Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
collezionistabari

Che ne pensate...

Discussione per il tempo libero:

Che ne pensate della decisione di Hitler di intraprendere una campagna tanto ambiziosa quanto difficile come la campagna russa?

Historia magistra vitae giusto? E allora perchè Hitler commise lo stesso errore del Kaiser Guglielmo di impegnarsi su due fronti di guerra? Che ne pensate del mancato colpo finale all'Inghilterra per chiudere definitivamente il fronte ovest e impegnare le sue forze contro l'Unione Sovietica?

Grazie a tutti per le risposte :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Non c'è avvenimento storico che non presenti un lato oscuro,persino quelli che ci raccontano nobili cause.

Viene chiamata dietrologia ma tiene impegnati gli storici ben più che con la Storia propriamente detta.

Nel caso di Hitler,il coincidere di interessi nazionali con l' eliminazione di quel pazzo,ha salvato l'umanità,pur pagando un prezzo in termini di vite che mai l'umanità aveva dovuto pagare in precedenza.

Il lato oscuro è rappresentato dalla vivenda Hess,ancora oggi un mistero e il patto di non aggressione con l'Unione Sovietica.

Hitler aveva basato tutta la sua guerra sulla rapidità e credeva che l'anticomunismo diffuso in Inghilterra,gli avesse assicurato una pace separata con la stessa.In realtà c'era riuscito,l'Armata Rossa fu annichilita ma l'assedio di Stalingrado fu un avvenimento decisivo e che nessuna previsione,nessun trattato,nessun consigliere militare avrebbe potuto immaginare.L'imponderabilità che accompagna ogni vicenda umana.Per fortuna.

Modificato da perceval

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Difficile dirlo in poche parole. L'attacco all'URSS era il progetto principale della politica bellica nazista. La conquista di uno spazio vitale ad est, con la violenza, non poteva certo esaurirsi con la Boemia-Moravia e la maggior parte della Polonia. Le pianure ucraine con la loro produzione cerealicola ed i campi petroliferi dall'area a nord del Caucaso erano fondamentali. Aggiungiamoci pure le questioni razziali, che si estrinsecarono nel tentativo di annientare etnicamente il popolo sovietico. Il colpo decisivo contro l'Inghilterra? Più facile a dirsi, che a farsi... non è che non ci abbia provato, anche se non era questo l'obiettivo iniziale di Hitler, che non aveva troppe intenzioni di muovere guerra al Regno Unito. Il viaggio di Hess è rimasto abbastanza oscuro, probabilmente, perchè non c'era l'interesse a svelare le trame di alcuni gruppi filo-nazisti, in certi ambienti altolocati inglesi. Cercava, presumibilmente, una pace separata? Certo, in UK c'era chi avrebbe appoggiato questa idea, ma non era l'anticomunista per eccellenza Winston Churchill che, anzi, finanziò pure i partigiani titini (non in totale accordo, per così dire, con il Foreign Office). A lungo, sono stati tralasciati (almeno dalla storiografia ufficiale) certi legami fra associazioni anglo-tedesche e lo stesso Churchill era a conoscenza delle infltrazioni filo-tedesche nei servizi segreti. A questo riguardo, ti rimando anche a questa discussione, anche se scritta maluccio e in fretta e furia (e senza volermi addentrare troppo in questioni politiche)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Sempre per quanto concerne lo scontro anglo-tedesco, non dimentichiamoci che l'apporto britannico alla sconfitta tedesca è stato lungamente minimizzato, dalla "storiografia divulgativa italiana", per questioni che non possono essere analizzate qui, temo.

Basterebbe analizzare alcuni dati, relativi alla produzione bellica inglese, che fu intaccata solo marginalmente, nonostante l'enorme sforzo.

La sopravvalutazione dei servizi segreti tedeschi si palesò in attacchi a piccoli aeroporti o stabilimenti, scambiati per grandi industrie belliche. La superiorità area britannica rese, per lo meno, improbabile un'invasione dell'Inghilterra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sempre per quanto concerne lo scontro anglo-tedesco, non dimentichiamoci che l'apporto britannico alla sconfitta tedesca è stato lungamente minimizzato, dalla "storiografia divulgativa italiana", per questioni che non possono essere analizzate qui, temo.

Basterebbe analizzare alcuni dati, relativi alla produzione bellica inglese, che fu intaccata solo marginalmente, nonostante l'enorme sforzo.

Vero ma in realtà la forza militare inglese faceva perno su una flotta eccellente,la prima al mondo,allo scoppio della guerra e indubbiamente,sui mari,non ebbe a patire i tentativi tedeschi portati essenzialmente con la Graf Spee e gli U-Boote.La fase di stallo che coincide con la Battaglia d'Inghilterra,non impegnò molto sotto l'aspetto degli armamenti ma sulla qualità:gli Spitfire si dimostrano qualitativamente superiori ai Messerschmitt bf 109.La fine di questa battaglia coincise con l'entrata in guerra degli USA che di fatto,relegarono l'inghilterra e volutamente,ad un ruolo comprimario nel proseguimento della stessa.Basti pensare lo sbarco in Normandia che vide protagonisti gli inglesi solo nello sbarco e strategicamente,nell'avere impegnati i tedeschi in più punti lungo la costa.La conduzione passò in mano americana.Le cifre parlano chiaro anche nella pericolosa controffensiva delle Ardenne.Nei mesi che seguirono,non c'è più traccia o quasi della presenza militare inglese intesa come forza d'urto.Di fatto,un vero scontro coi tedeschi,non c'è mai stato,

Tutto questo non è stato frutto del caso e nemmeno della sproporzionata macchina bellica americana:il mondo,dopo la guerra,si sarebbe diviso in due,con due sfere di influenza.Non c'era più spazio per quella che,prima della guerra,era l'unica superpotenza mondiale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ottime risposte, ma perchè Hitler commise il grande errore di pensare che il Leone Inglese fosse sconfitto? Perchè prima di attaccare l'URSS non diede il colpo finale all'Inghilterra o almeno firmare una tregua con gli inglesi, così che tutte le forze naziste si sarebbero concentrate verso si sovietici?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ottime risposte, ma perchè Hitler commise il grande errore di pensare che il Leone Inglese fosse sconfitto? Perchè prima di attaccare l'URSS non diede il colpo finale all'Inghilterra o almeno firmare una tregua con gli inglesi, così che tutte le forze naziste si sarebbero concentrate verso si sovietici?

Per i motivi esposti:Hitler sottovalutò l'Inghilterra.La sua era una guerra terrestre e dopo Dunkerque,sul continente,non c'era più la minaccia inglese.Poi pensò che potesse ottenere una pace separata mettendo l'Inghilterra e successivamente gli USA,di fronte al fatto compiuto,una volta travolta l'Unione Sovietica.

Inoltre Hitler sapeva bene che per sconfiggere realmente l'Inghilterra,sarebbe occorso uno sbarco sul suolo inglese.Però non aveva una flotta in grado di garantire che ciò potesse avvenire.Con la battaglia d'Inghilterra,si propose più di fiaccare gli animi che non di sconfiggere gli inglesi.

Questa sottovalutazione e l'inaspettato blocco delle armate tedesche a Stalingrado,a pochi chilometri dagli agognati campi petroliferi,costituirono la chiave della sconfitta.

Alcuni storici inglesi affermarono che fu un errore fatale attaccare la Russia anzichè concentrarsi sull'Inghilterra.Condivido perchè pure se ai margini del conflitto,con l'entrata in guerra degli americani,il Regno Unito offrì un punto d'approdo a pochi chilometri dalle coste europee ed inoltre,consentì di trasferire l'imponente macchina bellica statunitense.Se l'Inghilterra avesse capitolato,gli americani non avrebbero avuto modo di sbarcare direttamente sul suolo europeo e la Storia,oltre che ad altri massacri in massa,avrebbe visto la Germania e non l'URSS come antagonista degli Stati Uniti nella divisione del mondo in due sfere di influenza.

Modificato da perceval

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In ogni guerra c'è sempre un dettaglio non calcolato che ribalta totalmente le sorti del conflitto...

è proprio vero :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In ogni guerra c'è sempre un dettaglio non calcolato che ribalta totalmente le sorti del conflitto...

è proprio vero :lol:

In questo caso,più di un dettaglio! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

@ Perceval. In realtà, non stiamo dicendo cose troppo diverse. E' evidente che la battaglia d'Inghilterra fu vinta, principalmente, per la qualità degli armamenti (anche se la maggiore produzione non fu ininfluente, così come la tenacia). Ma, a mio parere, fu una delle svolte determinanti del conflitto, così come la vittoria in Nord Africa. Una parte importante dello Stato Maggiore tedesco mutò opinione, riguardo l'esito del conflitto, dopo El Alamein...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Supporter

Perchè prima di attaccare l'URSS non diede il colpo finale all'Inghilterra o almeno firmare una tregua con gli inglesi, così che tutte le forze naziste si sarebbero concentrate verso si sovietici?

Non diede il colpo finale all'Inghilterra, semplicemente, perchè non ci riuscì e, come detto da Perceval, apparve evidente l'impossibilità di un'invasione. Già lo sbarco a Creta si era risolto in una vittoria di Pirro... invadere l'isola più grande d'Europa, dopo che si era palesata l'inferiorità sui cieli britannici e nella Manica...

Hitler, in effetti, offrì la pace all'Inghilterra, già dopo la resa francese, ricevendo una sostanziale controrichiesta di resa!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

@ Perceval. In realtà, non stiamo dicendo cose troppo diverse. E' evidente che la battaglia d'Inghilterra fu vinta, principalmente, per la qualità degli armamenti (anche se la maggiore produzione non fu ininfluente, così come la tenacia). Ma, a mio parere, fu una delle svolte determinanti del conflitto, così come la vittoria in Nord Africa. Una parte importante dello Stato Maggiore tedesco mutò opinione, riguardo l'esito del conflitto, dopo El Alamein...

Ciao Luke e buonasera a tutti :)

In effetti concordiamo,l'Inghilterra fece uno sforzo bellico immane.Molto interessante uno scritto dello storico inglese Alan John Percival Taylor che riconduceva a questo sforzo,la tremenda crisi economica inglese durata un ventennio (si ricordano i tentativi inglesi con il veto posto dai francesi per entrare nel MEC) e che sottolineava come la macchina economico-finaziaria dell'Impero,pur forte,fosse obsoleta tanto che Germania e Giappone,sconfitte e devastate dalla guerra,in un solo decennio,divennero potentati economici ed industriali.In quest'ottica si inquadra l'incredibile sconfitta di Churchill nel 1945,appena finita la guerra.

Penso che concorderai con me che certo,gli inglesi,respingendo la proposta di pace tedesca,abbiano pensato al loro di futuro ma non c'è dubbio che tanta parte dell'umanità,deve a quella scelta la propria sopravvivenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Concordo pienamente con quello che avete detto.

Un'enorme sforzo per l'Inghilterra ed un grande risultato per l'umanità :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?