Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
stella alpina

VENEZIA Zecchino Domenico Contarini

Risposte migliori

stella alpina

Gentili Amici

Ho acquistato questa mattina il mio secondo zecchino veneziano di Domenico Contarini

Conservazione come da foto che allego e peso di 3,47 grammi.

Qualcuno di voi potrebbe inviarmi approfondimenti ( magari una scansione della scheda tecnica del PAOLUCCI) riguardante questo zecchino?

Che cosa ne pensate?? :) :) :)

Grazie

Mario

post-25447-0-34088000-1305384060_thumb.j

post-25447-0-89876200-1305384068_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buon pomeriggio

Bravo! .........Il primo che hai acquistato di quale doge è?

non c'è 2 senza 3. ;)

Non ho la scheda del Paolucci da inviarti, ma ti posso dire quanto segue:

Domenico Contarini, 104° doge di Venezia, regna dal 1659 al 1675.

La legenda del diritto è costituita da:

Alle spalle di San Marco: S.M.VENET

Alle spalle del Doge: il proprio nome abbreviato in: DOMIN CONT

Lungo l’asta, a destra e in verticale sotto il vessillo: DVX

La legenda del rovescio è costituita dalla scritta:

SIT.T.XPE.DAT.Q.TV.REGIS.ISTE.DVCAT, che sta per “Sit tibi Christe datus quem tu regis iste ducatus”; che significa: a te o Cristo sia dato questo ducato che tu reggi.

Giacchè la moneta è stata chiusa con i sigilli, ti è stata periziata?

A mio parere la classificherei BB/Spl; in ogni caso ti faccio i miei complimenti; lo zecchino è una "pietra miliare" della numismatica.

Se sei interessato, mi permetto di indicarti un mio lavoro da poco inserito nel forum.

http://www.lamoneta.it/tutorials/article/45-il-ducato-veneziano/

Saluti

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Grazie dei complimenti e delle preziose informazioni che mi hai dato. ;) ;)

Ho provato a chiedere in vari negozi del PAOLUCCI senza nessun esito!!!

Si trova ancora in commercio?

La moneta è stata periziata e sigillata dal negozio di numismatica il cui l'ho comperata

Il primo zecchino che ho acquistato è di Alvise III MOCENIGO

Grazie ancora

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Grazie dei complimenti e delle preziose informazioni che mi hai dato. ;) ;)

Ho provato a chiedere in vari negozi del PAOLUCCI senza nessun esito!!!

Si trova ancora in commercio?

La moneta è stata periziata e sigillata dal negozio di numismatica il cui l'ho comperata

Il primo zecchino che ho acquistato è di Alvise III MOCENIGO

Grazie ancora

Mario

Da qui puoi scaricare i volumi del Papadopoli.....

http://incuso.altervista.org/

Buona serata

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Gentilissimo Luciano

Mi sono collegato al Link che mi hai inviato e ho trovato le spiegazioni riportate molto interessanti ben dettagliate ed esaustive.

I miei più vivi complimenti per il lavoro che hai svolto! ;) ;) ;)

Visto che mi sono avvicinato all'affascinante mondo della numismatica, in particolar modo a quella di Venezia, solo da un paio d'anni e di zecchini non è che ne abbia visti molti, quali sono i punti principali da controllare per riconoscere uno zecchino autentico da uno falso?

Quello che ho acquistato questa mattina, da cosa si riconosce la sua autenticità?

Grazie

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Grazie infinite anche del link per scaricare i volumi del Papadopoli. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Gentilissimo Luciano

Mi sono collegato al Link che mi hai inviato e ho trovato le spiegazioni riportate molto interessanti ben dettagliate ed esaustive.

I miei più vivi complimenti per il lavoro che hai svolto! ;) ;) ;)

Visto che mi sono avvicinato all'affascinante mondo della numismatica, in particolar modo a quella di Venezia, solo da un paio d'anni e di zecchini non è che ne abbia visti molti, quali sono i punti principali da controllare per riconoscere uno zecchino autentico da uno falso?

Quello che ho acquistato questa mattina, da cosa si riconosce la sua autenticità?

Grazie

Mario

Temo che non mi sia possibile in poche righe spiegarti tutti i particolari che derivano da circa 500 anni di monetazione.

Diciamo che, una volta verificata la congruità di peso, diametro e del metallo (anche il suo colore) gli unici elementi verificabili sono le legende e l'iconografia.

Le ipotesi di ducati e poi zecchini di imitazione o contraffazione coeva sono tantissime; poi ci sono quelli smaccatamente falsi (moderni).

Il controllo dei caratteri delle scritte, la loro interpunzione e la loro conformità ai tipi già censiti, sono un buon inizio.

Talvolta ci sono imitazioni che lasciano veramente dubbiosi e non si capisce se il pezzo è originale o contraffatto.

Ci vuole - come sempre - studio, opportunità di vederne molti e rigirarseli tra le mani; in definitiva esperienza.

Io li stò ancora studiando e qualche volta, di cantonate, ne ho prese. ;)

Ciao

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Grazie nelle tue delucidazioni

Il fatto che sia stato periziato e sigillato mi fa stare tranquillo sulla sua autenticità?

Da quanto riesci a vedere dalle foto non ho preso, come tu la definisci, una cantonata!!! :unsure: :unsure: :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Grazie nelle tue delucidazioni

Il fatto che sia stato periziato e sigillato mi fa stare tranquillo sulla sua autenticità?

Da quanto riesci a vedere dalle foto non ho preso, come tu la definisci, una cantonata!!! :unsure: :unsure: :unsure:

Meglio di una moneta periziata e sigillata :) cosa vuoi di più? un amaro.......

A me non ha dato alcun dubbio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Grazie per la tua gentilezza e professionalità.

Buona serata e...... a presto :) :)

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AndreaPD

Come approfondimaneto sullo zecchino in questione posso dirti che esiatono 3 varianti significative di Domenico Contarini: in cima all'asta banderuola e croce, solo banderuola, solo croce.

Buon divertimento!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Grazie

Avevo già notato questa differenza tra lo zecchino di MOCENIGO( asta con croce) e quello di CONTARINI ( asta con banderuola).

Ho notato anche delle differenze nella parte posteriore

MOCENIGO( aureola di stelle a 6 punte) e quello di CONTARINI (aureola di stelle a 5 punte ). :unsure: :unsure:

Cosa significa?

Grazie

Mario

Modificato da stella alpina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Grazie

Avevo già notato questa differenza tra lo zecchino di MOCENIGO( asta con croce) e quello di CONTARINI ( asta con banderuola).

Ho notato anche delle differenze nella parte posteriore

MOCENIGO( aureola di stelle a 6 punte) e quello di CONTARINI (aureola di stelle a 5 punte ). :unsure: :unsure:

Cosa significa?

Grazie

Mario

Buona Domenica Mario,

nel mio "lavoro" l'accenno alla modifica dell'asta, con le varie composizioni tra presenza di croce e vessillo o meno, c'è.

Il perché ci furono però queste modifiche è meno certo e lo si può solo supporre.

Nel caso del Mocenigo, stante la presenza di ben 4 dogi con lo stesso nome, la fattezza dell'asta è proprio un punto saliente per identificarli.

Lo stesso dicasi per le stelline all'interno della "mandorla" che racchiude il Cristo. Il loro numero e fattezza sono una delle caratteristiche più dinamiche dei ducati/zecchini, infatti cambiano moltissimo nel tempo, senza apparente logica, se non quella stilistica.

Saluti

luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Grazie per la spiegazione

Per cui è irrilevante se le stelle all'interno della "mandorla" contenente il Cristo sono a 6 o a 5 punte probabilmente questo dipende dall'estro dell'incisore dell'epoca :D :D che se non erro si chiamava Zecchiere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Grazie per la spiegazione

Per cui è irrilevante se le stelle all'interno della "mandorla" contenente il Cristo sono a 6 o a 5 punte probabilmente questo dipende dall'estro dell'incisore dell'epoca :D :D che se non erro si chiamava Zecchiere.

Da quanto sappiamo, fin dalla legge che ha disposto la nascita del ducato, era prerogativa del doge, dei suoi consiglieri e dei capi della "Quarantia" decidere le immagini che il ducato doveva avere.

Dubito che decidessero il numero di stelle e quindi questo dettaglio poteva essere lasciato all'arbitrio dell'incisore dei conii. Non c'è certezza però di questo dettaglio.

Lo "zecchiere" (termine non usato nella zecca veenziana) credo si possa identificare con il responsabile delle operazioni tutte che si svolgevano in una zecca. A Venezia era denominato "Massaro".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Grazie per la delucidazione ma non ho ancora ben chiaro una cosa :huh:

Ho scaricato varie immagini di Zecchini di Domenico CONTARINI e tutte riportano, nel retro, stelle a 6 punte.

Il mio, come potrai notare nella foto all'inizio della discussione, riporta stelle a 5 punte.

Questo può essere indice di non autenticità? :( :( :(

Modificato da stella alpina

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

No!

La moneta uguale alla tua è censita al nr. 8 del Papadopoli; è solo una delle tante varietà

Saluti

Luciano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Grazie di cuore :) :)

Mi hai fatto fare un sospiro di sollievo :D :D

A presto Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Ho consultato il Papadopoli n°8 dal link che mi hai trasmesso ieri, ma da definizione delle immagini è scarsa e non riesco a vedere la variante di cui mi parlavi.

Grazie

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AndreaPD

Non mi preoccuperei per l'autenticita', la moneta e' buona, le stelle possono essere a 5 o a 6 punte, come gia' detto e' una variante. La variante della croce/banderuola e' invece una variante tipologica, quindi significativa. L'iconografia del ducato rimane la stessa ma si hanno molti cambiamenti dal punto di vista stilistico, come e' naturale vista la durata della coniazione. Dal primo ducato si ha la bandiera vera e propria con i 4 bisanti (pallini) sulla sinistra e gli svolazzi laterali, poi con i secoli cambia e arrivando al 1600 diventa banderuola (o orifiamma), proprio con Domenico Contarini si ha il cambio di stile/iconografia da banderuola a banderuola e croce insieme, infine a croce e basta, che restera' il tipo costante fino alla fine della repubblica. quindi lo zecchino di questo doge e' un punto di svolta, se vogliamo un prototipo, come quello di Francesco Dona', epoca in cui il "ducato" diventa "zecchino".

Spero di essere stato chiaro :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Perfetto :D

Grazie

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Gentile 417 Sonia ( Luciano)

Nell'appendice del tuo lavoro citi come riconoscere alcuni zecchini di dogi con lo stesso nome.( Alvise MOCENIGO)

Il primo zecchino da me acquistato è proprio di Alvise MOCENIGO.

Secondo la tua esperienza è III o IV?

Il nome del Doge è così riportato: ALOY*MOCENI.

Ti allego anche la foto

post-25447-0-04732500-1305538636_thumb.j

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

E' Alvise III Mocenigo. Il IV non ha stelle che dividono la legenda e lo stile è leggermente diverso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stella alpina

Grazie infinite

Mario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

england82

ZECCHINO Veneziano di Domenico Contarini 1659-1675

Rarità: Comune Conservazione: MB-BB

La moneta sembra autentica senza ombra di dubbio; tendo a precisare che le varianti in questi ZECCHINI sono innumerevoli e nessun libro le reca tutte... :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×