Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Dega.81

Sistemare degli antoniani

Risposte migliori

Dega.81

Salve, recentemente con il mio capo ho comprato qualche moneta romana su intrnet. Premetto che sono un novellino e prima d’ora non avevo mai trattato monete, men che meno monete romane, perciò non sapevo minimamente che quando si comprano lotti in questo modo, occorre anche saperle ripulire. Per fortuna ho una buona manualità e la possibilità di usare un sonicatore, perciò aiutandomi con i consigli di questo forum ho cominciato i primi restauri. Avvalendomi solo di bisturi, spazzolino in ottone e sonicatore sono riuscito a ripulire tutte le monetine in bronzo del lotto mantenendo intatta, dove ancora presente la patina di ossidazione più antica, quella verde smeraldo.

Ora mi sono rimasti da sistemare gli antoniani o almeno credo, se cosi non fosse fatemelo presente, sono proprio ignorante. Credo siano tutti di Claudio II, ma per queste monete ho diversi problemi. Da ciò che mi hanno detto sono monete che in origine erano di argento, ma pian piano nella loro storia il contenuto in Ag e diminuito sempre di più fino a diventare semplicemente una patina esterna. Premetto che nelle mie l’Ag è sparito quasi su tutte, di conseguenza non esiste una patina di ossido antico da preservare. Come posso restaurare allora queste monete? Ve le posto una per una con le varie domande che mi pongo. Sareste cosi gentili da darmi una dritta?

55mm93.jpg

Questa è la prima e la peggio conservata, come vedete senza patina protettiva sono bastate due passate di spazzolino per rivelare il brillio del rame sottostante. L’ossido rimanente si potrebbe togliere con facilità dalla parte della viso. Voi mi consigliate comunque di mantenerlo, o dato che non è la patina antica tanto vale portare il metallo sottostante a vista, cosi almeno si riesce a vedere bene l’immagine?

339pwz9.jpg

Questa è la seconda. Si vede bene sia il fronte che il retro, c’è ancora un po’ di residuo scuro da togliere, ma ciò che mi preoccupa è l’ossido verde, è molto duro e se lo tolgo arrivo direttamente sul metallo, che sia cancro? Anche qua lo tolgo o no? E se si, vale la pena di usare sempre metodi fisici o dato che non posso preservare nessuna patina posso usare qualcosa tipo sidol?

ta3kaw.jpg

La terza. Scusate l’immagine un po’sfuocata. Qua non ho ossidazioni aggressive, e io credo che messa cosi non sia male. Voi che pensate, vale la pena di togliere ancora qualcosa. Io penso di aver già tolto troppo, ho usato solo sonicatore e spazzolino ma dalla parte del viso si vede già il brillio del metallo sottostante nei punti più esposti.

5prg2u.jpg

La quarta e più controversa. Mantiene ancora parecchio dello strato argentato, ma l’ossido è cresciuto proprio fra il rame e l’Ag, tanto che sul rovescio dalla metà destra si è staccato un bel pezzo di argentatura esterna solo sonicandola. Come posso fare per restaurarla al meglio?

vxorxs.jpg

La quinta e migliore. Sono riuscito ad asportare tutta la sporcizia dal viso. La moneta si presenta di un colore uniforme sul grigio/verde, ma dubito fortemente che sia il vecchio strato d’argento, più probabile che dopo averlo perso si è ossidato tutto in maniera uniforme. Sul retro dite di insistere un po’ di più definire meglio la figura?

121ww77.jpg

Sesta e ultima. Presenta sul retro dei punti rossicci, segni rimasti dopo aver asportato un po’ di ossido entrato in profondità. Peccato per la rugosità, non si è conservata molto bene, però credo che non posso fare altro, voi che dite?

Vi rigrazio in anticipo per la pazienza che avete avuto nel leggere tutto il mio “torrone”!

Saluti Dega

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MassyGiovy7577

se sono antoniani o follis non Ti so dire.......sono abbastanza conciate, Cosa intendi per sonicatore?.....Non Mi sembra Argento, comunque l' unica cosa che puoi fare è lasciarle 10 giorni in olio di Oliva, dopo di che prova a pulirla con spazzolino o stuzzicadenti e vedi se Ci sono miglioramenti....temo che non cè altro da fare. Ciao Massy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dega.81

se sono antoniani o follis non Ti so dire.......sono abbastanza conciate, Cosa intendi per sonicatore?.....

Ciao, come sonicatore intendo il bagno ad ultrasuoni, lavorando in un laboratorio ne ho un facile accesso.

Mi potresti dire dove posso informarmi meglio su follis e antoniani, che differenza c'è?

Grazie mille

Ciao Dega

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MassyGiovy7577

Se questa discussione viene letta da uno che se ne intende di Romane te lo dice subito....però aiuta molto anche il peso, in genere se non superano i 2 gr a moneta sono follis, e l' argento non dovrebbe ossidarsi in quel modo....gli ultrasuoni rovinano le monete antiche, tenta con l' olio....Ciao Massy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

allora la prima e` Claudio gotico (si vede LAV all inizio)

la seconda e` Gallieno (GALLI all inizio)

la quinta non credo si veda il nome dell imperatore , si legge I M AVR che e` l inizio di tante legende , il nome viene dopo.

l antoniniano viene introdotto intorno al 220 ad per contrastare la progressiva perdita di valore del denario , che veniva emesso con sempre minori quantita` di argento. e valeva 2 denarii

dal 240 prende il sopravvento e la coniazione dei denari cessa quasi tutta.

l antoniniano anche lui subisce una progressiva perdita del contenuto d argento tanto che sotto il regno di gallieno passa a essere quasi tutto di rame.

gli imperatori successivi anche loro emettono antoniniani di rame con un argentatura superficiale che spesso scompare.

il follis viene introdotto con la riforma monetaria di diocleziano nel 294 ad quando l antoniniano viene sostituito.

anche dopo questa data il valore del follis si riduce progressivamente.

i tuoi sono tutti antoniniani

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dega.81

Grazie mille Rick2, anche i follis erano di argento?

Dega

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mika

Gli antoniniani sono riconoscibili dalla testa radiata dell'imperatore (una corona insomma)

e da una mezza luna crescente sotto il busto delle auguste.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dega.81

E riguardo a un eventuale restauro sapete dirmi qualcosa? Le lascio cosi, c'è qualcosa in cui sono migliorabili o le metto a nudo?

saluti Dega

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×