Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
comax74

riferimento per monetazione etrusca

Risposte migliori

comax74

Buonasera a tutti,

casualmente mi sono avvicinato alla monetazione etrusca e ne sono rimasto folgorato.

Volevo chiederVi quali sono i riferimenti per tale tipologia di monetazione reperibili in commercio.

Ad esempio, il socondo volume del Sylloge Nummorum Graecorum puo' andare bene?

Grazie, cordialita'

Maurizio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Visto che per ora non hai risposte, comincerei a suggerirti:

- Il vecchio Garrucci, che credo esista in ristampa anastatica di Forni.

- La SNG Copenaghen, volume "Italy".

-Le SNG di Evelpidis e della American Numismatic Society.

-Fiorenzo Catalli, La monetazione etrusca ( o un titolo simile) Ed. Poligrafico dello Stato.

-E.Montenegro, Monete di Magna Grecia e Sicilia(o qualcosa di simile), che è un catalogo e un prezzario.

-Articoli sparsi su riviste varie di Autori che si occupano di monete etrusche, ad es. F.Catalli e F.M. Vanni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vincenzo

DE GREGE EPICURI

Visto che per ora non hai risposte, comincerei a suggerirti:

- Il vecchio Garrucci, che credo esista in ristampa anastatica di Forni.

- La SNG Copenaghen, volume "Italy".

-Le SNG di Evelpidis e della American Numismatic Society.

-Fiorenzo Catalli, La monetazione etrusca ( o un titolo simile) Ed. Poligrafico dello Stato.

-E.Montenegro, Monete di Magna Grecia e Sicilia(o qualcosa di simile), che è un catalogo e un prezzario.

-Articoli sparsi su riviste varie di Autori che si occupano di monete etrusche, ad es. F.Catalli e F.M. Vanni.

Ottimi suggerimenti:

GARRUCCI, Le monete dell'Italia antica, è in stampa anastatica FORNI EDITORE sul costo di 100 euro. Un'occhiata è obbligatoria.

Se sei di Roma o viciniori ti consiglio di andare alla Biblioteca di Archeologia e Storia dell'Arte a Piazza Venezia(ingresso sotto il "famoso" balcone) e di controllare tutti i volumi del SNG.

Necessario il libro del Catalli che un costo giusto sulla 50 di euro.

Vincenzo.

Modificato da Vincenzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rapax

Il Monetiere del Museo Archeologico Nazionale di Firenze conserva il piú cospicuo nucleo, ben 1173 esemplari, di monete etrusche rispetto a qualsiasi altro museo in Italia o all’estero, tutte già edite nella Sylloge Nummorum Graecorum- Italia- Firenze, vol. II (Bandecchi e Vivaldi, Pontedera, Pisa, 2007).

SNG Italia-Etruria online

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vincenzo

Il Monetiere del Museo Archeologico Nazionale di Firenze conserva il piú cospicuo nucleo, ben 1173 esemplari, di monete etrusche rispetto a qualsiasi altro museo in Italia o all’estero, tutte già edite nella Sylloge Nummorum Graecorum- Italia- Firenze, vol. II (Bandecchi e Vivaldi, Pontedera, Pisa, 2007).

SNG Italia-Etruria online

Davvero interessante, ottima risorsa on-line.

Scusate se "stopico" un pò, ma avrei delle domande da fare:

1)Ma le monetazioni della Apulia e in particolar modo della Daunia sono state catalogate tutte?

2)Il numero di riferimento che distingue ogni singolo esemplare quale sarebbe? Il codice riportato nel sito?

3)E' prevista a breve, la pubblicazione cartacea come per le altre Syllogi?

4)Dovendo chiedere un paio di foto per una Pubblicazione Scientifica a chi dovrei rivolgermi? A chi devo scrivere?

Sapete se sono gratis, come per il Museo di Milano e quello di Bologna o a pagamento?

Grazie mille,

Vincenzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rapax

Ciao Vincenzo, procedo con ordine:

1)Ma le monetazioni della Apulia e in particolar modo della Daunia sono state catalogate tutte?

Credo di si, ma dovresti provare a mandare un MP a miglio (ha curato lui gli inserimenti di quel settore ed ha un quadro aggiornato della situazione).

2)Il numero di riferimento che distingue ogni singolo esemplare quale sarebbe? Il codice riportato nel sito?

E' il numero che vedi in foto.

Quello è il nr. di inventario del monetiere (collocazione), ovvero quello che identifica con precisione l'esemplare.

Se in una qualsiasi scheda clicchi su "visualizza confronto", situato in alto tra titolo e foto, i vari numeri di collocazione ti compariranno, unitamente ai dati di esemplare, anche a livello scheda.

3)E' prevista a breve, la pubblicazione cartacea come per le altre Syllogi?

Se non sbaglio si, ma bisognerebbe sentire Catalli per conferma ed, eventualmente, maggiori dettagli.

4)Dovendo chiedere un paio di foto per una Pubblicazione Scientifica a chi dovrei rivolgermi? A chi devo scrivere?

Sapete se sono gratis, come per il Museo di Milano e quello di Bologna o a pagamento?

E' scritto tutto nella homepage del portale.

Nel rispetto dell'attuale legislazione le foto offerte in questo catalogo sono in bassa risoluzione. Le stesse di qualità superiore potranno essere richieste direttamente al Servizio Fotografico della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, via della Pergola, 65, 50121 FIRENZE, anche via email a www.sba-tos@beniculturali.it.

Da quel che so dipende dal tipo di pubblicazione. Ti consiglio di inviare una mail all'indirizzo indicato e chiedere maggiori informazioni.

Nel richiedere le foto, specifica il numero di inventario, ad esempio:

http://medagliere-firenze.lamoneta.it/moneta/FI-MGAP7/17

Nr. inventario: 83024

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vincenzo

Ciao Vincenzo, procedo con ordine:

1)Ma le monetazioni della Apulia e in particolar modo della Daunia sono state catalogate tutte?

Credo di si, ma dovresti provare a mandare un MP a miglio (ha curato lui gli inserimenti di quel settore ed ha un quadro aggiornato della situazione).

2)Il numero di riferimento che distingue ogni singolo esemplare quale sarebbe? Il codice riportato nel sito?

E' il numero che vedi in foto.

Quello è il nr. di inventario del monetiere (collocazione), ovvero quello che identifica con precisione l'esemplare.

Se in una qualsiasi scheda clicchi su "visualizza confronto", situato in alto tra titolo e foto, i vari numeri di collocazione ti compariranno, unitamente ai dati di esemplare, anche a livello scheda.

3)E' prevista a breve, la pubblicazione cartacea come per le altre Syllogi?

Se non sbaglio si, ma bisognerebbe sentire Catalli per conferma ed, eventualmente, maggiori dettagli.

4)Dovendo chiedere un paio di foto per una Pubblicazione Scientifica a chi dovrei rivolgermi? A chi devo scrivere?

Sapete se sono gratis, come per il Museo di Milano e quello di Bologna o a pagamento?

E' scritto tutto nella homepage del portale.

Nel rispetto dell'attuale legislazione le foto offerte in questo catalogo sono in bassa risoluzione. Le stesse di qualità superiore potranno essere richieste direttamente al Servizio Fotografico della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, via della Pergola, 65, 50121 FIRENZE, anche via email a www.sba-tos@beniculturali.it.

Da quel che so dipende dal tipo di pubblicazione. Ti consiglio di inviare una mail all'indirizzo indicato e chiedere maggiori informazioni.

Nel richiedere le foto, specifica il numero di inventario, ad esempio:

http://medagliere-firenze.lamoneta.it/moneta/FI-MGAP7/17

Nr. inventario: 83024

Grazie mille!!!

Gentile e preciso.

Sapevo che era in programmazione del SNG, Firenze, credevo che voi foste più aggiornati di me.

Se le monete dell'Apulia, sono le medesime portate al 3° Congresso di Numismatica Pugliese, ci sono tutte.

Vincenzo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

acraf

Ai lavori già menzionati bisognerebbe aggiungere anche:

Italo Vecchi, "The coinage of the Rasna: a study in Etruscan numismatics", in: Revue suisse de numismatique, Berna, 5 articoli-monografie apparsi tra il 1988 e 1999.

Nell'insieme formano un adeguato Corpus che comprende tutte le monete etrusche coniate. Purtroppo non sono di facile reperimento e bisogna cercarle in alcune biblioteche specializzate.

Inoltre sempre Vecchi ha in corso la stesura dell'intero Corpus sulle monete fuse e coniate dell'Etruria e Umbria. Si spera in un'attesa non troppo lunga. Esso diventerà il testo di riferimento per questo affascinante settore.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numizmo

Ai lavori già menzionati bisognerebbe aggiungere anche:

Italo Vecchi, "The coinage of the Rasna: a study in Etruscan numismatics", in: Revue suisse de numismatique, Berna, 5 articoli-monografie apparsi tra il 1988 e 1999.

Nell'insieme formano un adeguato Corpus che comprende tutte le monete etrusche coniate. Purtroppo non sono di facile reperimento e bisogna cercarle in alcune biblioteche specializzate.

Inoltre sempre Vecchi ha in corso la stesura dell'intero Corpus sulle monete fuse e coniate dell'Etruria e Umbria. Si spera in un'attesa non troppo lunga. Esso diventerà il testo di riferimento per questo affascinante settore.

ero piccino....!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piakos

:D

Eri piccino e già lo stava scrivendo?

Può darsi che adesso...che ci siamo fatti (quasi) vecchi...lo stia finalmente partorendo.

Peraltro...la gatta frettolosa fece i gattini ciechi...no?

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×