Jump to content
Create New...
IGNORED

[IDENTIFICATA] Grosso di Modena - probabile falso


Roberto罗比Macrì
 Share

Recommended Posts

Ho dato un'occhiata nelle altre discussioni e credo si tratti di una monete medievale, correggetemi se sbaglio...

Qualcuno sa darmi una data indicativa e la provenienza?

Link to comment
Share on other sites


Si tratta del grosso di Modena, moneta medievale in argento emessa fra il 1242 ed il 1293 dal comune di Modena.

http://www.deamoneta.com/auctions/view/5/807

purtroppo la tua mi sembra essere una riproduzione recente (da verificare), ricordo che ne sono state prodotte da un istituto bancario o simili.

Ciao

Mario

Link to comment
Share on other sites


L'identificazione anche a me sembra corretta ed altrettanto corretta è la supposizionre sul fatto che sia un riconio..... lo si capisce dal bordo (molto arrotondato) e dalla lega usata.....dovrebbe essere argento ma a me sembra, e dpvrebbe essere, di bronzo.

Ciao

Link to comment
Share on other sites


Non me ne intendo per niente di queste monete ma mi sembra chiaramente una riproduzione

perchè chiaramente o.O? ...e poi casomai sarebbe un riconio non una riproduzione xD

Edited by Roberto罗比Macrì
Link to comment
Share on other sites


Chiaramente perché come l'ho vista la prima cosa che ho pensato é che non fosse auentica. Il bordo e il materiale mi da forti sospetti. Però ripeto, non me ne intendo, quindi non considerare il mio giudizio. Ciao.

Link to comment
Share on other sites


Si tratterebbe di un grosso di Modena in conservazione anche molto buona se non si trattasse di una riproduzione come purtroppo temo che sia, anche se non ne ho mai vista una simile prima. Se confrontiamo con esemplari sicuramente originali, ad esempio qui:

http://www.mcsearch....ort=&c=&a=&l=#2

o nell'immagine linkata sopra, si notano molte differenze. Tralasciando i globetti accanto alla grande M che identificano l'emissione e che possono esserci o meno negli originali, confronta l'epigrafia (la forma delle lettere), la piattezza dell'incisione, la mancanza del cerchio cordonato esterno... Bisogna dire che le monete medievali hanno sempre una grande variabilità di stile, però questo deve essere almeno coerente all'interno della stessa moneta. Per dirne una, la A e la T sono diverse tra il dritto e il rovescio. Quindi falsa, secondo me. E' probabile che qualcuno veramente esperto possa dare un giudizio più certo e deciso, ma penso che valga anche la pena spendere qualche riga per analizzare l'oggetto, a beneficio di tutti.

Dacci anche peso e diametro, per completezza.

P.S. Mi permetto di modificare il titolo della discussione e trasferirla nella sezione Medievale, in modo acquisire qualche parere specialistico in più

Edited by Paleologo
Link to comment
Share on other sites


Si tratterebbe di un grosso di Modena in conservazione anche molto buona se non si trattasse di una riproduzione come purtroppo temo che sia, anche se non ne ho mai vista una simile prima.

In effetti io ne ho già visto un esemplare simile ma non sono ancora riuscito a rintracciare le informazioni relative; mi sembra di ricordare che fosse una coniazione commemorativa di un istituto bancario di Modena; se non sbaglio è anche passata recentamente su e.bay, correttamente indicata come riproduzione.

Ciao

Mario

Link to comment
Share on other sites


Si tratterebbe di un grosso di Modena in conservazione anche molto buona se non si trattasse di una riproduzione come purtroppo temo che sia, anche se non ne ho mai vista una simile prima. Se confrontiamo con esemplari sicuramente originali, ad esempio qui:

http://www.mcsearch....ort=&c=&a=&l=#2

o nell'immagine linkata sopra, si notano molte differenze. Tralasciando i globetti accanto alla grande M che identificano l'emissione e che possono esserci o meno negli originali, confronta l'epigrafia (la forma delle lettere), la piattezza dell'incisione, la mancanza del cerchio cordonato esterno... Bisogna dire che le monete medievali hanno sempre una grande variabilità di stile, però questo deve essere almeno coerente all'interno della stessa moneta. Per dirne una, la A e la T sono diverse tra il dritto e il rovescio. Quindi falsa, secondo me. E' probabile che qualcuno veramente esperto possa dare un giudizio più certo e deciso, ma penso che valga anche la pena spendere qualche riga per analizzare l'oggetto, a beneficio di tutti.

Dacci anche peso e diametro, per completezza.

P.S. Mi permetto di modificare il titolo della discussione e trasferirla nella sezione Medievale, in modo acquisire qualche parere specialistico in più

Ok grazie mille, spiegazione esauriente...

Link to comment
Share on other sites


  • 7 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

Problemi con la nuova grafica?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.

Search In
  • More options...
Find results that contain...
Find results in...

Write what you are looking for and press enter or click the search icon to begin your search