Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
confaerratio

Fine dell'euro

Recommended Posts

luke_idk

Se sapessi (ma sicuramente lo sai) quanta gente "insospettabile" che c'é nel mondo "dell'alta finanza" che si da.. Anzi che é immersa completamente nell'esoteria... Kabbalah... Simbolismo in genere...

No, non lo sapevo minimamente (non ho molte frequentazioni nell'alta finanza e, a dire il vero, non la seguo neppure più di tanto :D) con una famosa eccezione, di cui non è il caso di parlare qui perchè ad una certa seduta spiritica non ho mai creduto... :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabione191

Salve.

Se permettete vorrei esprimere anch'io il mio pensiero sulla probabile ( ovviamente non sperata ) dipartita dell'euro lo esprimo in quattro semplici parole :director: CHI SE ´NÈ ( FOT..) FREGA.

Voi mi stupite siete numismatici quindi studiate la storia sapete molto meglio di me chi siamo, dimenticate che noi Italiani siamo usciti da tante guerre tra cui l'ultima con le ossa rotte, e ci siamo sempre rialzati piú forti di prima ( gli anni 50-60 ne sono un esempio ).

Quindi se l'euro fallisce bè non sara un bel periodo, probabilmente non avremo piú "picciuli", andremo in bici a lavorare ( ci guadaga la linea ) forse non ci potremmo piú permettere internet ( cosi la finiró di scocciarvi :beerchug: ) , ma una cosa non ce la toglie nessuno la nostra forza la nostra caparbietá il nostro estro, qualitá che per troppo tempo é stati messe da parte da una classe politica ( destra , centro, sinistra fá lo stesso io dico i politici tutti) che non pensa altro di tenersi aggrappata alla poltrona o, come fare in modo di poter ottenere quella poltrona.

L'euro fallisce punto accapo si ricomincia con una nuova avventtura forse migliore.

P.s. quando vi sentite sconfortati, avviliti, esasperati, uscite fuori guardate il cielo, e pensate quello che noi siamo rispetto a tutto ció che ci circonda.:happyspoonboy:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ART

Vedi, fabione191, io non credo che le cose siano così semplici.

Se fallisce l'euro, cosa che reputo comunque largamente improbabile, a meno d'imprevisti cataclismi economici o anche politici, in sostanza sarebbe quasi certamente la fine dell'intero processo d'integrazione europea... e davanti a questa ipotesi tutto possiamo dire tranne: "CHI SE ´NÈ ( FOT..)".

Noi (europei in generale) ci siamo illusi molte volte in passato di poter tirare avanti ognuno per conto suo e ogni volta abbiamo visto com'è andata a finire. Questo discorso è ancor più valido oggi, dato che al mondo già ora non ci sono più solo l'Europa presa nel compelsso e un altro paio di paesi ad avere il peso e la forza di "far girare il mondo". Se davvero l'euro fallisse sarebbe la fine della speranza europea di non diventare il calssico vaso di terracotta fra i vasi di ferro, destinato a decadere lentamente, nella vecchia e pericolosissima illusione di ognuno del: "Chi se ne frega, tanto possiamo fare anche da soli" pur di non ammettere la realtà. Il mondo non è più quello degli anni '50 e '60: sta volta non ci saranno più forza, caparbietà ed estro che tengano, non comincerà nessuna avventura migliore nè per noi nè per gli altri.

Personalmente, salvo disgrazie ho ancora molti decenni da vivere a questo mondo... e quello che ho sintetizzato non è il futuro che vorrei per me e i miei eventuali discendenti.

Edited by ART

Share this post


Link to post
Share on other sites

luke_idk

Diciamo che non ci siamo risollevati proprio da soli... prima gli aiuti americani, poi quelli della CEE, ora quelli tedeschi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paolino67

Diciamo che non ci siamo risollevati proprio da soli... prima gli aiuti americani, poi quelli della CEE, ora quelli tedeschi.

Già... in più c'erano paesi che erano usciti dalla WWII ben più devastati (e sconfitti) del nostro, penso a Germania e Giappone, e guardando come siamo messi oggi rispetto ai paesi citati mi chiedo: ma c'è davvero qualcosa di cui vantarsi in proposito?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ersanto

Già... in più c'erano paesi che erano usciti dalla WWII ben più devastati (e sconfitti) del nostro, penso a Germania e Giappone, e guardando come siamo messi oggi rispetto ai paesi citati mi chiedo: ma c'è davvero qualcosa di cui vantarsi in proposito?

C'e' da dire che loro prima della guerra erano potenze industriali, quindi sapevano come fare quantomeno. Noi no.

Share this post


Link to post
Share on other sites

collezionistabari

Diciamo che non ci siamo risollevati proprio da soli... prima gli aiuti americani, poi quelli della CEE, ora quelli tedeschi.

Già... in più c'erano paesi che erano usciti dalla WWII ben più devastati (e sconfitti) del nostro, penso a Germania e Giappone, e guardando come siamo messi oggi rispetto ai paesi citati mi chiedo: ma c'è davvero qualcosa di cui vantarsi in proposito?

Noi Italiani non stiamo proprio nella posizione di vantarci o criticare altri paesi.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

oento

Coraggio, nel frattempo il nostro debito è calato da 1911 a 1899,7 miliardi di euro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabione191

Diciamo che non ci siamo risollevati proprio da soli... prima gli aiuti americani, poi quelli della CEE, ora quelli tedeschi.

Già... in più c'erano paesi che erano usciti dalla WWII ben più devastati (e sconfitti) del nostro, penso a Germania e Giappone, e guardando come siamo messi oggi rispetto ai paesi citati mi chiedo: ma c'è davvero qualcosa di cui vantarsi in proposito?

Vabbè ma senza la DC ( demograzia cristiana ) sono tutti bravi :D .

Scherzi a parte . è da stamattina che mi frulla un idea in mente, é desidererei conoscere su di essa la vostra opinione.

Uno dei cancri che stá divorando il nostro sistema economico é sicuramente il fenomeno della speculazione. Gente che la mattina compra corpulente somme di azioni, per poi rivenderle il pomerigio, fregandosene di come realmente vanno le cose in quella determinata ditta.

Ora, se andiamo a vedere il motivo per cui nasce la borsa é quello di mettere insieme capitali per mettere in pratica un progetto. Cioé ai tempi un'armatore che voleva fare un viaggio per andare a prendere spezie in India per paura di rimanere bruciato cercava supporto da altri cittadini, se la cosa andava bene vi era un ricavo per tutti, in caso contrario si perdva una somma che peró non portava il soggetto al fallimento.

Questo stá alla base del sistema capitalistico.

A causa degli speculatori questo si é perso, cioé si vuole fare dei soldi e farli subito non dando alle ditte la possibilitá di investire i capitali che gli investitori mettono a disposizione.

Per ovviare a tutto questo io proporrei di bloccare un determinato investimento per un determinato tempo. Mi spiego.

Io Fabio compro azioni della telekom ( per dirne una ) ora dal momento del' acquisto a quello della sua vendita debono passare almeno tre mesi, passato questo derminato tempo posso vendere o tenermi le azioni che peró potro vendere quando meglio riterró opportuno, ma per ogli nuovo stock di azioni che compro avró sempre il vincolo dei tre mesi.

Questo porterebbe, secondo me, a investimenti piú mirati premiando aziende che hanno solide basi, e con i capitali che la ditta otterrebbe potrebbe a sua volta investire portando movimento di denaro e quindi miglior vita per tutti.

Io non sono un economista ( lo si legge ) ma secondo me é un idea che potrebbe funzionare. Se no perché?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ART

Se ho capito bene quello che intendi in pratica sarebbero delle specie di futures che hanno scadenza non in una data fissa ma solo non prima di una certa data. Per quanto ne so non credo cambierebbe molto...

Diciamo che non ci siamo risollevati proprio da soli... prima gli aiuti americani, poi quelli della CEE, ora quelli tedeschi.

Beh, mica sono solo tedeschi: ci sono in mezzo tutti gli stati dell'unione monetaria e il FMI.

Edited by ART

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monetaio
Vabbè ma senza la DC ( demograzia cristiana ) sono tutti bravi :D .

Scherzi a parte . è da stamattina che mi frulla un idea in mente, é desidererei conoscere su di essa la vostra opinione.

Uno dei cancri che stá divorando il nostro sistema economico é sicuramente il fenomeno della speculazione. Gente che la mattina compra corpulente somme di azioni, per poi rivenderle il pomerigio, fregandosene di come realmente vanno le cose in quella determinata ditta.

Ora, se andiamo a vedere il motivo per cui nasce la borsa é quello di mettere insieme capitali per mettere in pratica un progetto. Cioé ai tempi un'armatore che voleva fare un viaggio per andare a prendere spezie in India per paura di rimanere bruciato cercava supporto da altri cittadini, se la cosa andava bene vi era un ricavo per tutti, in caso contrario si perdva una somma che peró non portava il soggetto al fallimento.

Questo stá alla base del sistema capitalistico.

A causa degli speculatori questo si é perso, cioé si vuole fare dei soldi e farli subito non dando alle ditte la possibilitá di investire i capitali che gli investitori mettono a disposizione.

Per ovviare a tutto questo io proporrei di bloccare un determinato investimento per un determinato tempo. Mi spiego.

Io Fabio compro azioni della telekom ( per dirne una ) ora dal momento del' acquisto a quello della sua vendita debono passare almeno tre mesi, passato questo derminato tempo posso vendere o tenermi le azioni che peró potro vendere quando meglio riterró opportuno, ma per ogli nuovo stock di azioni che compro avró sempre il vincolo dei tre mesi.

Questo porterebbe, secondo me, a investimenti piú mirati premiando aziende che hanno solide basi, e con i capitali che la ditta otterrebbe potrebbe a sua volta investire portando movimento di denaro e quindi miglior vita per tutti.

Io non sono un economista ( lo si legge ) ma secondo me é un idea che potrebbe funzionare. Se no perché?

Se resuscitassimo Stalin faremmo prima.

Comunque, non sei l'unico dei postanti che ha questa visione.

Ce n'é anche un altro che ha anche ridicolamente cercato di fare il KGB in questo thread, insultando tra le righe (come al solito, tra l'altro).

Ma se l'ha detto la TV che il problema (o perlomeno uno dei piu grandi) è la speculazione, sarà vero. Non importa se poi la CONSOB stessa ha dichiarato ufficialmente più volte che le vendite al ribasso erano lo 0, non ricordo quanto. Non importa nemmeno se in modo molto poco democratico hanno vietato la vendita allo scoperto sui bancari italiani e questi nello stesso periodo han continuato a scendere inesorabilmente... Implicitamente, mi é parso di capire, che si sia detto che va bene la speculazione (eventuale) al rialzo, ma quella al ribasso no. :)

[Come si potrebbe definire un comunista a metà, che lo é su quello che conviene alle sue tasche, e non lo é sempre su quello che conviene alle sue tasche?]

La TV ed i politici han continuato ( e continuano) sempre a dire che era colpa degli speculatori che, però, visto e stando ai concetti di cui sopra, doveva a questo punto poter essere solo una speculazione "al rialzo"...

C'é da dire di positivo (forse) che finalmente la gente comune comincia a vedere e capire (a ri-forse) quanto la filosofia-economica incida quotidianamente nella propria vita e quanto inciderà in quella dei propri figli.

Chissà se il "risveglio" collettivo é un fatto inevitabile, frutto della difficiltà nel gestire la crisi finanziaria da parte degli stati occidentali, oppure é anch'esso una via standard per la riequilibrazione dello stato sociale... Staremo a vedere. Certo la storia non lascia presagire nulla di buono in merito. Ed il "me ne fòt" attuale, in quel tipo di scenario, probabilmente cambierà in lacrime e sofferenze reali.

Comunque sia, tutti tranquilli, i supereroi con ogni probabilità "si salveranno"... Opsss volevo dire "ci salveranno", e al prossimo G20 (Luke, qual'é la data d'inizio ?) ci diranno anche quanto ci costa... Oooops, volevo dire "quanto son stati bravi nell'interesse di noi tutti".

Edited by Monetaio

Share this post


Link to post
Share on other sites

DragoDormiente

Se blocchiamo gli investimenti fatti per tre mesi (sull'azionario) otteniamo la fuga dalla borsa valori dei piccoli risparmiatori e la fine delle società quotate o a capitale diffuso.

Edited by DragoDormiente

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabione191

Se resuscitassimo Stalin faremmo prima.

Comunque, non sei l'unico dei postanti che ha questa visione.

Ce n'é anche un altro che ha anche ridicolamente cercato di fare il KGB in questo thread, insultando tra le righe (come al solito, tra l'altro).

Ma se l'ha detto la TV che il problema (o perlomeno uno dei piu grandi) è la speculazione, sarà vero. Non importa se poi la CONSOB stessa ha dichiarato ufficialmente più volte che le vendite al ribasso erano lo 0, non ricordo quanto. Non importa nemmeno se in modo molto poco democratico hanno vietato la vendita allo scoperto sui bancari italiani e questi nello stesso periodo han continuato a scendere inesorabilmente... Implicitamente, mi é parso di capire, che si sia detto che va bene la speculazione (eventuale) al rialzo, ma quella al ribasso no. :)

[Come si potrebbe definire un comunista a metà, che lo é su quello che conviene alle sue tasche, e non lo é sempre su quello che conviene alle sue tasche?]

Guarda che se mi stai dando del comunista, ti sbagli e pure di tanto. Dopo la grande delusione dell' attuale governo avvenuta giá nella vecchia legislazione guado piccoli partiti che comunque non hanno ancora avuto la possibiltá di dimostrare ció che valgono.

La TV ed i politici han continuato ( e continuano) sempre a dire che era colpa degli speculatori che, però, visto e stando ai concetti di cui sopra, doveva a questo punto poter essere solo una speculazione "al rialzo"...

Secondo te é normale che persone comprino le azioni della taldei tali per poterle rivendere dopo 30 secondi dopo un minimo rialzo. Bó spiegami dov 'é che ci guadagna la comunitá.

C'é da dire di positivo (forse) che finalmente la gente comune comincia a vedere e capire (a ri-forse) quanto la filosofia-economica incida quotidianamente nella propria vita e quanto inciderà in quella dei propri figli.

Chissà se il "risveglio" collettivo é un fatto inevitabile, frutto della difficiltà nel gestire la crisi finanziaria da parte degli stati occidentali, oppure é anch'esso una via standard per la riequilibrazione dello stato sociale... Staremo a vedere. Certo la storia non lascia presagire nulla di buono in merito. Ed il "me ne fòt" attuale, in quel tipo di scenario, probabilmente cambierà in lacrime e sofferenze reali.

Io sono un tipo che prendo sempre il toro per le corna, quindi se la catastrofe deve venire che venga pure, non mi mettero certo chiuso in una stanza pregando che tutto passi, anzi cerco di fare la mia parte per evitare il peggio, come? Semplice lavorando, pagando le tasse e continuando a lavorare producendo movimento economico, piccola cosa lo só ma l'oceano é fatto da tante goccioline d'acqua.

Sono altre le cose importanti nella vita del conto in banca come sicuramente i figli quello si che é una cosa importante, e se per sfamarli dovro andare a caccia come facevano i nostri antenati sono,con l'aiuto di dio, pronto a farlo!!

Comunque sia, tutti tranquilli, i supereroi con ogni probabilità "si salveranno"... Opsss volevo dire "ci salveranno", e al prossimo G20 (Luke, qual'é la data d'inizio ?) ci diranno anche quanto ci costa... Oooops, volevo dire "quanto son stati bravi nell'interesse di noi tutti".

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabione191

Se blocchiamo gli investimenti fatti per tre mesi (sull'azionario) otteniamo la fuga dalla borsa valori dei piccoli risparmiatori ( perché i piccoli riasparmiartori dovrebbero non accettare che il loro capitale al momento dell'acquisto resti bloccato per 3 mesi) e la fine delle società quotate o a capitale diffuso.

Se tremesi é un periodo lungo sipotrebbe ridurlo ad un mese. Gli speculatori non servono a nulla se non ad incrementare i loro stessi conti bancari.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monetaio
Guarda che se mi stai dando del comunista, ti sbagli e pure di tanto. Dopo la grande delusione dell' attuale governo avvenuta giá nella vecchia legislazione guado piccoli partiti che comunque non hanno ancora avuto la possibiltá di dimostrare ció che valgono.

Uhm. Mi pare di aver nominato Stalin, non propriamente il comunismo. Men che meno il PCI e derivati vari. Mi pare.

Voleva essere un discorso un pò diverso dal mero politicismo televisivo a cui continui a far riferimento.

Già il fatto che tu sia rimasto deluso dall'attuale governo significa che avessi delle aspettative. :) Ma qui la butteremo in, appunto, mera politica, cosa che non mi interessa assolutamente fare: la politica italiana é per me assolutamente inutile ai fini della discussione sulla crisi finanziaria in corso.

La questione del comunistà a metà era per qualche economista, o sedicente tale (Un pò MARX, un pò KEYNES a seconda della convenienza contingente). Non certo per le tue considerazioni, che trovo molto umane tra l'altro.

Secondo te é normale che persone comprino le azioni della taldei tali per poterle rivendere dopo 30 secondi dopo un minimo rialzo. Bó spiegami dov 'é che ci guadagna la comunitá.

Scusa... Quali persone ?

Mi spiegheresti invece tu, secondo il tuo ragionamento, dove e come ci perderebbe la comunità ? (Seriamente, mi piacerebbe avere risposta da te a questo)

Tra l'altro a me risulta che una piccolissima, issima, issima parte dei risparmiatori-trader guadagni dalla borsa. Gli altri ci perdono tutti.

E poi secondo quale principio la borsa dovrebbe essere un posto deputato al bene comune ?

Come il risparmiatore che compra azioni in borsa é libero di farlo e non, anche le aziende sono libere di quotarsi in borsa e non. O no? :)

Oltretutto mi pare che tu non ti sia scostato di un solo millimetro dall'idea che la speculazione sia la colpa, o una delle grandi colpe, della situazione attuale.

Eppure quanto ti ho scritto é verificabile. :/

Vorrei chiederti dove e come hai appreso questa idea della speculazione. Vorrei chiederti anche se/dove/come hai verificato l'idea in questione visto che la prendi per buona in questo modo.

Io sono un tipo che prendo sempre il toro per le corna, quindi se la catastrofe deve venire che venga pure, non mi mettero certo chiuso in una stanza pregando che tutto passi, anzi cerco di fare la mia parte per evitare il peggio, come? Semplice lavorando, pagando le tasse e continuando a lavorare producendo movimento economico, piccola cosa lo só ma l'oceano é fatto da tante goccioline d'acqua.

Sono altre le cose importanti nella vita del conto in banca come sicuramente i figli quello si che é una cosa importante, e se per sfamarli dovro andare a caccia come facevano i nostri antenati sono,con l'aiuto di dio, pronto a farlo!!

Apprezzo molto il tuo spirito.

Ma la sostanza é che bisognerebbe preoccuparsi di quello che ci sarà concesso, non di quello che noi saremmo disposti a fare.

Allego una cosa divertente, spero.

Le universiadi delle università di economia nella gara di "trading"....

Ecco i risultati ottenuti dalle varie università in borsa.

Ovviamente con i complimenti. :)

Mio collegamento

Per il 2010 i risultati sono stati similissimi...

Edited by Monetaio

Share this post


Link to post
Share on other sites

pepp91

Vedendo la classifica postata da monetaio, giusto per curiosità ho visto la mia facoltà, in caduta libera...quasi -65% :o :angry: :(

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabione191
Scusa... Quali persone ?

Mi spiegheresti invece tu, secondo il tuo ragionamento, dove e come ci perderebbe la comunità ? (Seriamente, mi piacerebbe avere risposta da te a questo)

Come ho giá detto non sono un economista, le idee che ho me li sono fatte leggendo ascoltando e vedendo tutto ció che mi stá attorrno, se in queste idee ci sono degli errori e solo perché forse non ho avuto modo di approfondire.

@dove e come ci perderebbe la comunità ?

Provo a fare un esempio per spiegare la mia idea:

Mettiamo caso una ditta che produce pannelli solari la chiamero solum (:rolleyes: )

Tu sei un investitore "onesto" metti i tuoi soldi in quella ditta perché pensi che lei é brava a fare ció che fá. La solum riceve i capitali a sua volta puó trovare magari nuove tecniche per produrre pannelli solari a basso costo la comunitá potra cosi comprare il prodotto finale a minor prezzo risparmiando e nello stesso tempo ricapitalizzando la ditta per nuova ricerca-produzione. Tu che hai investito sulla solum alla fine dell'anno avrai i tuoi danari+ un tot % ed inoltre riceverai i tuoi dividendi. Questo secondo me é un sistema sano di investimento.

Mentre io speculatore come aggisco: investo una bella somma sulla solum facendo lievitare il titolo,ed aspetto che tu ed altri sani investitori facciate lo stesso appena il titolo sale rivendo le mie azioni "fregandoti i tuoi soldi" . Se questo avviene in troppo poco tempo la ditta non usufluira dei capitali che tu hai investito, ma lo faró soltanto io (speculatore), a me non mi importa niente dei pannelli solari della comunitá ma pensa soltanto al suo mero profitto. La cosa bella é che spesso questi individui sono bravi a far sparire i profitti o a pagare le tasse, quindi i capitali si trovano alle isole Cayman te tasse non le paga o se li paga le paga in Lussembergo dimmi un pó tu dové che la comunitá ci guadagna.

Invece bloccando l'investimento per 3 mesi la solum potrebbe in quei tre mesi far girare il denaro di ambedue gli investitori per produrre pannelli solari, che poi alla fine é ció che é veramente importante produrre, produrre, produrre.

Ora spero che il mio pensiero sia stato espresso in modo corretto.

Tra l'altro a me risulta che una piccolissima, issima, issima parte dei risparmiatori-trader guadagni dalla borsa. Gli altri ci perdono tutti.

E poi secondo quale principio la borsa dovrebbe essere un posto deputato al bene comune ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monetaio
Come ho giá detto non sono un economista, le idee che ho me li sono fatte leggendo ascoltando e vedendo tutto ció che mi stá attorrno, se in queste idee ci sono degli errori e solo perché forse non ho avuto modo di approfondire.

Si ma "in giro"... Se vai al bar o apri un giornale o guardi un telegiornale e ti dicono che sono atterrati gli extraterrestri e hanno reincarnato tua moglie (con tanto di immagini per carità) e che devi prendere un fucile ed ucciderla, ci crederesti a prescindere, o cercheresti di verificare se la cosa possa essere minimamente vera prima di esprimere un giudizio ed eventualmente agire ?

@dove e come ci perderebbe la comunità ?

Provo a fare un esempio per spiegare la mia idea:

Mettiamo caso una ditta che produce pannelli solari la chiamero solum (:rolleyes: )

Tu sei un investitore "onesto" metti i tuoi soldi in quella ditta perché pensi che lei é brava a fare ció che fá. La solum riceve i capitali a sua volta puó trovare magari nuove tecniche per produrre pannelli solari a basso costo la comunitá potra cosi comprare il prodotto finale a minor prezzo risparmiando e nello stesso tempo ricapitalizzando la ditta per nuova ricerca-produzione. Tu che hai investito sulla solum alla fine dell'anno avrai i tuoi danari+ un tot % ed inoltre riceverai i tuoi dividendi. Questo secondo me é un sistema sano di investimento.

Mentre io speculatore come aggisco: investo una bella somma sulla solum facendo lievitare il titolo,ed aspetto che tu ed altri sani investitori facciate lo stesso appena il titolo sale rivendo le mie azioni "fregandoti i tuoi soldi" . Se questo avviene in troppo poco tempo la ditta non usufluira dei capitali che tu hai investito, ma lo faró soltanto io (speculatore), a me non mi importa niente dei pannelli solari della comunitá ma pensa soltanto al suo mero profitto. La cosa bella é che spesso questi individui sono bravi a far sparire i profitti o a pagare le tasse, quindi i capitali si trovano alle isole Cayman te tasse non le paga o se li paga le paga in Lussembergo dimmi un pó tu dové che la comunitá ci guadagna.

Invece bloccando l'investimento per 3 mesi la solum potrebbe in quei tre mesi far girare il denaro di ambedue gli investitori per produrre pannelli solari, che poi alla fine é ció che é veramente importante produrre, produrre, produrre.

Ora spero che il mio pensiero sia stato espresso in modo corretto.

Quindi tu dici che:

Esiste una azienda X

L'azienda X fattura N e da una serie di parametri di mercato vale ed é attualmente quotata in borsa circa Y.

L'investitore risparmiatore crede nell'azienda X ed é disposto a comprare ad Y un certo capitale.

Arriva uno "speculatore" (che certo non puà essere un semplice risparmiatore speculatore) che é in grado di comprare tante azioni di X tanto da farne sensibilmente spostare il prezzo ad 2Y quindi (per semplificare) diciamo che avrà un prezzo di carico medio di circa 1.5Y (cioè già il 50% in più di quanto sarebbe il suo valore di mercato reale)

A questo punto le rivende....

1ma domanda: chi é disposto a comprare le azioni di X ad un prezzo che va dal 100% al 50% superiore al suo valore dell'azienda ?

2nda domanda: chi ha venduto le sue azioni anche al DOPPIO del valore di mercato allo speculatore ?

3za domanda: quand'anche rivendesse tutte le azioni, perchè il prezzo dovrebbe scendere sotto il valore di mercato dell'azienda ? E anche se scendesse dove ci guadagnerebbe lo speculatore ? Per guadagnarci dovrebbe vendere TUTTO sopra ad 1.5Y (ovvero alla sua spesa).

Insomma non capisco questo

investo una bella somma sulla solum facendo lievitare il titolo,ed aspetto che tu ed altri sani investitori facciate lo stesso appena il titolo sale rivendo le mie azioni "fregandoti i tuoi soldi"

Se l'azienda vale Y e tu investitore con i tuoi risparmi la compri ad 2Y é "lo speculatore" che ti stà fregando o sei tu che sarebbe meglio che ti dessi ad altre attività piuttosto che giocare in borsa, da buon padre di famiglia ?

Lo speculatore che da solo é riuscito a muovere sensibilmente il prezzo delle azioni dell'azienda, in base a cosa é certo di avere una tale quantità di piccoli o medi investitori disposta a spendere fino al doppio del valore tecnico dell'azienda ?

Tra l'altro non ho mai visto nessun "investitore" come lo definisci tu, che compra sulla scia degli aumenti di prezzo. Ma solo coloro che vorrebbero guadagnare facile, non certo finanziare un'azienda in cui crede.

I problemi forse sono altri...

Come i bilanci delle aziende che bisognerebbe "finanziare" che spesso, come dire, sono un pò "tarocchi".

Come "tarocchi" possono essere i "giudizi" su di queste espressi da taluni addetti del settore interessati.

Che forse quei pochi che da soli sono in grado di muovere il mercato hanno troppi soldi a poco prezzo (se non addirittura gratis e alle spalle della collettività) e quindi nasce una questione di moral hazard dove non é + il mercato che detta i rischi delle operazioni stesse.

Come prpbabilmente di moral hazard soffrono le stesse aziende da te citate (fotovoltaico) visto che hanno certamente i bilanci "falsati" dai sovvenzionamenti statali e non dal reale mercato di per se (visto che l'hai citato tu l'esempio)

Ed altro ancora.

Comunque sia, la questione su cui mi premeva sensibilizzarti era l'informazione.

Io sono dell'idea che se la TV, politicuzzi locali, banche e giornali ti dicono A su queste questioni, pensa a B: per me hai decisamente più di possibilità che i tuo B sia più vero di quell'A che vorrebbero farti credere.

E non é corretto nei confronti di se stessi e degli altri parlare e agire per "sentito dire". A prescindere dalle idee risultanti che possono ovviamente essere diversissime.

Edited by Monetaio

Share this post


Link to post
Share on other sites

fabione191

Si ma "in giro"... Se vai al bar o apri un giornale o guardi un telegiornale e ti dicono che sono atterrati gli extraterrestri e hanno reincarnato tua moglie (con tanto di immagini per carità) e che devi prendere un fucile ed ucciderla, ci crederesti a prescindere, o cercheresti di verificare se la cosa possa essere minimamente vera prima di esprimere un giudizio ed eventualmente agire ?

Questi tipi di esempi falli cortesemente con la tua di moglie :angry:

1ma domanda: chi é disposto a comprare le azioni di X ad un prezzo che va dal 100% al 50% superiore al suo valore dell'azienda ?

Be se tu vuoi comprere azioni di una ditta (sempre pannelli solari perché credi nelle energie alternative) guardi i grafici cosa compri quelli che hanno guadagnato negli ultimi giorni o chi ha perso?

2nda domanda: chi ha venduto le sue azioni anche al DOPPIO del valore di mercato allo speculatore ?

Non ho mai detto che qualcuno abbia venduto azioni al doppio allo speculatore quindi scusa ma non capisco la tua domanda

3za domanda: quand'anche rivendesse tutte le azioni, perchè il prezzo dovrebbe scendere sotto il valore di mercato dell'azienda ? E anche se scendesse dove ci guadagnerebbe lo speculatore ?

Tra l'altro non ho mai visto nessun "investitore" come lo definisci tu, che compra sulla scia degli aumenti di prezzo. Ma solo coloro che vorrebbero guadagnare facile, non certo finanziare un'azienda in cui crede.

Se ad una ditta a causa di centinaia di speculatori prima dai 100mil. di € e dopo un ora li togli penso proprio che il titolo scende

Comunque sia, la questione su cui mi premeva sensibilizzarti era l'informazione.

Io sono dell'idea che se la TV, politicuzzi locali, banche e giornali ti dicono A su queste questioni, pensa a B: per me hai decisamente più di possibilità che i tuo B sia più vero di quell'A che vorrebbero farti credere.

E non é corretto nei confronti di se stessi e degli altri parlare e agire per "sentito dire". A prescindere dalle idee risultanti che possono ovviamente essere diversissime.

Ho visto, ed é per questo motivo che scrivo, una volta un servizio in cui si mostrava la vita di uno speculatore, dove appunto faceva ció che ti ho descritto. Certo poteva essere un attore ma a che fine?

Bene quindi tu dici che gli speculatori non esistono, non esistono persone che comprano e dopo un ora rivendono avendo guadagnato anche solo lo 0,1 non per forza il 50 %. mi dovrei fidare di ció che dici tu come quando mi fidai di quel promotore finanziario che grazie a lui i mie risparmi stanno il 40% del valore investito( fatto isolato! vallo a dire agli investitori di parmalat cirio, e bond Argentini), mentre quando ho fatto da solo mi sono comprato la bmw.No grazie voi (bancari, banchieri,promotori etc) avete la testa piena di nozioni ma rusultati pochi pochi, adesso volete pure altri soldi dallo stato mentre non riuscite a rinunciare hai bonus, e per questo che il sistema stá andando a rotoli, perché e un castello di carte costruito su un filo di lana.

Investite per produrre e non per guadagnare.

Edited by fabione191
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

collezionistabari

Si ma "in giro"... Se vai al bar o apri un giornale o guardi un telegiornale e ti dicono che sono atterrati gli extraterrestri e hanno reincarnato tua moglie (con tanto di immagini per carità) e che devi prendere un fucile ed ucciderla, ci crederesti a prescindere, o cercheresti di verificare se la cosa possa essere minimamente vera prima di esprimere un giudizio ed eventualmente agire ?

Questi tipi di esempi falli cortesemente con la tua di moglie :angry:

1ma domanda: chi é disposto a comprare le azioni di X ad un prezzo che va dal 100% al 50% superiore al suo valore dell'azienda ?

Be se tu vuoi comprere azioni di una ditta (sempre pannelli solari perché credi nelle energie alternative) guardi i grafici cosa compri quelli che hanno guadagnato negli ultimi giorni o chi ha perso?

2nda domanda: chi ha venduto le sue azioni anche al DOPPIO del valore di mercato allo speculatore ?

Non ho mai detto che qualcuno abbia venduto azioni al doppio allo speculatore quindi scusa ma non capisco la tua domanda

3za domanda: quand'anche rivendesse tutte le azioni, perchè il prezzo dovrebbe scendere sotto il valore di mercato dell'azienda ? E anche se scendesse dove ci guadagnerebbe lo speculatore ?

Tra l'altro non ho mai visto nessun "investitore" come lo definisci tu, che compra sulla scia degli aumenti di prezzo. Ma solo coloro che vorrebbero guadagnare facile, non certo finanziare un'azienda in cui crede.

Se ad una ditta a causa di centinaia di speculatori prima dai 100mil. di € e dopo un ora li togli penso proprio che il titolo scende

Comunque sia, la questione su cui mi premeva sensibilizzarti era l'informazione.

Io sono dell'idea che se la TV, politicuzzi locali, banche e giornali ti dicono A su queste questioni, pensa a B: per me hai decisamente più di possibilità che i tuo B sia più vero di quell'A che vorrebbero farti credere.

E non é corretto nei confronti di se stessi e degli altri parlare e agire per "sentito dire". A prescindere dalle idee risultanti che possono ovviamente essere diversissime.

Ho visto, ed é per questo motivo che scrivo, una volta un servizio in cui si mostrava la vita di uno speculatore, dove appunto faceva ció che ti ho descritto. Certo poteva essere un attore ma a che fine?

Bene quindi tu dici che gli speculatori non esistono, non esistono persone che comprano e dopo un ora rivendono avendo guadagnato anche solo lo 0,1 non per forza il 50 %. mi dovrei fidare di ció che dici tu come quando mi fidai di quel promotore finanziario che grazie a lui i mie risparmi stanno il 40% del valore investito( fatto isolato! vallo a dire agli investitori di parmalat cirio, e bond Argentini), mentre quando ho fatto da solo mi sono comprato la bmw.No grazie voi (bancari, banchieri,promotori etc) avete la testa piena di nozioni ma rusultati pochi pochi, adesso volete pure altri soldi dallo stato mentre non riuscite a rinunciare hai bonus, e per questo che il sistema stá andando a rotoli, perché e un castello di carte costruito su un filo di lana.

Investite per produrre e non per guadagnare.

Non tutti "gli uomini delle banche" chiamiamoli così sono degli avvoltoi senza scrupoli, per piacere non facciamo di tutta l'erba un fascio....

Edited by collezionistabari

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monetaio
Be se tu vuoi comprere azioni di una ditta (sempre pannelli solari perché credi nelle energie alternative) guardi i grafici cosa compri quelli che hanno guadagnato negli ultimi giorni o chi ha perso?
Non ho mai detto che qualcuno abbia venduto azioni al doppio allo speculatore quindi scusa ma non capisco la tua domanda
Se ad una ditta a causa di centinaia di speculatori prima dai 100mil. di € e dopo un ora li togli penso proprio che il titolo scende
Ho visto, ed é per questo motivo che scrivo, una volta un servizio in cui si mostrava la vita di uno speculatore, dove appunto faceva ció che ti ho descritto. Certo poteva essere un attore ma a che fine?

Bene quindi tu dici che gli speculatori non esistono, non esistono persone che comprano e dopo un ora rivendono avendo guadagnato anche solo lo 0,1 non per forza il 50 %. mi dovrei fidare di ció che dici tu come quando mi fidai di quel promotore finanziario che grazie a lui i mie risparmi stanno il 40% del valore investito( fatto isolato! vallo a dire agli investitori di parmalat cirio, e bond Argentini), mentre quando ho fatto da solo mi sono comprato la bmw.No grazie voi (bancari, banchieri,promotori etc) avete la testa piena di nozioni ma rusultati pochi pochi, adesso volete pure altri soldi dallo stato mentre non riuscite a rinunciare hai bonus, e per questo che il sistema stá andando a rotoli, perché e un castello di carte costruito su un filo di lana.

Investite per produrre e non per guadagnare.

LOL! Qualche difficoltà di comprensione del testo ? :) Forse con le immagini ti aiuto a comprendere quanto ho scritto (sotto)

Salutandoti ti ripeto per la terza volta che NON DEVI FIDARTI porprio di nessuno, ma sempre verificare tu stesso fino a dove possibile.

Fino a che continuerai a fidarti di quanto ti viene detto, sarai sempre un bel pecorone da tosare. A piedi o in BMW :) comprata tramite operazioni di borsa (...): :)

Adiòs.

Tuo pensiero:

6a00d83452719d69e2014e8805b8ad970d-800wi.jpg?w=446&h=380

Mio pensiero:

Pope_grinch-1-.jpg

Edited by Monetaio

Share this post


Link to post
Share on other sites

luke_idk

Se ho capito bene quello che intendi in pratica sarebbero delle specie di futures che hanno scadenza non in una data fissa ma solo non prima di una certa data. Per quanto ne so non credo cambierebbe molto...

Diciamo che non ci siamo risollevati proprio da soli... prima gli aiuti americani, poi quelli della CEE, ora quelli tedeschi.

Beh, mica sono solo tedeschi: ci sono in mezzo tutti gli stati dell'unione monetaria e il FMI.

Dicendolo terra terra, però gli stati dell'Unione Monetaria si dividono in chi prende e chi mantiene, come già ai tempi della CEE. La cosa più ridicola è che chi si lamenta di più sono quelli che ricevono...

Edited by luke_idk

Share this post


Link to post
Share on other sites

luke_idk

Vietare le vendite allo scoperto non è democratico? Allo stesso modo, non siamo obbligati a farci truffare, ma la truffa è vietata lo stesso. Ed allo stesso modo, lo stato consente che vengano venduti a caro prezzo oroscopi e numeri del lotto, anzi è il primo a fare cose simili.... Discorso troppo complesso per affrontarlo in brevi messaggi, su un forum, IMO.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monetaio
Discorso troppo complesso per affrontarlo in brevi messaggi, su un forum, IMO.

Mio collegamento

Già, si finisce troppo spesso così.. :)

Edited by Monetaio

Share this post


Link to post
Share on other sites

donax

Non tutti "gli uomini delle banche" chiamiamoli così sono degli avvoltoi senza scrupoli, per piacere non facciamo di tutta l'erba un fascio....

Invece secondo me si tratta di uno dei pochi casi dove si può tranquillamente fare di tutt'erba un fascio senza cadere in errore. E' come dire, non tutti i boia sono malvagi, uccidono perchè è il loro lavoro, bene ma sempre dei boia restano.

Edited by donax
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.