Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
teodato

Aiuto per informazioni

Chiedo un cortese aiuto sul valore d'acquisto in area lombarda nel periodo dal 1400 al 1420 delle seguenti monete:

Grosso

Sesino

Trillina

Bissolo

Quale era il loro rapporto di cambio e cioè quanti Sesini corrispondevano ad un Grosso,quante Trilline ad un Sesino, quanti Bissoli ad una trillina?

Che cosa si poteva comprare con ciascuna di queste monete?

Ringrazio sin da ora chi potrà darmi preziose indicazioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

non c 'é nessuno che sa darmi una risposta? Si potrebbero avere almeno i pesi di ciascun tipo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nessuno degli esperti di monetazione medioevale riesce a darmi qualche indicazione anche se solo indicativa?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Buongiorno, mi spiace ma alcuni riferimenti purtroppo mancano pure a me x il mometo! Quindi x il rapporto cambio e potere d'acquisto non riesco ad esserle utile. Cmq i pesi riesco a farglieli avere:

-Gian Galeazzo Visconti (conte di virtù e signore di Milano 1385-1395, poi duca 1395-1402)

grosso da 1 soldo e mezzo - grammi min.1,97 - max 2,57 ag. (Viste le varie varianti ho messo il peso minimo ed il peso massimo)

sesino gr. min. 0,70 - max 1,35 ag.

-Giovanni Maria Visconti, II (duca di Milano 1402-1412)

grosso gr. min 2,02 - max 2,60 ag.

trillina gr. min 0,54 - max 0,72 mi

bissolo gr. min 0,41 - max 0,56 mi

-Gian Carlo Visconti (signore di Milano 1412)

grosso gr. min 2,13 - max 2,73 ag.

sesino gr. min 0,51 - max 0,71 mi

bissolo gr. min 0,30 - max 0,56 mi

-Gian Carlo ed Estore Visconti (signori di Milano 1412)

grosso gr. min 2,03 - max 2,39 ag.

sesino gr. 1 mi

bissolo gr. min 0,35 - max 0,57 mi

-Filippo Maria Visconti III (duca di Milano 1412-1447)

grosso da 3 soldi gr. 2,90 - 3,63 ag.

grosso da 2 soldi gr. min 1,78 - max 2,82 ag.

grosso gr. 1,49 - 2,15 ag.

sesino gr. min 0,78 - max 1,27 ag.

trillina gr. min 0,59 - max 0,97 mi

Spero di averla aiutata cordiali saluti. oo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Ti rispondo per quello che posso ,il Crippa qualcosa riporta ma su questo argomento dovresti leggere F.Argelati , De monetis ,parte III ; vediamo periodo di Giovanni Maria Visconti -

1402-1412 , il fiorino d'oro o ducato corrisponde a 2 lire e 12 soldi ,pari a 52 soldi ,il grosso o pegione era stato fissato a 18 denari imperiali ,la trillina anche dal nome uguale a tre denari imperiali ,il bissolo viene emesso in sostituzione del denaro o imperiale ; dodici bissoli equivalevano a un soldo ; tre bissoli equivalevano a due denari imperiali ,il bissolo fu coniato appunto come moneta dei poveri di valore inferiore l denaro ,se trovo qualche altro dato te lo comunico,ma credo che una lettura dell'Argelati sia necessaria

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Dimenticavo il sesino col valore di 6 denari

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vi ringrazio sentitamente della gentile risposta!

Ho sentito parlare di un Tariffario per le monete del periodo che farebbero riferimento al soldo come unità di conto.

Qualcuno sa dirmi dove trovare testi su questo argomento?

Grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Vi ringrazio sentitamente della gentile risposta!

Ho sentito parlare di un Tariffario per le monete del periodo che farebbero riferimento al soldo come unità di conto.

Qualcuno sa dirmi dove trovare testi su questo argomento?

Grazie!

Secondo me ,la cosa migliore è andare in S.N.I. in Via Orti Milano al sabato pomeriggio ,dove troverai il dott.Girola che ti potrà consigliare sul lavoro che state facendo ,di certo ti consiglierei l'Argelati sopra citato che lo stesso Crippa ha usato per le equivalenze tra monete varie per i suoi testi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie! Prezioso consiglio!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Chiedo un cortese aiuto sul valore d'acquisto in area lombarda nel periodo dal 1400 al 1420 delle seguenti monete:

Grosso

Sesino

Trillina

Bissolo

Quale era il loro rapporto di cambio e cioè quanti Sesini corrispondevano ad un Grosso,quante Trilline ad un Sesino, quanti Bissoli ad una trillina?

Che cosa si poteva comprare con ciascuna di queste monete?

Ringrazio sin da ora chi potrà darmi preziose indicazioni.

Dipendeva dalle città, non ti tutti avevano lo stesso cambio, il valore era il fino contenuto in ogni singola moneta. Il bissolo di Monza (che credo sia quello che interessa a te) valeva 22 grani come quello di Cantù e l'imperiale di Crema, mentre il Bissolo di Como valeva 16 grani.

Leggiti l'Ambrosoli in Noterelle numismatiche del 1903 pag. 216-219 dove si parla della zecca di Cantù.

Lo stesso articolo se non erro lo trovi sulla RIN del 1904, che riesci a scaricare dal sito di Incuso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Teodato, dopo vari studi posso dirti questo:

3 bissoli formavano un imperiale da due (quella chiamata erroneamente Trillina)

Per il Sesino in realtà abbiamo due tipologie, quello di I° tipo (Busto santo e croce patente) che valeva 6 denari, quello di II° tipo che era un sesino da 4 denari (Biscia, croce ornata) ad imitazione di quello milanese (Puoi leggere Bazzini su RIN 2006).

Il grosso in realtà era un Pegione e, con molta probabilità, valeva 18 denari come quelli milanesi.

Credo che queste monete siano state battute in Monza, l'argento utilizzato dovrebbe essere l'argento lombardo dorato, visto che dalle analisi effettuate risulta essere presente l'oro.

Spero di aver fatto cosa gradita.

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?