Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Mirko

Perché le ho comprate in coppia?

Risposte migliori

Mirko

Sapendo quanto segue

1) che colleziono monete del Sacro Romano Impero per tipologia (cioè annate diversi della stessa moneta non mi interessano)

2) che se devo scegliere, non amo aver doppioni

3) che le due monete sono entrambe autentiche

4) che la moneta "uno" pesa 0.85 , la "due" 0.72

Perché ho preso queste due monetine?

post-46-0-81260700-1297853243_thumb.jpg

post-46-0-68047400-1297853251_thumb.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Mi pare siano comunque due emissioni abbastanza differenti per tipologia, non è la risposta giusta, ma prendo tempo prima di studiarle.

Non è la mia monetazione e non credo di essere mai entrato in contatto con queste monete prima di oggi !!

La moneta di destra riporta un valore 8 che non mi pare di vedere in quella di sinistra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

ciao, una riporta ...HES . NAS... l'altra ...NAS . NAS... oltre a diversi segni a ore 11.

o due diverse città o due diverse autorità. Forse nel 1677 reggenza, che nel 1679 passa al titolare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

Preciso le legende:

"uno": MEINTZ HES NAS FRANC

"due": MEI(Y?)NTZ HAS NAS FRANC

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

Ammesso e non concesso che la moneta sia di Hessen-Darmstadt, leggo che nel 1678 Luigi VI muore e il trono passa al figlio Luigi VII. Purtroppo il suo regno dura 18 settimane e mezza e il trono passa al fratellastro Ernesto Luigi, ma sotto la reggenza della madre Elisabetta Dorotea von Sachsen-Gotha-Altenburg.

Ci azzecca qualcosa?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

@Bavastro: acqua, acqua.... un vero e proprio nubifragio! silly.gif

Fatemi sapere quando non avete più voglia.... non so se questo tipo di discussioni stimolano la ricerca, la voglia di conoscere, la curiosità o se invece sono mortalmente noiose. m249.gif

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

Dato per assodato che non ne so assolutamente nulla di queste monete, molto belle tra l'altro, un particolare mi è saltato all'occhio, magari è totalmente vano ai fini della tua domanda, ma mi ha incuriosito e te ne chiedo una spiegazione.

La "ZETA" della prima moneta ha sulla sua sommità una piccola escrescenza...come mai? Magari è solo una piccola scoria di metallo, ma visto che il quiz verte sulle differenze tra le due, te ne chiedo il motivo, se non è troppo disturbo per te.

Ho notato anche che le due Barre sopra la Zeta sono diverse tra loro, la prima è arcuata e riporta 10 globetti, la seconda è diritta e ne riporta 12.

Grazie tante, Giò

Modificato da giovanna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

@Bavastro: acqua, acqua.... un vero e proprio nubifragio! silly.gif

Fatemi sapere quando non avete più voglia.... non so se questo tipo di discussioni stimolano la ricerca, la voglia di conoscere, la curiosità o se invece sono mortalmente noiose. m249.gif

Sono divertenti altro che... in questi giorni sono impossibilitato nel buttarmi nella ricerca, ma vai avanti. Se ti va rivela qualche indizio un po' alla volta, ma non svelare subito il mistero.

Personalmente, anche quando non partecipo direttamente, apprezzo molto e, come dicevo, mi diverto. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

@giovanna sono due "Z" differenti, è vero.... ma del resto sono diversi anche i coni (cfr. appunto anche la differenza nel numero dei globetti ecc ecc) ;) A proposito, a costo di essere banali, la "Z" è il modo di scrivere il numero 2 in uso in quel periodo.

L'escrescenza sulla prima Z è proprio una sbavatura di conio: erano piccoli nominali, utilizzati per le spese comuni, non certo talleri di ostentazione! Tra l'altro la contingenza storica non era delle migliori.... (ops.... è forse un primo indizio?)

@orlando10 grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Utente.Anonimo3245

@giovanna sono due "Z" differenti, è vero.... ma del resto sono diversi anche i coni (cfr. appunto anche la differenza nel numero dei globetti ecc ecc) ;) A proposito, a costo di essere banali, la "Z" è il modo di scrivere il numero 2 in uso in quel periodo.

L'escrescenza sulla prima Z è proprio una sbavatura di conio: erano piccoli nominali, utilizzati per le spese comuni, non certo talleri di ostentazione! Tra l'altro la contingenza storica non era delle migliori.... (ops.... è forse un primo indizio?)

@orlando10 grazie!

Grazie Mirko, anche a me i quiz piacciono molto, anche se non ho la più pallida idea di cosa siano queste due monetine, aiutano ad imparare ad osservare con attenzione le monete ed attingo nuove informazioni, che non guasta mai :) . Giò

Modificato da giovanna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

stai dicendo che la moneta con data 1679 in realtà è da leggere 1629?

In piena guerra dei Trentanni?

:unsure:

Modificato da bavastro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

@bavastro eh sì..... comunque questa non è una delle motivazioni che intendevo. Ad ogni modo è un 2 venuto un po' male...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

... forse la prima e' di Francoforte e la seconda e' di Magonza?

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

e bravo avgvstvs.... la prima ragione è quella.

Ma ce ne è un'altra :-)

Per i particolari completi, aspetto se qualcuno ha voglia di pensare alla seconda motivazione...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

Se non ho capito male (non conosco il tedesco) ci sono stati dei problemi con il maestro di zecca di Magonza, Daniel Aierer, nel 1629.... o no?

Racconta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko
Racconta...
prima ci sarebbe da individuare la tipologia monetale in questione.... qualcuno ha voglia? (tranne avgvstvs che evidentemente ha già capito :P )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Lascio a Mirko (o a chi ne abbia le competenze) entrare nei dettagli dei tipi monetali, in particolare su quegli elementi o ragioni che distinguono l'emissione Di Francoforte da quella di Magonza.

Il nominale di entrambi gli esemplari mi pare sia 2 kreuzer e dovrebbe trattarsi di emissioni della lega stipulata dagli stati di Magonza, Hesse-Darmstadt, Nassau-Saarbrucken e Francoforte durante la Guerra dei Trent'Anni per coniare monete di piccolo taglio.

Il krause dice che le emissioni ufficiali erano da coniarsi nella zecca di Francoforte e che emissioni non ufficiali coniate a Magonza vanificarono l'unione, cosicché la collaborazione tra i quattro stati ebbe fine nel 1636.

Sono rimasto affascinato dallo scudo della lega, inquartato alla croce accerchiellata. Il primo quarto (alto a sinistra) è occupato dalla Ruota di Magonza, il secondo (alto a destra) dal Leone d'Assia, il terzo (basso a sinistra), seminato di plinti, dal Leone di Nassau, il quarto (basso a destra) dall'Aquila di Francoforte.

Da notare come i quarti siano stati assegnati (ovviamente, ma magari per chi non è abituato come me non troppo) secondo il titolo nobiliare. Dunque agli arcivescovi elettori di Magonza spetta il quarto più importante, seguiti dai Langravi d'Assia, dai conti di Nassau e dalla città libera di Francoforte. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

Caro Orlando, ben fatto!

Appena ho tempo, inserisco il resto delle informazioni: inoltre il Krause non è chiaro "emissioni non ufficiali".... la storia è differente e spero di potervi chiarire questo punto nelle prossime puntate :D

Mi ha incuriosito molto anche l'appunto che hai fatto riguardo l'ordine "di precedenza" delle Insegne.... mi documenterò meglio!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

Come correttamente individuato, le due monete appartengono a una serie di emissioni comuni dell'Elettorato di Mainz (Magonza), l'Hessen, Nassau e la città di Francoforte sul Meno.

Il trattato fu stipulato il 26 luglio 1623, e prevedeva la coniazione di monete con lo stesso tenore d'argento, da utilizzarsi in tutti i territori aderenti al trattato. In un momento di difficoltà come quello (guerra dei Trent'anni) si trattava, per dirla con gergo moderno, di fare "economia di scala" e anche di "esternalizzare" :-)

Tali monete venivano denominate "monete di corrispondenza".

Naturalmente i 4 aderenti dovevano fornire l'argento necessario, e la coniazione doveva avvenire esclusivamente a Francoforte.

La prima moneta riporta il simbolo AE e una specie di ricciolo: il simbolo di Caspar Airer, mastro di zecca in Francoforte.

Ma come in tutte le storie, c'è un ma... ;-)

Il Mastro di zecca Daniel Airer, (parente?), nel 1627 se ne va a Mainz, e comincia a battere moneta di corrispondenza il che, abbiamo visto, non era conforme al trattato: infatti la città di Francoforte si lamenta col vescovo-elettore di Magonza von Greiffenklau (lettera del 2 novembre 1629).

E qui infatti si ritrova la moneta numero due, con il simbolo di mercurio, che contraddistingue Daniel Airer, operante a Magonza.

Ma c'è di più.... il manigoldo Daniel Airer (chissà se in combutta col datore di lavoro, il Vescovo) s'inventa (????) un modo per guadagnare qualche "tallero" in più.

Nel 1628, da un Marco d'argento, ricava 245 "mezzi batzen" (= 2 kreuzer = 1 albus, insomma la monetina in oggetto) invece di 238: un "risparmio" in argento!!!

Scoperto (c'è una lamentela di Francoforte verso il Vescovo di Magonza), non si da per vinto, e anzi nel 1629 ne conia 249 (invece di 238).

Insomma, le monete di Magonza sono "peggiori" di quelle di Francoforte, ma non dovevano esserlo! Chissà se il peso calante che vi ho riportato potrebbe essere causato da questo "evento"!

Ah, un'altra cosuccia..... il vescovo Georg Friedrich von Greiffenclau zu Vollrads, vescovo di Magonza dal 1626, morì proprio nel 1629, era un "amico" delle streghe (ne bruciò un paio di centinaia) e, in quanto Cancelliere dell'Impero, pare fu uno degli ispiratori dell'Editto di Restituzione, che tanta parte ebbe nella esplosione della Guerra dei Trent'anni.

Spero di non avervi annoiato, e vi ricordo che le fonti sono Joseph/Fellner , Le monete di Francoforte (1896): la storia delle monete di corrispondenza la trovate al nr. 383 !

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Grazie Mirko, tutto davvero molto interessante!

Quanto all'adozione del simbolo di Mercurio da parte di Daniel Airer, mai scelta fu più azzeccata, se si considera una delle categorie protette da questa divinità! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

Orlando10, è vero :D

"Mercurio (in latino Mercurius, in greco Hermes, Ερμής) è il nome del dio dell'eloquenza, del commercio e dei ladri" (Wikipedia)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numes

ciao, ne ho una senza segno AE del maestro di zecca e datata 1624 ... una delle prime e quindi di Francoforte?

Modificato da numes

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

@numes scusa se rispondo solo ora.... mi ero perso il messaggio.

1624 e Nessun segno di zecca/zecchiere = Francoforte ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×