Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
zema88

Moneta savoiarda da identificare

Recommended Posts

zema88

Buongiorno a tutti!

Avrei bisogno di un aiuto per identificare questa moneta.

Il periodo mi sembra all'incirca quello di Carlo II, ma non sono sicuro.

Il diametro massimo è di circa 1.7cm e in fotografia risulta un po'più deteriorata di quello che è realmente.

Grazie in anticipo

Paolo

post-23931-0-85288100-1305879870_thumb.j

Share this post


Link to post
Share on other sites

profausto

Purtroppo non si vede bene la moneta, potrebbe essere un soldo di Carlo Emaniele II° con la reggenza della madre ( 1638-1648)

D( CAR EM DVC SAB PPP REX CYPRI- scudo sabaudo coronato

R/ IN TE DOMiNE CONFIDO 1641 - zecca TORINO- croce mauriziana accantonata da 4 monogrammi di 2 C intrecciate

Biaggi 642 (29)

(Noto la sigla "I" sopra lo scudo a sinistra che il Biaggi non cita)

NB - questa tipologia il Simonetti lo identifica come Mezzo soldo nr 29 - riferendosi al C:N:I nr 40 che pero' lo classifica Soldo

Edited by profausto

Share this post


Link to post
Share on other sites

zema88

Molto simile, complimenti per l'identificazione.

L'unica cosa che non mi torna è il diametro. Questa arriva a fatica a 17mm, 23 mi sembrano davvero tanti. E il particolare della I che hai giustamente fatto notare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

profausto

Attendiamo conferme !! e/o pareri

Share this post


Link to post
Share on other sites

zema88

Ho controllato e sembra proprio quella.

Dovrebbe essere un III tipo e purtroppo non un II !!! Anche se i bordi non è facile distinguerle viste le condizioni dei bordi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

profausto

Ho controllato e sembra proprio quella.

Dovrebbe essere un III tipo e purtroppo non un II !!! Anche se i bordi non è facile distinguerle viste le condizioni dei bordi.

Il Biaggi non specifica il II° o III° - quello che ti ho descritto è questo

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-CE2REG/6

Share this post


Link to post
Share on other sites

zema88

Ok, grazie.

Avevo guardato anche il II tipo perchè differiscono per pochi particolari, ma deve essere proprio quello che mi hai linkato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

eppure qualcosa non mi torna......

primo: al diritto ad ore 4 mi sembra di vedere la parte bassa di una X che in legenda non ci deve essere.... vi era l'abbreviazione di DUCES quindi DUC e non DUX.....

secondo: quella specie di I sopra lo scudo che fa notare profausto sembra la cifra 1 di quelli con la data a fianco dello scudo, II tipo....

terzo: da ore 7 si legge chiaramente R . EM in posizione fuori legenda.....

e se fosse una moneta ribattuta????

magari un II tipo che ha subito la ribattitura sucessiva di un III tipo???

o un II tipo solo ribattuto????

oppure uno della reggenza degli zii ribattuto in zecca dalla reggente????

si potrebbe pulire leggermente la moneta e avere una foto migliore per poterla studiare meglio????

Share this post


Link to post
Share on other sites

profausto

eppure qualcosa non mi torna......

si potrebbe pulire leggermente la moneta e avere una foto migliore per poterla studiare meglio????

Sono d'accordo con Savoiardo

Share this post


Link to post
Share on other sites

zema88

Domani proverò a postare un'immagine migliore.

Un altro dettaglio strano è il braccio della croce ad ore 3 che sembra spezzato.

Per il resto confermo quanto fatto notare, cioè la X e R . EM.

Dite davvero che potrebbe essere un II tipo? Purtroppo non si trovano molte immagini per fare il confronto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

Domani proverò a postare un'immagine migliore.

Un altro dettaglio strano è il braccio della croce ad ore 3 che sembra spezzato.

Per il resto confermo quanto fatto notare, cioè la X e R . EM.

Dite davvero che potrebbe essere un II tipo? Purtroppo non si trovano molte immagini per fare il confronto.

il braccio della croce è dovuto a una ribattitura di conio....

provo ad inserire una scan del biaggi....

Share this post


Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

foto dell'esemplare del CNI

post-201-0-41393500-1305970530_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

foto sempre dal biaggi dell'altro tipo....

post-201-0-89545100-1305970606_thumb.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

ora però devo aggiungere una cosa...

nel mentre scannerizzavo il biaggi riguardavo la moneta....

ho notato due bisanti vicino al braccio "spezzato" della croce mauriziana,.....

se questa parte della moneta corrisponde all'altro verso dove vi è la scritta R . EM... potrebbe trattarsi di una moneta ribattuta...

cioè una moneta precedente che poi è stata ribattuta con il soldo della reggenza ed ha lasciato l'impronta del conio precedente.....

se così penso anche di aver capito quale....

una moneta di Carlo Emanuele I , più precisamente un grossetto II tipo....

corrisponderebbero i bisanti dal rovescio vicino alla croce, la scitta R . EM ed anche quel famoso 1 chepensavo della data con la parte inferiore della T del FERT......

che dite sbaglio?????

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-CE1/17

Share this post


Link to post
Share on other sites

profausto

.. potrebbe trattarsi di una moneta ribattuta...

cioè una moneta precedente che poi è stata ribattuta con il soldo della reggenza ed ha lasciato l'impronta del conio precedente.....

che dite sbaglio?????

Penso proprio che non sbagli certamente sul fatto che siamo di fronte ad una moneta ribattuta!.... Concordo sul particolare dei Bisanti, che corrispondono al tipo da te segnalato ( il diametro della moneta sarebbe anche compatibile con questa tipologia) Non mi è altrettanto chiara la sovrapposizione dal lato dello scudo, ma sarà questione di " aggiustare" l'occhio!

Share this post


Link to post
Share on other sites

zema88

Questo spiegherebbe anche le minori dimensioni della moneta rispetto al soldo.

Ma nel caso di una moneta ribattuta, come si calcola il valore?

Ecco un'altra scansione del diritto su un diverso piano di fuoco.

post-23931-0-56682700-1305984297_thumb.j

Share this post


Link to post
Share on other sites

zema88

Così è un'altra cosa..

La reflex è sempre meglio dello scanner! :D

Solo il colore non corrisponde perfettamente perché è una fotocamera con filtro modificato e quindi accentua i rossi.

post-23931-0-88864400-1305985206_thumb.j

Share this post


Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

con quest'ultima foto se ne vanno praticamente gli ultimi dubbi...

quell'1 che si vede sullo scudo mi sembra la gambetta non della T ma della R di FERT... si vede anche un pezzetto dell'altra parte bassa della R.....

non è comunque una cosa veniale al quale dare un valore economico.... ma una interessante curiosità numismatica.... il fatto che le monete di Carlo Emanuele I fossere riconiate in un periodo abbastanza difficile per il ducato, di grosse crisi interne politiche ed economiche....

Share this post


Link to post
Share on other sites

profausto

Adesso si vede molto meglio! .... e rende ancora piu' complicate le cose!....

Mentre dalla parte della croce mauriziana , risulta evidente la sovrapposizione di quanto ha indicato Savoiardo / ( non c'erano dubbi... sul suo occhio!!) infatti si intravvedono i 4 bisanti) ,-dalla parte dello scudo rimane meno evidente, infatti anche quel "carattere" sulla sinistra dello scudo se appartenesse al grossetto oggetto della ribattitura

dovrebbe essere una - E- (di FERT) , mentre appare chiaramente un'asta , come una I o un 1

Noto che l'immagine dello scudo in oggetto, è molto simile al tipo B - riportato da Savoiardo e ripreso dal Biaggi, segno che per questa monetazione , come del resto per altri tipi, venivano riutilizzati sovemte tondelli di vecchia monetazione. Il che rende molto difficile identificare con precisione cosa "nasconde " la moneta.

Io resto dell'opinione che debba essere classificato come già fatto al nr 642 (29) del Biaggi- Soldo di Carlo Emanuele II° con reggenza della madre 1641

Mi posso pero' sbagliare !!!:rolleyes:

quei tondelli

Edited by profausto

Share this post


Link to post
Share on other sites

zema88

Certo!

Arrivare a ribattere le monete senza neanche fonderle..........

La mia curiosità era solo per avere un'idea della rarità del pezzo e del suo valore, dato che a questo punto risulta essere un esemplare "unico".

Complimenti in ogni caso per averla identificata alla perfezione! :-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

Adesso si vede molto meglio! .... e rende ancora piu' complicate le cose!....

Mentre dalla parte della croce mauriziana , risulta evidente la sovrapposizione di quanto ha indicato Savoiardo / ( non c'erano dubbi... sul suo occhio!!) infatti si intravvedono i 4 bisanti) ,-dalla parte dello scudo rimane meno evidente, infatti anche quel "carattere" sulla sinistra dello scudo se appartenesse al grossetto oggetto della ribattitura

dovrebbe essere una - E- (di FERT) , mentre appare chiaramente un'asta , come una I o un 1

Noto che l'immagine dello scudo in oggetto, è molto simile al tipo B - riportato da Savoiardo e ripreso dal Biaggi, segno che per questa monetazione , come del resto per altri tipi, venivano riutilizzati sovemte tondelli di vecchia monetazione. Il che rende molto difficile identificare con precisione cosa "nasconde " la moneta.

Io resto dell'opinione che debba essere classificato come già fatto al nr 642 (29) del Biaggi- Soldo di Carlo Emanuele II° con reggenza della madre 1641

Mi posso pero' sbagliare !!!:rolleyes:

quei tondelli

quoto il fatto che si tratto di un soldo della reggenza di quelli meno rari.....

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-CE2REG/6

non sono daccordo sulla questione della E.... ci sta perfettamente la R del FERT...

Share this post


Link to post
Share on other sites

savoiardo
Supporter

Certo!

Arrivare a ribattere le monete senza neanche fonderle..........

La mia curiosità era solo per avere un'idea della rarità del pezzo e del suo valore, dato che a questo punto risulta essere un esemplare "unico".

Complimenti in ogni caso per averla identificata alla perfezione! :-)

non è un pezzo unico.....

è un soldo della reggenza, particolare perchè coniato su di una moneta precedente riconoscibile....

alcuni possono considerarlo un valore aggiuntivo, altri una imperfezione della moneta che la svaluta.....

comunque viste le condizioni della moneta in questione non varia molto il valore........

Share this post


Link to post
Share on other sites

zema88

comunque viste le condizioni della moneta in questione non varia molto il valore........

Quindi dite che è conservata male?

Peccato...

In ogni caso sono contentissimo per la storia particolare del pezzo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.