Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
Belisarius

Belisarius

Risposte migliori

Belisarius

Ciao a tutti.

Questo è il mio primo post in questa sezione, vi devo confessare che non capisco nulla di monetazione bizantina, le mie (scarse) competenze si fermano al caro vecchio Impero d'Occidente.

Tuttavia c'è una moneta, o medaglia, bizantina che, se esistesse, mi interesserebbe molto.

Come si può notare dal mio nick name, sono un estimatore di questo generale Bizantino, che penso possa essere considerato come uno dei migliori condottieri di tutti i tempi, che se fosse nato un centinaio di anni prima in occidente, sarebbe probabilmente diventato Imperatore.

Vengo al dunque.

Molti hanni fa lessi un libro "Belisario" di Robert Graves; che narra la storia e le gesta del generale.

Nel libro si racconta che Giustiniano fece coniare una moneta, o medaglia commemorativa, in oro per omaggiare Belisario delle sue conquiste militari. Mi pare di ricordare (putroppo non posiedo più il libro) che l'emissione fosse molto pesante, per cui propenderei più per una medaglia, che non per una moneta.

Sebbene il libro sia romanzato, Robert Graves era uno storico e fu anche un professore ad Oxford, per cui gli eventi narrati dovrebbero essere realmente accaduti e non inventi.

Vi risulta che sia mai stata emessa una medaglia del genere?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Non ho mai trovato alcun riferimento a questa medaglia e credo che comunque sarebbe un fatto unico nella storia della monetazione romana (d'oriente, ma anche d'occidente)....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belisarius

Non ho mai trovato alcun riferimento a questa medaglia e credo che comunque sarebbe un fatto unico nella storia della monetazione romana (d'oriente, ma anche d'occidente)....

Per quanto riguarda l'Impero di Occidente, è già successo che venisse dedicata una moneta ad un generale.

A quanto mi ricordo, successe quantomeno nel caso di Agrippa e di Druso. Ora se è vero che Druso era comunque l'erede designato, non mi risulta invece che Arippa lo fosse mai stato.

Il punto è che Graves cita nel liboro queste medaglie commemorative, ben due volte, in due episodi distinti; perchè ricamare così tanto su di un episodio inventato di cui è possibile verificare le fonti?

Un conto è riportare un'ipotetica conversazione fra Belisarius e Giustiniano, magari mai avvenuta, ma che non va ad incidere sugli eventi storici, quindi una licenza poetica, più che un falso storico. Diverso invece sarebbe citare un oggeto o un evento che in realtà non è mai esistito, come appunto la coniazione della moneta/medaglia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Agrippa è l'eccezione che conferma la regola... :D

Tornando a Belisario, conoscendo la fonte di Graves potremmo controllare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Confermo che da fonti letterarie antiche appare che Giustiniano fece emettere una medaglia per celevrare le vittorie di Belisario

da lui inviato in Africa per sconfiggere il re vandalo Gelimero, che fu portato anche in trionfo a Costantinopoli e le cui ricchezze (vae victis!) confiscate dall'imperatore bizantino.

Questa medaglia apparentemente riportava la legenda Belisarius Gloria Romanorum ma purtroppo non se ne conscono esemplari giunti fino a noi.

Varrebbe la pena controllare se il DOC (catalogo di Dumbarton Oaks a cura di Philip Grierson - la maggiore opera di riferimento per la monetazione bizantina) riporti qualche riferimento in proposito relativo a questa medaglia, che comunque avrebbe costituito un'emissione piuttosto singolare (si conoscono medaglione emessi in nome dell'imperatore ma non medaglie celebrative di altri personaggi).

(una menzione di tale medaglia è altresi riportata in un vecchio dizionario storico :

Bibliotheca Classica - a cura di Charles Anthon pubblicato nel 1831 a Londra)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belisarius

Grazie numa.

Quindi Graves ha scritto il vero. Se l'informazione può avere una qualche utilità, lui è stato professore universitario al Cairo e ad Oxford, ma ha insegnato in quest'ultima università in tarda età, sicuramente dopo aver scritto il libro, che è del '39. Si può supporre che abbia trovato queste informazioni quando insegnava al Cairo, ma è probabilmente un'ipotesi un po' azzardata, in fondro potrebbe aver letto qualcosa durante i suoi studi in inghilterra.

Concentrandoci su questa medaglia, immagino che sia stata prodotta in pochi pezzi e che non abbia superato i confini di Costantinopoli; al limite qualche veterano di Belisario può averne portata qualcuna con se in Italia durante le guerre Gotiche.

Non so perchè, ma ho qualche dubbio che riuscirò mai ad entrare in possesso della medaglia del mio generale preferito...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Grazie numa.

Quindi Graves ha scritto il vero. Se l'informazione può avere una qualche utilità, lui è stato professore universitario al Cairo e ad Oxford, ma ha insegnato in quest'ultima università in tarda età, sicuramente dopo aver scritto il libro, che è del '39. Si può supporre che abbia trovato queste informazioni quando insegnava al Cairo, ma è probabilmente un'ipotesi un po' azzardata, in fondro potrebbe aver letto qualcosa durante i suoi studi in inghilterra.

Concentrandoci su questa medaglia, immagino che sia stata prodotta in pochi pezzi e che non abbia superato i confini di Costantinopoli; al limite qualche veterano di Belisario può averne portata qualcuna con se in Italia durante le guerre Gotiche.

Non so perchè, ma ho qualche dubbio che riuscirò mai ad entrare in possesso della medaglia del mio generale preferito...

No, né Graves né altri prima o dopo di lui hanno apparentemente visto la medaglia ma solo riportato testimonianze letterarie che parlavano di tale emissione da parte di Giustiniano per onorare il supo generale.

Non ne sono apparentemente pervenuti esemplari. M suggerivo di dare comunque un'occhiata al DOC in quanto probabilmente vi potrebbe essere qualche menzione più precisa sulle testimonianze pervenuteci in merito alla medaglia.

Il DOC esamina con molto scrupolo le fonti letterarie antiche e potrebbe fornire qualche informazione in più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belisarius

No, né Graves né altri prima o dopo di lui hanno apparentemente visto la medaglia ma solo riportato testimonianze letterarie che parlavano di tale emissione da parte di Giustiniano per onorare il supo generale.

Non ne sono apparentemente pervenuti esemplari. M suggerivo di dare comunque un'occhiata al DOC in quanto probabilmente vi potrebbe essere qualche menzione più precisa sulle testimonianze pervenuteci in merito alla medaglia.

Il DOC esamina con molto scrupolo le fonti letterarie antiche e potrebbe fornire qualche informazione in più.

Io purtroppo non mi intendo di monetazione bizantina, per cui non possiedo il DOC.

Speriamo che qualcuno che ne è in possesso intervenga in questa discussione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Stamattina ho dato una rapida occhiata al DOC vol. I sfogliando tutto Giustiniano I. Non ho trovato nulla che richiamasse una coniazione per Belisario. Tuttavia può essere che Grierson ne parli nell'introduzione generale, ma per quello ci vorrebbe molto tempo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Hai provato nell'indice dei nomi ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Non ci ho pensato... che figuraccia... :unsure: La prossima volta ci riprovo partendo dall'indice.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Non ci ho pensato... che figuraccia... :unsure: La prossima volta ci riprovo partendo dall'indice.

Già fatto , ti risparmio la fatica.., sono rientrato ieir e ho potuto controllare, due brevissime menzioni del nome di Belisarius in connessione con due emissioni di Giustiniano ma nessuna della famosa medaglia.

però forse ho trovato qualcos'altro che potrebbe darci una mano...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belisarius

Già fatto , ti risparmio la fatica.., sono rientrato ieir e ho potuto controllare, due brevissime menzioni del nome di Belisarius in connessione con due emissioni di Giustiniano ma nessuna della famosa medaglia.

però forse ho trovato qualcos'altro che potrebbe darci una mano...

Per curiosità, quali sarebbero queste emissioni che fanno riferimento a Belisario? Sono monete?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giollo2

La nota del DOC (p. 76 n. 21) fa riferimento ad una doppia siliqua d'argento in cui appare l'imperatore in abito militare; viene fatto un cenno al medaglione d'oro con la stessa raffigurazione. Babelon avrebbe ipotizzato che l'imperatore in veste militare potrebbe essere correlato alle conquiste africane di Belisario.

post-7879-0-84985500-1301724428_thumb.jp

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Ho trovato la citazione originale della medaglia in questione.

Viene riportata da Cedrenus, uno storico bizantino del XII secolo che ha collazionato diverse fonti e uatori anteriori:

Pseudo-Symeone, Theophanes, Georgius Monachus, Syncellus, etc.

La sua opera è nota come Compendium historiarum, ovvero una breve storia universale dalla Creazione del Mondo fino all'ascesa al trono di Isacco I Comneno (1057).

Georgius Cedrenus, Historiarum Compendium. Dindorf, William, ed. Corpus Scriptorum Historiae Byzantinae , Bonn, 1829. vol. 1. 256 C-D.

(citazione a pag. 659 del I volume).

Un altro autore, Wolfgang Hahn, profondissimo conoscitore della numismatica bizantina, ha analizzato queste fonti (vedi il suo Money of the Incipient Byzantine Empire , Vienna 2000, pag. 42) e ne sono scaturite interessanti indicazioni sulla medaglia in questione.

Innanzitutto esisteva un interessante multiplo aureo di Giustiniano del vaolre di 36 solidi che fu rubato a Parigi nel lontano 1831, di esso ci rimane un galvano (conservato, credo, presso la Bibliotheque Nationale).Hanh analizza questo esemplare che potrebbe essere quello citato da Cedrenus nella sua cronaca e posto in relazione con il trionfo di Belisario sul generale vandalo nella campagna nord africana .

Hahn prendendo in cosiderazione le varie fonti e quanto pervenutoci ipotizza che la famosa medaglia sia un multiplo emesso a proprio nome da Giustiniano e mal letto dagli autori che ne trattarono, arrivando ad ipotizzare che la legenda CONOB (Const Obryzum) fosse stata letta al contrario BONOC e che in congiunzione alla legenda (in greco Gloria Romanorum) avesse dato origine alla supposta legenda Belisarius Gloria. etc.

mentre il tutto si sarebbe riferito in realtà al più comune titolo dell'imperatore bizantino e alla città emittente il medaglione.

L'ipotesi di Hahn è tutt'altro che peregrina e oltretutto permetterebbe di far rientrare nella normalità un'emissione altrimenti assai singolare in onore di un generale (tra l'altro con un nominale eccezionale : 36 solidi !). Hahn stesso tuttavia leggendo altre testimonianza di Procopio e latre fonti antiche non esclude del tutto un'emissione celebrativa di una medaglia in onore della vittoria sui vandali celebrante il grande generale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Belisarius

Grazie Numa, gran bella ricerca.

Quindi la medaglia potrebbe esser esistita, anzi forse trattavasi di moneta, visto che aveva un valore monetale.

Tra l'altro, anche nel libro credo che venga presentata come moneta, perchè narrando della caduta in disgrazia di Belisario, Graves racconta un episodio (ma potrebbe essere una licenza poetica) di quando il generale si mise ad elemosinare presso una chiesa e, riconoscendolo, un ricco passante gli diede come offerta la moneta che Giustiniano fece coniare in suo onore.

In ogni caso mi pare che le fonti non riportino la descrizione dell'oggetto, vero? Altrimenti sarebbe stato facile capire se trattavasi di moneta/medaglia commemorativa.

Domanda da ignorante: cosè un galvano?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Grazie Numa, gran bella ricerca.

Quindi la medaglia potrebbe esser esistita, anzi forse trattavasi di moneta, visto che aveva un valore monetale.

Tra l'altro, anche nel libro credo che venga presentata come moneta, perchè narrando della caduta in disgrazia di Belisario, Graves racconta un episodio (ma potrebbe essere una licenza poetica) di quando il generale si mise ad elemosinare presso una chiesa e, riconoscendolo, un ricco passante gli diede come offerta la moneta che Giustiniano fece coniare in suo onore.

In ogni caso mi pare che le fonti non riportino la descrizione dell'oggetto, vero? Altrimenti sarebbe stato facile capire se trattavasi di moneta/medaglia commemorativa.

Domanda da ignorante: cosè un galvano?

Se non ho interpretato male, l'Hahn sostiene che tale medaglione, multiplo di solidi, sia un medaglione già conosciuto emesso da Giustiniano

ma mal letto o interpretato come riferentesi a Belisarius (ma in realtà non lo era) di cui esisteva un originale a Parigi e di cui, a seguito di un antico furto , ci rimane una copia galvanica . Le copie galvaniche, molto ulti,izzate nel 1800 e anche all'inizio del secolo scorso erano delle copie di monete d'oro ottenute per elettrolisi. L'elettrolisi è un processo che tramite la conversione dell'energia elettrica in energia chimica permette di riprodurre dei manufatti metallici.

I musei utilizzavano (e utilizzano tuttora) copie di monete e medaglie ottenute con questo procedimento per studio o esposizione.

Leggendo comunque quanto riportato da Hahn , l'autore non esclude del tutto visti i diversi riferimenti degli autori antichi che in effetti vi possa essere stata una coniazione celebrativa apposita (sotto forma di medaglione ?) per celebrare la vittoria sui Vandali in Nord-Africa orchestrata dal grandissimo generale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

scalptor
Supporter

@belisario Salve riprendo questa interessante discussione per includervi la pagina del catalogo del BM in cui mi sono casualmente imbattuto e che riporta tutta l'affascinante storia del medaglione di Justiniano con la presunta effige di Belisario, del  luogo del suo ritrovamento, del furto e malaugurata fusione, delle copie realizzate dal British M. e della sua iconografia e datazione basata sulla descrizione data da Cedrenus di una moneta coeva, teoria ripresa e confutata poi dal Babelon. Conferma ovviamente quanto scritto da Numa riportando Hahn, a meno del fatto che la copia fu fatta dal e conservata al British Museum e non alla Biblioteca Nazionale di Francia e grazie a questa, dopo la perdita dell'originale, fu possibile riprodurre due esemplari, uno per ogni museo.

BMC_Justinianus_Gold Medallion.png

Modificato da scalptor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×