Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
gpittini

La colonna antonina

Risposte migliori

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Oggi alla Statale di Milano ho ascoltato un'interessante lezione del prof. G. Brizzi di Bologna, a proposito di una scena raffigurata sulla colonna antonina e della datazione della colonna stessa. Forse sapete che molte parti sono deteriorate e assolutamente illeggibili. Però esistono delle foto complete eseguite nel 1894 da un archeologo tedesco, su richiesta dell'imperatore Guglielmo. Ma c'è anche una serie completa di disegni, eseguiti su disposizione di Clemente XI nel 1679, e pubblicati nel 1704, in cui sono visibili molti dettagli in più.

Nella tav. XIII si vede chiaramente un fiume, con diverse barche e...due leoni che lo stanno guadando! Come mai? In un'opera di Luciano di Samosata si legge di un indovino Alessandro, che avrebbe profetizzato la necessità di portare due leoni sul confine danubiano, e di chiedere l'aiuto divino con un particolare rituale, per sconfiggere i barbari. D'altra parte, il leone era anche il simbolo e l'animale sacro di una legione della Moesia (IV Flavia Felix) e della III Decima Gemina, di stanza ad Alba Julia. Risulta inoltre un primo passaggio del Danubio da parte di M.Aurelio nel 168, "di prova". Ve la faccio breve e salto molti passaggi. Da una serie di considerazioni, collegate anche a questi dati, sembra che la edificazione della colonna possa essere retro-datata di qualche anno: non solo non è opera di Commodo ma di M.Aurelio, ma potrebbe essere anticipata a prima del 170; con una diversa datazione, quindi, delle scene raffigurate nelle due sezioni (sopra e sotto alla Vittoria, che è collocata al centro). Domanda: M.Aurelio era tipo da prestare orecchio agli indovini orientali? Risposta: lui certamente non ci credeva, ma il morale delle truppe può richiedere questo ed altro!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

I leoni erano presenti in Europa fino al II sec. D.C.

Proprio i romani ne hanno accelerato l'estinzione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×