vendute abbastanza bene.

Quindi consiglio di tenere un database aggiornato spesso con tutto quello che potete scrivere sulle monete, prezzo e luogo di acquisto, condizioni, valore effettivo per la eventuale vendita ecc.

Se invece avete dei nipoti, lasciatele a loro, di solito se ne interessano più che non i figli, provato sulla mia pelle :P :D :D

Se decidete di venderle non fate lotti unici, ma vendete le monete più rare e più belle una ad una cercando di ricavare il più possibile, poi il resto di media conservazione in lotti a seconda del tipo.

Se la conservazione è bassa si possono anche vendere a peso in un lotto unico.

Basta un po' di pazienza e tempo, che si presume arrivati avanti con gli anni ed in pensione avrete a iosa :D :D , non aspettate troppo però o rischiate di essere troppo rimbambiti per riuscire a fare buoni affari :lol: :lol:

Se mi viene in mente altro lo aggiungerò al post. Buona Domenica a tutti, Giò :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

Ai miei familiari non interessano. Sanno della mia passione e quando trovano euro strani me li portano, poi in certe ricorrenze mi hanno regalato monete. Anche io però non è che ho fatto molto per suscitare tale passione. Comunque, siccome nella vita non si sa mai, per le monete importanti ho imbastito una scheda con foto, prezzo pagato, quando, dove e il venditore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Se invece avete dei nipoti, lasciatele a loro, di solito se ne interessano più che non i figli, provato sulla mia pelle :P :D :D

Vero. Mio nonno non era un numismatico, ma gli piacevano le monete e raccoglieva qualche resto, e qualche moneta della repubblica di Genova. Così, sono arrivate a me :)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fufieno

Vero. Mio nonno non era un numismatico, ma gli piacevano le monete e raccoglieva qualche resto, e qualche moneta della repubblica di Genova. Così, sono arrivate a me :)

Idem io..Io spero che la mia collezione me la godrò ancora per anni e anni, ma al tragico momento preferirei darla a qualche conoscente ( neanche parente, se non ne avrò uno numismatico) numismatico che potrà fare crescere la collezione, piuttosto che vederla venduta.

Saluti,

Fuf.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Vero. Mio nonno non era un numismatico, ma gli piacevano le monete e raccoglieva qualche resto, e qualche moneta della repubblica di Genova. Così, sono arrivate a me :)

Idem io..Io spero che la mia collezione me la godrò ancora per anni e anni, ma al tragico momento preferirei darla a qualche conoscente ( neanche parente, se non ne avrò uno numismatico) numismatico che potrà fare crescere la collezione, piuttosto che vederla venduta.

Saluti,

Fuf.

Assolutamente d'accordo. Penso che quando, fra tanti anni, dovrò cedere la mia collezione la lascerò ad un interessato di numismatica (magari proprio dei Savoia) o a un ragazzino che ho diciamo "aiutato a maturare" numismaticamente. Se la mia collezione, come spero, godrà di un certo prestigio la donerei, perchè no, ad un museo, con la clausola testamentale, che se non venisse esposta venga riconsegnata ai miei eredi ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niko

Vero. Mio nonno non era un numismatico, ma gli piacevano le monete e raccoglieva qualche resto, e qualche moneta della repubblica di Genova. Così, sono arrivate a me :)

Idem io..Io spero che la mia collezione me la godrò ancora per anni e anni, ma al tragico momento preferirei darla a qualche conoscente ( neanche parente, se non ne avrò uno numismatico) numismatico che potrà fare crescere la collezione, piuttosto che vederla venduta.

Saluti,

Fuf.

Assolutamente d'accordo. Penso che quando, fra tanti anni, dovrò cedere la mia collezione la lascerò ad un interessato di numismatica (magari proprio dei Savoia) o a un ragazzino che ho diciamo "aiutato a maturare" numismaticamente. Se la mia collezione, come spero, godrà di un certo prestigio la donerei, perchè no, ad un museo, con la clausola testamentale, che se non venisse esposta venga riconsegnata ai miei eredi ;)

Aggiungerei anche "non lucidare, non rubare o commettere qualsiasi altro crimine per cui un numismatico o collezionista rabbrividirebbe" wink.gif Di questi tempi non si sa mai ph34r.gif

Saluti,

N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brischetto

Mi piace l'idea delle clausole testamentarie!

(... ma faccio i debiti scongiuri ... ;))

Modificato da brischetto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ghera

Vero. Mio nonno non era un numismatico, ma gli piacevano le monete e raccoglieva qualche resto, e qualche moneta della repubblica di Genova. Così, sono arrivate a me :)

Idem io..Io spero che la mia collezione me la godrò ancora per anni e anni, ma al tragico momento preferirei darla a qualche conoscente ( neanche parente, se non ne avrò uno numismatico) numismatico che potrà fare crescere la collezione, piuttosto che vederla venduta.

Saluti,

Fuf.

Assolutamente d'accordo. Penso che quando, fra tanti anni, dovrò cedere la mia collezione la lascerò ad un interessato di numismatica (magari proprio dei Savoia) o a un ragazzino che ho diciamo "aiutato a maturare" numismaticamente. Se la mia collezione, come spero, godrà di un certo prestigio la donerei, perchè no, ad un museo, con la clausola testamentale, che se non venisse esposta venga riconsegnata ai miei eredi ;)

Aggiungerei anche "non lucidare, non rubare o commettere qualsiasi altro crimine per cui un numismatico o collezionista rabbrividirebbe" wink.gif Di questi tempi non si sa mai ph34r.gif

Saluti,

N.

Assolutamente :) Altrimenti è tutto inutile :(

Mi piace l'idea delle clausole testamentarie!

E' il modo migliore per assicurarsi che gli eredi non disperdano l'ereditato o non lo usino contro la volontà del povero defunto ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Bella domanda,anzi brutta domanda,perchè fa venire cattivi pensieri,beh vediamo,l'ideale che i figli o i nipoti si appassionino almeno moderatamente,se no il rischio vendita o svendita esiste,ed è brutto pensarci,Arslan sull'argomento dice sempre :disperdere una collezione fatta con tanto amore,passione,conoscenze è come disperdere le volontà e l'essenza del proprietario,che viene a mancare per la seconda volta,nei piccoli centri come Biassono in Brianza,nel mueseo dove è curatore Arslan stesso,vengono accettate le donazioni e le monete vengono esposte col nome del donatore in modo perfetto,può essere un'altra alternativa,ma è meglio non pensarci troppo.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cipa

Se mio figlio non seguisse la mia passione (eventualità al momento remota)

un'alternativa penso possa essere quella di donarla a un circolo numismatico,

con la clausola di valorizzarla e renderla visibile ai soci e non.

Massimo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Se mio figlio non seguisse la mia passione (eventualità al momento remota)

un'alternativa penso possa essere quella di donarla a un circolo numismatico,

con la clausola di valorizzarla e renderla visibile ai soci e non.

Massimo

Questa è una bellissima idea, almeno saresti sicuro che vengano apprezzate e conservate bene. Giò :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lele300

Bell'argomento veramente,

il mio è un problema che per ora non si pone, spero......

Però capisco che per la maggior parte degli "altri", il nostro è un mondo strano e non di facile divulgazione....

Penso se avessi la certezza scritta che non venga venduta la donerei alle persone a me care, se no opterei per la vendita a qualche casa d'aste....

Anche se la seconda ipotesi mi fà togliere il fiato....

Lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tm_NPZ

Sono ancora giovane... moltissime monete che ho mi sono date dai miei nonni che sempre ne raccolgono.

In futuro (spero molto molto lontano) non so... se la mia collezione ancora ci sarà ed avrò discendenti interessati, bene, saranno per loro; in caso contrario ne farò donazione, al massimo vendita, ma a chi davvero merita e sa apprezzare. Spero si ingrandisca sempre di più, così da costituire un qualcosa di davvero interessante.

Mi piacerebbe portare la mia passione a molte persone, insegnarla e divulgarla (quando un domani anche la storia dell'Euro sarà semi-sconosciuta alle nuove generazioni). Non voglio che il collezionismo di monete diventi un qualcosa che poi lascio andare, voglio renderlo sempre presente nella mia vita.

Tirando le somme, il posto in cui NON vorrei che finisse la mia collezione è in mano a qualche commerciante, peggio ancora se in pezzi separati. O in qualche polveroso deposito di proprietà statale, nascosto da tutto e da tutti.

Vorrei invece che ciò che ho raccolto servisse a qualcosa e continuasse a vivere, non che andasse disperso.

Modificato da Tm_NPZ

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

f.dc

Provo a tirare le fila di quanto scritto finora:

1. non ci si pone, in genere, la questione del futuro della propria raccolta;

2. i figli sono in genere disinteressati;

3. la stragrande maggioranza degli intervenuti sono favorevoli ad una cessione gratuita della collezione a terzi appassionati. Qualcuno pensa ad esitarla in asta pubblica recuperando ai disinteressati eredi la frazione patrimoniale;

4. intriga l'idea di una donazione ad una istituzione museale, ma la diffidenza e' tanta – non si puo' non convenirne visto lo stato di molte delle pubbliche raccolte – pur non mancando le eccezioni, dabbene ne indica una.

Fa piacere e suscita nostalgia leggere il trasporto che gli utenti piu' giovani riversano negli interventi. Si avverte la "passionalità della passione", concedetemi il gioco di parole, riposta nella trascendenza dell'interesse numismatico, nell'attenzione al tutoring, nella distanza dalla venalità. Molto bello l'intervento di Tm_NPZ.

Domina, e continua a dominare, su tutti il punto 1.

Pianifichiamo molto il futuro, anche quello che ci troverà assenti, ma fatichiamo a vederlo nelle nostre collezioni/raccolte. Patrimoni immobiliari, attività economiche, titoli e conti correnti; per tutte queste cose riusciamo con tempestività e mediamente buona efficacia a prospettare un futuro familiare, ma le nostre collezioni d'arte ne restano, in genere, fuori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carledo49

Visto che ho qualche annetto sulle spalle, penso molto spesso alla sorte che toccherà prima o poi alla mia collezione.

Ho una figlia grande che delle mie amate monete se ne impippa totalmente anche se ha visto quanta passione ho dedicato alla numismatica. Questo mi fa rabbrividire perchè quanto ho raccolto in oltre quarant'anni e che spero di raccogliere ancora finchè il buon Dio mi darà la salute, è probabile che vada malamente disperso.

Non ci voglio pensare troppo però (potrei disfarmi di tutto e subito, visto che qualche neurone ancora funziona) ma in ogni caso e per ogni evenienza, ho catalogato tutte le monete con conservazione, dove era possibile provenienza, vecchia perizia e valore di catalogo. Tutto questo perlomeno per far notare all'erede di turno (figlia od eventuale nipote) che cosa si trova tra le mani.

Ma finchè posso.............me la godo io ;) .

Carlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Io la soluzione l'ho già trovata: come già scritto in una precedente discussione ho già dato disposizioni testamentarie che la collezione venga sepolta nella cassa assieme a me :D

(e per gli eventuali tombaroli ho già predisposto anche il sistema di sicurezza assoldando un esperto egizio di piramidi)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Io la soluzione l'ho già trovata: come già scritto in una precedente discussione ho già dato disposizioni testamentarie che la collezione venga sepolta nella cassa assieme a me :D

(e per gli eventuali tombaroli ho già predisposto anche il sistema di sicurezza assoldando un esperto egizio di piramidi)

questo è quello che dicono alcuni miei amici per prendermi in giro.....

"le tue adorate monetine te le farai mettere tutte in tasca???"

non scherziamo!!! si rovinerebbero troppo!

questo a parte, ho un paio di persone di fiducia (amici) che sanno il valore delle mie monete e che in caso di prematura......... si occuperebbero delle monete, a parte un ricordino mio per loro dalla collezione le altre se poste in vendita, essendo del campo, saprebbero a chi rivolgersi e il valore intrinseco delle monete....

ma il problema difficilmente si presenta nella prima generazione, spesso i parenti prossimi (moglie e figli) tengono a tenere il tutto per ricordo dello scomparso, a parte necessità economiche, ....

bisogna dire però che una collezione rimessa sul mercato ha anche i suoi fattori positivi.....

basta pensare alla felicità di altri collezionisti che potrebbero "mettere le mani" sui nostri amati tondelli e "amarli" e apprezzarli come abbiamo fatto noi... non parliamo dei commercianti, ma pensiamo alla gioia nostra e di quelli come noi quando compriamo monete che sicuramente prima erano proprietà di qualcun altro....

una mia moneta ha passato secoli da una mano all'altra, da un collezionista all'altro, perchè togliergli la possibilità di dare gioia e di essere apprezzata da un'altra generazione di collezionisti chiudendola in una bara????

ad esempio nelle mie sabaude ho la fortuna di avere delle monete che sono convinto interesserebbero al museo di Chambéry.... perchè non lasciarle a loro??? non parlo di grosse cifre, quindi un danno minimo all'economia familiare, ma se in italia le raccolte numismatiche vengono disprezzate, perchè non rivolgersi all'estero dove vengono valorizzate meglio??????

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

una mia moneta ha passato secoli da una mano all'altra, da un collezionista all'altro, perchè togliergli la possibilità di dare gioia e di essere apprezzata da un'altra generazione di collezionisti chiudendola in una bara????

Beh, ma tanto non sarebbe per sempre... fra qualche secolo ritroverebbero il sarcofago, eluderebbero i sistemi di sicurezza e recupererebbero sia la collezione che i miei poveri resti. Vista la straordinarietà del ritrovamento (mica capita tutti i giorni di trovare resti umani di qualche secolo prima assieme alla sua collezione di monete) saremmo (i resti e la collezione) messi entrambi in un museo ed ecco quindi che per l'eternità o giù di lì giacerò in compagnia delle mie monete :P

I collezionisti futuri si rassegnino, le mie monete non le avranno mai disponibili. Tanto poi pezzi unici (e nemmeno particolarmente rari) non ne possiedo, quindi per loro cambia poco :D

Modificato da Paolino67

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

erademo
Supporter

E' una domanda che mi son posto anche io. . . per ora ho due bambini, uno di 12 anni che non sembra gli interessi molto ed uno di 10 mesi che vedremo a cosa si interesserà. . . ovviamente la speranza è che almeno uno dei due si interessi sinceramente alla collezione e che la faccia crescere nel tempo, ma come già rimarcato devono essere loro a scegliere liberamente per cui penso anche all'opzione B. . . la mia seconda scelta sarebbe quella di una donazione al comune della mia città con dei vincoli testamentari per quanto riguarda l'uso minimo garantito che per me sarebbe quello della fruizione pubblica (la mia titubanza sta nel fatto che una pregevole collezione è già stata donata parecchi anni fa al comune e una buona parte dei pezzi son andati rubati per superficialità di come venivano conservati), se non vengono garantiti gli usi minimi gli eredi ne tornerebbero in possesso. . .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

francesco77

Il problema della successione generazionale non può che essere risolto (o cercato di essere risolto) con un atteggiamento semplicissimo, spontaneo e costante. Purtroppo noi adulti non possiamo capire, deve essere un giovanissimo ad insegnarcelo. Insegnare e fare appassionare i giovanissimi alla nostra grande passione e non quando varcato la soglia dei 15-20 anni di età, allora sarà troppo tardi. Nel corso dell'adolescenza i ragazzi si interessano ad altro e cercare poi di costringerli ad apprezzare la nostra passione in età matura è inutile nella maggior parte dei casi. L'albero si piega da piccolo!

Questa è un insegnamento che è stato dato pubblicamente da un ragazzino di dieci anni in una lettera del 5 aprile 1972 pubblicata sul gazzettino numismatico.

Ecco il pensiero di questo ragazzo, è un grande insegnamento per noi adulti. Leggetelo perchè rispecchia la cruda realtà di tanti di noi.

post-8333-064586000 1284556520_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×