Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
4737maurizio

valorizzazione

Risposte migliori

4737maurizio

DISCUSSIONE :

vi chiedo un vostro parere per definire il VALORE di una moneta rara (almeno R2-R3)

ma in stato di conservazione MB.

E' predominante la rarita' oppure la conservazione?

Esiste un criterio ?

Un saluto a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Il valore non è un parametro che sia possibile stabilire a tavolno. Il valore dipende infatti essenzialmente dalla richiesta: chiaro che oggi la conservazione appare più importante rispetto alla rarità, ma questo dipende da che tipo di moneta parliamo. Insomma, è assolutamente possibile poter rispondere in due righe (ma forse nemmeno in due pagine) alla tua domanda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

dipende dalla moneta

dovresti postare la foto

purtroppo ultimamente sta prevalendo la conservazione sulla rarita`

anche se secondo me e` sbagliato (pero devo dirti che mi diverto a comprare monete rare in basso stato di conservazione per poco, per cui speriamo continui cosi)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

4737maurizio

Grazie pre le vostre risposte ,il contenuto me l'aspettavo.

la mia discussione e' nata perche' tempo fa ho cercato di trattare ad un convegno una moneta medievale di reggio emilia

R3 (piccola moneta in mistura)ma in pessime conzionie il possessore mi chiedeva una cifra che secondo me era esagerata

e facendogli notare la cosa mi rispose che la cosa da tenere in considerazione era la rarita'

Poi sempre ad un convegno ho cercato di vendere una mia moneta anchessa rara e in basso stato di conservazione

le offerte sono state tutte basserisposta ,lìimportante e' la conservazione.

Mi chiedo perche' ci devono essere due modi di gestire la cosa in base se si vende oppure si compra?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Il valore non è un parametro che sia possibile stabilire a tavolno. Il valore dipende infatti essenzialmente dalla richiesta: chiaro che oggi la conservazione appare più importante rispetto alla rarità, ma questo dipende da che tipo di moneta parliamo. Insomma, è assolutamente possibile poter rispondere in due righe (ma forse nemmeno in due pagine) alla tua domanda.

Pienamente daccordo

Il grado di rarità elevato di una moneta non è sinonimo di valore elevato. Ci sono monete di grandissima rarità che, però, interessano pochi cultori e quindi non essendoci "richiesta", non c'è "mercato" (nel senso di valore).

Spessissimo, anche su Ebay, vengono offerte monete molto rare o rarissime relative a monetazioni poco seguite a prezzi di molto inferiori a quanto ti costa acquistare una moneta comunissima, ma in condizioni Fdc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Grazie pre le vostre risposte ,il contenuto me l'aspettavo.

la mia discussione e' nata perche' tempo fa ho cercato di trattare ad un convegno una moneta medievale di reggio emilia

R3 (piccola moneta in mistura)ma in pessime conzionie il possessore mi chiedeva una cifra che secondo me era esagerata

e facendogli notare la cosa mi rispose che la cosa da tenere in considerazione era la rarita'

Poi sempre ad un convegno ho cercato di vendere una mia moneta anchessa rara e in basso stato di conservazione

le offerte sono state tutte basserisposta ,lìimportante e' la conservazione.

Mi chiedo perche' ci devono essere due modi di gestire la cosa in base se si vende oppure si compra?

Storia vecchia, qualsiasi bottegaio te la può spiegare meglio di me, ma è nella natura del commercio disprezzare quello che si vuole comperare e invece enfatizzare quello che si vuole vendere. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rick2

Grazie pre le vostre risposte ,il contenuto me l'aspettavo.

la mia discussione e' nata perche' tempo fa ho cercato di trattare ad un convegno una moneta medievale di reggio emilia

R3 (piccola moneta in mistura)ma in pessime conzionie il possessore mi chiedeva una cifra che secondo me era esagerata

e facendogli notare la cosa mi rispose che la cosa da tenere in considerazione era la rarita'

Poi sempre ad un convegno ho cercato di vendere una mia moneta anchessa rara e in basso stato di conservazione

le offerte sono state tutte basserisposta ,lìimportante e' la conservazione.

Mi chiedo perche' ci devono essere due modi di gestire la cosa in base se si vende oppure si compra?

perche` ognuno porta l acqua al suo mulino.......

l importante e` non farsi fregare !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Farei un distinguo. Non è solo ultimamente che la qualità è ricercata. Mi ricordo di aver letto che alla fine dell'ottocento una didramma di Terina venne pagata qualcosa come 2500 lire oro, quando quelle belle ne valevano 100 e quelle meno belle 30. Ovviamente la conservazione era eccezionale... Quindi in generale la qualità paga.

Ma nel caso delle monete medievali il discorso cambia. Chi si dedica a una zecca specifica capisce molto presto che pretendere la qualità non è compatibile con una raccolta di questo genere. E non è una questione di prezzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sixtus78

il fatto che ci siano 2 pesi e 2 misure nel valutare conservazione e rarita' x le medievali da parte dei commercianti fa parte ovviamente del "gioco" ( e secondo me e' giusto sia cosi' anche se da collezionista certe volte ne soffro....). come detto in precedenza purtroppo molto spesso si cerca l'alta conservazione in monete che assai raramente la possiedono. proprio di recente mi vengono fatte vedere e proposte 1 paio di monetine mal ridotte ( bassa conservazione, una forata, l'altra non integra ) ma trattandosi x entrambe di tipologie abbastanza rare e difficilmente reperibili in migliori condizioni ho deciso di valutarle bene. quoto completamente Arka nella sua ultima frase, qualita' e disponibilita' in moltissimi casi x il medioevo si trovano poche volte ( su specifiche zecche ).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MassyGiovy7577

Grazie pre le vostre risposte ,il contenuto me l'aspettavo.

la mia discussione e' nata perche' tempo fa ho cercato di trattare ad un convegno una moneta medievale di reggio emilia

R3 (piccola moneta in mistura)ma in pessime conzionie il possessore mi chiedeva una cifra che secondo me era esagerata

e facendogli notare la cosa mi rispose che la cosa da tenere in considerazione era la rarita'

Poi sempre ad un convegno ho cercato di vendere una mia moneta anchessa rara e in basso stato di conservazione

le offerte sono state tutte basserisposta ,lìimportante e' la conservazione.

Mi chiedo perche' ci devono essere due modi di gestire la cosa in base se si vende oppure si compra?

la cosa è Soggettiva del venditore, a volte un venditore privato o non privato su determinate monete decide il prezzo.........

La vuoi pagare meno?

si...

allora pedala e valla a cercare da un' altra parte se la trovi....

ha ha ha ha ha :lol: :lol: purtroppo è cosi........ripeto solo su determinate monete

Ciao Massy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×