Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
sangria

Considerazioni sul collezionare

Recommended Posts

sangria

Vorrei esporvi un mio pensiero...

Tra le mie varie (troppe) :rolleyes: collezioni,ne esiste anche una relativa alle banconote mondiali.

Per motivi di lavoro mi trovo a poter comprare valuta circolata con costo al cambio...persino un pelo meglio; così oggi ho comprato alcune banconote quali,ad esempio:

1.000 corone ceche

10.000 fiorini ungheresi

Pagate 37 e 35 euro rispettivamente.

Ovviamente le ho prese perchè la conservazione era minimo sullo SPL...però mi chiedo: non sto pagando semplicemente "il cambio"?

Premesso che per questa tipologia di collezione prediligo l'estetica,mi piacciono...però son sempre 37 euro al colpo...magari tra 15-20 anni,fuori corso,quanto varranno? Estetica OK,ma nemmeno far cose stupide...

Non sarebbe più logico comprare "solo o quasi" fuori corso,che hanno già "ESPRESSO IL LORO POTENZIALE NUMISMATICO" E son meno soggette a rischi? :huh:

Parliamone :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Euripe

Ciò che può essere considerato da qualcuno una cosa stupida, può invece venir vista da altri come una cosa lovedole, e addirittura ammirevole, nel collezionismo credo che ogni uno abbia la facoltà di ragionare secondo il propio arbitrio, permettedosi perciò di collezionare ciò che più gli piace e come meglio crede. ( "fregandosene un po" ( egoisticamente parlando) del giudizio altrui.smile.gif

Edited by Euripe
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

azaad

Personalmente credo che il rischio sia abbastanza alto. La quasi totalità delle banconote, se comuni e in bassa conservazione, quando saranno fuori corso varranno meno del facciale. Vedi le vecchie 50.000 e le 100.000 che si possono acquistare anche 15 e 30 euro rispettivamente . Ma lo stesso vale ad esempio anche per banconote più ricercate come le 100.000 manzoni, che in BB si trovano senza troppe difficoltà a 150 euro, ma che quando erano in corso valevano molto più di 150 euro. Io consiglierei di cercare solo banconote in FdS, con quelle si va più sul sicuro. In realtà si corre anche qualche rischio anche così perchè spesso molte banconote FdS si trovano a meno del facciale anche dopo che sono andate fuori corso,specie nel caso delle banconote di paesi del terzo mondo.

Ovviamente ci saranno sicuramente alcune tipologie di banconote più rare che hanno valore anche in bassa conservazione, ma per quello servono cataloghi e occorre girare su internet e per convegni così da conoscere quali sono le rarità in circolazione.

Riassumendo: se vai sui FdS rendi minimo il rischio di perdere soldi, ma se studi e aumenti la tua esperienza in materia così da capire il monento giusto per l'acquisto annulli il rischio quasi del tutto :P .

Questo quantomeno è il mio parere, buona serata

Giuseppe ;)

Edited by azaad

Share this post


Link to post
Share on other sites

saldi-saldi

io la penso un po diversamente ....

il mio e un hobby e come tale ritengo che tutte le banconote senza strappi sono + che degne di essere collezionate.....

ma non per una futura quotazione ma x il gusto di collezionarle...

possiedo in collezione circa 400 banconote mondiali

ed una 60ina italiane nemmeno una fds .....

e vi assicuro che adoro la mia collezione ...quando apro l album le ammiro una alla volta e ne sono orgoglioso x cio che sono riuscito sino ad oggi

a reperire......

il loro futuro valore e un secondo piano ....nella collezione

Share this post


Link to post
Share on other sites

santini

Il mio modo di vedere il collezionismo assomiglia a quello di chi costruisce una pinacoteca. opere d'arte da riunire indipendentemente da un futuro plusvalore; solo il gusto personale conta.

Con condizioni così vantaggiose, a mio dire, hai fatto bene a cambiare le tue banconote, per la soddisfazione che proverai nel vederle ogni volta che lo vorrai, infischiandotene del valore futuro.

Questo e io fossi statro nella stessa situazione.

Se poi "investi" in collezionismo, hai decisamente sbagliato.

Giulio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paolino67

Credo sia stato mal interpretato il pensiero di Sangria.

Da quanto ho capito, lui non intendeva dire che una cosa non va collezionata perchè in futuro non acquisisce valore (il che è assurdo anche solo come concetto), ma proprio il contrario, ossia che oggi spende cifre tutto sommato non indifferenti per pagare il facciale a banconote che probabilmente tra 10-15 anni , finito il corso legale, si troveranno a pochissimi Euro nelle ceste dei mercatini. Fermo restando che ciascuna colleziona ciò che più gli piace e spende i soldi che gli pare, a me sembra una obiezione di totale buon senso. Io non colleziono banconote, ma ho una collezione di monete di tutto il mondo; con le monete il problema è indubitabilmente minore perchè il valore facciale non potrà mai superare i 2 o 3 Euro, ma anche così a volte ho delle remore a pagare il facciale su monete che numismaticamente non hanno valore, ben sapendo che magari tra qualche anno si troveranno a nulla nelle ciotole dei mercatini. Insomma, il problema c'è, e non è certo quello del futuro plusvalore, ma proprio il contrario, quello di ritrovarsi tra pochi anni con materiale comunissimo pagato come rarità solo per l'aver voluto metterlo in collezione quando era ancora di corso legale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ART

1.000 corone ceche

10.000 fiorini ungheresi

Pagate 37 e 35 euro rispettivamente.

Ovviamente le ho prese perchè la conservazione era minimo sullo SPL...però mi chiedo: non sto pagando semplicemente "il cambio"?

Premesso che per questa tipologia di collezione prediligo l'estetica,mi piacciono...però son sempre 37 euro al colpo...magari tra 15-20 anni,fuori corso,quanto varranno? Estetica OK,ma nemmeno far cose stupide...

Il ragionamento è tecnicamente esatto, ma se proprio ti piace collezionare anche cartamoneta in corso potresti adottare questo compromesso: limitarti ora solo ai i tagli più bassi e in futuro, a banconote fuori corso, comprare gli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

caesar85

Credo sia stato mal interpretato il pensiero di Sangria.

Da quanto ho capito, lui non intendeva dire che una cosa non va collezionata perchè in futuro non acquisisce valore (il che è assurdo anche solo come concetto), ma proprio il contrario, ossia che oggi spende cifre tutto sommato non indifferenti per pagare il facciale a banconote che probabilmente tra 10-15 anni , finito il corso legale, si troveranno a pochissimi Euro nelle ceste dei mercatini. Fermo restando che ciascuna colleziona ciò che più gli piace e spende i soldi che gli pare, a me sembra una obiezione di totale buon senso. Io non colleziono banconote, ma ho una collezione di monete di tutto il mondo; con le monete il problema è indubitabilmente minore perchè il valore facciale non potrà mai superare i 2 o 3 Euro, ma anche così a volte ho delle remore a pagare il facciale su monete che numismaticamente non hanno valore, ben sapendo che magari tra qualche anno si troveranno a nulla nelle ciotole dei mercatini. Insomma, il problema c'è, e non è certo quello del futuro plusvalore, ma proprio il contrario, quello di ritrovarsi tra pochi anni con materiale comunissimo pagato come rarità solo per l'aver voluto metterlo in collezione quando era ancora di corso legale.

Ecco, appunto, è così.. Sfido chiunque ad acquistare al facciale delle banconote di grosso taglio dello Zimbawe. Domani saranno carta straccia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

apulian

La settimana scorsa ho visitato Minsk e, dopo aver cambiato, ho tenuto da parte i tagli alti della serie di rubli locali che mi mancavano: 10-20-50-100mila rubli. 180.000 rubli, al cambio di 7300 rubli/euro, mi sono costati 25 euro scarsi.

Lo scorso maggio il rublo bielorusso è stato svalutato del 55%, precipitando da 4500 ad oltre 7000 per un euro. Il cambio è sostenuto artificialmente, e sul mercato nero l'euro viene scambiato a cifre prossime i 10000 rubli.

Dopo aver letto quanto avete detto, mi sono un po' preoccupato. Certo, 25 euro non sono un capitale, ma è concreto il rischio che tra qualche tempo il valore si riduca ulteriormente.

Mi consolo pensando che sul mercato collezionistico quei 180.000 rubli li avrei pagati ben più di 25 euro :rolleyes:

Nella foto: rubli bielorussi per un totale di 40 euro scarsi.... tutti i tagli in circolazione, dal 10 al 100000 rubli. In Belarus non circolano monete :huh:

post-3417-0-88966000-1314096578_thumb.jp

Edited by apulian

Share this post


Link to post
Share on other sites

sangria

La settimana scorsa ho visitato Minsk e, dopo aver cambiato, ho tenuto da parte i tagli alti della serie di rubli locali che mi mancavano: 10-20-50-100mila rubli. 180.000 rubli, al cambio di 7300 rubli/euro, mi sono costati 25 euro scarsi.

Lo scorso maggio il rublo bielorusso è stato svalutato del 55%, precipitando da 4500 ad oltre 7000 per un euro. Il cambio è sostenuto artificialmente, e sul mercato nero l'euro viene scambiato a cifre prossime i 10000 rubli.

Dopo aver letto quanto avete detto, mi sono un po' preoccupato. Certo, 25 euro non sono un capitale, ma è concreto il rischio che tra qualche tempo il valore si riduca ulteriormente.

Mi consolo pensando che sul mercato collezionistico quei 180.000 rubli li avrei pagati ben più di 25 euro :rolleyes:

Nella foto: rubli bielorussi per un totale di 40 euro scarsi.... tutti i tagli in circolazione, dal 10 al 100000 rubli. In Belarus non circolano monete :huh:

post-3417-0-88966000-1314096578_thumb.jp

Ecco esemplificato il concetto.

...e grazie anche a chi "forumisticamente" mi conosce meglio per aver chiarito il discorso,che probabilmente non avevo sintetizzato a dovere.

Nel mentre,ho riflettuto un po' :happyspoonboy: e scendo a questo compromesso...

Ci sono casi in cui l'attrazione verso la banconota è forte ed il prezzo "sopportabile" (tutto è relativo,certo...)

Facendo il primo esempio che mi viene in mente,la serie di banconote del Kazakistan...200 (qui riprodotto) 500 e 1.000,l'ho pagata circa 13 euro

200_tenge_front_small.jpg

Non sarà eccelsa,però cromaticamente m'entusiasma...e me ne frego di quanto potrà valere tra 10-15 anni: però,onestamente,devo dire che già su queste cifre sarebbe pesante seguire una collezione mondiale con...diciamo...svalutazione dietro l'angolo...seguendo questo criterio.

Quindi,per alcuni Stati: va bene così,con cifre contenute.

Per gli stati da "completamento",caccia ai tagli più piccoli,magari di 2 serie diverse.

Per il resto,molta attenzione a banconote numismaticamente già rilevanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.