Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
FlaviusDomitianus

Vespasiano - Bronzo di Sardi

Risposte migliori

FlaviusDomitianus

Narra il mito che Persefone (in latino Proserpina, in greco anche Kore, che significa vergine), fosse figlia di Demetra, la dea delle messi, e di Zeus, il padre degli dei.

Per sottrarre la bellissima figlia alle mire di Ade (in latino Plutone) fratello di Zeus e signore degli inferi, Demetra pensò di nasconderla in Sicilia.

Qui la fanciulla trascorreva il suo tempo giocando con le ninfe Oceanidi.

Con l'aiuto di Zeus, però, lo zio Ade riuscì a rapirla e a portarla con sè facendone la regina degli Inferi.

Demetra, che non voleva rassegnarsi a vedere la figlia confinata per sempre nel mondo dei morti, ottenne da Zeus che la figlia potesse trascorrere alcuni mesi dell'anno (secondo alcuni quattro, secondo altri sei) sulla terra.

Questo ritorno alla vita dopo la discesa agli Inferi, ispirò il rituale dei Misteri Eleusini, i cui iniziati videro nella vicenda di Persefone una promessa di resurrezione.

Questo breve excursus (liberamente tratto da Who's who in Classical Mithology di M. Grant e John Hazel) ha lo scopo di intodurre questa per me affascinante moneta, che al rovescio rappresenta appunto il rapimento di Proserpina da parte di Ade.

Si tratta di una Diassaria coniata per Vespasiano dalla zecca di Sardis in Lydia, sotto l'autorità di T. Fl. Eisogonos, strategos della città.

La moneta ha le dimensioni di un asse (diametro di 27 mm per un peso di 9,97 grammi) e corrisponde al n. 1311 di R.P.C. II.

E' coniata in bronzo e presenta al diritto il ritratto dell'imperatore e al rovescio Ade su una quadriga di cavalli lanciati al galoppo verso destra, nel mentre tiene di traverso il corpo abbandonato della sua futura sposa.

La moneta è leggibile, anche se piuttosto usurata; stando alle indicazioni di R.P.C. questa è una caratteristica che accomuna tutti i pochi esemplari conosciuti. Anche i due specimen riprodotti nel catalogo lo sono infatti in ugual misura.

Il soggetto è comunque poco frequente, almeno nelle monete dei Flavii.

Lo si trova anche in alcune emissioni di Nysa in Caria, città nei cui pressi era ubicato un celebre santuario dedicato alla dea.

R.P.C. non fornisce invece spiegazioni circa l'adozione del soggetto da parte della città di Sardi, che per noi resta legata più che altro al ricordo del re Creso.

post-22231-0-90694700-1295800130_thumb.j post-22231-0-81616300-1295800415_thumb.j

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Bella Flavius! Ma è tua? Se sì complimenti, se no, complimenti allo spunto che mi ha fatto ripassare un po' di mitologia insieme alla visione di una fantastica moneta. ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Bella Flavius! Ma è tua? Se sì complimenti, se no, complimenti allo spunto che mi ha fatto ripassare un po' di mitologia insieme alla visione di una fantastica moneta. ;)

L'ho acquistata oggi, la foto è quella del venditore.

Attendo con ansia che mi arrivi. :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

L'ho acquistata oggi, la foto è quella del venditore.

Attendo con ansia che mi arrivi. :rolleyes:

Beh, allora complimenti e mi raccomando...faccela vedere con fotografie migliori al suo arrivo ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

FlaviusDomitianus

Oggi mi è già arrivata la moneta, potenza della Luftpost!

Allego una mia foto, dalla quale si nota come la moneta sia più scura di quanto non apparisse nella foto del venditore.

Si nota maggiormente il fatto che Ade è rivolto all'indietro, quasi stesse controllando di non essere inseguito da Demetra.

Cosa poco frequente per le provinciali, che prevalentemente lo hanno a ore 12, l'asse di conio è a ore 6, come sulla maggior parte delle monete imperiali.

La moneta è molto simile all'esemplare riprodotto con il numero 1311/9 su R.P.C., con la legenda CARΔIA ben leggibile sopra i cavalli lanciati al galoppo.

post-22231-0-18237100-1295961202_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko8710

Bella! Molto bella.

E' addirittura migliore che come appariva nella foto del venditore.

Bell'acquisto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

profausto

Moneta che sprigiona fascino! congratulazioni per il bell'acquisto!

Profausto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×