Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Arka

Friuli Venezia Giulia Volchero con il tempio

Risposte migliori

Arka

Il denaro con il tempio di Volchero è, a mio avviso, una delle più belle monete medievali. Fu ripresa dalle zecche che gravitavano intorno all'area friulana, ovvero Trieste (con Volcango e con Givardo) e Lublijana. Andrej Sketar in un articolo di Cronaca Numismatica ipotizza che il tempio ivi rappresentato sia quello del Santo Sepolcro di Gerusalemme e devo dire che le sue argomentazioni sono convincenti. Il Bernardi, che la classifica al numero 11 del suo libro sulla zecca di Aquileia, cita alcune varianti, che poi vengono illustrate in fondo al libro. Sul Corpus è illustrato un altro esemplare (tra l'altro descritto male).

Ora, quello che mi piacerebbe sapere è se conoscete altri esemplari su cataloghi d'asta, libri, ecc... di cui si possa vedere la foto per poter vedere se esistono altre varianti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adolfos

Bella questa , Arka ! Non ne so niente ma mi interessa . Seguirò con attenzione . Ma la zecca è Aquileia ?

A presto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Sì, la zecca è Aquileia. Non sono bravo con le immagini, ma chiederò a AndreaPD di postarne una se sarà possibile, così vediamo di cosa si sta parlando.

Volchero fu patriarca di Aquileia dal 1204 al 1218 ed è un personaggio molto interesante. Oltre che patriarca fu un crociato, un poeta, un vicario imperiale per l'Alta Italia... insomma un gran personaggio. Personalmente ritengo che la bellezza dei conii della zecca di Aquileia della prima metà del duecento sia dovuta alla sua sensibilità per l'arte. Fece coniare due denari durante la sua carica, quello con il tempio (di cui stiamo parlando) datato da Saccocci e da Bernardi tra il 1204 e il 1209 e quello con l'aquila di San Giovanni coniato dopo il 1209. Entrambi sono stilisticamente bellissimi (perlomeno a mio parere). Le varianti del denaro con l'aquila sono note per via di un grande ripostiglio descritto da Saccocci nella Rivista Italiana di Numismatica nel 1990 (se ben ricordo). Invece credo che sia ancora da scrivere la storia dell'emissione con il tempio e da qui la mia curiosità.

Modificato da Arka
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

adolfos

Grazie Arka . Spero la discussione interessi anche ad altri amici ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Tra le tante monetazioni medievali,Aquileia è una di quelle che preferisco e che indubbiamente affascina di più,qualche moneta tra l'altro nell'altra discussione fissa l'avevo anche postata;quella di Volchero,concordo pienamente con Arka,credo sia una delle più belle monete in assoluto,e non è poco;quando feci la discussione l'architettura nella monetazione medievale,si parlò anche di esempi di Aquileia è questo è forse il più bello,questo tempio che si riallaccia a quelli dei precedenti patriarchi diventando sontuoso,preciso nei minimi dettagli,con quella cupola sorretta su tre colonne a due archi,il tutto con fondamenta ad architrave è un gioiello ritengo di grande fattura;certamente Volchero influenzò questo cambiamento stilistico rispetto ai suoi predecessori,d'altronde fu poeta,letterato,scienzato,abile politico,non meraviglia questa inclinazione artistica dello stesso nella monetazione.

Per i testi purtroppo anch'io ho solo il Bernardi,che riporta in fondo alcuni esemplari provenienti da collezioni private o quelli custoditi a Vienna e a Udine,il Saccocci ha studiato molto queste monetazioni,ma non conosco altre fonti che potrebbero avere studiato questa moneta in specifico con le sue varianti ,oltre le due già citate;moneta R5 per Bernardi,top price,ammesso ci siano pezzi in libera circolazione;ho dato una veloce occhiata ai cataloghi ultimi delle due case d'asta italiane che le trattano ma esemplari non ne ho trovati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Oltre al gusto artistico individuale penso non si debba trascurare l'influenza della monetazione tedesca (Aquileia dal punto di vista della circolazione monetaria era probabilmente più vicina all'area germanica che a quella italiana e gli stessi patriarca erano spesso di origine tedesca) e in particolare delle bracteate del periodo degli Hohenstaufen, molte delle quali riportavano figurazioni architettoniche anche notevolmente complesse.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa

Dalle tavole del CNI

Modificato da fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Il denaro con il tempio di Volchero è, a mio avviso, una delle più belle monete medievali. Fu ripresa dalle zecche che gravitavano intorno all'area friulana, ovvero Trieste (con Volcango e con Givardo) e Lublijana. Andrej Sketar in un articolo di Cronaca Numismatica ipotizza che il tempio ivi rappresentato sia quello del Santo Sepolcro di Gerusalemme e devo dire che le sue argomentazioni sono convincenti.

Wolfker von Ellenbrechtskirchen veniva dalla Bassa Baviera, e nelle monete che ha fatto coniare ad Aquileia aveva certamente in mente quelle di Colonia.

Sono d'accordo con te che l'ipotesi fatta da A. Stekar sia intrigante e convincente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Ora, quello che mi piacerebbe sapere è se conoscete altri esemplari su cataloghi d'asta, libri, ecc... di cui si possa vedere la foto per poter vedere se esistono altre varianti.

Lanz 23 / 1982, lotto 1062.

Lanz 101 / 2000, lotto 13.

Finarte 700 / 1989, lotto 231.

Varesi 54 / 2009, lotto 1078, ..... Mah....

Hirsch 267 / 2010. Questa era messa in una pagina "nascosta"del catalogo, è certo sfuggita a molti a cui poteva interessare.

Queste quelle che ricordo da cataloghi. Vedrò se c'è altro.

Ma non credo ci siano varianti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Si Arka, ricordi bene .....

Il volume della Rivista italiana di Numismatica in cui A. Saccocci tratta del ripostiglio rinvenuto nel 1969 di monete d' Aquileia, triestine e veneziane, in cui vi erano 315 denari di Volchero con l'aquila, è il vol. XCII del 1990.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

L'esemplare postato da Fedafa del Corpus presenta già una variante non notata dal compilatore dell'opera. Infatti al dritto la legenda viene descritta come CIVITAS AQVILEGIA. In realtà manca la seconda I e la legenda quindi è CIVTAS AQVILEGIA.

Ho ben presente l'esemplare della Finarte 700 dove fu dispersa la collezione di Aquileia di un grande collezionista italiano, insieme a monete veneziane. Ho anche Lanz 23 e 101 (pure qui due collezioni di Aquileia) e Varesi 54. Ma mi sembra di ricordare che qui i Volchero fossero quelli con l'aquila... controllerò stasera. Mi manca invece Hirsch che andrò a cercare. Grazie Chievolan...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AndreaPD

Credo ceh quello di Hirsch a cui fa riferimento Chievolan sia Bertoldo col castello, non Volchero

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BRIK

Direi che AndreaPD ha ragione, non cercare Arka la moneta a qui fa riferimento Chievolan è la mia asta Hirsch 267 lotto 1063 non è Volchero di Ellenbrechtskirken ma come detto da Andrea PD Bertoldo di Merania con retro "Castello" moneta comunque interessante... :ph34r: :ph34r: :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AndreaPD

Direi che AndreaPD ha ragione, non cercare Arka la moneta a qui fa riferimento Chievolan è la mia asta Hirsch 267 lotto 1063 non è Volchero di Ellenbrechtskirken ma come detto da Andrea PD Bertoldo di Merania con retro "Castello" moneta comunque interessante... :ph34r: :ph34r: :ph34r:

Eh interessante si, soprattutto per il prezzo oo) Ma me la farai vedere dal vivo prima o poi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Si, giusto, .... nell'asta Hirsch si trattava di Bertoldo. Nelle altre ci sono le monete col tempio di Volchero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

L'esemplare postato da Fedafa del Corpus presenta già una variante non notata dal compilatore dell'opera. Infatti al dritto la legenda viene descritta come CIVITAS AQVILEGIA. In realtà manca la seconda I e la legenda quindi è CIVTAS AQVILEGIA.

Una bella foto del denaro di Volchero col tempio che presenta questa variante (ma forse è più corretto dire errore di conio) è in questo articolo di Daniele Castrizio, che insegna numismatica a Reggio Calabria:

www.slideshare.net/dcastrizio/la-moneta-grossa

E' a pag.12 (Prima dell'articolo citato vi è un articolo dal titolo "Federico II di Svevia".

Purtroppo vi è solamente la foto del retro.

Scusatemi, ma non ricordo come allegare un link, magari lo può fare qualcuno più bravo di me in queste cose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Ho controllato e Chievolan ha ragione. Lanz 23 e Lanz 101 presentano entrambi un esemplare di Volchero con il tempio. Per quanto riguarda Hirsch allora è un Bertoldo con il castello (complimenti a Brik, moneta senz'altro interessante). Inoltre confermo il ''mah'' dell'asta Varesi 54 (la moneta non risulta aggiudicata).

Quindi sembrerebbe che l'ultimo esemplare di Volchero con il tempio andato in asta è quello di Lanz 101 nel 2000. E aggiungendo l'esemplare dell'asta Finarte siamo a tre esemplari oltre a quelli pubblicati da Bernardi.

P.S. Grazie Chievolan. Ora vado a cercare l'articolo di Castrizio.

Modificato da Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Visto. Peccato che mostri solo un lato... C'è anche un bel Corrado per Trieste...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

BRIK

Eh interessante si, soprattutto per il prezzo Ma me la farai vedere dal vivo prima o poi?

Verrei ogni giorno a trovarti, non fraintendere verrei per vedere le novità!Ma le grandi città mi mettono in crisi, perdo la cosi detta "tramontana", ma troverò un sistema... :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AndreaPD

Eh interessante si, soprattutto per il prezzo Ma me la farai vedere dal vivo prima o poi?

Verrei ogni giorno a trovarti, non fraintendere verrei per vedere le novità!Ma le grandi città mi mettono in crisi, perdo la cosi detta "tramontana", ma troverò un sistema... :P

ti capisco, spero ogni giorno che qualcuno tiri sotto il nostro vicesindaco, magari su una delle sue "aree pedonalizzate"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Ho controllato e Chievolan ha ragione. Lanz 23 e Lanz 101 presentano entrambi un esemplare di Volchero con il tempio. Per quanto riguarda Hirsch allora è un Bertoldo con il castello (complimenti a Brik, moneta senz'altro interessante). Inoltre confermo il ''mah'' dell'asta Varesi 54 (la moneta non risulta aggiudicata).

Quindi sembrerebbe che l'ultimo esemplare di Volchero con il tempio andato in asta è quello di Lanz 101 nel 2000. E aggiungendo l'esemplare dell'asta Finarte siamo a tre esemplari oltre a quelli pubblicati da Bernardi.

P.S. Grazie Chievolan. Ora vado a cercare l'articolo di Castrizio.

Arka, da professionista, ci potresti fare una valutazione di quei esemplari?

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Da amatore (ma forse amante è più corretto), non da professionista (che non sono)... E comunque che tipo di valutazione..?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Da amatore (ma forse amante è più corretto), non da professionista (che non sono)... E comunque che tipo di valutazione..?

Ops .... scusami, ero convinto lo fossi ....... Non cambia niente, la stima è la stessa. :)

Ero curioso di sapere quale valutazione economica un professionista darebbe a quegli esemplari.

Ma la valutazione di un amatore come dunque te e me (amante? Mia moglie di certo direbbe che è così :P )sarebbe troppo soggettiva, relativa, particolare, e quindi limitata.

Modificato da chievolan

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Arka, ne avevo dimenticata una.

E' quella del lotto 166 di Finarte 826.

E' comunque già fotografata nel catalogo di G. B., la quinta foto di pag.168, tipo 11a.

Non mi risultano altri esemplari di questa moneta oltre a quelli che abbiamo elencato apparsi in asta negli ultimi vent'anni; non lo giurerei ma credo siano solo questi.

Un saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Grazie della segnalazione della Finarte 826.

Per quanto riguarda la valutazione economica, sinceramente credo che, visti i pochi esemplari, dovrebbe essere cospicua... Ma in generale vedo che ultimamente le monete del nord-est (a parte Venezia) appaiono poco nelle aste. :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×